Cose che dovresti...
Follow
Find
793 views | +0 today
Cose che dovresti leggere
Segnalazioni varie dai miei feed
Curated by Luca Sognatore
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Rete Tor vulnerabile agli attacchi della NSA

Rete Tor vulnerabile agli attacchi della NSA | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
La maggior parte dei nodi Tor utilizza chiavi crittografiche Deffie-Hellmann a 1.024 bit. Con i chip custom della NSA queste key si craccano in poche ore.


Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/09/09/rete-tor-vulnerabile-agli-attacchi-della-nsa/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

NSA, non c’è crittografia che regga

NSA, non c’è crittografia che regga | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
La NSA è in grado di aggirare qualsivoglia algoritmo di decrittazione, o quasi: parola di New York Times, Guardian e ProPublica.


Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/09/06/nsa-crittografia/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

NSA controlla la maglietta

NSA controlla la maglietta | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
NSA ha fatto rimuovere questa maglietta da Zazzle. Ora se vuoi la puoi acquistare qui. (via Business Insider)

 

Tratto da http://www.mantellini.it/2013/09/01/nsa-controlla-la-maglietta/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Poche parole di buon senso sulla Siria

[...] 2013: L’anniversario della guerra in Iraq è appena passato. L’Occidente si mobilita per le armi chimiche di Assad. Uno degli altri (pochi) regimi laici della regione. Anche in questo caso ci sono gli ispettori ONU. Dell’uso delle armi chimiche – anche in questo caso – non ci è dato sapere. I morti, comunque, ci sono già stati: siamo a 100.000, decina di migliaia più decina di migliaia meno, senza fare troppo i pignoli. Ma ora, ci dicono gli esperti, non si può più aspettare. Prendendo a prestito dal famoso detto sui buoi e il cancello, si potrebbe dire che qui si vuole fermare il macellaio quando la bistecca al sangue è appena stata servita al tavolo.

Per chi ha non tanta memoria storica, ma giusto quegli anni di vita per ricordare il 2003, quando sta succedendo lascia un certo sgomento. Restano quindi solo alcune considerazioni sparse. [...]

 

Tratto da http://epistemes.org/2013/08/28/poche-parole-di-buon-senso-sulla-siria/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Luoghi non comuni d'agosto

Alcune notizie e fattoidi economici di e da fine estate, per chi si ostina a credere che ci sia vita al di fuori dell’agibilità politica. Su economia sommersa caratteristica non solo italiana, valenza pedagogica del Monopoli, imposta ecclesiastica svizzera. [...]

 

Continua a leggere su http://phastidio.net/2013/08/22/luoghi-non-comuni-dagosto/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Stupidi ed odiosi

Stupidi ed odiosi | Cose che dovresti leggere | Scoop.it

Questa è la copertina del Guardian di oggi. E quello che tutte le persone oneste contestano al sistema di controllo dei paesi occidentali è esattamente questo: trascendere i propri poteri per interessi che non sono quelli dei cittadini. In questa idea di stato di polizia il fermo all’aeroporto di Hearthrow di David Miranda con l’accusa di terrorismo (Miranda è il compagno di Glenn Grennwald il blogger e giornalista americano al quale Snowden ha rilasciato buona parte delle informazioni in suo possesso perché fossero pubblicate) è un esempio illuminante di quanto le intimidazioni del potere possano essere stupide ed odiose contemporaneamente.

 

Tratto da http://www.mantellini.it/2013/08/19/stupidi-ed-odiosi/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Xkeyscore: il Datagate si fa ancor più grave

Xkeyscore: il Datagate si fa ancor più grave | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
L'obiezione di coscienza di Edward Snowden porta alla luce Xkeyscore, programma di monitoraggio dell'utenza online di tutto il mondo.

 

Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/07/31/xkeyscore-datagate/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Ubuntu Edge

Ieri pomeriggio alle quattro (23 Luglio 2013, ore 16 – London/Greenwich Time), Canonical ha lanciato una campagna di crowdfunding per finanziare con 32 milioni di dollari USA la produzione dei primi 40.000 esemplari del suo Ubuntu Edge. Si tratta, di gran lunga, della più massiccia operazione di crowdfunding mai tentata fino ad ora. In cinque ore Canonical ha raccolto il primo milione di dollari e stamattina, dopo sole ventiquattr’ore di lavoro, risultano raccolti già 3 milioni e settecentomila dollari USA. Se la raccolta prosegue in questo modo, in due sole settimane potrebbe essere raggiunto il traguardo dei 32 milioni di dollari (previsto inizialmente per fine agosto). Nello stesso arco di tempo, sono già stati venduti oltre 500 esemplari dello smartphone che è al centro della campagna, cioè lo Ubuntu Edge.

 

Fantastico! Ma a noi poveri mortali, che ç@§§# ce ne dovrebbe fregare? [...]

 

Continua a leggere su http://www.alexbottoni.com/2013/07/24/ubuntu-edge/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Ideona? Microfoni sempre in ascolto nei telefonini e nelle console di gioco

Andreste in giro con un microfono sempre aperto in tasca? Ne piazzereste uno in soggiorno? Li colleghereste a Internet? Probabilmente no e l’idea vi parrebbe parecchio intrusiva, soprattutto di questi tempi, ma il microfono sempre in ascolto viene proposto sempre più frequentemente dai fabbricanti di dispositivi elettronici non come una forma di sorveglianza continua, ma come una nuova funzione utile e desiderabile per il consumatore. [...]

 

Continua a leggere su http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_content&task=view&id=4934&Itemid=62

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

un tal Lucas: Milano ignorante: i vigili urbani non riescono ad accendere il PC

un tal Lucas: Milano ignorante: i vigili urbani non riescono ad accendere il PC | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
No, ditemi che non è vero, ditemi che questa notizia è falsa, che è stata creata apposta dalla Zucchetti software gestionali, per non parlare di Billino Cancelli l'uomo che fa più beneficenza al mondo.Perché se fosse vera io mi ci incazzo, perché non è possibile essere così ignoranti, non tanto i vigili, quanto quelli del Comune che si occupano d'informatica e, altresì, i giornalisti che riportano la notizia, i quali, quanto meno, dovrebbero suggerire al volgo che esistono soluzioni, gratuite, ripeto gratuite libere, efficienti, funzionali e non lasciare a intendere che esiste solo il dischettino con Windows da installare. Non è possibile che nessuno dell'entourage di Pisapia sappia che, da più di vent'anni, esiste Linux con le sue distribuzioni.Esagererò ma, paradossalmente, una notizia del genere mi suona come se ai vigili fossero state consegnate delle nuove autovetture senza carburante e loro non sapessero il motivo per cui esse non partono; la differenza è che Linux, rispetto alla benzina, costa molto, ma molto meno. [...] Continua a leggere su http://www.alterlucas.com/2013/07/milano-ignorante-i-vigili-urbani-non.html
more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Isi, Ici, Imu

Isi, Ici, Imu | Cose che dovresti leggere | Scoop.it

A forza di sentir parlare (talora a sproposito, in un senso e nell’altro) dell’IMU mi è venuta voglia di fare un piccolo punto della situazione che potrebbe aiutare tutti a vederci più chiaro. Armatevi di pazienza: si entra nel favoloso mondo dei numeri. [...]

 

Continua a leggere su http://libernazione.it/isi-ici-imu/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

L'occhiale relativo

[...] Allora, vediamo un po’, vero/falso su Internet, perché è un falso problema?

 

Intanto perché come spesso accade quando si affrontano simili argomenti è evidente che la questione non riguarda Internet in senso stretto. Ci sono molte bugie su Internet come ci sono molte bugie in libreria, ci sono molte balle sui quotidiani come ce ne sono sui blog, ci sono ampie imprecisioni ed anche notevoli falsità su Wikipedia così come ci sono nelle enciclopedie o nei libri di testo per la scuola. Tutti potranno convenire che un testo di Ron Hubbard liberamente acquistabile in libreria non è molto meno pericoloso di un PDF sulle scie chimiche o di un articolo di Beppe Grillo sui terremoti che si possono prevedere. Molti converranno che i toni diffamatori o offensivi che si possono leggere su certi blog [...] non sono troppo diversi da certe prime pagine di Libero o dai vaffanculo urlati in certe eleganti trasmissioni TV dalla creme del giornalismo nostrano.

 

Le ragioni di una simile uniformità sono persino banali da dover essere ricordate. Siamo sempre noi, siamo le medesime persone, abbiamo le stesse idee e gli stessi sentimenti, siamo ugualmente educati o maleducati, minacciosi o scurrili, in rete come fuori. [...]

 

[...] non c’è nessun problema di regole. Non c’è per il semplice motivo che nella valutazione etica dei contenuti la usuale metafora della rete Internet come luogo che tutti abbiamo usato almeno una volta, non funziona troppo bene. Se Internet fosse un luogo forse, entro certi limiti, avrebbe ragione Saviano: nei quartieri malfamati dove tutti possono finire, forse qualcosa si potrebbe/dovrebbe fare. Invece Internet per quanto riguarda i contenuti non è un luogo ma il risultato di una cartografia personale. Internet, come dicono alcuni fra quelli più colti di me che Eco Saviano e soci non hanno comunque mai letto, è il filtro. Più avanti si potrà discutere delle caratteristiche (e dei rischi) di questo filtro ma per ora accontentiamoci del fatto che la Internet che guardiamo, che seguiamo, le pagine che ci interessano, sono il risultato di una nostra personale scrematura. Lo sono, inevitabilmente, non potrebbe essere diversamente data la vastità dei contenuti disponibili. Se la Internet di Massimo Mantellini fosse un luogo, semplicemente i vicoli malfamati che tanto preoccupano i nostri migliori intellettuali non sarebbero segnati sulla mappa. In quella Internet lì, mi spiace, ma non c’è bisogno di alcuna nuova regola. In quella Internet, che è spesso la rete delle persone che la conoscono e che la amano, le parole di Eco, Boldrini e Saviano assomigliano ogni volta alla carezza del dittatore. [...]

 

Tratto da http://www.mantellini.it/2013/07/03/locchiale-relativo/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Diritto all’oblio: Europa dà ragione a Google

Diritto all’oblio: Europa dà ragione a Google | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
Parere favorevole a Google della Corte di giustizia europea: il motore non può essere obbligato a cancellare i dati presenti sui siti che indicizza.

 

Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/06/25/diritto-alloblio-europa-da-ragione-a-google/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Non ti ho mai amato così tanto: la tormentata love story tra Obama e i progressisti europei.

[...]

Nell’Obamafilia degli europei – come l’ha definita lo scrittore Gary Younge -, specialmente degli europei di centro-sinistra, c’è qualcosa di più profondo e se vogliamo più inquietante della semplice fiducia simbolica nel primo Presidente Africano-Americano, proveniente da una minoranza storicamente oppressa, che ha sostituito il più mostruoso fenomeno da baraccone mai generato dal Texas. Qualcosa che  sembra mostrarci più le debolezze della cultura politica continentale che i meriti di Obama stesso. Sembra che prevalga la voglia di fantasticare su di un leader carismatico, infinitamente più affascinante, abile nell’oratoria, e persuasivo di qualunque altro politico europeo, a dispetto della reale sostanza della sua politica – interna come internazionale. Non c’entra qui il discorso dell’alternativa – dall’altra parte ci sono gli orridi Repubblicani – quanto quello della suggestione culturale, e del mutamento antropologico avvenuto in questi ultimi venti e trent’anni nella medio borghesia di sinistra.

 

Obama conquista le prime pagine di tutti i giornali quando parla di controllo delle armi e di innalzamento del salario minimo da $7,25 a $9, e l’europeo applaude, senza sapere o voler capire che anche $9 dollari sarebbero una miseria, per gli standard americani, se non fosse che la maggior parte dei salariati più poveri non sanno nemmeno cosa voglia dire “salario minimo”, in un sistema che si basa interamente sulla barbarie delle mance e sull’economia in nero, e con un esercito di clandestini senza documenti ricattati da uno sfruttamento infame, con la minaccia della deportazione in qualunque momento, per una politica migratoria che in cinque anni Obama non è riuscito o non ha avuto interesse a modificare.

 

Durante la presidenza Obama i sindacati hanno toccato il loro minimo storico: appena l’11% di rappresentanza nelle imprese private; la spesa per i servizi segreti ha raggiunto l’incredibile cifra di 52 miliardi di dollari e per giustificare gli attacchi illegali con i droni in Africa  il Dipartimento di Stato è arrivato a citare nientemeno che una dichiarazione del 1970 usata per giustificare il bombardamento segreto della Cambogia – eppure niente riesce a scalfire il boato di entusiasmo alla notizia che, durante la presidenza Obama, la Corte Suprema ha sanzionato la definitiva legittimità del matrimonio tra persone dello stesso sesso. [...]

 

Tratto da http://libernazione.it/non-ti-ho-mai-amato-cosi-tanto-la-tormentata-love-story-tra-obama-e-i-progressisti-europei/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Google e Microsoft fanno causa al governo USA

Google e Microsoft fanno causa al governo USA | Cose che dovresti leggere | Scoop.it

Le due società pretendono più trasparenza riguardo ai dati forniti alla NSA. C'è in ballo una credibilità ormai a picco dei colossi della Silicon Valley.

 

Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/09/02/google-e-microsoft-fanno-causa-al-governo-usa/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Il gioco del dittatore: nuove evidenze empiriche smentiscono l'altruismo degli esseri umani

Il gioco del dittatore: nuove evidenze empiriche smentiscono l'altruismo degli esseri umani | Cose che dovresti leggere | Scoop.it

[...] Gli economisti classificano il gesto di San Martino tra i casi di "altruismo limitato", che è un desiderio di aiutare il prossimo abbinato a una cura ragionevole del proprio utile. L'altruismo sarebbe stato assoluto se San Martino avesse donato tutto il mantello al mendicante, senza pensare a ripararsi a sua volta dal freddo. L'altruista limitato è diverso dall'homo oeconomicus, che appaga solo i suoi bisogni, il modello della natura umana su cui si basa la teoria economica tradizionale. L'homo oeconomicus è il tipo che nota il mendicante seminudo e continua la strada guardando fisso nel vuoto.
Gli economisti e altri scienziati sociali hanno un test, detto gioco del dittatore, per valutare se una persona assomiglia di più a San Martino o a un homo oeconomicus. Il test si svolge in laboratorio. Gli sperimentatori chiedono alla persona di leggere un foglio di istruzioni, dove scopre che ha vinto 10 euro (o un'altra piccola somma di denaro) e che deve decidere se donarne una parte a un estraneo, per un importo a sua scelta, sotto anonimato. L'estraneo non saprà chi gli ha donato i soldi o, eventualmente, glieli ha negati. [...]

 

I risultati di Winking e Mizer suggeriscono che probabilmente non esiste un istinto altruistico negli esseri umani, se intendiamo un moto che ci sorge dentro senza bisogno di certe circostanze esterne. Le nostre azioni altruistiche sono innescate da interazioni sociali che includono attese di reciprocità, percezioni di stati di bisogno, rispetto per le regole ricevute, timore del giudizio pubblico, affetto e altri sentimenti. Che l'altruismo si manifesti nell'ambito dei rapporti con gli altri non è sorprendente, in fondo. [...]

 

Tratto da http://lateiera.blogspot.com/2013/08/il-gioco-del-dittatore-nuove-evidenze.html

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Tocca all'Onu: attaccata dalla Nsa, può prendere provvedimenti. Per la libertà della gente anche in rete

Riporta Spiegel che la Nsa ha spiato anche l'Onu. In un'occasione lo hanno fatto anche i servizi cinesi (GigaOm), ma gli americani lo hanno fatto più spesso. Spiare l'Onu è vietato. [...]

 

Continua a leggere su http://blog.debiase.com/2013/08/tocca-allonu-attaccata-dalla-nsa-puo-prendere-provvedimenti-per-la-liberta-della-gente-in-rete/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Balle e martello

Balle e martello | Cose che dovresti leggere | Scoop.it

I servizi segreti sono come le banche, stringono patti di mutuo soccorso prima ancora di odiarsi moltissimo. Lo sciocco pensa che l’ideologia e la morale, la molta o poca democrazia, il controllo pubblico o la sostanziale impunità siano i cardini che ne regolano scelte e comportamenti ma così non è: i violenti e le spie si annusano e si riconoscono, marcano il terreno come possono, ma in fondo si identificano e compiono scelte analoghe. Tutto il resto è scenografia. I servizi segreti sono una ridicola minoranza investita di grandi poteri (ultimamente molto aumentati dalla tecnologia e dal web) che applicano in maniera rigorosa e esemplare. Signori che raccontano ai loro referenti ed al mondo quello che gli pare. E i loro referenti ed il mondo ripetono a pappagallo. [...]

 

Continua a leggere su http://www.mantellini.it/2013/08/20/balle-e-martello/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Quei criminali che scaricano

Quei criminali che scaricano | Cose che dovresti leggere | Scoop.it

Premetto: non sono un tecnico della materia. Però, perbacco, oltre alla tecnica esiste anche la logica, e se la logica non è un’opinione quello che ci raccontano sul cosiddetto “diritto d’autore” non è che sia proprio cristallino.
Per esempio: quando ti vendono un disco mica dicono che ti stanno vendendo a venti euro un pezzo di plastica che ne vale sì e no uno. Macché, ci mancherebbe: quando ti vendono un disco, a sentire loro, ti vendono il diritto a tenerti e ad ascoltare la musica che c’è dentro. Ok, allora mettiamo che il disco si rompa. Cioè, che la plastica che serviva a contenere, a veicolare quel diritto si sbricioli, proprio. Tipo che mentre te la stai portando a casa ti casca dallo zaino e viene schiacciata dalle ruote di un autotreno. Se fosse come dicono loro dovresti poterti presentare da qualche parte coi pezzi in mano e dire: “ehi, il diritto l’avevo già comprato per diciannove euro, adesso vi pago un euro per il cerchietto di plastica nuovo e voi il disco me lo ridate”. Fila, o sbaglio? Invece manco per niente. Se ti si rompe la plastica ti tocca ricomprarti tutto il diritto daccapo, anche se l’avevi comprato già, magari il giorno prima. Via, non è un tantino strano? [...]

 

Ripeto: non sono un tecnico, ed è probabile che qualcosa mi sfugga; che qualche particolare, qua e là, sia inesatto: se così fosse, vi prego, sentitevi liberi di correggermi.
Però, complessivamente, una cosa mi sento di poterla dire senza timore di essere smentito: prima di dare il via all’ennesimo “giro di vite” per combattere la “pirateria” bisognerebbe riformare radicalmente la disciplina del diritto d’autore, che oltre ad essere illogica e iniqua non tiene minimamente conto delle continue rivoluzioni tecnologiche che si sono succedute dopo l’invenzione della pressa da stampa e del fonografo.
Che ne dite, volete fare un piccolo sforzo di ragionevolezza anche voi, o andiamo avanti a pagarvi le stesse cose decine di volte e a far finta che l’unico problema siano quei criminali che scaricano?

 

Tratto da http://libernazione.it/quei-criminali-che-scaricano/

 

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Attesa...

Attesa per domani la sentenza della Cassazione che potrebbe confermare la condanna per Berlusconi a 4 anni di carcere e 5 di interdizione dai pubblici uffici nel processo Mediaset.

 

Continua su http://biforcazione.blogspot.com/2013/07/attesa.html

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Google è il Prism dei poveri?!?

Google è il Prism dei poveri?!? | Cose che dovresti leggere | Scoop.it

[..] Google crea per ognuno di noi un profilo nel quale immagazzina tutte le nostre ricerche, la periodicità con cui cerchiamo una parola e  i siti che andremo ad aprire a ricerca effettuata. Questo accadeva nel 1999…ma ad oggi il sistema è molto, molto, molto più complesso e preciso.

 

[...] il costo sostenuto da Google per mantenere i Data Center di Google è enorme! Però dalle tasche di un utente medio non esce nemmeno un centesimo, impossibile? NO!

 

Google è come un fratello, conosce alla perfezione la nostra vita digitale e quella reale! Come? Bhe alzi la mano chi non ha mai cercato una ricetta su Google (oplà ora Google sa cosa ci piace mangiare), chi non ha cercato terapie fai da te per un improvvisa influenza (oplà ora Google sa che siamo ammalati), chi non ha mai cercato l’albergo per le vacanze (sì si, Google è venuto in vacanza con voi), chi non ha mai cercato il vostro video musicale su YouTube (Google sta pensando di venire con voi al concerto), sa anche quando avete fatto l’amore per la prima volta (sempre più adolescenti cercano informazioni prima del primo rapporto), e tantissimi altri esempi che vi potrebbero solo annoiare.

 

Ma in sostanza voglio farvi capire che ogni qual volta che digitate una parola o una frase sul campo “cerca” state insegnando al vostro fratellino Google un vostro gusto, un pensiero, un sentimento, una preferenza ecc ecc. Ma dai cosa vuoi che gli interessa a Google dove vado a mangiare la pizza il sabato sera o se adoro ascoltare Paolo Borghi, bhe vi sorprenderà guardare Google History, lo storico di tutte le vostre ricerche suddivise per categorie, fasce orarie e giornaliere. Visto, non si scorda mai nulla di voi…. [...]

 

Tratto da http://www.oversecurity.net/2013/07/23/google-e-il-prism-dei-poveri/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Per l’Egitto (e il Medio Oriente) ci vorranno altri 30 anni

Le scene dei militari che sparano sui manifestanti islamici, in Egitto, hanno chiarito forse una volta per tutte che non esistono golpe buoni e popolari.
Quando l’esercito circonda il palazzo presidenziale con i carri armati, mette agli arresti il presidente eletto – ancorché incapace, autoritario e manovrabile (un po’ come un presidente del consiglio italiano che abbiamo votato e rivotato per tre decenni) – e si arroga il diritto di scegliere chi sarà a governare, la difesa della democrazia non c’entra proprio nulla. [...]

 

Quello che è successo a partire dal 2011, con la deposizione prima di Ben Alì in Tunisia, poi di Mubarak in Egitto e poi a catena con lo scoppio delle guerre civili in Libia e in Siria, è uno sconvolgimento  paragonabile alla caduta del Muro di Berlino, o forse alla Rivoluzione d’Ottobre: l’equilibrio di una parte di mondo è crollato e ci vorranno forse 30 anni perché se ne trovi un altro. Non solo: benché difficile da digerire per l’Occidente, abituato a decidere e a pensare con le proprie categorie, non è detto che l’esito del processo sia una democratizzazione simile alla nostra (d’altronde, la fine dell’Urss soltanto nominalmente ha portato la piena democrazia a Mosca, ma questa è un’altra storia).[...]

 

Quando il muro dei dittatori amici dell’Occidente è caduto sotto la spinta del popolo (e con l’ipocrisia dei governanti sull’altra sponda del Mediterraneo, costretti ad applaudire una piazza che loro stessi avevano cercato di sedare e drogare per decenni sostenendo gli autocrati), quando il respiro della gente è diventato libero, insieme con l’aria compressa  si sono liberate anche tutte le pulsioni, le istanze e le vendette cresciute e maturate in decenni. [...]

 

Tratto da http://soffiatiilnasocolpettine.blog.lettera43.it/2013/07/09/per-legitto-e-il-medio-oriente-ci-vorranno-altri-30-anni/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

L’Europarlamento vota contro la NSA

L’Europarlamento vota contro la NSA | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
Europa insoddisfatta delle risposte americane. Strasburgo pungola Bruxelles e preme per la sospensione degli accordi sulla condivisione dati con gli Usa.

 

Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/07/05/leuroparlamento-vota-contro-la-nsa/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Anche la Francia ha il suo PRISM

Anche la Francia ha il suo PRISM | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
Clamorosa inchiesta di Le Monde: la DGSE francese monitora i big data di mail e conversazioni. Nessuna differenza con gli Usa.

 

Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/07/04/anche-la-francia-ha-il-suo-prism/

more...
No comment yet.
Scooped by Luca Sognatore
Scoop.it!

Previti querela Wikipedia, ma perde

Previti querela Wikipedia, ma perde | Cose che dovresti leggere | Scoop.it
L'ex ministro berlusconiano aveva querelato Wikipedia per un contenuto, ma il tribunale di Roma gli ha dato torto. La logica è la medesima per Google.

 

Leggi l'articolo su http://www.webnews.it/2013/06/27/previti-querela-wikipedia-ma-perde/

more...
No comment yet.