Diventa editore d...
Follow
Find tag "tumblr"
53.4K views | +2 today
Diventa editore di te stesso
Come scrivere, pubblicare, promuovere i tuoi libri e il tuo blog senza editore.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Self publishing e autopromozione: gli strumenti social da utilizzare per un personal branding efficace

Self publishing e autopromozione: gli strumenti social da utilizzare per un personal branding efficace | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Creare il personal brand perfetto non è un gioco da ragazzi, ma necessita di un’attenta pianificazione dove i socia media assumono un ruolo fondamentale.

 

Quali sono gli strumenti social che proprio non possono mancare nel toolkit di ogni professionista che si rispetti?

 

Lo staffa di Ninja Marketing ha fatto qualche domanda in giro, agli ‘addetti ai lavori’ e non, per mettere nero su bianco una bella lista di social da utilizzare per il vostro personal branding e qualche consiglio pratico per sfruttarli al meglio.


Quali sono gli assi nella manica di un professionista? E’ fondamentale essere diversi dalla concorrenza, sollecitare chi vi segue a lasciare dei feedback ed avere un piano di comunicazione che utilizzi come leve la chiarezza, la coerenza e la costanza.

 

Vediamo come applicarli ai social media da inserire nella vostra “cassetta degli attrezzi”.

 

1. Blog personale

Se il vostro nome è già un’autorità del settore, beati voi! Ma i comuni mortali che vogliono affermarsi come professionisti accreditati devono necessariamente comprarsi un bel dominio – ci sono tante offerte vantaggiose in giro – e cominciare a scrivere


2. Facebook

Avere un’account personale è un conto, creare una pagina Facebook dove condividere contenuti e promuovere se stessi è un altro.

 

3. Twitter

Se – come sostiene Mirko Pallera – “Facebook ti rende come una vecchina affacciata alla finestra” Twitter “ti mette al centro di una grande piazza”.

 

4. LinkedIn

Essere iscritti a LinkedIn per un professionista è ormai la regola. Si tratta, infatti, di un vero e proprio curriculum online che permette di essere collegato ai network professionali che ci interessano e di partecipare attivamente ai vari gruppi cui ci si può iscrivere.

 

5. SlideShare

Creare delle presentazioni su argomenti che si conoscono particolarmente bene (che siano destinati a dei corsi o degli speech poco importa).

 

6. Altri social

La partecipazione attiva ad altri social - per così dire – ‘di nicchia’ (Instagram,Tumblr, Flickr, ecc.) consente di ottimizzare le piattaforme in modo tale da permettere a chi desidera seguirvi di essere parte attiva della discussione contribuendo con contenuti ed idee(una volta iscritto).

 

 

Leggi tutto: http://www.ninjamarketing.it/2013/04/23/gli-strumenti-social-da-utilizzare-per-un-personal-branding-efficace/

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Autopromozione social: twitter presenta Vine, facciamo storytelling?

Autopromozione social: twitter presenta Vine, facciamo storytelling? | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Twitter ha lanciato Vine, un’app che ti permette di creare e condividere brevi video di (6 per la precisione). Mi correggo, non sono semplici video ma delle gif.

 

Ovvero delle sequenze di immagini che riproducono un’azione. Un tempo erano decoro pacchiano dei siti, poi sono diventate orgoglio della sub-cultura Tumblr e oggi racchiudono l’orgoglio del social cinguettante.

 

Non è strana la vita del web 2.0? Il giorno prima si vergognano di te, quello successivo sei unapiccola star. Ma forse è solo il nostro innato desiderio di raccontare storie che vince su tutto.

 

Il bisogno di raccontare una storia è uno dei più antichi, e la sua forza è pari solo a quella della controparte. Ovvero di chi ha bisogno di conoscere nuove storie.


L’errore fondamentale? Pensare che ci sia un unico modo per sviluppare una storia. I webwriter pensano che la strada giusta sia la scrittura, chi lavora con leimmagini punta tutto sul contatto visivo, sulle linee e sui colori.

 

Chi vive di social media marketing ragiona per aggiornamenti e tweed, mentre i professionisti delvideo si affidano alla combinazione di immagini e suoni.

 

Vine ci ricorda che queste differenze, nel web 2.0, tendono a disgregarsi. E le caratteristiche delle piattaforme convergono. Dandoci la possibilità di creare piccoli video per raccontare la nostra storia.

 

 

Leggi tutto: http://www.mysocialweb.it/2013/01/29/twitter-vine-storytelling/

  

 

cura di ROBERTO P. TARTAGLIA: giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale dove trovare i suoi libri e i suoi videopost è http://www.robertotartaglia.com.

 

more...
No comment yet.
Scooped by ROBERTO P. TARTAGLIA
Scoop.it!

Per autopubblicarmi devo avere un blog?

Per autopubblicarmi devo avere un blog? | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
ROBERTO P. TARTAGLIA's insight:

Questa domanda mi viene posta spesso, spessissimo. E si associa anche a un altro quesito: devo comprarmi un dominio o mettere su un blog gratuito?

 

Vediamo con calma ogni aspetto della questione.

 

Per come la vedo io, avviare un’attività online, come quella di scrittore/scrittrice indipendente, vuol dire necessariamente avere un proprio sito Web.

 

Nel caso contrario, sarebbe come voler fare l’avvocato senza avere uno studio in cui operare, o vendere carne senza aprire una macelleria. Spero d’essermi spiegato bene .

 

 

Leggi tutto e commenta su: http://www.viverediscrittura.it/per-autopubblicarmi-devo-avere-un-blog/

 

 

cura di ROBERTO P. TARTAGLIA: giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale dove trovare i suoi libri e i suoi videopost è http://www.robertotartaglia.com.

more...
No comment yet.