Collaborazione & ...
Follow
Find
573 views | +0 today
 
Scooped by Alberto Beccaris
onto Collaborazione & Social Media
Scoop.it!

Qualche dato dal Social media report 2012

Qualche dato dal Social media report 2012 | Collaborazione & Social Media | Scoop.it
Come ogni anno in questo periodo riprende la pubblicazione di report e statistiche che raccontano lo stato dell’arte sull’uso e la diffusione dei social media nel mondo e in Italia.

Difficile, e al tempo stesso interessante, orientarsi e capire quali fonti e risorse siano più credibili e quali i dati si possano ritenere attendibili in base alle tecniche di rilevazione utilizzate.

Nel post trovate un commento su alcuni passaggi contenuti nel report.

Articolo originale: http://alturl.com/uckyu
more...
No comment yet.
Collaborazione & Social Media
Risorse, articoli e guide per utilizzare al meglio i social media nelle organizzazioni
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Facebook per le aziende

La presentazione per Data For Business che ho tenuto ai Digital Workshop di Chibimart - Fiera Milano (11/05/2013)

 

Come promuovere la tua attività con le Facebook Pages in 4 passi: 

> strutturare la presenza

> condividere contenuti di valore

> raggiungere il pubblico giusto 

> allargare la rete di contatti

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Social Media Manager e multi-tasking

Social Media Manager e multi-tasking | Collaborazione & Social Media | Scoop.it
In the constant, ever-changing world of social media management there are three main roles required of successful social media multi-taskers...
Alberto Beccaris's insight:

"Social media management requires faster and more constant action than has ever been required of communication professionals in the past".


Interessante sintesi dei ruoli che ogni social media manager dovrebbe ricoprire, cercando di gestire al meglio le attvità in ottica multitasking:

 

1. Customer Service Representative

2. Content Creator

3. Brand expert

 

Articolo originale "Social Media Manager as Multi-tasker: 3 roles" di Taylor Chatfield Martin http://goo.gl/2QDgt ;

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Collaboration tool: la classifica del 2012 in 12 categorie

Collaboration tool: la classifica del 2012 in 12 categorie | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Giunta alla sesta edizione ecco la lista (aggiornata a ottobre 2012) dei Top 100 Tools for Social Learning, l'elenco dei migliori strumenti online per la produttività e la collaborazione neTlle organizzazioni.

 

Curata da Jane Hart, social learning consultant presso il Centre for Learning & Performance Technologies, la lista raccogllie i voti di più di 500 professionisti del settore e rappresenta una delle migliori directory gratuite sul tema. 

 

Per ogni tool vengono descritti costi, disponibilità, link, eventuali differenze rispetto all'anno precedente e la variazione del ranking (qui la lista completa http://c4lpt.co.uk/top100tools/)

 

Per facilitarne la consultazione, nel post sono stati categorizzati in 12 macro aree tematiche:

 

1. Office tools

2. Blogging & wiki tools

3. Video, audio & image tools

4. Bookmarking & curation

5. Note-taking & mindmapping

6. Networking & collaboration platforms

7. Browsers, readers & dashboards

8. Productivity tools

9. Instructional tools

10. Educational tools

11. Live communication tools

12. Devices & Synchronization

 

Articolo originale: 1st update on 10 Tools Challenge 2013 di Jane Hart

http://goo.gl/YDPvv

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Uso effettivo dei Social Network in azienda | I risultati di una ricerca

Uso effettivo dei Social Network in azienda | I risultati di una ricerca | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Sintesi molto interessante di Massimo Petrucci sui risultati della ricerca "Social Media Effectiveness Use Assessment", sull'utilizzo dei social network in azienda, condotta da Andrea Albanese, docente SNID del Politecnico di Milano.

 

A questo link la presentazione completa in slideshare http://goo.gl/h0jH3

 

Coinvolte 2880 aziende italiane, hanno partecipato 4356 persone, per la maggior parte in età compresa tra i 31 e 45 anni; queste alcune tra le domande più interessanti poste nella ricerca, domande a mio avviso utili anche a chi si occupa di proporre strategie di social media nelle aziende:

 

- Quali sono i Social Network più usati e sui quali fai effettivamente azioni di marketing?

- Cosa usi oltre i Social Network? 

- Quante persone della tua aziende sono dedicate alla gestione dei Social Network?

- In che modo è gestita la comunicazione aziendale sui Social Network?

- Che tipo di iniziative di marketing realizzi in ambito Social Media Marketing? - Perchè fai marketing nei Social Network?

- Quali sono le aree training di maggiore interesse in ambito Web Marketing e Social Network?

 

Articolo originale: L’UTILIZZO DEI SOCIAL NETWORK IN AZIENDA di Massimo Petrucci - http://goo.gl/G07or

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Social business: il passaggio ad un nuovo paradigma organizzativo

Social business: il passaggio ad un nuovo paradigma organizzativo | Collaborazione & Social Media | Scoop.it
Oltre alla semplice adozione dei social media, il vero cambiamento che si sta realizzando in questi anni è portato da un nuovo paradigma nella gestione delle organizzazioni: in due parole, social business.

L'infografica descrive molto bene le carattestiche e le differenze che descrivono il vecchio dal nuovo paradigma, dimostrando come nei settori vendite, risorse umane, marketing e ricerca & sviluppo siano cambiati i processi organizzativi e decisionali, a favore di un modello conversazionale, aperto e trasparente.

Il Vecchio paradigma era basato su:
- centralized control
- brand expertise
- build & ship

Il Nuovo paradimga invece è centrato su:
- distributed control
- community is expert
- perpetual beta

Interessante anche il riferimento a specifiche aziende che stanno implementando dinamiche organizzative basate proprio sul nuovo paradigma.

Articolo originale:
The Social Business Shift by Jesse Noyes
http://goo.gl/0Di8e

(via Eloqua partnered with data visualization firm JESS3)
Alberto Beccaris's insight:

 

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

11 regole per le organizzazioni nell'era del social web

11 regole per le organizzazioni nell'era del social web | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Abbiamo bisogno di un nuovo modello di sviluppo del business e per questo è necessario trovare il giusto equilibrio tra risultati, community e connessioni: ecco in sintesi il pensiero di Nilofer Merchant, autrice del libro "The New How", che ci riassume in questo post 11 concetti fondamentali, definitivi, per il social business.

 

"... we need a more sophisticated approach to understand business models where making a profit doesn't mean losing purpose, community, and connection. Finding the right balance among them is key. We will find that balance as we shape new constructs for business models, strategies, and leadership."

 

1. le connessioni creano valore

2. il valore risiede nelle community

3. collaborazione vs. controllo

4. valorizzare le differenze individuali

5. favorire l'inclusione dei talenti

6. i consumatori diventano co-creatori

7. anche negli errori si costruisce fiducia

8. imparare, disimparare poi ritentare

9. investire nell'apertura e nella condivisione

10. la condivisione di valore rafforza il senso di appartenneza

11. ascoltare, imparare, adattarsi

 

Articolo originale: 

The Social Era Is More Than Social Media by Nilofer Merchant

http://goo.gl/cXIuE

 

(Reprinted by permission of Harvard Business Review Press on FastCompany.com)

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

7 case history di aziende leader nel social business

7 case history di aziende leader nel social business | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Attraverso le case history di alcuni importanti aziende, The Bryan Yard spiega i 7 principi fondamentali per un uso stategico delle strategie social all'interno delle organizzazioni.

 

"How can you maximize the use of social media and social software with employees, customers, and partners? ": partendo da questa domanda, nel lungo articolo vengono raccontate esperienze concrete ed esempi che ben descrivono come procedere per accellerare lo sviluppo organizzativo e la collaborazione:

 

1. I processi organizzativi devono guidare le tecnologie, non il contrario

2. Utilizzare gli indicatori di performance per misurare i progressi

3. Scoprire nuove e diverse opportunità di business 

4. Dimostrare concretamente ai propri collaboratori il valore deil'uso degli strumenti social

5. Vincere le resistenze culturali attraverso il supporto ele condivisione

6. Non costringere e regolamentare eccessivamente l'uso degli strumenti

7. Creare la giusta armonia tra responsabili IT e le altre parti dell'azienda

 

Articolo originale:

7 Lessons From Social Business Leaders - The BrainYard - InformationWeek - http://alturl.com/bkf65

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Greenwell e IBM: il Social Business nelle aziende

Rawn Shah, Social Business Strategist di IBM, presenta un interessante caso di studio per descrivere come applicare teorie e pratiche del social business in azienda.

 

Greenwell, azienda di prodotti alimentari ecosostenibili, ha recentemente implementato la Social Collaboration Platform di IBM al proprio interno, con ottimi risultati in termini di ROI, coinvolgendo dipendenti e clienti in un interessante progetto di social CRM.

 

Quali ambiti aziendali hanno tratto maggiore beneficio dall'utilizzo strategico della piattaforma IBM?

- customer service

- vendite

- marketing

- sviluppo del prodotto

 

Nella presentazione il detttaglio delle diverse attività di collaboration che, favorite dall'adozione della piattaforma, hanno reso possibile il cambiamento organizzativo e una diversa customer experience.

 

Slideshare presentation: http://alturl.com/6nwaq

YouTube presentation: http://alturl.com/mb7tb

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Il fattore C nelle organizzazioni

Il fattore C nelle organizzazioni | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Le organizzazioni che oggi cercano di adattarsi alle emergenti trasformazioni dei mercati devono aggiornare la capacità di comunicare sia al proprio interno che verso il proprio pubblico di riferimento.

 

Prima o dopo, anche in Italia dovremo imparare che è necessario un nuovo paradigma organizzativo dove relazione, conversazione e apertura con i propri interlocutori sono fattori imprescindibili.

 

Qualcosa che va molto aldilà della semplice capacità di utilizzare i nuovi media.

 

Una maggiore attenzione a quattro fattori fondamentali potrebbe aiutare a rispondere a questa sfida:

1. Customer experience

2. Conversazione

3. Contenuti

4. Collaborazione.

 

Dal mio blog "Collaborazione & Social Media" 

more...
Alessandro Donadio's curator insight, March 18, 2013 9:27 AM

Le quattro C della social organization

Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Perchè il social media marketing è (in verità) customer service

Perchè il social media marketing è (in verità) customer service | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

"Meet customers where they are": instaurare una relazione diretta con i propri clienti significa andare a intercettare i loro bisogni e le loro esigenze specifiche proprio là dove queste si esplicitano.

 

L'ascolto e i processi di engagement si sviluppano ormai principalmente online e offrono nuove e incredibili opportunità alle organizzazioni che si preparano a recepire davvero le voci, i segnali e le idee che i loro clienti condividono in rete.

 

"Your customer complaints, questions and compliments are publicly visible in your social marketing channels, as are your responses. Every response is an opportunity to invest in a customer relationship on a real human-to-human basis through sharing valued knowledge, resources and assistance."

 

Qual'è il valore aggiunto per le organizzazioni? Molto dipende dal grado di reattività, dalla trasparenza e dalla capacità di dimostrare attraverso un'interazione conitnua con il cliente i propri valorì, i punti di forza, i limiti, e le competenze legate al proprio servizio/prodotto.

 

La customer experience diventa allora un modello di conversazione, finalizzato ad ascoltare, fornire risposte e dare supporto nella soluzione di problemi specifici.

 

L'articolo originale è di Shannon Johnson (http://alturl.com/xsbym) ed è apparso su Marketing Cloud Blog: http://alturl.com/x7c5y

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Gestione del tempo e delle priorità per la collaborazione organizzativa

Gestione del tempo e delle priorità per la collaborazione organizzativa | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Ecco il primo di una serie di articoli che il blog di Desk.com pubblica per approfondire la conoscenza delle skill necessarie alle organizzazioni per crescere e migliorare continuamente, cercando di favorire comportamenti virtuosi e collaborativi tra i dipendenti e creare così team di lavoro dinamici e "intelligenti".

 

"The cloud, connectivity, and collaboration are just three of the factors shaping work in this century": la gestione del tempo e delle priorità è quindi una competenza fondamentale per sviluppare collaborazione organizzativa e gestire al meglio i flussi di lavoro.

 

In sintesi, ecco alcuni aspetti su cui lavorare:

1. gestire l'overload di informazioni e dati

2. imparare a filtrare le informazioni per scegliere le priorità

3. capire la differenza tra urgente e importante (utilizzando la famosa matrice di Covey)

4. gestire i ritmi di lavoro ed eliminare le distrazioni

 

Articolo originale: http://www.desk.com/blog/workforce-skills-future-1-time-management-triage/

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Il Social Media Marketing è: Stop selling, Start helping

Il Social Media Marketing è: Stop selling, Start helping | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Consigli e suggerimenti utili in questa infografica presentata da Social Media Explorer per chiarire, ancora una volta, come gestire e interpretare le attività di marketing attraverso un uso strategico dei social media.

 

 In sintesi ecco gli assunti principali da considerare, adattandoli alla propria organizzazione e agli obiettivi di business da conseguire.

 

1. Scopri i bisogni dei clienti
2. Integra gli ambiti social con le attività di marketing
3. Sviluppa e promuovi i contenuti
4. Migliora le competenze aziendali
5. Seleziona i tool migliori per publicare contenuti

 

 Articolo originale: http://www.socialmediaexplorer.com/social-media-marketing/stop-selling-start-helping/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+SocialMediaExplorer+%28Social+Media+Explorer%29

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Utilizzare i Social Media per capire cosa chiedono i clienti

Utilizzare i Social Media per capire cosa chiedono i clienti | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Interessante post da Social Media Examiner su come utilizzare i social media per condurre ricerche di mercato e ottenere informazioni utili a capire quali sono le domande che i clienti pongono e quali tipi di contenuti sono da lro maggiornemte condivisi.

 

1. Find Out What Questions Your Customers Are:
"hearing the questions your prospective customers are asking and problems they’re facing can help you find new customers, support existing ones and outline a content strategy that will appeal to both"

 

Ecco 3 strumenti utili :
- Twiiter Search: https://twitter.com/#!/search-home

- Quora: http://www.quora.com/

- Linkedin Answers: http://www.linkedin.com/answers/

 

2. Find Out What Content Your Customers Are Sharing:
"by learning which types of content your customers are sharing, you can create content that will get shared. I’m not suggesting that you copy content. Instead, you should take inspiration from the type and tone of the most shared content".

 

Alcuni consigli su questi canali:
- Twitter: aggiungere "filter:links" al termine della stringa di ricerca (per esempio “yoga filter:links” per vedere tutti i tweet che contengono la parola "yoga" e un trelativo link)
- Pinterest: utilizzando la sezione "Categorie" oppure lo struemnto "keyword" è possibile vedere quali sono i pins più popolari
- Facebook: cercando le pagine facebook più importanti nella nicchia di interesse e, a catena, andando a vedere i like che queste pagine "dichiarano" su altre pagine (i like sono raggruppati in un box a destra nella timeline page)

  

Anche gli strumenti di social media monitoring possono essere usati in maniera strategica per interpretare e imparare dalle richieste e dalle condivisioni dei clienti.

 

Articolo originale: http://www.socialmediaexaminer.com/social-media-for-customer-research/

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Come costruire una community [infographic]

Come costruire una community [infographic] | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

"Building a community around your company is a great way to generate value in your business and weather the storm of Google's algorithms".

 

Efficase sintesi in infografica del processo di creazione di una community di valore, orientata verso i bisogni del cliente e stimolo alla collaborazione organizzativa. 

 

Interessante il punto di vista dell'autrice del post sui 5 benefit che il community building può portare a tutta l'organizzazone:

 

"It will help you have purpose
There’s a lot of effort involved in building a community around your brand, and it’s not just about creating content or being on social media just because everyone else is doing it. When you’re strategic about community building, it forces you to identify goals and put a solid purpose behind your efforts".

 

Posted by Mackenzie Fogelson on The Daily SEO Seomoz Blog  http://goo.gl/JN26W

more...
Demetrio Migliorati's curator insight, June 13, 3:48 AM

9 semplici regole da seguire per costruire una community

Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

10 statistiche a supporto dei Community Manager

10 statistiche a supporto dei Community Manager | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Dal blog di Jeremiah Owyang, alcune statistiche utili per capire meglio il ruolo del community manager, nel giorno dell'appuntamento annuale chiamato "Community Manager Appreciation Day (#CMAD): le competenze più richieste, gli strumenti più utilizzati e i link diretti a molti twitter account degli influencer sul tema.

 

Nell'articolo trovate il dettaglio per ognuno dei seguenti 10 punti:

1 - le competenze più richieste del CM

2 - gli strumenti più utilizzati dai CM

3 - le esperienze più richieste ai CM

4 - i CM più seguiti sono in USA e Europa Occidentale

5 - i CM più influenti nelle community sul tema

6 - i CM più seguiti in ambito corporate

7 - i software più seguiti dai top 500 CM

8 - i CM più seguiti in Europa

9 - i CM emergenti

10 - i CM più connessi ad altri CM

 

Articolo originale: 10 Key stats of the Community Manager Space #CMAD (http://goo.gl/7w2K7)

 

by Jeremiah Owyang (@jowyang)

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

13 consigli per utilizzare Google+ in azienda

13 consigli per utilizzare Google+ in azienda | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Ottimizzare l'uso degli strumenti di Google per aumentare la produttività interna e sviluppare utili conversazioni con clienti e prospect: alla fine del 2012, Google Plus for Business ha pubblicato una serie di articoli interessanti dal titolo “13 Tips to Countdown to 2013″ (questo l’hashtag ufficiale #13gtips) con l’obiettivo di fornire alcuni consigli utili alle aziende.


Ecco alcune opzioni da testare per gestire al meglio le proprie esigenze organizzative e le attività da svolgere in maniera collaborativa


Articolo originale: http://goo.gl/kQURt

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

I 10 migliori social media whitepaper del 2012

I 10 migliori social media whitepaper del 2012 | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Ecco una lista di interessanti casi di studio e whitepaper che nel 2012 ci hanno aiutato ad capire come i social media continuano a cambiare il marketing e la comunicazione nelle organizzazioni.

 

"To help you understand important shifts in the social media landscape and how they affect marketing, Awareness Inc combed through the juiciest research findings from 2012, pulling out 10 studies and 30 essential takeaways for any successful marketer and created a guide to help you with them ."

 

 

Articolo originale:

The Best of 2012's Social Media White Paper Goodness

http://goo.gl/W8mBV

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Qualche dato dal Social media report 2012

Qualche dato dal Social media report 2012 | Collaborazione & Social Media | Scoop.it
Come ogni anno in questo periodo riprende la pubblicazione di report e statistiche che raccontano lo stato dell’arte sull’uso e la diffusione dei social media nel mondo e in Italia.

Difficile, e al tempo stesso interessante, orientarsi e capire quali fonti e risorse siano più credibili e quali i dati si possano ritenere attendibili in base alle tecniche di rilevazione utilizzate.

Nel post trovate un commento su alcuni passaggi contenuti nel report.

Articolo originale: http://alturl.com/uckyu
more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Cosa succede quando le aziende non investono in collaborazione

Cosa succede quando le aziende non investono in collaborazione | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

“The Collaborative Organization” di Jacob Morgan, co-founder di Chess Media Group, è una guida strategica per supportare le aziende nell’adozione di strumenti e tecnologie per la collaborazione organizzativa: ecco un estratto del libro in cui vengono descritti alcuni rischi che le aziende corrono se non attivano dinamiche collaborative al loro interno.

 

- l’incapacità di essere innovativi e competitivi nel proprio scenario di mercato

-la perdita dei propri talenti e l’incapacità di ingaggiare nuove risorse di valore

- la difficoltà nello sfruttare a proprio vantaggio l’effetto serendipity, di valorizzazione della scoperta e dell’imprevisto

- la mancanza di partecipazione emotiva dei propri collaboratori nello sviluppo delle attività

- un vuoto di sicurezza nella gestione di dati e informazioni rilevanti

- l’incapacità di recuperare, gestire e condividere il patrimonio di conoscenze costruito nel tempo.

 

“All good chess players understand the risks of the moves they make on the board and the consequences that can result. However, chess players also have plans in place for what to do if those risks are taken advantage of by their opponents. Here are some of the risks of not making the investment in collaboration (taken from ‘The Collaborative Organization’)”

 

Articolo originale:

"The Risks of Not Investing in Collaboration" di Jacob Morgan http://goo.gl/i78bi

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Ottimizzare i social media tra svago e lavoro

Ottimizzare i social media tra svago e lavoro | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Recentemente ho letto con interesse il report di una ricerca condotta da Linkedin e TNS (global agency di ricerca e consulenza) che cerca di spiegare perchè e come il nostro approccio emotivo orienti in maniera decisiva l’utilizzo dei social media: bisogni, interessi ed emozioni diverse ci spingono a utilizzare in maniera differenziata i social media, in alcuni casi con uno scopo più strettamente personale, in altri con obiettivi più legati allo sviluppo professionale.

 

In questo post ho cercato di mettere a confronto i dati emersi dalla ricerca dal titolo "The Mindset Divide" con il modello di posizionamento della presenza online elaborato da Vincenzo Cosenza nel suo libro "Social Media ROI".

 

Queste, in sintesi, le mie conclusioni:

 

- imparare a configurare i singoli canali in modo che sia semplice e rapido utilizzarli o per svago o per lavoro: il flusso indistinto di newsfeed e informazioni è più faticoso da gestire in termini di distrazione e messaggi non focalizzati con il nostro obiettivo del momento.


- l’uso dei social media andrebbe ottimizzato con costanza e periodicità, rivedendo liste di interessi, follower e le cerchie in cui abbiamo inserito i contatti di nostro interesse: questo permetterebbe di muoversi dentro un network più profilato, meno caotico, dove le possibilità di conversazione sono quindi maggiori e più di valore.

 

- è importante anche rimanere aggiornati sulle nuove feature che i singoli social network sviluppano periodicamente: nuovi tool per affinare le ricerche, nuove modalità di aggregazione delle informazioni, nuovi strumenti di analisi dei contenuti e delle voci rilevanti su un dato tema.

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

10 passaggi per imparare il social business

10 passaggi per imparare il social business | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Dal blog Living Social di Alan Hamilton, una lista di 10 passaggi fondamentali per imparare, condividere e applicare la strategia social interna all'azienda.

 

Utile per i manager che cercano di spiegare nella propria organizzazione che "becoming social" non può essere solo una questione di tool e piattaforme ma che solo dall'intreccio tra persone, processi e piattaforme nasce una conversation company.

 

In sintesi, è necessario:

1. integrare le dinamiche social nei business processes

2. customizzare l'esperienza dell'utente sulla base dell'identità aziendale

3. definire la policy e la governance della strategia social interna

4. ingaggiare community manager, content e social marketing manager

5. forte commitment da parte del top-management 

6. evangelizzare, abilitare, supportare nell'adozione delle tecnologie social

7. comunicare il cosa, perchè e come del social business plan

8. motivare e favorire la partecipazione

9. affiancare ai senior manager le risorse che meglio conoscono le tecnologie social

10. condivere i dati e spiegare le metriche di valutazione

 

Articolo originale: http://alturl.com/yiupf

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Quali social media dovrebbe usare la tua organizzazione?

Quali social media dovrebbe usare la tua organizzazione? | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Interessante punto di vista per migliorare la gestione dei canali social all'interno delle organizzazioni: partendo dalle considerazioni contenute in uno studio condotto da Linkedin (http://alturl.com/2jmus), Antoine Grebert sul blog di EmailVision critica la distinzione tra social network professionali e personali 

 

"There are no such things as personal and professional networks, only networks that you use in different ways. As a business, it’s critical to remember this because the types of conversations and interactions need to be more personal in social communities"

 

e suggerisce una lista di canali che andrebbero utilizzati quasi di default: Facebook, Twitter e Linkedin ovviamente rappresentano l'ABC della presenza online ma insieme a questi vengono proposti altri 3 canali considerati ormai anch'essi decisivi:

 

1 .Google +: 100 milioni di utenti attivi a setttembre 2012, il +1 è considerato il social share button che si è diffuso più rapidamente nella storia e inoltre "if someone likes a brand in your Google + circles and you’re logged into Google, that brand will rise to top of your search"

 

2. Pinterest: il linguaggio visivo facilita incredibilmente la comunicazione e favoricce la presentazione in chiave creativa dei propri prodotti/servizi.

 

3. Quora: una piattaforma formidabile di conoscenza condivisa, dove domande e risposte diventano risorse, strumenti di lavoro per ascoltare la conversazione intorno ai brand e approfondire tematiche specifiche.

 

Articolo originale: http://alturl.com/iagcj

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Qual è il ROI nella gestione del customer service attraverso i social media?

Qual è il ROI nella gestione del customer service attraverso i social media? | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Qual'è il ROI di un'attività di customer service sviluppata attraverso strategie di social media? I canali di comunicazione diretta tra brand e clienti hanno ormai rivoluzionato definitivamente le modalità di gestire i processi organizzativi, le dinamiche di innovazione e i vantaggi competitivi.

 

In questa infografica qualche dato interessante per comprendere il cambiamento in atto: "Being attentive to customers is what makes brands great – they put the customer first and orientate the business around the customer".

 

Via @tribalcafè by Socialbakers

 

Articolo originale: http://alturl.com/tnoi5

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

Che cosa non è un Community Manager

Che cosa non è un Community Manager | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

Il post di Jenn Pedde su TheCommuntyManager.com cerca di chiarire quali sono le caratteritstiche fondamentali che deve possedere un community manager, e più in generale, come va inserita questa figura nel workflow della gestione dei canali e delle communty all'interno delle organizzazioni.

 

Ecco alcuni passaggi chiave:

1. A community manager is not a catch-all position. It is not a role that can handle all of your “digital”

 

Il CM non deve gestire la motitudine di canali social presenti ma semmai deve affiancare i social media manager e fornire loro strumenti di comprensione nella gestione di community on line.

 

2. “Community” is not marketing, support, PR, product, or communications, but it sure plays a role in all of them, and should have a seat at the table for each area in order to bring the voice of the user/member/participant to the forefront.

 

Il ruolo del CM va inteso quindi come un utile "portavoce" delle istanze che provegono dalle community per portarle all'attenzione dei dipartimenti e dei ruoli chiave in azienda.

 

3. Community management in the past few years has come to swallow up social media tools in its job descriptions, but “managing accounts” is not the sole responsibility.

 

La semplice gestione di account social è sufficiente per potersi definire community manager? Conoscere i tool nel dettaglio non significa per questo possedere capacità di gestione e di sviluppo di community.  

 

Così, alla fine, che cosa fa davvero un CM?

 

Communication, moderation, guideline writing, engaging day to day online (forums, owned communities, blogs, newsletters) and offline (events, conferences, meetups), strategy, working with the social teams/marketing/support/product/PR/management, surveying, customer service, and a variety of other activities.

 

 

Articolo originale: http://alturl.com/ur8k6

 

La foto è di Liz Azyan (@geektasticlondon su flickr: http://alturl.com/o4bnc)

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alberto Beccaris
Scoop.it!

4 obiettivi da raggiungere con una social media analysis efficace

4 obiettivi da raggiungere con una social media analysis efficace | Collaborazione & Social Media | Scoop.it

A proposito di social media ROI, dal blog di Social Media Examiner un post interessante che aiuta a capire come raggiungere specifici obiettivi di business attraverso un'accurata strategia di analisi e monitoraggio della attività di social media.

 

 

obiettivo 1: aumentare la brand awareness

obiettivo 2: generare più traffico sul sito/blog

obiettivo 3: mantenere la fedeltà dei visitatori al sito/blog

obiettivo 4: misurare il tasso di conversione

 

Per ognuno di questi obiettivi il post offre suggerimenti sui tool più utili da utilizzare e su come interpretare e leggere i dati che emergono dall'analisi, da effettuare con cadenza mensile e attraverso l'uso di semplici fogli di calcolo.

 

Articolo originale: http://www.socialmediaexaminer.com/4-social-media-goals/

 

more...
No comment yet.