CDD 4 Comitato Difendiamo la Democrazia : DAL CASO FERRARO ATTRAVERSO LA GRANDEDISCOVERY, ALLA EN...
150 PER CHE VOTARE E PERCHE' VOTARE NO. Intervista a Paolo Ferraro CDD
PER CHE VOTARE E PERCHE' VOTARE NO. [NTERVISTA A PAOLO FERRARO. CDD. [https://youtu.be/7f206jz_9LU] VOTARE NO affinchè non si instauri un regime autocratico
135 INTERVISTA CONCLUSIVA. GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE. DA ORWELL ALLA STORIA.

Paolo Ferraro INTERVISTA CONCLUSIVA SU GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE. IL COMPLOTTISMO E' MORTO. DAL COMPLOTTISMO E DA ORWELL ALLA STORIA ED ALLA POLITICA. LA PSICO SETTA DELLA CECCHIGNOLA A BASAMENTO MILITARE E MERA COPERTURA SATANISTA. COLLEGAMENTI E VARIE
La intervista video chiude definitivamente la grandediscovery sulla vicenda a monte, realizzata il 23 febbraio del 2016, implementata con l'incorporamento di spezzoni importanti dei video 133 A 133 B e 133 C , necessari per accompagnare le parole al vaglio concreto di prove audio e dati, viene pubblicata con il titolo integrale impegnativo " Paolo Ferraro INTERVISTA CONCLUSIVA SU GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE. IL COMPLOTTISMO E' MORTO. DAL COMPLOTTISMO E DA ORWELL ALLA STORIA ED ALLA POLITICA. LA PSICO SETTA DELLA CECCHIGNOLA A BASAMENTO MILITARE E COPERTURA SATANISTA. COLLEGAMENTI E VARIE". Annotazioni e schede consentiranno alcuni approfondimenti .
https://youtu.be/KIx2Sjh8ue4
Per l'inquadramento completo anche (VICENDA A VALLE) delle prove circa la criminale attività in danno del magistrato Paolo Ferraro vedi e sfoglia, ascolta e valuta "Nove articoli con nove analisi e prove audio dirette, registrazioni e registrazioni di conversazioni tra presenti in particolare, e la individuazione delle attività, ruoli, partecipazioni e condotte, metodi strumenti e finalità del coagulo deviato cha ha agito contro il magistrato Paolo Ferraro".dalla pagina di raccordo http://www.paoloferrarocdd.eu/granded... e da lì l'intero sistema di analisi prove e ricostruzione rielaborato nel blog appena indicato http://www.paoloferrarocdd.eu §§§§§§§§§§§§§§§§§§
Per un quadro breve indicativo dei video in parte incorporati :
" Nel 2016 tra gennaio e febbraio tutto il sistema di prove dirette è stato sintetizzato nei tre brevi video 133 A, B e C che trovate anche tra le schede (pallino bianco in alto a destra)
133 A LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE PRIMA Stralci con schede
https://youtu.be/5V6q4Lfa9x8
133 B LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE SECONDA IL trattamento e metodi operativi
https://youtu.be/HVCDJKKvcZU110
133 C LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE TERZA - IL GRANDE INGANNO IMPLOSO E LA CRIMINALE NEGAZIONE FINITA.Terzo ed ultimo clip della serie che completa il sistema pubblico di prove video audio sulla vicenda a monte da cui è partita la grandediscovery. Consultate le schede (pallino bianco in alto a destra).
https://youtu.be/nitnHQAg1r0
Nelle schede anche il video sulle "dichiarazioni- ammissioni" di Agnello Rossi circa i fatti e le vicende "organizzate" "130 bis LE PROVE FINALI E IL RUOLO DI AGNELLO ROSSI #rompereilsilenzio" https://youtu.be/2mnPlmfdaJA
e il rinvio all'articolo " IL TRUMAN SHOW CHE INCASTRA TUTTI MENO IL DESTINATARIO" che ha dettagliatamente ricostruito tutto in tutti gli aspetti http://www.paoloferraro.blogspot.it/2...
In annotazione visibile in alto a sinistra, infin, l'ultima video intervista che riassume tutto in unico video che riprende vari spezzoni legati con una nuova analisi completa
110 La Grandediscovery contestualizzata sulla vicenda a monte
https://youtu.be/MrpYkV0n2yc

141 VIDEOCONFERENZA "NO ALLA REVISIONE COSTITUZIONALE PER RICOSTRUIRE LA DEMOCRAZIA"
VIDEOCONFERENZA "NO ALLA REVISIONE COSTITUZIONALE PER RICOSTRUIRE LA DEMOCRAZIA". Paolo Ferraro IL 4 dicembre SIAMO CHIAMATI A VOTARE SU UNA NUOV
133 B LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE SECONDA IL trattamento e metodi operativi

133 C LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE TERZA - IL GRANDE INGANNO IMPLOSO E LA CRIMINALE NEGAZIONE FINITA.
Questo video è il terzo ed ultimo della serie che chiude il sistema pubblico di prove video audio sulla vicenda a monte da cui è partita la grandediscovery. Consultate le schede (pallino bianco in alto a destra). 
https://youtu.be/nitnHQAg1r0
133 A LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE PRIMA Stralci con schede
https://youtu.be/5V6q4Lfa9x8
133 B LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE SECONDA IL trattamento e metodi operativi 
https://youtu.be/HVCDJKKvcZU110 ;
110 La Grandediscovery contestualizzata sulla vicenda a monte 
https://youtu.be/MrpYkV0n2yc

110 La Grandediscovery contestualizzata sulla vicenda a monte

110 La Grandediscovery contestualizzata sulla vicenda a monte 
https://youtu.be/MrpYkV0n2yc

133 A LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE PRIMA Stralci con schede

133 C LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE TERZA - IL GRANDE INGANNO IMPLOSO E LA CRIMINALE NEGAZIONE FINITA.
Questo video è il terzo ed ultimo della serie che chiude il sistema pubblico di prove video audio sulla vicenda a monte da cui è partita la grandediscovery. Consultate le schede (pallino bianco in alto a destra). 
https://youtu.be/nitnHQAg1r0
133 A LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE PRIMA Stralci con schede
https://youtu.be/5V6q4Lfa9x8
133 B LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE SECONDA IL trattamento e metodi operativi 
https://youtu.be/HVCDJKKvcZU110 ;
110 La Grandediscovery contestualizzata sulla vicenda a monte 
https://youtu.be/MrpYkV0n2yc

LA LIBERTA' E CAPACITA' INDIVIDUALE E "LA SOAVE” AMMINISTRAZIONE DI "SOSTEGNO" DENTRO IL PARADIGM...

LA LIBERTA' E CAPACITA' INDIVIDUALE E LA "SOAVE” AMMINISTRAZIONE DI "SOSTEGNO" DENTRO IL PARADIGMA TOTALITARIO. QUATTRO DIRETTE DIFFERITE IN STREAMING. #fermatecendon 

II parte ESTENSIONE DEI SOGGETTI ATTENZIONABILI, PRIVAZIONI DELLA CAPACITA’ DI AGIRE E SPOLIAZIONI

IN QUATTRO DIRETTE SERIE, COMPLETE E CHIARE, VISIBILI SIA IN STREAMING DALLE ORE 21 in poi dei rispettivi giorni di pubblicazione e tramite il canale diretta solo dalle 21 alle 23 dei rispettivi giorni [ http://www.youtube.com/c/CDDHANGOUT/live ], PER QUATTRO MARTEDI', UN CONTRIBUTO CHE NASCE DA UNA ANALISI E COERENTE PROPOSTA POLITICA.
Questa è la seconda diretta
" II parte Ads ESTENSIONE DEI SOGGETTI ATTENZIONABILI, PRIVAZIONI DELLA CAPACITA’ DI AGIRE E SPOLIAZIONE. #fermate cendon visibile dalle ore 21 del 23 febbraio 2016 https://youtu.be/O56eE8-IBW0

I DIRETTA: Martedì 16 febbario 2016 I diritti la costituzione il sistema giuridico e lo Stato sociale.già pubblicata
https://youtu.be/LLWxaLnB-hc
II DIRETTA: Martedì 23 febbraio 2016 Il dettaglio normativo sugli strumenti od "armi" e la organizzazione della amministrazione di sostegno visibile dalle ore 21 del 23 febbraio 2016
https://youtu.be/jYPeGwumppA
III DIRETTA:MArtedì 1 marzo 2016 I CASI emersi nel lavoro dell'HURTA ed è solo la punta di un iceberg ?!
IV DIRETTA Martedì 8 marzo 2016 Dibattito conclusivo. Che accadrà quale è il paradigma storico sotteso alla soave coazione benigna che entra nella vista di individui non incapaci di intendere e volere e cosa va salvato e come buttare a mare la legge sula amministrazione di sostegno,espungendo e mettendo a parte alcune norme

133 C LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE TERZA IL GRANDE INGANNO IMPLOSO

33 C LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE TERZA - IL GRANDE INGANNO IMPLOSO E LA CRIMINALE NEGAZIONE FINITA.
Questo video è il terzo ed ultimo della serie che chiude il sistema pubblico di prove video audio sulla vicenda a monte da cui è partita la grandediscovery. Consultate le schede (pallino bianco in alto a destra). 
https://youtu.be/nitnHQAg1r0

LIBERTA' CAPACITA' INDIVIDUALE E SOAVE AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO: UN PARADIGMA TOTALITARIO

LA LIBERTA' E CAPACITA' INDIVIDUALE ED IL "SOSTEGNO" COATTO DELLO STATO."LA SOAVE” AMMINISTRAZIONE DI "SOSTEGNO" E IL SALTO NEL PARADIGMA TOTALITARIO DELLO STATO SOCIALE
Mentre tra crisi strutturale e finanziaria dell'economia e decadenza dello Stato, impoverimento di massa, corruzioni e degrado, muore giorno dopo giorno il programma di uguaglianza sostanziale dell'art. 3 della costituzione e riforme traghettano le istituzioni verso modelli elitari e cooptativi, con milioni di cittadini allo stremo abbandonati se non tartassati economicamente in aggiunta, contro corrente si vorrebbe ulteriormente “estendere” lo Stato sociale che "aiuta i bisognosi" attraverso la legge sulla"soave" amministrazione in "sostegno" dei deboli gratificati da un nuovo “diritto sociale”.
LA legge della "coazione benigna" n. 6 del 2004, è già in cantiere parlamentare per la ulteriore riforma, da estendere potenzialmente negli intenti del padre ispiratore Paolo Cendon a "chiunque abbia anche solo per un momento di difficoltà””gestionale”: svariati milioni di amministrati potenziali ( proiezioni da previsioni di casa "sperimentale” triestina già solo sulla legge vigente) e un bacino ed un ruolo attivo che si vorrebbe sempre più esteso, della giurisdizione.
Basta che si rispetti il principio di "normazione" quando si incide pesantemente su diritti e libertà individuali e che le decisioni siano poi affidate ai giudici, e tutto si può fare ?!
E all'equilibrio costituzionale tra diritti libertà e interessi altrui che accade ?!
E' sufficiente che un nuovo sistema normativo ed un assetto amministrativo sociale, che si vorrebbe ad esso coerente, disarticolando in concreto l'equilibrio delle libertà fondamentali, sia affidato ad un ruolo attivo della magistratura, ben oltre il ruolo di garanzia segnato dai principi costituzionali ?!
Perché tutti tacciono e, come una navetta che avanza in un canale di acque morte, il battello CENDON va verso la isola perseguita senza che nessuno neanche formuli una valutazione critica su uno Stato che presume di entrare surrettiziamente nella idoneità delle scelte di gestione di masse di individui e nelle loro vite.
Lo scenario, non solo possibile ma prospettato negli intendimenti di chi persegue l’obiettivo di una società divisa tra milioni di “amministrati” e non ed una elite/pseudo casta di controllori/amministratori, ha la capacità di evocar (solo(, a soffermarsi pochi secondi, immagini del secolo passato.
A guardare questa drammatica idea espansiva (incistata tra le righe) non riusciamo ad immaginare niente di più TOTALITARIO e a vedere la progettazione formale giuridica del pari non riusciamo d immaginare niente di più travestito giuridicamente dalla pelle dell'agnello, né niente di più artatamente formulato in termini neutri.
Ben consapevoli non si da conto del carattere paradigmaticamente rivoluzionario di un Stato che vaglia individuo per individuo la individuale attitudine alla gestione della sfera propria, sol che sia attivata la gratuita procedura.
Nel calderone poi una intera generazione di anziani, meno forti ed abili, per antonomasia, e presunti soggetti deboli che hanno anche contato sulle proprie capacità e sulla solidarietà familiare, ovvero se avessero bisogno d aiuto semmai , nei casi di vera richiesta di aiuto, dovrebbero poter contare su un buon funzionamento di servizi sociali.
In realtà lo stesso ambito operativo di questo sistema normativo si presta ad essere valutato guardando gli effetti proprio sulle aree di confine ed oltre, mentre con metodo formale si mette l’accento invece sui casi che presentano un qualche fondamento di necessità di tutela. Lo spettro di intervento è o si presta ad essere enormemente gonfiato, il tutto ha valenza di un processo generale, poi dei discute dei suoi casi necessari limite che fuoriuscivano dalle sole maglie strette della interdizione ma che, per una parte cospicua, ben potevano essere affrontati affiancando un curatore.
Funzionerebbero meglio i ”patrimoni” gestiti da una truppa di amministratori di sostegno !?
Non si potrà (vorrà) rompere anche quella solidarietà autosufficienza e se si scateneranno conflitti para generazionali, o brame di elite professionali, già chiamate alla leva, come puntualmente si avvera e accade sempre di più, a quale responsabilità storica e giuridica vanno incontro i padri non “fondatori” dei principi costituzionali e di libertà, ma “ingegnerizzatori” del traghetto degli amministratori di sostegno ?!
Proteggere milioni di individui di coppie anziane dalla spada di Damocle della amministrazione coatta e dalla perdita di libertà strumenti mezzi e capacità se verranno convogliate stordite in un imbuto giudiziario che li triterà, indifesi, sarà impossibile: occorre FERMARE CENDON e la cordata che amministra e sostiene tutto questo.

 

https://youtu.be/LLWxaLnB-hc

132 L'atto al Consiglio di Stato sul CASO FERRARO in rete. Live stream di CDD HANGOUT
132 Notificato il 29 dicembre, l'atto presentato al Consiglio di Stato, è in rete dalla mezzanotte 2016. Live stream di CDD HANGOUT-
IL CASO PAOLO FERRARO PORTATO AL CONSIGLIO DI STATO MEDIANTE DOCUMENTO/ATTO CHE SVELA OGNI RETROSCENA . Uno strumento unico operante su vari piani, comprensibile ...
133 B LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE SECONDA IL trattamento e metodi operativi

LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE SECONDA Stralci con schede. IL trattamento e metodi operativi Quattro vite distrutte … inutilmente. VERSIONE INTEGRATA SU YOUTUBE CON DIDASCALIE CORRETTE : stralci nuovi audio Cecchignola. con schede ed annotazioni di approfondimento https://youtu.be/HVCDJKKvcZU
https://youtu.be/cnlOjT6CmmY ;
segue LA GRANDEDISCOVERY - VICENDA A MONTE. PARTE PRIMA Stralci con schede ed annotazioni di approfondimento [https://youtu.be/5V6q4Lfa9x8]
LA PSICO SETTA A BASAMENTO MILITARE E COPERTURA SATANISTA E LE ATTIVITA' EVERSIVE DELL'APPARATO POST GLADIO, COLLEGATE A CENTRI DI POTERE SOTTERRANEI INCISTATI NELLA MAGISTRATURA, PSICHIATRIA DI APPARATO E MASSONERIE A COPERTURA CATTOLICA DEVIATE E FRA MASSONERIE.
AUDIO COMMENTATI TRATTI DALLE REGISTRAZIONI DELLA CECCHIGNOLA. 
SU FB https://www.facebook.com/photo.php?v=...
PARTE PRIMA https://www.facebook.com/PAOLOMAG/vid...
Stralcio implementato con piccoli inserti di audio collegato al precedente ed alla lunga conferenza intervista con schede e rinvii nella integrale versione in rete di cui consigliamo l'approfondito ascolto esteso con vaglio degli approfondimenti collegati tramite schede ed annotazionihttps://youtu.be/Opc38-ewSbs. ;
Per la integrale valutazione delle prove video audio e relative contestualizzazioni : 1. CECCHIGNOLA http://www.paoloferrarocdd.eu/a3-la-g... ;
2. REPARTO SPECIALE INDUSTRIA CHIMICO FARMACEUTICA http://www.paoloferrarocdd.eu/granded.... e articoli di approfondimento. 
La intera ricostruzione delle vicende a valle ed a monte è oggetto delle attività di pubblicazione integrale del CDD, e previa video presentazione munita di schede e rinvii utilissimi https://www.youtube.com/watch?time_co... da ultimo in rete LA GRANDEDISCOVERY CON IL CASO PAOLO FERRARO PORTATO AL CONSIGLIO DI STATO MEDIANTE DOCUMENTO/ATTO CHE SVELA OGNI RETROSCENA su 
http://www.paoloferrarocdd.eu/il-caso...
e su FB lo stralcio TONINO CANTELMI https://www.facebook.com/notes/paolo-...
#rompereilsilenziosulcasoferraro #rompereilsilenzioglobale #rompereilsilenziosullamagistraturadevia­ta #rompereilsilenziosullasupergladioedappa­ratideviati #rompereilsilenziosulgolpestrisciante #rompereilsilenzio su #paoloferraro #rompereilsilenziosupaoloferraro

133 A LA GRANDEDISCOVERY VICENDA A MONTE PARTE PRIMA Stralci con schede

LA GRANDEDISCOVERY - VICENDA A MONTE. PARTE I Stralci con schede ed annotazioni di approfondimento [https://youtu.be/5V6q4Lfa9x8]
LA PSICO SETTA A BASAMENTO MILITARE E COPERTURA SATANISTA E LE ATTIVITA' EVERSIVE DELL'APPARATO POST GLADIO, COLLEGATE A CENTRI DI POTERE SOTTERRANEI INCISTATI NELLA MAGISTRATURA, PSICHIATRIA DI APPARATO E MASSONERIE A COPERTURA CATTOLICA DEVIATE E FRA MASSONERIE.
AUDIO COMMENTATI TRATTI DALLE REGISTRAZIONI DELLA CECCHIGNOLA. https://www.facebook.com/PAOLOMAG/vid...
Stralcio implementato con piccoli inserti di audio tratto dalla lunga conferenza intervista con schede e rinvii nella integrale versione in rete di cui consigliamo l'approfondito ascolto esteso con vaglio degli approfondimenti collegati tramite schede ed annotazionihttps://youtu.be/Opc38-ewSbs. ;
Per la integrale valutazione delle prove video audio e relative contestualizzazioni : 1. CECCHIGNOLA http://www.paoloferrarocdd.eu/a3-la-g... ;
2. REPARTO SPECIALE INDUSTRIA CHIMICO FARMACEUTICA http://www.paoloferrarocdd.eu/granded.... e articoli di approfondimento. 
La intera ricostruzione delle vicende a valle ed a monte è oggetto delle attività di pubblicazione integrale del CDD, e previo video presentazione munita di schede e rinvii utilissimi https://www.youtube.com/watch?time_co... da ultimo in rete LA GRANDEDISCOVERY CON IL CASO PAOLO FERRARO PORTATO AL CONSIGLIO DI STATO MEDIANTE DOCUMENTO/ATTO CHE SVELA OGNI RETROSCENA su 
http://www.paoloferrarocdd.eu/il-caso...
e su FB lo stralcio TONINO CANTELMI https://www.facebook.com/notes/paolo-...
#rompereilsilenziosulcasoferraro #rompereilsilenzioglobale #rompereilsilenziosullamagistraturadevia­ta #rompereilsilenziosullasupergladioedappa­ratideviati #rompereilsilenziosulgolpestrisciante #rompereilsilenzio su #paoloferraro #rompereilsilenziosupaoloferraro

140 Paolo Ferraro LA INTERA GRANDEDISCOVERY SINO AL CONSIGLIO DI STATO #rompereilsilenzio

140 Paolo Ferraro LA INTERA GRANDEDISCOVERY SINO AL CONSIGLIO DI STATO #rompereilsilenzio Una intervista globale con schede di rinvio, prove audio, piccoli stralci didascalici di audio video, analisi e prospettive di rifondazione della politica sui tre livelli dei poteri, e sulla necessità di ricondurre la politica elettivamente e prioritariamente anche alla distruzione delle strategie eversive in atto. Metodiche strumentazioni ed attività coperte, nomi e ruoli che non possono essere più nascosti e tantomeno sottovalutati.
INTERVISTA DIVISA IN QUATTRO PARTI.
1. il passaggio dalla prima alla seconda Repubblica. Tornare indietro o andare avanti impattando tutto ciò che ha alterato la politica e disastrato progressivamente istituzioni, Stato e società destrutturando le casematte del terzo livello del potere prioritariamente?!
Il ruolo della politica irretita, subornata, concussa e corrotta distaccatasi e programmaticamente separata dalle matrici costituzionale. Con il mero e solo richiamo al ripristino della sovranità e l'idea base non si può più fare politica utile.
2. EUROPA delle BANCHE od EUROPA delle nazioni?! Direttorio mondiale ed europeo e asservimento e subalternità totali della politica durante la prima grande crisi globale, strutturale e finanziario monetaria dell'era moderna.
Verso il governo mondiale o le vie intermedie nazionali, usando tutto lo strumentario acquisito nella esperienza del secolo passato e controllando anche e vie nazionali ?!
IL quadro geopolitico internazionale ci aiuta e indica la possibilità di costruire una terza via. Il IV REICH globale finale “all’interno” della costruzione progressiva del totalitarismo globale a copertura democratica, mediante metodologie di controllo e invasiva gestione delle istituzioni ed un meticoloso controllo distruttivo dei soggetti. La selezione alla rovescio, e la totale inadeguatezza e asservimento dei mondi della politica etero diretti.
3. LA GRANDEDISCOVERY con le prove e la centralità, nella progressiva eversione dello Stato, dell'opera di un apparato trasversale a basamento militare con vasta collaborazione di servizi internazionali e coperture estese, che ha gestito la implacabile infiltrazione nel mondo della medicina, servizi sociali e magistratura . LA SUPERGLADIO trasversale NAZIKOMM e il ruolo nodale affidato alla psichiatria deviata del progetto sotterraneo.
Il ruolo strategico del TAVISTOCK INSTITUTE ed affiliati e prosecutori.
4. Le strumentazioni segrete e nascoste ormai pubbliche e portate concretamente allo scoperto con prove empiriche e concrete ("percepibili") e la strategia a basamento socio psichiatrico e giudiziario denudata. IL ruolo destrutturante della controinformazione complottistoide. Quali priorità nell'agire e quale metodo politico.

Grazie a tutti ed a chi saprà apprezzare, cogliere ed approfondire (SCHEDE con lik anche), il lavoro della grandediscovery portato a termine dal CDD.
Ora sapete chi siano alcuni dei principali "sub-burattinai", quali fili muovano, come operino e sapete che una lunga marcia per ripristinare o creare per la prima volta una reale democrazia passa necessariamente per la contemporanea distruzione del golpe scientifico strisciante.
E conoscete nomi, ruoli, attività, fini tattici e fini strategici (di medio-lungo periodo).
LA POLITICA della denuncia dei politici (e basta) o della mera scalata al Parlamento, coprendo, misconoscendo e non capendo nel frattempo realtà, dinamiche e il ruolo e i contenuti da noi portati nel paese , costituisce il nuovo grande inganno.
Gli aspiranti spazzini della sub o psedo casta politica sanno in pochi o non capiscono di essere strumento del progetto elitario che con i politici vuol distruggere "la politica" e con la distruzione della politica , non appena terminato il lavoro sporco ancora affidato alla politica irrettita, concussa, instupidita e corrotta, giungere alla finale distruzione dei capisaldi etici e politici della stessa Costituzione e delle nostre società.
Fermare questo percorso verso un defnitivo governo oligarchico tecnocratico è possibile solo attraverso una lunga marcia ed una politica ad amplio spettro.
Chi pensa ancora che basta fare a "copocciate di legno coi burattini" nelle istituzioni porta allo sfascio storico mentre le infiltrazioni nei movimenti ed il ruolo affidato alle nomenklaturina sovrappostasi ai movimenti sani (primi tra tutti quello della gente del movimento cinque stelle) vanno superati.
Non è mai troppo tardi ma siamo sul filo delle ultime speranze. Un abbraccio. Un grazie speciale a Jacopo. di cui abbiamo apprezzato serietà impegno etico e la persona."
Paolo Ferraro
https://www.youtube.com/embed/Opc38-e...
www.paoloferrarocdd1.blogspot.it #rompereilsilenzio
#rompereilsilenziosulcasoferraro
#rompereilsilenziosullamagistraturadevia­ta
#rompereilsilenziosullasupergladioedappa­ratideviati
#rompereilsilenziosulgolpestrisciante

TRECENTOOTTANTANOVE PROVE AUDIO SU FB GRANDEDISCOVERY 1 e 2

Trecentoottanove audio e video audio da clowdy su FB.

LE PROVE AUDIO DELLA GRANDEDISCOVERY 1 e 2 a disposizione testate e perfettamente audibili .. specie con cuffie e buone schede audio (da cellulare si sente meno bene .. obviously)- 
https://www.facebook.com/PAOLOMAG/app_clowdycom?collection_token=100002519841658%3A532889440088234%3A641917529185424

ORA SIETE SUFFICIENTEMENTE MATURI ED INFORMATI PER LEGGERE ED ASCOLTARE IN MODO ATTENTO COMPLETO E CONSAPEVOLE LE PROVE AUDIO ANCHE SU FB:

LA GRANDEDISCOVERY 1

IL MEMORIALE DEL 7 MARZO 2011
1. http://cdd4.blogspot.it/2012/04/1-la-grande-discovery-memoriale_13.html

LE PROVE AUDIO della CECCHIGNOLA e relative contestualizzazioni
3. http://cdd4.blogspot.it/2012/04/3-la-grande-discovery-brogliacci-con_24.html
LA GRANDEDISCOVERY 2

- 1. TRANCE FORMATION OF ITALY. LA FABBRICA DELLE SCHIAVE MONARCH IN ITALIA per la prima volta a portata di prove concrete tra sperimentazioni illegali attività criminali ed eversione non convenzionale.
http://cddgrandediscovery.altervista.org/trance-formation-of-italy-fabbrica-delle-schiave-monarch-in-italia-per-prima-volta-portata-prove-concrete-sperimentazioni-illegali-attivita-criminali-ed-eversione-non-convenzionale/

- 2. IL GOLPE SCIENTIFICO AVANZA INDISTURBATO MENTRE LA GENTE GIOCA ETERODIRETTA AL GIOCO DELLA DEMOCRAZIA SVUOTATA E DELLA APPARENTE POLITICA, IMMERSA INCONSCIAMENTE NEL “PRIMO LIVELLO”
http://cddgrandediscovery.altervista.org/golpe-scientifico-avanza-indisturbato-mentre-gioca-eterodiretta-gioco-democrazia-svuotataa-apparente-politica-immersa-inconsciamente-nel-livello/

- 3. LE SLAVE MONARCH CHIMICHE E LA DONNA MK-ULTRA DELLA CECCHIGNOLA. PROGETTI EVERSIVI NON CONVENZIONALI E SCHIAVIZZAZIONE.
http://cddgrandediscovery.altervista.org/le-slave-monarch-chimiche-e-la-donna-mk-ultra-della-cecchignola-progetti-eversivi-non-convenzionali-e-schiavizzazione/

- 4. New*. LE STRATEGIE EVERSIVE ALLO SCOPERTO: MK ULTRA, CONTROLLO MENTALE MONARCH, TECNICHE DI MANIPOLAZIONE. CECCHIGNOLA , AZIENDE CHIMICO FARMACEUTICHE DEL CENTRO ITALIA , CNR, SERVIZI CIVILI E MILITARI. LE PROVE CONCRETE E DIRETTE. New*
NEW chiosato integrato e approfondito con audio Cecchignola e reparto speciale industria chimico farmaceutica
http://cddgrandediscovery.altervista.org/new-le-strategie-eversive-allo-scoperto-mk-ultra-controllo-mentale-monarch-tecniche-di-manipolazione-articolo-chiosato-integrato-e-riveduto-con-dati-audio-e-documentazione-nuova/

- 4 bis. **RIEDITION INTEGRATA” VERSIONE MAIL LIGHT SU BLOG NO-EMBEDDING DA DIFFONDERE.DA CONDIVIDERE OVUNQUE E DA COPIARE DIRETTAMENTE DA BLOG ED INVIARE VIA MAIL A TUTTI GLI INDIRIZZI .
*NEW*. LE STRATEGIE EVERSIVE ALLO SCOPERTO. MK ULTRA, MONARCH, MANIPOLAZIONE.CECCHIGNOLA , AZIENDE CHIMICO FARMACEUTICHE DEL CENTRO ITALIA , CNR, SERVIZI CIVILI E MILITARI. LE PROVE CONCRETE E DIRETTE .
Il ”soldè” che spara ln reparto speciale industria chimico farmaceutica , “il puzzle” .. e altro … la foto di gruppo camuffata .. da book di elite (?!) … “inconsapevoli” parzialmente o in tutto ?!
http://paoloferrarocdd0.blogspot.it/2015/06/riedition-integrata-versione-mail-light_15.html

- 4 ter. VERSIONE ON PAGE WEB EVERNOTE **RIEDITION INTEGRATA EVERNOTE” VERSIONE MAIL LIGHT NO-EMBEDDING DA DIFFONDERE.DA CONDIVIDERE OVUNQUE E DA COPIARE DIRETTAMENTE DA BLOG ED INVIARE VIA MAIL A TUTTI GLI INDIRIZZI .
*NEW*. LE STRATEGIE EVERSIVE ALLO SCOPERTO. MK ULTRA, MONARCH, MANIPOLAZIONE.CECCHIGNOLA , AZIENDE CHIMICO FARMACEUTICHE DEL CENTRO ITALIA , CNR, SERVIZI CIVILI E MILITARI. LE PROVE CONCRETE E DIRETTE .
Il ”soldè” che spara ln reparto speciale industria chimico farmaceutica , “il puzzle” .. e altro … la foto di gruppo camuffata .. da book di elite (?!) … “inconsapevoli” parzialmente o in tutto ?!
https://www.evernote.com/l/AM_hS1f4XypEs53JpFyQPmv3kMtMaG4E0qo

- 4 quater. La spiegazione semplice e senza prove direttamente percepibili NON E' CREDIBILE.
STRATEGIE EVERSIVE ALLO SCOPERTO. MK ULTRA, MONARCH, MANIPOLAZIONE.CECCHIGNOLA , AZIENDE CHIMICO FARMACEUTICHE DEL CENTRO ITALIA , CNR, SERVIZI CIVILI E MILITARI. LE PROVE CONCRETE E DIRETTE. La spiegazione semplice e senza prove direttamente percepibili NON E' CREDIBILE: hanno giocato per decenni su questo ed affidato ai disinformatori complottistoidi il compito di parlare di mezze verità generaliste per isolare i contenuti e renderli fumosi inafferrabili e isolare. La gente deve impattare con le proprie orecchie e con la propria sensibilità .. I primi a capire sono coloro che cercavano spiegazioni e hanno il problema vicino o lo avevano intuito osservando, i secondi sono le persone intelligenti e sensibii in grado di capire sentire ed immedesimarsi, i terzi sono la gente semplice ma dotata della saggezza popolare che ocnosce il potere e quello che può accadere e che non usa quel buon senso comune che appiattisce tutto a ciò che accade nella sola sfera tua di percezione ed esperienza e che annulla conoscenza e spirito di conoscenza, i quarti sono quelli che in crisi per dinamiche individuali vedono acuirsi la sensibilità , i quinti sono tutti coloro che hanno da perdere figlie, figli e dignità ed amano la vita e la libertà. Poi vi è un altro elenco. LAVORATE DIFFONDENDO: i documenti del CDD con prove dirette si spiegano da soli per chi vuol sentire e capire ... Non obiettate a priori che è un indice ... valutativo. IL RESTO non conta . Paolo Ferraro **RIEDITION INTEGRATA" VERSIONE MAIL LIGHT NO-EMBEDDING DA DIFFONDERE.DA CONDIVIDERE OVUNQUE E DA COPIARE DIRETTAMENTE DA BLOG ED INVIARE VIA MAIL A TUTTI GLI INDIRIZZI .*NEW*. LE STRATEGIE EVERSIVE ALLO SCOPERTO. MK ULTRA, MONARCH, MANIPOLAZIONE.CECCHIGNOLA , AZIENDE CHIMICO FARMACEUTICHE DEL CENTRO ITALIA , CNR, SERVIZI CIVILI E MILITARI. LE PROVE CONCRETE E DIRETTE .Il ”soldè” che spara ln reparto speciale industria chimico farmaceutica , “il puzzle” .. e altro … la foto di gruppo camuffata .. da book di elite (?!) … “inconsapevoli” parzialmente o in tutto ?!— a Latina. http://paoloferrarocdddiscovery.blogspot.com/2015/06/new-le-strategie-eversive-allo-scoperto.html
http://paoloferrarocdddiscovery.blogspot.com/2015/06/new-le-strategie-eversive-allo-scoperto.html

CDD 4 Comitato Difendiamo la Democrazia : *NEW*. IL TRUMAN SHOW CHE INCHIODA TUTTI MENO IL DESTIN...
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA. : Magazine Carabinieri d'Italia intervist...
130 bis LE PROVE FINALI E IL RUOLO DI AGNELLO ROSSI
ADDE TER : IL TRUMAN SHOW CHE INCHIODA TUTTI MENO IL DESTINATARIO CHE LO HA SUBITO. Il ruolo di Agnello Rossi Procuratore Aggiunto della ...
TRANCE FORMATION OF ITALY. LA FABBRICA DELLE SCHIAVE MONARCH IN ITALIA per la prima volta a porta...
TRANCE FORMATION OF ITALY. LA FABBRICA DELLE SCHIAVE MONARCH IN ITALIA per la prima volta a portata di prove concrete tra sperimentazioni illegali attivit
CDD 4 Comitato Difendiamo la Democrazia : TRANCE FORMATION OF ITALY. LA FABBRICA DELLE SCHIAVE MO...
Dott. Paolo Ferraro - Le strategie eversive coperte - 0128
127 Paolo Ferraro a Radioamore le strategie eversive coperte @Caltanissetta Agrigento ed Enna
PAOLO FERRARO dice la verità sulla crisi in TV,IMPERDIBILI le reazioni degli altri invitati! - Yo...
Paolo Ferraro Ex Magistrato licenziato spudoratamente dopo aver scoperto una setta satanica nell'esercito collegata all'omicidio Melania Rea,espone in tv la ...
sig. Ministro di Giustizia: IL MAGISTRATO PAOLO FERRARO TORNI A FARE IL MAGISTRATO!
AL SIGNOR PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
AL VICEPRESIDENTE DEL CSM
AL SIGNOR MINISTRO DI GIUSTIZIA centrocifra.gabinetto@giustiziacert.it
e p. c.
Al... (8 set 2014 — Chiediamo un effettivo concreto ulteriore impegno ai firmatari .
"STATO-MAFIA" TgCafe24 intervista integrale di Paolo Ferraro - ALTERNATIVA ALLE CASTE DEVIATE - Y...
"STATO-MAFIA" TgCafe24 intervista integrale di Paolo Ferraro ALTERNATIVA ALLE CASTE DEVIATE E NON , OCCORRE FAR SAPERE ..... INFORMARE IL PAESE . CASTE STAT...
Non era Basaglia : è il PROGETTO TAVISTOCK. | Paolo Ferraro TRuman Show Story
Non Era Basaglia : E' il PROGETTO TAVISTOCK. IN coda immettiamo l'elenco completo degli articoli e documenti pubblicati sul blog parallelo paoloferrarotrum (Non era Basaglia : è il PROGETTO TAVISTOCK.
Non era Basaglia : è il PROGETTO TAVISTOCK. | Paolo Ferraro CDD
Non Era Basaglia : E' il PROGETTO TAVISTOCK. IN coda immettiamo l'elenco completo degli articoli e documenti pubblicati sul blog parallelo paoloferrarotrum (Non era Basaglia : è il PROGETTO TAVISTOCK.
114 Le strategie eversive Paolo Ferraro - YouTube
114 Le strategie eversive Paolo Ferraro. Tratteggiati percorsi e storia , metodologie e ruoli, progetti e metodi . Gli ultimi 35 anni della storia italiana :...Source: www.youtube.comSee on Scoop.i...
114 Le strategie eversive Paolo Ferraro - YouTu...
114 Le strategie eversive Paolo Ferraro. Tratteggiati percorsi e storia , metodologie e ruoli, progetti e metodi . Gli ultimi 35 anni della storia italiana :... (114 Le strategie eversive Paolo Ferraro - YouTu...
Paolo Ferraro intervista 10 Paola Musu e il caso Luigi Preiti e Copasir) - YouTube
Paolo Ferraro intervista 10 Paola Musu e il caso Luigi Preiti e Copasir) http://t.co/BQM07McIkc
Paolo Ferraro intervista 9 N Imposimato - YouTube
Paolo Ferraro intervista 9 Imposimato ) http://t.co/RJuDBZeOeW
Paolo Ferraro intervista 8 scegliamo i migliori e entriamo in televisione) - YouTube
Paolo Ferraro intervista 8 scegliamo i migliori e entriamo in televisione http://t.co/Nq1i7gOBON
Paolo Ferraro intervista 7 La disinformazione il Golpe Silente - YouTube
Paolo Ferraro intervista 7 La disinformazione il Golpe Silente http://t.co/5avYO9Qi91
UN BEL GUAZZABUGLIO INTERAMENTE DISTRICATO : Questa è ...
Sempre nel 2004 decisi di instaurare un chiaro ed esplicito dibattito dentro la mailinglist di Magistratura Democratica, intorno alla denuncia mia, e da più parti, di quello che ( infantilmente ) chiamavo "consociativismo " .
CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia DUE ...
E sempre nel 2006 la grande rilevanza data alla notizia dall'UNITA' , ove scrive e scriveva LUIGI CANCRINI , legato ANCHE a psichiatria democratica e legato alle medesime cordate. Pedofilia, coinvolti anche 5 sottufficiali ...
CDD COMITATO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA : RITROVANDO ...
Tramite ( anche ) una grande indagine partita dal 2001 della quale era perfettamente a conoscenza anche Maria Monteleone , futuro AGGIUNTO della Procura di ROMA; che andrà a sostenere dinanzi al CSM nel giugno ...
CDD GRANDE DISCOVERY : Vecchia piccola massoneria . VERSO ...
Borghesia e Chiese che hanno prodotto da noi valori e sapere, etiche e scienza, dogmi e ricerca, ricchezza e distruzione , sono venute a permearsi reciprocamente dei loro rispettivi lati oscuri. Attraverso le varie epoche del ...
cdd comitato difendiamo la democrazia : siamo al redde rationem
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA. ... CANALE VIMEO CDD ... ARTICOLI CDD 2011 2013 su Blog formato book. ( per gli ARTICOLI CDD 2011 2013 su Altervista.org clicca invece quì).
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA. : Magazine Carabinieri d'Italia intervist...
paolo ferraro ai deputati m5s: comunicato sul golpe - Stampa Libera
PAOLO FERRARO AI DEPUTATI M5S: COMUNICATO SUL GOLPE. 30 gennaio 2014 | Autore Corrado Palazzi | Stampa articolo. Pubblicato in DOMINIO E POTERE. Lascia un Commento. Fare clic qui per annullare la risposta.
MAIL 2 Alla cortese attenzione dei giornalisti e intellettuali che ...
Ferraro Paolo, che gode di profonda stima ed indiscusso riconoscimento professionale nell'ambiente giudiziario, ha ricevuto unanime plauso per le sue specifiche qualità professionali anche nel periodo oggetto di ultimo ...
CDD COMITATO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA : LE NUOVE ...
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA. OCCORRE riunire e fondere insieme valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri occulti, ..... CANALE VIMEO CDD ...
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: CANCRINI CONTRO GRILLO

CANCRINI CONTRO GRILLO

Uno degli imperatori abruzzesi neri della massoneria e fra-massoneria “rouge” attacca GRILLO, con astronave madre e navetta, ormai allo scoperto,  senza spargere uso politico scisso del ruolo di psichiatra psicologo ipnoterapeuta "ricco". Basta l'impero sotterraneo massonico deviato . ( ?! )

http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/12/cancrini-contro-grillo.html

LA GRANDE DISCOVERY DUE . DA ORWELL ALLA STORIA . CDD Comitato Difendiamo la Democrazia: CORSERA ...

LA GRANDE DISCOVERY DUE . DA ORWELL ALLA STORIA . CDD Comitato Difendiamo la Democrazia: CORSERA SUL CASO MELANIA REA E CECCHIGNOLA RIEDIZIONE DEL 13 ottobre 2013

Una setta satanica massonica militare, che si muove nell’ombra, trova proseliti, adepti, amalgama i suoi iscritti con riti satanici a base di sesso e droghe. KETAMINA e sacerdotesse del sesso, una rete invisibile, dove si muovono le “rane pescatrici“, operatori addetti alla pulizia invisibile di eventuali contaminazioni del circuito segreto della setta. Le “rane pescatrici” depurano l’aria inquinata,assumono informazioni, si innestano nella organizzazione con lo scopo di creare delle coperture, sia nell’Esercito stesso sia all’interno della magistratura, una sorta di “secondo apparato magistratuale“. Ne ha parlato chiaramente anche con il sostituto procuratore Monti, che si occupa delle indagini di Carmela Melania Rea. Il dr. Paolo FERRARO avrebbe visto la vittima, alcune settimane prima dell’omicidio, parlare in PROCURA, al terzo piano alle ore 19.00 del 23 Marzo del 2011. Secondo Paolo FERRARO Carmela Melania Rea o la sua sosia, parlava con un altro sostituto il dr. Stefano Pesci. Carmela era lei o una sua sosia? Non usa mezze parole il magistrato Paolo FERRARO della Procura di Roma, lo chiama “secondo livello nell’esercito“. La sua sembra piuttosto una intuizione, se non fosse corroborata da decine di files audio, di una storia incredibile che ci conduce al centro del sisma, anzi del cataclisma. 

http://paoloferrarocddgrandediscoverydue.blogspot.it/2013/10/corsera-sul-caso-melania-rea-e.html

CORSERA MAGAZINE - CARMELA MELANIA REA OMICIDIO SACERDOTESSE DEL SESSO E RITI SATANICI L'INTERVIS...

CORSERA MAGAZINE - CARMELA MELANIA REA OMICIDIO SACERDOTESSE DEL SESSO E RITI SATANICI L'INTERVISTA AL SOSTITUTO PROCURATORE PAOLO FERRARO

Abbiamo incontrato il sostituto procuratore Paolo Ferraro, della Procura della Repubblica di Roma .........     

Una setta satanica massonica militare, che si muove nell’ombra, trova proseliti, adepti, amalgama i suoi iscritti con riti satanici a base di sesso e droghe. KETAMINA e sacerdotesse del sesso, una rete invisibile, dove si muovono le “rane pescatrici“, operatori addetti alla pulizia invisibile di eventuali contaminazioni del circuito segreto della setta. Le “rane pescatrici” depurano l’aria inquinata,assumono informazioni, si innestano nella organizzazione con lo scopo di creare delle coperture, sia nell’Esercito stesso sia all’interno della magistratura, una sorta di “secondo apparato magistratuale“. Ne ha parlato chiaramente anche con il sostituto procuratore Monti, che si occupa delle indagini di Carmela Melania Rea. Il dr. Paolo FERRARO avrebbe visto la vittima, alcune settimane prima dell’omicidio, parlare in PROCURA, al terzo piano alle ore 19.00 del 23 Marzo del 2011. Secondo Paolo FERRARO Carmela Melania Rea o la sua sosia, parlava con un altro sostituto il dr. Stefano Pesci. Carmela era lei o una sua sosia? Non usa mezze parole il magistrato Paolo FERRARO della Procura di Roma, lo chiama “secondo livello nell’esercito“. La sua sembra piuttosto una intuizione, se non fosse corroborata da decine di files audio, di una storia incredibile che ci conduce al centro del sisma, anzi del cataclisma. 

http://www.corsera.it/notizia.php?id=7533

FRUIMEX: STA BOLLENDO UN PENTOLONE....MEMORIALE LUNGHISSIMO DI UNA VICENDA INTRICATA ...MA, VISTO...

FRUIMEX: STA BOLLENDO UN PENTOLONE....MEMORIA<wbr></wbr>LE LUNGHISSIMO DI UNA VICENDA INTRICATA ...MA, VISTO CHE UN UOMO L'HA VISSUTA, HA SCRITTO E DENUNCIATO, A NOI BASTEREBBE LEGGERE E DIVULGARE

http://fruimex.blogspot.it/2013/09/sta-bollendo-un-pentolonememoriale.html

Minacce e visite sospette ai pm della trattativa Stato-mafia
Minacce e visite sospette ai pm della trattativa Stato-mafiaDocumenti - Altri documentiScritto da Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza   Giovedì 10 Ottobre 2013 21:58 di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza - 10 ottobre 2013
Palermo.
Vittime della P2: Chi comanda la "Nuova P2" o "LA SUPERGLADIO" ?

La rete sta diventando un pericolo per questi misteriosi "padroni del vapore", i quali  non tollerano minimamente persone come il giudice Paolo Ferraro (od il sottoscritto) che si rifiutano di farsi rovinare supinamente l'esistenza da questi criminali senza scrupoli.  

http://vittimep2.blogspot.it/2013/09/chi-comanda-la-nuova-p2.html


GIUSTIZIA COME “ARMA” CONTRO I NEMICI. SPADA SENZA IMPUGNATURA : il Moralista

GIUSTIZIA COME “ARMA” CONTRO I NEMICI. SPADA SENZA IMPUGNATURA : il Moralista

http://www.ilmoralista.it/2013/10/08/giustizia-come-arma-contro-i-nemici-spada-senza-impugnatura/

Strage di Capaci, si indaga su due estremisti neri (FOTO)
Omicidio Melania Rea: occultamento e indignazione collettiva


Nonostante sulla vicenda ci siano molti fatti rimasti oscuri, si tende a occultare e mistificare anche fatti che potrebbero portare a una verità sulla morte della donna.

http://www.zonedombratv.it/news/1158-omicidio-melania-rea-occultamento-e-indignazione-collettiva

Omicidio Melania Rea: occultamento e indignazione collettiva


Nonostante sulla vicenda ci siano molti fatti rimasti oscuri, si tende a occultare e mistificare anche fatti che potrebbero portare a una verità sulla morte della donna.

http://www.zonedombratv.it/news/1158-omicidio-melania-rea-occultamento-e-indignazione-collettiva

Paolo Ferraro TUTTI I 13.235 VIDEO SU SHELF3D

Paolo Ferraro TUTTI I 13.235 VIDEO SU SHELF3D 

http://shelf3d.com/Search/Paolo%20Ferraro

nocensura.com: Crisi: la soluzione in tre mosse – Terza guerra mondiale parte III
Crisi: la soluzione in tre mosse – Terza guerra mondiale parte III16:01 | Pubblicato da admin | L'articolo è la continuazione di Terza guerra mondiale: siamo all'atto finale e nessuno ne parla (parte prima) - Grillo e M5S: la gestione del dissenso? (parte seconda)

A cura di Alessandro De Angelis e Salvatore Tamburro - per nocensura.com

Molte persone ci dicono che parliamo dei problemi senza dare risoluzione ad essi. La soluzione è semplice e si articola su tre punti chiave: 
Ritorno alla sovranità monetaria;Nazionalizzazione di Banca d'Italia e di una eventuale banca d'Europa;Inesigibilità del debito pubblico dovuto ad una frode legalizzata dai politici asserviti ai banchieri.
Nei due precedenti articoli abbiamo spiegato i meccanismi che ci hanno portato sotto la dittatura della BCE e della Commissione Europea: Beppe Grillo ha detto che gli Italiani devono onorare il loro debito, che esso che va ripagato. Il giornalista Paolo Barnard lo ha ripreso pubblicamente, accusandolo – attraverso questo articolo, che contestiamo e che riportiamo qui di seguito, mettendo tra parentesi le nostre spiegazioni – di non avere ben compreso i meccanismi dell'economia monetaria.

Lettera di Barnard a Beppe Grillo: 

“Beppe Grillo, non hai capito cos’è il debito pubblico, devi capirlo. 

Beppe, leggi i punti sotto:
1) Il debito pubblico è un numero registrato sui computer del Ministero del Tesoro. È il disavanzo di ogni anno assommato, cioè la somma di tutti i deficit di bilancio del Tesoro italiano di ogni anno passato. Un numero nei computer del Ministero del Tesoro(Assolutamente giusto).
2) Se esiste un debito, ci deve essere per forza un credito, mi segui? Questo è fuori dubbio. Il Ministero del Tesoro devi dei soldi a chi gli ha comprato il debito. Chi gliel’ha comprato sono cittadini e aziende italiani e stranieri. Quindi i cittadini e aziende italiani e stranieri hanno un CREDITO verso il Ministero del Tesoro, NON UN DEBITO. Quindi la favoletta dei media secondo cui a causa del debito pubblico “ogni cittadino italiano deve X soldi allo Stato ecc. ecc.” è totalmente falsa. Cittadini e aziende italiani e stranieri hanno un CREDITO, NON UN DEBITO. Il debito ce l’hanno i computer del Ministero del Tesoro. Tu sei convinto che il debito del Tesoro è il debito degli italiani perché il governo ci tassa per pagare la parte del debito italiano in mano agli stranieri (meno della metà). Ma questo non è MAI VERO. Ogni Stato moderno paga il suo debito semplicemente “rinnovandolo” (rolling over), cioè vendendo nuovi titoli di Stato per pagare le scadenze di quelli attuali. L'America lo fa da 135 anni senza problemi, la Gran Bretagna lo fa da 300 anni senza problemi.
(Sbagliato caro Barnard, i nostri Titoli di Stato non sono nelle mani di cittadini ed imprese italiane come tu erroneamente vuoi far credere, ma sono detenuti in gran parte da BANCHE, sia italiane che estere e a dirlo sono addirittura fonti di Banca d'Italia:


Inoltre dimentichi di dire che la BCE ha venduto i titoli di stato alle grandi banche commerciali che tra l'altro possiedono anche quote azionarie della Banca d'Italia. Esse le hanno comprate a bassi interessi – 0,5/1% – per poi rivenderle ad altissimi interessi – 6/7% – allo stato alla loro scadenza, generando con questa truffa ulteriore debito allo Stato e quindi del loro credito verso il Ministero del Tesoro).
3) Gli interessi che il Ministero del Tesoro paga sul suo debito, sono di nuovo il credito dei cittadini e aziende italiani e stranieri che li ricevono dal Tesoro. Non sono un ulteriore debito di cittadini e aziende italiani e stranieri. 
(Gli interessi che il Ministero del Tesoro paga sul suo debito, sono di nuovo il credito non dei cittadini e delle aziende Italiane e straniere, se non in minima ed irrisoria parte, ma delle grandi banche commerciali che hanno acquisito i Titoli di Stato speculando sullo Stato e sui cittadini).
4) Quindi se tu vuoi ristrutturare il debito del Tesoro italiano, e se vuoi ridurre drasticamente gli interessi su quel debito, tu automaticamente RIDUCI IL CREDITO di cittadini e aziende italiani e stranieri di una montagna di soldi. Cioè, TU LI TASSI DI UNA MONTAGNA DI SOLDI. E questo non va bene per l’economia, perché saranno tutti soldi che non verranno più spesi, e quindi colpiranno tutto il circuito economico, con meno vendite, meno assunzioni e licenziamenti. Lo capisci Beppe?
(E tu capisci, caro Barnard, che questo debito-credito è inesigibile, visto che si è concretizzato con una truffa anticostituzionale che ha portato una montagna di miliardi di debito allo Stato, impoverendo i cittadini a vantaggio delle grandi banche commerciali? Ormai sentenze della magistratura hanno appurato il falso in bilancio compiuto dalle banche e hanno ammesso l'esistenza del signoraggio bancario. Perchè tu invece continui ad eludere queste verità?)
5) L’unico motivo al mondo per cui il debito del Tesoro, cioè credito di cittadini e aziende italiani e stranieri, è un problema per l’Italia, è che oggi è denominato in una moneta che i computer del Ministero del Tesoro e della Banca d’Italia non possono più emettere liberamente, perché è di altri, cioè appartiene alla BCE e ai MERCATI DI CAPITALI PRIVATI. Parlo dell’euro. A questo punto l'Italia non può più liberamente “rinnovare” il debito per pagare le scadenze e gli interessi senza problemi. Quindi Beppe il problema NON È IL DEBITO DEL TESORO, o gli interessi, ma il fatto che essi sono denominati in una moneta che l’Italia PRENDE IN PRESTITO DAI MERCATI DI CAPITALI PRIVATI, UNA CIOE' MONETA CHE AI MERCATI PRIVATI DEVE RESTITUIRE A TASSI NON DECISI DALL’ITALIA, E CHE NON PUO’ PIU’ EMETTERE LIBERAMENTE, COME FANNO GIAPPONE O USA O CANADA O AUSTRALIA ECC.
(Giusto, Barnard, e quindi non fare il furbo: basta che nazionalizziamo la Banca d'Italia che crea denaro per lo stato senza più far stampare dal Ministero del Tesoro titoli di stato, avvantaggiando le banche commerciali che ne trarrebbero profitto con gli interessi comprandoli, come tu vorresti).
6) Gli USA non pareggiano il loro debito del Tesoro americano da 135 anni, e non sono mai falliti, pagano 400 miliardi di dollari di interessi all'anno, che sono IL CREDITO di cittadini e aziende americane e non, e sono ancora la nazione più ricca al mondo.
(Giusto, Barnard, ma scordi di dire che questo meccanismo impoverisce sempre più le masse ed arricchisce sempre più le banche commerciali e le grandi multinazionali).
Beppe, devi capire le basi di macroeconomia dello Stato. La M.M.T. non si basa sulla sovranità monetaria nelle mani dello Stato e conserva pertanto sempre 3 soggetti distinti nel contesto della politica economica:lo Stato (il Tesoro)-pubblico, la Banca Centrale(BC)-privata e le banche commerciali-private.”
(Eh sì, caro Beppe, stai tranquillo: anche Barnard non è intenzionato a richiedere la sovranità monetaria. Sta solo cercando di farti capire che non ci sarà un passaggio di potere dalle poche famiglie che controllano le banche centrali allo Stato, ma solo un allargamento del potere da queste poche famiglie alle grandi multinazionali e alle banche commerciali finora escluse. Insomma, Beppe, stai tranquillo: il popolo italiano sarà sempre sottomesso ai gestori di un potere ora solo più allargato).
Giusto Barnard, la M.M.T. non si basa sulla sovranità della moneta, quindi lascio al caro amico economista Salvatore Tamburro il compito di far capire ai lettori come volete farci cadere dalla padella alla brace.
Il sistema raffigurato dalla MMT si basa sulla FIAT MONEY, ossia moneta a corso forzoso che altro non è che un credito d'imposta non supportato da alcun bene tangibile.La Fiat Money nasce nel 1971 quando il presidente americano Nixon decise che il dollaro, prima ancorato all'oro (gold standard), dovesse abbandonare la convertibilità.Da allora chi emette moneta può stampare tutta la moneta che vuole senza correrarla ad un bene tangibile, come poteva essere un tempo l'oro o l'argento.Warren Mosler, il fondatore della MMT, afferma:"Lo scopo di questo lavoro è di dimostrare in modo chiaro, attraverso la pura forza della logica, che gran parte del dibattito pubblico di oggi su molte delle questioni economiche non è valido, spesso arrivando addirittura a confondere i costi con i benefici. Questo non è un lavoro su come dovrebbe funzionare il sistema finanziario. Si tratta di un tentativo di fornire una conoscenza precisa del sistema fiat money, sistema molto efficace attualmente in vigore." In sostanza la MMT afferma che non bisogna avere paura di generare deficit di bilancio (uscite > entrate) e, anzi, creare deficit è una cosa buona, perchè significa che la spesa pubblica (uscite) è maggiore delle tasse (entrate), e così facendo aumenta il risparmio dei privati e allo stesso tempo aumentano i consumi, e l'economia gira bene. G - T = S - I
(G=spesa pubblica; T=tasse; S=risparmio; I=investimento)

Dove se G > T si avrà un deficit di bilancio.Inoltre secondo la M.M.T. le tasse non servono a finanziare il governo (che con la fiat money può usare tutta la moneta che vuole), bensì sono solo uno strumento politico per regolare inflazione e disoccupazione. Precisazione importante. La M.M.T. precisa che le banche sono obbligate per legge a detenere presso la Banca Centrale (Federal Reserve o BCE) delle riserve obbligatorie in percentuale dei depositi. Con l'obbligo di riserva la BC non può influenzare l'offerta di moneta, ma solo il tasso di interesse interbancario (ossia il costo del denaro). Le riserve necessarie vengono sempre contabilizzate in un periodo successivo (sfasamento di 2 giorni), quindi la BC sostiene le banche commerciali fornendo loro tutte la moneta necessaria.Fino a quando la BC ha il mandato di mantenere un certo Tasso Ufficiale di Sconto (ossia il tasso di interesse con cui la Banca centrale concede prestiti alle altre banche), la dimensione dei suoi acquisti e vendite di debito pubblico non è discrezionale. QUALI SONO GLI ERRORI IN CUI INCORRE M.M.T.? 1) avendo una politica monetaria soggiogata all'obbligo legale della riserva frazionaria, non risulta vero che lo Stato possa generare una spesa pubblica infinita, perché per farlo avrebbe bisogno di chi compra Titoli di Stato.Secondo il modello MMT la BC sarebbe pronta ad emettere fiat money, concederla alla banche commerciali le quali acquisterebbero Titoli di Stato (probabilmente Mosler non conosce bene la differenza tra Federal Reserve e la B.C.E. e questo dubbio è balzato alle orecchie di tanti ascoltatori). Tutto ciò potrebbe non verificarsi, visto che gli investitori privati potrebbero decidere di non acquistare quei Titoli e magari dirigersi verso altri mercati che hanno una diversa regolamentazione o che risultino più convenienti (o diversificare es.: comprando oro) e, magari, con rendimenti più alti.Del resto è la stessa M.M.T. ad affermare che l'aumento di spesa pubblica che genera un surplus di riserve, che genera un abbassamento del tasso di interesse, è valido solo nel breve periodo, mentre nel lungo periodo i Titoli possono non essere desiderati ed acquistati sul mercato.E' lo stesso Paul Krugman, premio nobel per l'economia nel 2008, ad affermare che la MMT sarebbe valida solo in un breve periodo. 2) Dire che serve il deficit (G > T) per aumentare il risparmio privato e favorire i consumi è sbagliato, perchè per aumentare il risparmio non è necessario generare deficit; il risparmio può aumentare magari perchè la gente riduce i consumi e risparmia di più (a causa di tassi di interesse e alla loro aspettativa di oneri fiscali più elevati in futuro), ma può anche accadere che vadano giù gli investimenti del settore privato. CONCLUSIONI La M.M.T. è una teoria post-keynesiana e non mi sembra che abbia nulla di “Modern”, tranne che per il colmo di essere una teoria che dovrebbe liberarci dai banchieri e viene fondata e promossa da un ex-banchiere, ossia uno come Mosler, un miliardario banchiere la cui fortuna proviene proprio dal settore speculativo che ha caratterizzato gli anni 90. Un uomo che abbozza una teoria post-keynesiana ammettendo di aver letto Keynes solo 20 anni dopo la prima stesura della sua MMT. Un uomo con potenti mezzi per fondare qualsivoglia istituto, fondazione o scuola, tramite i quali professare i propri dogmi, nel cui curriculum non vi è nulla di accademico se non la sua laurea. Mosler ha sempre lavorato per le banche, sfruttando strumenti finanziari e fondi d’investimento per svariati milioni, fino ad arrivare ad essere azionista di maggioranza della Enterprise National Bank of Palm Beach dal 1996.Inoltre, ai sostenitori dell’MMT che tanto sostengono la dottrina dovrà essere sfuggito il fatto che essa non è altro che un parto del Levy Institute, nel mentre le conferenze nazionali della MMT (con ingresso a pagamento) sono addirittura sponsorizzate su siti massonici.Per promuovere la MMT si fa ricorso a pseudo economisti americani, fingendo di non conoscere Federico Caffe, Sella di Monte Luce, Giacomo Barnes, Giacinto Auriti.Lasciare, quindi, la politica monetaria vincolante, nel suo funzionamento, all'operato di banche centrali private e di banche commerciali private non porterebbe ad alcun grande beneficio per il popolo italiano.Solo trasferendo la sovranità monetaria interamente nelle mani dello Stato, attraverso una Banca centrale nazionalizzata al 100% si potrà garantire a questo ultimo di finanziare la spesa pubblica senza vincoli da parte di organismi privati e liberato dal diktat dei mercati finanziari, originando occupazione per soddisfare l'erogazione di beni\servizi alla collettività, e qualora non si raggiungesse una piena occupazione i consumi sarebbero favoriti dall'introduzione del reddito di cittadinanza e forme sociali di sussistenza (detrazioni, esenzioni fiscali, etc.). In ogni modo si favorirebbero i consumi e allo stesso tempo anche le tasse potrebbero attestarsi su livelli nulli od irrisori, quel tanto che basta a regolare l'inflazione (visto che non si genera inflazione se la moneta che stampi e crei ex nihilo sia adoperata per creare bene e servizi alla collettività).Bisogna stare molto attenti che la soluzione della SOVRANITA' MONETARIA, soluzione necessaria ma non sufficiente (visto che non basta avere il potere di battere moneta) per salvare l'economia del nostro Paese, non passi in mano a personaggi ambigui, collusi ad ambienti della finanza internazionale.Se siamo in queste condizioni di crisi economica, obbligati a misure di austerity e di malessere collettivo, lo dobbiamo al fatto che, finora, la nostra politica monetaria è stata gestita da una lobby bancaria priva di morale. Pertanto l'unica via di svolta si avrà soltanto nel momento in cui questi infidi potentati bancari saranno totalmente esclusi dai processi regolatori che strutturano la politica economica di un Paese. Alessandro De Angelisscrittore e ricercatore antropologo  Salvatore Tamburroeconomista e scrittore
Per nocensura.com 
nocensura.com: Crisi: la soluzione in tre mosse – Terza guerra mondiale parte III
Crisi: la soluzione in tre mosse – Terza guerra mondiale parte III16:01 | Pubblicato da admin | L'articolo è la continuazione di Terza guerra mondiale: siamo all'atto finale e nessuno ne parla (parte prima) - Grillo e M5S: la gestione del dissenso? (parte seconda)

A cura di Alessandro De Angelis e Salvatore Tamburro - per nocensura.com

Molte persone ci dicono che parliamo dei problemi senza dare risoluzione ad essi. La soluzione è semplice e si articola su tre punti chiave: 
Ritorno alla sovranità monetaria;Nazionalizzazione di Banca d'Italia e di una eventuale banca d'Europa;Inesigibilità del debito pubblico dovuto ad una frode legalizzata dai politici asserviti ai banchieri.
Nei due precedenti articoli abbiamo spiegato i meccanismi che ci hanno portato sotto la dittatura della BCE e della Commissione Europea: Beppe Grillo ha detto che gli Italiani devono onorare il loro debito, che esso che va ripagato. Il giornalista Paolo Barnard lo ha ripreso pubblicamente, accusandolo – attraverso questo articolo, che contestiamo e che riportiamo qui di seguito, mettendo tra parentesi le nostre spiegazioni – di non avere ben compreso i meccanismi dell'economia monetaria.

Lettera di Barnard a Beppe Grillo: 

“Beppe Grillo, non hai capito cos’è il debito pubblico, devi capirlo. 

Beppe, leggi i punti sotto:
1) Il debito pubblico è un numero registrato sui computer del Ministero del Tesoro. È il disavanzo di ogni anno assommato, cioè la somma di tutti i deficit di bilancio del Tesoro italiano di ogni anno passato. Un numero nei computer del Ministero del Tesoro(Assolutamente giusto).
2) Se esiste un debito, ci deve essere per forza un credito, mi segui? Questo è fuori dubbio. Il Ministero del Tesoro devi dei soldi a chi gli ha comprato il debito. Chi gliel’ha comprato sono cittadini e aziende italiani e stranieri. Quindi i cittadini e aziende italiani e stranieri hanno un CREDITO verso il Ministero del Tesoro, NON UN DEBITO. Quindi la favoletta dei media secondo cui a causa del debito pubblico “ogni cittadino italiano deve X soldi allo Stato ecc. ecc.” è totalmente falsa. Cittadini e aziende italiani e stranieri hanno un CREDITO, NON UN DEBITO. Il debito ce l’hanno i computer del Ministero del Tesoro. Tu sei convinto che il debito del Tesoro è il debito degli italiani perché il governo ci tassa per pagare la parte del debito italiano in mano agli stranieri (meno della metà). Ma questo non è MAI VERO. Ogni Stato moderno paga il suo debito semplicemente “rinnovandolo” (rolling over), cioè vendendo nuovi titoli di Stato per pagare le scadenze di quelli attuali. L'America lo fa da 135 anni senza problemi, la Gran Bretagna lo fa da 300 anni senza problemi.
(Sbagliato caro Barnard, i nostri Titoli di Stato non sono nelle mani di cittadini ed imprese italiane come tu erroneamente vuoi far credere, ma sono detenuti in gran parte da BANCHE, sia italiane che estere e a dirlo sono addirittura fonti di Banca d'Italia:


Inoltre dimentichi di dire che la BCE ha venduto i titoli di stato alle grandi banche commerciali che tra l'altro possiedono anche quote azionarie della Banca d'Italia. Esse le hanno comprate a bassi interessi – 0,5/1% – per poi rivenderle ad altissimi interessi – 6/7% – allo stato alla loro scadenza, generando con questa truffa ulteriore debito allo Stato e quindi del loro credito verso il Ministero del Tesoro).
3) Gli interessi che il Ministero del Tesoro paga sul suo debito, sono di nuovo il credito dei cittadini e aziende italiani e stranieri che li ricevono dal Tesoro. Non sono un ulteriore debito di cittadini e aziende italiani e stranieri. 
(Gli interessi che il Ministero del Tesoro paga sul suo debito, sono di nuovo il credito non dei cittadini e delle aziende Italiane e straniere, se non in minima ed irrisoria parte, ma delle grandi banche commerciali che hanno acquisito i Titoli di Stato speculando sullo Stato e sui cittadini).
4) Quindi se tu vuoi ristrutturare il debito del Tesoro italiano, e se vuoi ridurre drasticamente gli interessi su quel debito, tu automaticamente RIDUCI IL CREDITO di cittadini e aziende italiani e stranieri di una montagna di soldi. Cioè, TU LI TASSI DI UNA MONTAGNA DI SOLDI. E questo non va bene per l’economia, perché saranno tutti soldi che non verranno più spesi, e quindi colpiranno tutto il circuito economico, con meno vendite, meno assunzioni e licenziamenti. Lo capisci Beppe?
(E tu capisci, caro Barnard, che questo debito-credito è inesigibile, visto che si è concretizzato con una truffa anticostituzionale che ha portato una montagna di miliardi di debito allo Stato, impoverendo i cittadini a vantaggio delle grandi banche commerciali? Ormai sentenze della magistratura hanno appurato il falso in bilancio compiuto dalle banche e hanno ammesso l'esistenza del signoraggio bancario. Perchè tu invece continui ad eludere queste verità?)
5) L’unico motivo al mondo per cui il debito del Tesoro, cioè credito di cittadini e aziende italiani e stranieri, è un problema per l’Italia, è che oggi è denominato in una moneta che i computer del Ministero del Tesoro e della Banca d’Italia non possono più emettere liberamente, perché è di altri, cioè appartiene alla BCE e ai MERCATI DI CAPITALI PRIVATI. Parlo dell’euro. A questo punto l'Italia non può più liberamente “rinnovare” il debito per pagare le scadenze e gli interessi senza problemi. Quindi Beppe il problema NON È IL DEBITO DEL TESORO, o gli interessi, ma il fatto che essi sono denominati in una moneta che l’Italia PRENDE IN PRESTITO DAI MERCATI DI CAPITALI PRIVATI, UNA CIOE' MONETA CHE AI MERCATI PRIVATI DEVE RESTITUIRE A TASSI NON DECISI DALL’ITALIA, E CHE NON PUO’ PIU’ EMETTERE LIBERAMENTE, COME FANNO GIAPPONE O USA O CANADA O AUSTRALIA ECC.
(Giusto, Barnard, e quindi non fare il furbo: basta che nazionalizziamo la Banca d'Italia che crea denaro per lo stato senza più far stampare dal Ministero del Tesoro titoli di stato, avvantaggiando le banche commerciali che ne trarrebbero profitto con gli interessi comprandoli, come tu vorresti).
6) Gli USA non pareggiano il loro debito del Tesoro americano da 135 anni, e non sono mai falliti, pagano 400 miliardi di dollari di interessi all'anno, che sono IL CREDITO di cittadini e aziende americane e non, e sono ancora la nazione più ricca al mondo.
(Giusto, Barnard, ma scordi di dire che questo meccanismo impoverisce sempre più le masse ed arricchisce sempre più le banche commerciali e le grandi multinazionali).
Beppe, devi capire le basi di macroeconomia dello Stato. La M.M.T. non si basa sulla sovranità monetaria nelle mani dello Stato e conserva pertanto sempre 3 soggetti distinti nel contesto della politica economica:lo Stato (il Tesoro)-pubblico, la Banca Centrale(BC)-privata e le banche commerciali-private.”
(Eh sì, caro Beppe, stai tranquillo: anche Barnard non è intenzionato a richiedere la sovranità monetaria. Sta solo cercando di farti capire che non ci sarà un passaggio di potere dalle poche famiglie che controllano le banche centrali allo Stato, ma solo un allargamento del potere da queste poche famiglie alle grandi multinazionali e alle banche commerciali finora escluse. Insomma, Beppe, stai tranquillo: il popolo italiano sarà sempre sottomesso ai gestori di un potere ora solo più allargato).
Giusto Barnard, la M.M.T. non si basa sulla sovranità della moneta, quindi lascio al caro amico economista Salvatore Tamburro il compito di far capire ai lettori come volete farci cadere dalla padella alla brace.
Il sistema raffigurato dalla MMT si basa sulla FIAT MONEY, ossia moneta a corso forzoso che altro non è che un credito d'imposta non supportato da alcun bene tangibile.La Fiat Money nasce nel 1971 quando il presidente americano Nixon decise che il dollaro, prima ancorato all'oro (gold standard), dovesse abbandonare la convertibilità.Da allora chi emette moneta può stampare tutta la moneta che vuole senza correrarla ad un bene tangibile, come poteva essere un tempo l'oro o l'argento.Warren Mosler, il fondatore della MMT, afferma:"Lo scopo di questo lavoro è di dimostrare in modo chiaro, attraverso la pura forza della logica, che gran parte del dibattito pubblico di oggi su molte delle questioni economiche non è valido, spesso arrivando addirittura a confondere i costi con i benefici. Questo non è un lavoro su come dovrebbe funzionare il sistema finanziario. Si tratta di un tentativo di fornire una conoscenza precisa del sistema fiat money, sistema molto efficace attualmente in vigore." In sostanza la MMT afferma che non bisogna avere paura di generare deficit di bilancio (uscite > entrate) e, anzi, creare deficit è una cosa buona, perchè significa che la spesa pubblica (uscite) è maggiore delle tasse (entrate), e così facendo aumenta il risparmio dei privati e allo stesso tempo aumentano i consumi, e l'economia gira bene. G - T = S - I
(G=spesa pubblica; T=tasse; S=risparmio; I=investimento)

Dove se G > T si avrà un deficit di bilancio.Inoltre secondo la M.M.T. le tasse non servono a finanziare il governo (che con la fiat money può usare tutta la moneta che vuole), bensì sono solo uno strumento politico per regolare inflazione e disoccupazione. Precisazione importante. La M.M.T. precisa che le banche sono obbligate per legge a detenere presso la Banca Centrale (Federal Reserve o BCE) delle riserve obbligatorie in percentuale dei depositi. Con l'obbligo di riserva la BC non può influenzare l'offerta di moneta, ma solo il tasso di interesse interbancario (ossia il costo del denaro). Le riserve necessarie vengono sempre contabilizzate in un periodo successivo (sfasamento di 2 giorni), quindi la BC sostiene le banche commerciali fornendo loro tutte la moneta necessaria.Fino a quando la BC ha il mandato di mantenere un certo Tasso Ufficiale di Sconto (ossia il tasso di interesse con cui la Banca centrale concede prestiti alle altre banche), la dimensione dei suoi acquisti e vendite di debito pubblico non è discrezionale. QUALI SONO GLI ERRORI IN CUI INCORRE M.M.T.? 1) avendo una politica monetaria soggiogata all'obbligo legale della riserva frazionaria, non risulta vero che lo Stato possa generare una spesa pubblica infinita, perché per farlo avrebbe bisogno di chi compra Titoli di Stato.Secondo il modello MMT la BC sarebbe pronta ad emettere fiat money, concederla alla banche commerciali le quali acquisterebbero Titoli di Stato (probabilmente Mosler non conosce bene la differenza tra Federal Reserve e la B.C.E. e questo dubbio è balzato alle orecchie di tanti ascoltatori). Tutto ciò potrebbe non verificarsi, visto che gli investitori privati potrebbero decidere di non acquistare quei Titoli e magari dirigersi verso altri mercati che hanno una diversa regolamentazione o che risultino più convenienti (o diversificare es.: comprando oro) e, magari, con rendimenti più alti.Del resto è la stessa M.M.T. ad affermare che l'aumento di spesa pubblica che genera un surplus di riserve, che genera un abbassamento del tasso di interesse, è valido solo nel breve periodo, mentre nel lungo periodo i Titoli possono non essere desiderati ed acquistati sul mercato.E' lo stesso Paul Krugman, premio nobel per l'economia nel 2008, ad affermare che la MMT sarebbe valida solo in un breve periodo. 2) Dire che serve il deficit (G > T) per aumentare il risparmio privato e favorire i consumi è sbagliato, perchè per aumentare il risparmio non è necessario generare deficit; il risparmio può aumentare magari perchè la gente riduce i consumi e risparmia di più (a causa di tassi di interesse e alla loro aspettativa di oneri fiscali più elevati in futuro), ma può anche accadere che vadano giù gli investimenti del settore privato. CONCLUSIONI La M.M.T. è una teoria post-keynesiana e non mi sembra che abbia nulla di “Modern”, tranne che per il colmo di essere una teoria che dovrebbe liberarci dai banchieri e viene fondata e promossa da un ex-banchiere, ossia uno come Mosler, un miliardario banchiere la cui fortuna proviene proprio dal settore speculativo che ha caratterizzato gli anni 90. Un uomo che abbozza una teoria post-keynesiana ammettendo di aver letto Keynes solo 20 anni dopo la prima stesura della sua MMT. Un uomo con potenti mezzi per fondare qualsivoglia istituto, fondazione o scuola, tramite i quali professare i propri dogmi, nel cui curriculum non vi è nulla di accademico se non la sua laurea. Mosler ha sempre lavorato per le banche, sfruttando strumenti finanziari e fondi d’investimento per svariati milioni, fino ad arrivare ad essere azionista di maggioranza della Enterprise National Bank of Palm Beach dal 1996.Inoltre, ai sostenitori dell’MMT che tanto sostengono la dottrina dovrà essere sfuggito il fatto che essa non è altro che un parto del Levy Institute, nel mentre le conferenze nazionali della MMT (con ingresso a pagamento) sono addirittura sponsorizzate su siti massonici.Per promuovere la MMT si fa ricorso a pseudo economisti americani, fingendo di non conoscere Federico Caffe, Sella di Monte Luce, Giacomo Barnes, Giacinto Auriti.Lasciare, quindi, la politica monetaria vincolante, nel suo funzionamento, all'operato di banche centrali private e di banche commerciali private non porterebbe ad alcun grande beneficio per il popolo italiano.Solo trasferendo la sovranità monetaria interamente nelle mani dello Stato, attraverso una Banca centrale nazionalizzata al 100% si potrà garantire a questo ultimo di finanziare la spesa pubblica senza vincoli da parte di organismi privati e liberato dal diktat dei mercati finanziari, originando occupazione per soddisfare l'erogazione di beni\servizi alla collettività, e qualora non si raggiungesse una piena occupazione i consumi sarebbero favoriti dall'introduzione del reddito di cittadinanza e forme sociali di sussistenza (detrazioni, esenzioni fiscali, etc.). In ogni modo si favorirebbero i consumi e allo stesso tempo anche le tasse potrebbero attestarsi su livelli nulli od irrisori, quel tanto che basta a regolare l'inflazione (visto che non si genera inflazione se la moneta che stampi e crei ex nihilo sia adoperata per creare bene e servizi alla collettività).Bisogna stare molto attenti che la soluzione della SOVRANITA' MONETARIA, soluzione necessaria ma non sufficiente (visto che non basta avere il potere di battere moneta) per salvare l'economia del nostro Paese, non passi in mano a personaggi ambigui, collusi ad ambienti della finanza internazionale.Se siamo in queste condizioni di crisi economica, obbligati a misure di austerity e di malessere collettivo, lo dobbiamo al fatto che, finora, la nostra politica monetaria è stata gestita da una lobby bancaria priva di morale. Pertanto l'unica via di svolta si avrà soltanto nel momento in cui questi infidi potentati bancari saranno totalmente esclusi dai processi regolatori che strutturano la politica economica di un Paese. Alessandro De Angelisscrittore e ricercatore antropologo  Salvatore Tamburroeconomista e scrittore
Per nocensura.com 
PAOLO FERRARO CDD TRITTICO : BANDO ALLE CIANCIE...

PAOLO FERRARO CDD TRITTICO : BANDO ALLE CIANCIE...

Non era il sistema, non era la Rosa rossa. E' u...

Non era il sistema, non era la Rosa rossa. E' la Sipergladio una concreta organizzazine segreta

PAOLO FERRARO CDD TRITTICO : BANDO ALLE CIANCIE, UN GIUDICE CONTENTO ED UN PROFILO ARTIFICIALE I...

PAOLO FERRARO CDD TRITTICO : BANDO ALLE CIANCIE,  UN GIUDICE CONTENTO ED UN PROFILO ARTIFICIALE INVENTATO O  PROGETTATO da tempo

PAOLO FERRARO'S TRUMAN SHOW STORY. CDD Comitato Difendiamo la Democrazia: LA SUPER GLADIO a varia...

PAOLO FERRARO'S TRUMAN SHOW STORY. CDD Comitato Difendiamo la Democrazia: LA SUPER GLADIO a variante cromatica rosso bruna e la deviazione della legalità e della democrazia nello Stato Italiano

 

http://paoloferraro.blogspot.it/2013/08/la-super-gladio-variante-cromatica.html

Melania, Yara, Sarah e le altre: le belle e le bestie

Melania, Yara, Sarah e le altre: le belle e le bestie

" Dal momento in cui le indagini di Ferraro divengono pubbliche comincia una autentica persecuzione ai suoi danni. A metterla in atto sarebbero state alte sfere istituzionali, fino al punto da porre in dubbio la sanita’ mentale del magistrato e cercare di imporgli il ricorso ad un TSO, il trattamento sanitario obbligatorio per i malati di mente.
La vicenda sfocia in un clamoroso provvedimento del Csm, che il 20 giugno scorso commina a Ferraro una “sanzione” esemplare: quattro mesi di riposo forzato. Uno stop definitivo, insomma, alla sua attivita’. Difeso dall’avvocato Giorgio Carta, il sostituto procuratore non ci sta e in una conferenza stampa al calor bianco preannuncia l’imminente ricorso al Tar per vedere riconosciuto il suo diritto a lavorare.
La miccia, l’ultima, era stata innescata quando a fine maggio, proseguendo negli accertamenti su presunti giri di satanismo massonico all’interno di certi settori delle forze armate nostrane, Ferraro aveva ipotizzato una relazione fra questi torbidi fenomeni e l’omicidio di Melania.
«Il magistrato – scrive Matteo Corsini sul sito d’inchiesta Corsera.it – possiede i file audio che fotografano momenti sconcertanti di festini alterati dall’assunzione di ketamina, un potente anestetico dissociativo che procura fenomeni cosiddetti di near-death experiences». Tutto cio’ «lascerebbe presagire che vi sia una struttura interna, doppia alle organizzazioni militari, un “secondo” esercito».
La povera Melania stava cercando di sfuggire a qualcosa di cosi’ tremendo e di proteggere la sua bambina? La parola passa naturalmente agli inquirenti, ma con tutte le difficolta’ connesse ad un accertamento che, se effettuato fino in fondo, potrebbe avere conseguenze anche sulla loro stessa carriera professionale. Ferraro docet. A noi resta solo da ricordare un freddo dato statistico: in Italia scompaiono nel nulla ogni anno duemila bambini. Mille dei quali non verranno mai piu’ ritrovati.

http://paoloferraro2.blog.com/

http://paoloferraro1.blog.com/


IL CASO PAOLO FERRARO E IL CASO MELANIA REA TRASCRITTO DA TRE STUPENDI ARTICOLI PUBBLICATI A FIRM...

IL CASO PAOLO FERRARO E IL CASO MELANIA REA TRASCRITTO DA TRE STUPENDI ARTICOLI PUBBLICATI A FIRMA DI ENRICA PERRUCCCHIETTI

http://paoloferraro2.blog.com/

http://paoloferraro1.blog.com/

 

Melania Rea, Sara Tommasi forse vittime di un sistema scoperto da Paolo Ferraro: un magistrato co...

Melania Rea, Sara Tommasi forse vittime di un sistema scoperto da Paolo Ferraro: un magistrato coraggioso | ArticoloTre - Quotidiano online indipendente e di inchiesta

 

http://www.articolotre.com/2013/08/melania-rea-sara-tommasi-forse-vittime-di-un-sistema-scoperto-da-paolo-ferraro-un-magistrato-coraggioso/198787

«È il momento di unire le forze dei movimenti»

«È il momento di unire le forze dei movimenti»

Melania Rea: sesso, droga e Afghanistan - Articolotre

Melania Rea: sesso, droga e Afghanistan 
Articolotre 
Altra ipotesi è quella sostenuta dal pm romano Paolo Ferraro: Melania Rea vittima di un esperimento militare. Il teatro è un complesso di appartamenti ...

Melania Rea ultime notizie, esiste una setta satanica nell’ambiente militare?

Melania Rea ultime notizie, esiste una setta satanica nell’ambiente militare?

http://www.ultimenotizieflash.com/2011/06/13/melania-rea-ultime-notizie-esiste-una-setta-satanica-nellambiente-militare/

Il Piave - Il Caso FERRARO

Il Piave - Il Caso FERRARO

Melania Rea e gli intrecci tra massoneria deviata e satanismo | ArticoloTre - Quotidiano online i...

Melania Rea e gli intrecci tra massoneria deviata e satanismo | ArticoloTre - Quotidiano online indipendente e di inchiesta

http://www.articolotre.com/2012/07/melania-rea-e-gli-intrecci-tra-massoneria-deviata-e-satanismo/100402

UNIONE POSSIBILE E NECESSARIA Beppe Grillo, Avv. Alfonso Marra, Roberto Fiore, Fernando Rossi, Ri...

UNIONE POSSIBILE E NECESSARIA

Beppe Grillo, Avv. Alfonso Marra, Roberto Fiore, Fernando Rossi, Rizzo , e altri e movimenti di cittadinanza ed associazioni di base , ci state o dobbiamo perdere un'altra  chance ?!

CDD UNIONE on Vimeo
Paolo D’Arpini: Servizi deviati all'opera - Il caso di Paolo Ferraro

Paolo D’Arpini: Servizi deviati all'opera - Il caso di Paolo Ferraro

http://paolodarpini.blogspot.it/2013/08/servizi-deviati-allopera-il-caso-di.html

Paolo Ferraro: non toccate! Se quest'uomo è pazzo, lo sono anch'io e tutti quelli che hanno il co...

Paolo Ferraro: non toccate! Se quest'uomo è pazzo, lo sono anch'io e tutti quelli che hanno il coraggio di dire tutta la Verità

http://escogitur.wordpress.com/2013/03/04/paolo-ferraro-non-toccate-se-questuomo-e-pazzo-lo-sono-anchio-e-tutti-quelli-che-hanno-il-coraggio-di-dire-la-verita/

LA GRANDE DISCOVERY CDD ter Comitato Difendiamo la Democrazia: LA SUPER GLADIO a variante cromati...

LA GRANDE DISCOVERY CDD ter Comitato Difendiamo la Democrazia: LA SUPER GLADIO a variante cromatica rosso bruna e la deviazione della legalità e della democrazia nello Stato Italiano

 

http://wwwpaoloferrarocdddiscovery.blogspot.it/2013/08/la-super-gladio-variante-cromatica.html

Omicidio Melania Rea e la pista della massoneria - PrimaDaNoi.it
Carmela Rea - Spuntano piste sataniche, di droga e di Trans - ANCONA OGGI NOTIZIE
La droga afghana uccise Melania Rea. Un libro choc riapre il caso Parolisi - Affaritaliani.it
Sesso, droga e Afghanistan

Sesso, droga e Afghanistan. IL CASO PAROLISI . 

http://byebyeunclesam.wordpress.com/2013/08/10/sesso-droga-e-afghanistan/

Intervista a Paolo Ferraro, magistrato sospeso misteriosamente dal Csm
SOS Mondo: Paolo Ferraro : PEDOFILIA ESOTERISMO, MILITARI, CASTE DEVIATE , PROFESSIONISTI POLITIC...
SOS Mondo: Paolo Ferraro : PEDOFILIA ESOTERISMO, MILITARI, CASTE DEVIATE , PROFESSIONISTI POLITICI E ALTROFrom paoloferrarocdd.wordpress.com (via@PaoloFerraroCDD) - Today, 7:03 PM
See on Scoop.it - CDD INFORMAZIONE ECONOMIAPaolo Ferraro Due's insight:Sapete anche che Pietro Saviotti , trenta anni di storia della Procura di Roma in materia di reati contro la Personalit&agrave...
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEM...
From www.scoop.it (via@PaoloFerraroCDD) - August 1, 11:36 AM
Paolo Ferraro Due's insight: " Mentre mafia n'drangheta e camorra, variamente legate al territorio, ab origine, hanno investito nella storia in autorevolezza, autorità criminale e indotto, di fatto allo scoperto, omertà e paura, occorreva far...
Paolo Ferraro a Rai Parlamento Elezioni 2013 spiega i VERI motivi della crisi

Il PM Ferraro, ospite di Rai Parlamento, spiega i veri motivi della crisi e il giornalista prende subito le distanze dicendo "Naturalmente lei si prende la r...

PerChiunqueHaCompreso: PAOLO FERRARO: MAIL AI MAGISTRATI ITALIANI
From paoloferrarocdd.tumblr.com (via@PaoloFerraroCDD) - August 2, 5:43 PM
“See on Scoop.it – CDD INFORMAZIONE ECONOMIA
Paolo Ferraro Due‘s insight: Vi chiedo oggi di prendere posizione collettiva , di impedire che la deviazione ed il controllo interni siano gestiti per...
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: Ai magistrati italiani . Lettera aperta
From paoloferrarocdd.wordpress.com(via @PaoloFerraroCDD) - August 2, 5:48 PM
See on Scoop.it - CDD INFORMAZIONE ECONOMIAPaolo Ferraro Due's insight:CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: Ai magistrati italiani .
tavistock psichiatria deviata, profili, omicidi piu' o meno illustri | cdd ...
From paoloferrarocdd1.blogspot.com - August 2, 11:30 AM
Paolo Ferraro. Luigi Cancrini cofondatore e attuale presidente del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale ha avuto fin dall'inizio regolari rapporti di scambio culturale e di ricerca con tutti i più importanti Istituti di ...
TAVISTOCK PSICHIATRIA DEVIATA, PROFILI, OMICIDI PIU' O ...
From paoloferrarocddgrandediscoverydue.blogspot.com - August 2, 10:45 AM
Il Tavistock Institute ha influenzato e influenza tuttora, sia direttamente che indirettamente e in tale profondità, la nostra vita. Tutte le tecniche del modello Tavistock hanno un unico scopo: stroncare la forza psicologica di un ...
Paolo Ferraro: Il fallimento della rosacrocianizzazione della supergladio. Esoterismo culti simbo...

Paolo Ferraro: Il fallimento della rosacrocianizzazione<wbr></wbr> della supergladio. Esoterismo culti simbolismo e magia nudi come il Re.

www.paoloferrarocdd.blogspot.it

54 INtervista a Paolo Ferraro quando la zanzara con il suo fastidiante rumore fà publicità progres

54 INtervista a Paolo Ferraro quando la zanzara con il suo fastidiante rumore fà publicità progresso

From cddpsichiatriaepsicologiadeviate.blogspot.com

From cddpsichiatriaepsicologiadeviate.blogspot.com 

 From partitoviola.wordpress.com (via @davidpaparo) - August 10, 10:28 AM
Official Blog (per Lino) (RT @PaoloFerraroCDD: Intervista a Paolo Ferraro: il Nuovo Ordine Mondialehttp://t.co/XQaKXxtLvI


tavistock psichiatria deviata, profili, omicidi piu' o meno illustri | cdd ...

Il Tavistock Institute ha influenzato e influenza tuttora, sia direttamente che indirettamente e in tale profondità, la nostra vita. Tutte le tecniche del modello Tavistock hanno un unico scopo: stroncare la forza psicologica di un ...

From cddpsichiatriaepsicologiadeviate.blogspot.com 

Melania Rea: sesso, droga e Afghanistan - Articolotre
Melania Rea: sesso, droga e Afghanistan | ArticoloTre - Quotidiano online indipendente e di inchi...

Altra ipotesi è quella sostenuta dal pm romano Paolo Ferraro: Melania Rea vittima di un esperimento militare. Il teatro è un complesso di appartamenti riservati ai militari, alla Cecchignola. Ferraro si rende conto che in quegli appartamenti avvengono fatti strani e attiva un’attività investigativa per capire che cosa realmente avvenga.

 

Ferraro produce 50 registrazioni e scopre che alcuni ufficiali, approfittando dell’assenza della padrona di casa, peraltro compagna del magistrato, entrano in un appartamento e, seguendo un rituale,  appena entrati pronunciano frasi in grado di cambiare in modo radicale il comportamento di chi vive in quelle stanze. «La donna non è più un essere umano ma diventa un oggetto a cui poter far fare qualsiasi nefandezza, un oggetto che passato "il momento" non ricorderà neppure più quanto le è accaduto...... "


http://www.articolotre.com/2013/08/melania-rea-sesso-droga-e-afghanistan/195764
Quello che non ci viene detto!: melania rea

" Di questo ne è sempre stato convinto il magistrato Paolo Ferraro. Nel 2008 il magistrato lavora a Roma e s'innamora dell'ex moglie di un graduato. Si frequentano e spesso Paolo va a trovarla a casa, alla Cecchignola, un complesso di appartamenti civili riservati alle famiglie dei militari. Presto si convince che la sua compagna è in pericolo e crede che l'unico modo per scoprire cosa sta avvenendo in quella casa, in cui erano presenti anche bambini, è attivare una registrazione che gli sveli il motivo dello strano comportamento e della sofferenza presente sempre più frequentemente nella donna. Produce 50 registrazioni e scopre che, in sua assenza, gli "ufficiali" entrano in casa della donna e non appena all'interno pronunciano frasi in grado di cambiare in modo radicale il comportamento di chi vive in quell'appartamento. «La donna non è più un essere umano ma diventa un oggetto a cui poter far fare qualsiasi nefandezza, un oggetto che passato "il momento" non ricorderà neppure più quanto le è accaduto. Le resterà la sofferenza ma non la memoria, quelle parole cadenzate infatti contengono il codice segreto che apre e rovescia la sua coscienza» racconta in un'intervista il magistrato. Ferraro avvisa la magistratura ma la risposta ....  "

http://tenutonascosto.blogspot.it/2013/08/melania-rea.html

Melania Rea: droga e affari sporchi si aggiungono alla morte della donna

Melania e la Cecchignola

Melania Rea sarebbe stata vittima di un esperimento militare. Di questo ne è sempre stato convinto il magistrato Paolo Ferraro. Nel 2008 il magistrato lavora a Roma e s'innamora dell'ex moglie di un graduato. Si frequentano e spesso Paolo va a trovarla a casa, alla Cecchignola, un complesso di appartamenti civili riservati alle famiglie dei militari. Presto si convince che la sua compagna è in pericolo e crede che l'unico modo per scoprire cosa sta avvenendo in quella casa, in cui erano presenti anche bambini, è attivare una registrazione che gli sveli il motivo dello strano comportamento e della sofferenza presente sempre più frequentemente nella donna. Produce 50 registrazioni 

http://www.zonedombratv.it/news/1037-melania-rea-droga-e-affari-sporchi-si-aggiungono-alla-morte-della-donna

Melania Rea: droga e affari sporchi si aggiungono alla morte della donna

Due giornalisti Alessandro De Pascale e Antonio Parisi, tornano sull'omicidio di Melania Rea con il libro "Il caso Parolisi. Sesso, droga e Afghanistan", (Imprimatur editore). Dietro all'orrendo assassinio della giovane mamma di Somma Vesuviana (Napoli), che ha sconvolto l'Italia nel 2011, si potrebbero nascondere verità sommerse, una pista che dalle Marche condurrebbe all'Afghanistan e ai suoi campi di papaveri.

Per capire se la morte di Melania possa essere il frutto di una vendetta contro il marito - magari a conoscenza di segreti inconfessabili acquisiti durante la sua missione militare in Afghanistan - i giornalisti De Pascale e Parisi sono andati a investigare nel Paese asiatico. Un filo rosso, infatti, collegherebbe l'attività militare dell'allora caporal maggiore Parolisi, la camorra, il traffico internazionale di stupefacenti, alcuni componenti dei contingenti Isaf della Nato schierati nel Paese dell'Asia centrale e la tragica fine di una giovane mamma. Questo libro lo ripercorre. Il corpo di Melania, trafitto da numerose coltellate, fu rinvenuto

http://www.zonedombratv.it/news/1037-melania-rea-droga-e-affari-sporchi-si-aggiungono-alla-morte-della-donna

Qualcuno lo sa che l'italia finirà di esistere tra un anno e cinque mesi? - I fatti e le opinioni...

Qualcuno lo sa che l'italia finirà di esistere tra un anno e cinque mesi? -

Le origini di Tavistock, Luciano Gianazza

Le origini di Tavistock, Luciano Gianazza

paolo ferraro on Veengle
il caso paolo ferraro
il caso paolo ferraro

http://paoloferrarocdd.blogspot.it/

SOS Mondo: Paolo Ferraro : PEDOFILIA ESOTERISMO, MILITARI, CASTE DEVIATE , PROFESSIONISTI POLITIC...
Sapete anche che Pietro Saviotti , trenta anni di storia della Procura di Roma in materia di reati contro la Personalità dello Stato , ebbe a morire di infarto il 7 Gennaio 2012. Ma non sapevate bene , o non vi avete fatto sufficiente caso, che Stefano Pesci e Nello Rossi, in un dialogo serale , nella stanza di Nello Rossi, nel settembre 2010 ( prima della mia controoffensiva ) fecero, il primo al secondo, allusioni pesanti negative su Pietro Saviotti . con avallo implicito cercato nel Nello Rossi. Allora pensai "lo vogliono scaricare"e mi chiesi che cosa di sgradito avesse potuto fare o dire . Ma ero intento a cercare di capire , "coperto" e ancora mi sfuggivano alcuni passaggi. .L'invito è a leggere quindi non solo il MEMORIALE , la MEMORIA ed ascoltare e valutare Brogliacci con audio della Cecchignola ed audio video su yutube con didascalie, ma anche i POST 4 e 5 della GRANDEDICOVERY, compulsando sino in fondo le due memorie al CSM del 9 ottobre e del 3 novembre 2012, che stanno per essere nuovamente pubblicate -http://paoloferrarocdd.blogspot.it/ ;
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: Ai magistrati italiani . Lettera aperta

CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: Ai magistrati italiani . Lettera aperta 

http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/06/ai-magistrati-italiani-lettera-aperta.html

PerChiunqueHaCompreso: PAOLO FERRARO: MAIL AI MAGISTRATI ITALIANI 
Vi chiedo oggi di prendere posizione collettiva , di impedire che la deviazione ed il controllo interni siano gestiti per coprire, e di individuare e isolare cordate che stanno deviando la legittimità autorevolezza e immagine della magistratura . LO chiedo per voi e per il paese, non per me .Ciò è possibile fare semplicemente creando, se lo riterrete, un documento di analisi delle vicende che valutate e potete approfonditamente giudicare , interne alla magistratura , potete chiedere a magistrati esperti e non deviati delle Procure e che conoscono tecniche modalità ed antefatti storici di questi moduli di esercizio del potere a voi estranei . E se chiedete ai magistrati coinvolti , o a magistrati loro limitrofi, leggete prima per valutare ciò che di superficiale deviato e disinformante vi verrà raccontato .Non vi chiedo nulla che mi riguardi personalmente , in quanto , solo cercando su INTERNET avrete il quadro della dimensione di ciò che si stà muovendo a partire dalla mia denuncia pubblica, ascoltata in Procure non controllate , sì, NON controllate .Attivate secondo la Costituzione, la vostra coscienza di magistrati appartenenti ad un paese democratico e bloccate una pesante infiltrazione , gestita da potenti già figli di o nipoti di potenti , il cui nome e cognome conoscete . Essi hanno acquisto un cospicuo potere di condizionamento controllo e pressione, in silenzio costruito tessendo, lo gestiscono capillarmente, ma non sono affatto onnipotenti . Fatelo ora , prima che tutto emerga o che accada a voi e ve ne sono già tante di vittime interne , ma vìa voi non viene fatto sapere . Fatelo, confrontandovi , non credete a pettegole disinformazioni, e manovre depistanti denigratorie e diffamatorie . Esse sono il pane quotidiano di un manipolo deviato, che ha inteso colpire uno di voi ( le cui qualità professionali, aspettative di ruolo e contributo organizzativo restano sanciti ) quando hanno intuito quanto e cosa avesse capito e si stesse preparando a provare .Come arguirete , vi sono elementi che indicano a monte altre condotte e fatti ben difficili da mistificare: se non contando sulla assenza di informazioni, sul pressapochismo, sulla difficoltà ad approfondire , sulla timidezza, sulla paura e sul ricatto implicito od infine esplicito, infine sulla aparteneza benevolenza e condivisione di cordata . Noi magistrati non possiamo coltivare queste “attitudini “ care a chi vuole una magistratura asservita e controllata, non dall'esterno, ma ( fatto ben più temibile e grave ) dall'interno .
PAOLO FERRARO
http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/06/ai-magistrati-italiani-lettera-aperta.html
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: IL FALLIMENTO DELLA ROSACROCIANIZZAZIONE ...
" Mentre mafia n'drangheta e camorra, variamente legate al territorio, ab origine,  hanno investito nella storia in autorevolezza, autorità criminale e indotto, di fatto allo scoperto,  omertà e paura,  occorreva far quadrare il cerchio per una nuova concreta ORGANIZZAZIONE SEGRETA,  allocata a livelli di casta e di apparati deviati organicamente collegati a livello internazionale . Ampliata scientificamente la pista del terrore con programmate e patologiche attività criminali, anche per depistare le stesse, occorreva amplificare e gestire al contempo  il mito della Grande organizzazione esoterica e della sua simbologia verso l'esterno. Verso l'interno questo era già funzionale a deliroidizzare gli adepti magari convinti di agire per fini ( anche) ultraterreni, ovviamente nei settori coperti e più deviati della struttura.
Ad oggi possiamo affermare, senza paura di smentita,  che LA ROSACROCIANIZZAZIONE DELLA SUPER GLADIO è OPERAZIONE FALLITA mentre l'uso invertito del diritto e la piattaforma criminale di accesso ai gangli  dello Stato è scoperta ". http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/08/il-fallimento-della-rosacrocianizzazion.html
Carabinieri d'Italia Magazine - «SETTA SATANICA IN AMBITO MILITARE»

Carabinieri d'Italia Magazine - «SETTA SATANICA IN AMBITO MILITARE»

I quattro moschettieri della apocalisse D'ARTAGNAN, PORTHOS, ATHOS ed ARAMIS e Un processo folle

I QUATTRO MOSCHETTIERI DELL'APOCALISSE . D'ARTAGNAN, PORTHOS, ATHOS ed ARAMIS e UN PROCESSO " FOLLE " . Roma, 16 maggio 2013. I poteri forti hanno deciso di imbavagliare…

https://vimeo.com/channels/481376/66495005

Children Protection World Onlus
PROFESSIONISTI POLITI E ALTRO NELLA INDAGINE “FIORI NEL FANGO” ( infangata essa ) e la GRANDEDISCOVERY .  UN INTRECCIO TUTTO SCIOLTO ED UNA RINCORSA DISPERATA.   LA PROCURA DI ROMA SAPEVA TUTTO,  MENTRE TENTAVA DI COPRIRE QUELLO CHE ERA STATO FATTO A PAOLO FERRARO E QUELLO CHE AVEVA ANCHE DI ULTERIORE SCOPERTO PAOLO FERRARO .www.paoloferrarocdd.blogspot.it 
°HACK YOUR MIND°: La vita nascosta di Marilyn Monroe, Il controllo mentale di Hollywood - CAPITOLO 1

 °HACK YOUR MIND°e con l'occasione ve lo volete sentire anche " dai apri i pacchi " o nò ?!!? Guardate che io per questi clippini rischio vita palle e cervello ( che melo vorrebbero friggere . La partita dell'irretimento e dello spaccio diffuso di stupefaventi enteoizzanti e dualizzanti è un TEMA fondamentale ( niente affatto trascurato da apparati militari servizi criminalità utilizzate etc etc .. e gestito su vasta scala a "pacchi "https://soundcloud.com/paolo-cdd-ferraro/42-non-cho-avuto-tempo-s

che dopo bastano anche solo i comandi ed i contesti .. dopo la lunga preparazione ed il trattamento ..https://soundcloud.com/paolo-cdd-ferraro/17-in-paradise-ah-bedelta-dai/s-5gyX5 ;

L'obbedienza e' la piu' subdola delle tentazioni: Paolo Ferraro: “Lo stato sociale, la magistratu...

Paolo Ferraro: “Lo stato sociale, la magistratura, la psichiatria e il cavallo di troia”

Bambino di 7 anni in "manicomio" per "salvare" suora accusata di pedofilia

FERMIAMO LE DERIVE CRIMINALI. Brescia - Alcuni giorni fa i membri del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani e di Pronto Soccorso Famiglia sono stati contattati da una mamma disperata a causa del ricovero "coatto" del figlio di soli sette anni nel reparto psichiatrico dell’ospedale di Brescia. L’avvocato Francesco Miraglia del foro di Modena ha depositato oggi il mandato per riaprire il caso sull’episodio di pedofilia riferito dal bambino nei confronti di una suora di un asilo di Brescia, per fare luce sul comportamento delle istituzioni sociali e sanitarie locali e soprattutto per restituire il bambino alla sua famiglia

http://www.ccdu.org/comunicati/bambino-7-anni-manicomio

Ecco come ascolti e telecamere inchiodarono ottanta pedofili

Dania Manti  «Utilizzammo per la prima volta in un’indagine di pedofilia il metodo mutuato dalle indagini contro il traffico e lo spaccio di stupefacenti. Attaccammo telefoni a campione, sulla base di sospetti, attenti a non violare la privacy. In alcuni posti che dalle telefonate risultarono essere sensibili decidemmo di piazzare le telecamere. I risultati furono sconvolgenti. Lo dico ancora oggi».

http://www.unita.it/italia/ecco-come-ascolti-e-telecamere-inchiodarono-ottanta-pedofili-1.37440

Banda di pedofili, in cella anche medico miliardario
Banda di pedofili, in cella anche medico miliardarioIncastrato dalle sue vittime: dava ai ragazzi due milioni per un incontro. Nel mirino altri professionisti. "Ci drogava, poi tanti regali: macchine, orologi, moto e telefonini" " Il braccio armato, «Brigata pretoriana», doveva servire per azioni sovversive contro i nemici della pedofilia: magistrati, forze dell' ordine e sacerdoti I VERBALI «Ci drogava, poi tanti regali: macchine, orologi, moto e telefonini» ROMA " 

Roma, Riccardo Sperone è il settimo arrestato nell' ambito dell' inchiesta. Il legale: sta male, aveva cominciato a disintossicarsi dagli stupefacenti Banda di pedofili, in cella anche medico miliardario Incastrato dalle sue vittime: dava ai ragazzi due milioni per un incontro. Nel mirino altri professionisti ROMA - Il settimo arresto nell' inchiesta sulla pedofilia è quello più eclatante. Riccardo Sperone, medico plurimiliardario diventato ricco con le convenzioni pubbliche che hanno ricoperto d' oro i suoi noti centri diagnostici romani, è stato ammanettato ieri a mezzogiorno. I carabinieri lo hanno bloccato mentre era alla guida della sua Bmw da 150 milioni. «Era stordito, ma non ha detto nemmeno una parola», ha raccontato il sottufficiale che gli ha consegnato l' ordine di custodia cautelare firmato dal giudice per le indagini preliminari Fabrizio Gentili. Sperone è accusato di corruzione di minorenni, cessione di sostanze stupefacenti, induzione e sfruttamento della prostituzione. Imputazioni pesantissime. Ma l' indagine non è finita: sembra che il medico organizzasse festini con colleghi. Alcuni sarebbero stati già individuati ed i loro nomi iscritti sul registro degli indagati. Con l' arresto di Sperone, gli inquirenti ora sono convinti di aver raccolto elementi decisivi per chiudere il cerchio attorno ai principali esponenti della banda di pedofili che era riuscita addirittura a mettere le mani sulle liste degli studenti custodite al ministero della Pubblica Istruzione. In carcere, oltre al medico, ci sono adesso l' ex poliziotto Roberto Marino, l' ex carabiniere Giuseppe Buonviso ed Andrea Lavalle (reclutatori dei ragazzini), il bidello della scuola Don Luigi Rinaldi Franco Scoppetti (nelle aule deserte, di notte, venivano girati filmini hard e scattate foto oseè), Andrea Salvatucci (il «factotum» del medico, soprannominato «Andreina») e C.R., il pensionato che aveva consegnato i suoi due figli all' organizzazione per farli prostituire. Ad incastrare il medico sono stati gli interrogatori degli ultimi giorni del pubblico ministero Maria Monteleone: al Palazzo di Giustizia sono sfilati decine di ragazzi. Tutti pronti a raccontare come e dove fossero stati «ingaggiati», quando avevano conosciuto il «dottore», quanto fosse stato generoso con chi di loro era diventato un habituè delle sue «alcove». I minorenni hanno confessato di aver ricevuto fino a due milioni per un incontro hard e tanti, costosi regali: orologi e telefoni alla moda, motorini e perfino macchine. E hanno aggiunto che Sperone li convinceva con le buone o le cattive a sottostare ai suoi desideri erotici: se non dicevano di no a nulla, venivano ricompensati con una montagna di denaro. Altrimenti, il medico ricorreva alla cocaina, li drogava per renderli «malleabili». Era il momento atteso dai militari del Comando Provinciale dei colonnelli Baldassare Favara e Vittorio Tomasone dall' autunno dello scorso anno: avevano raccolto tante voci, tanti racconti più o meno dettagliati su questo misterioso medico a cui la banda finita in cella dieci giorni fa forniva giovani adescati con i metodi più disparati. Ma contro di lui non c' erano prove, solo qualche foto sfocata sequestrata alla gang. Le agghiaccianti confessioni dei bambini hanno convinto i magistrati della necessità di chiuderlo a Regina Coeli per evitare che le violenze continuassero. Il difensore, Mariano Buratti, sostiene però che è malato: «Ha un forte esurimento nervoso, non riesce nemmeno a camminare. Stava cercando di disintossicarsi dagli stupefacenti, deve essere aiutato». Flavio Haver Dalla denuncia agli arresti: tutti i punti della vicenda L' INCHIESTA Era partita lo scorso settembre dopo le dichiarazioni di una madre. Sono sette le persone arrestate, e dieci gli indagati, tra i quali altri medici, uno psicologo, il proprietario di alcune discoteche, e ad altri professionisti L' IDEOLOGO E' un ex poliziotto di 37 anni. Lavorava da due anni al Provveditorato agli studi come consulente informatico. È in carcere da ottobre. Ha sempre negato di avere mai violentato dei bambini I TESTIMONI I bambini coinvolti nel «giro» di pedofili sarebbero 128, quelli «schedati» trentamila. I minori stanno testimoniando, e avrebbero fornito riscontri alle accuse raccolte dalla Procura di Roma. Alcuni di questi ragazzi avrebbero confermato di aver subito violenze LA CACCIA Le vittime venivano definite «selvaggina», e venivano trovate in sale giochi, campi da calcio, discoteche, parchi. Per avere rapporti con loro, i componenti della banda le portavano in scuole chiuse, oppure in case isolate acusticamente LA TEORIA L' ex poliziotto aveva elaborato in una serie di scritti le sue teorie sulla pedofilia, e aveva fondato un movimento chiamato «Fronte di liberazione dei pedofili». Il braccio armato, «Brigata pretoriana», doveva servire per azioni sovversive contro i nemici della pedofilia: magistrati, forze dell' ordine e sacerdoti I VERBALI «Ci drogava, poi tanti regali: macchine, orologi, moto e telefonini» ROMA - Un grande letto matrimoniale, specchi enormi alle pareti, pouf e divanetti sparsi un po' ovunque. E' una delle «stanze dell' amore» dove Riccardo Sperone riceveva le sue giovani vittime. Una camera «riservata» all' interno della sua splendida dimora sulla Flaminia. Qui il medico organizzava festini a base di sesso e cocaina. A lui il suo assistente Andrea Salvatucci riservava «le prede migliori». Le adescava nelle sale giochi poi prometteva soldi e regali per convincerli a seguirlo nelle case di cura, ma anche nella villa di Roma o in quella di Lavinio. Sceglieva i ragazzi che gli sembravano più disponibili e non faticava molto a trovare l' accordo. La prima ad accusare Sperone è A.S., la madre che con la sua denuncia ha fatto partire l' inchiesta. «Mio figlio mi ha raccontato che Andrea La Valle lo aveva accompagnato da un facoltoso medico che una volta gli aveva dato 800.000 lire per una prestazione sessuale». Il giovane all' inizio non conferma. «Ho paura - dice alla mamma - perché se racconto certe cose mi portano via da casa. In questa storia sono coinvolte altre persone e io non voglio accusarle». La donna lo rassicura e lo convince a parlare con i carabinieri. L. fa nome e cognome. Scattano pedinamenti e intercettazioni. Quando l' ex poliziotto Roberto Marino finisce in carcere arriva un nuovo riscontro. «Una volta - afferma - mi sono appostato fuori dalla clinica e ho visto alcuni giovani entrare. Il primo a raccontarmi del medico è stato L. (il figlio di A.S., ndr). Mi ha detto che aveva avuto rapporti sessuali con lui. So che spesso si cospargeva di cocaina e poi costringeva i ragazzi a prenderla con la bocca». Cominciano nuovi accertamenti alla ricerca di altri riscontri. Vengono rintracciate le vittime. Un giovane ammette di aver frequentato abitualmente il dottore. «Andavo spesso da lui e mi faceva molti regali. Telefoni cellulari, scarpe, orologi, una moto. Una volta mi ha dato addirittura una macchina usata. Quando ci incontravamo con lui c' erano molta cocaina e molto champagne. Lui voleva che prendissimo la droga, diceva che saremmo stati molto meglio». La scorsa settimana, quando scattano le manette per i presunti pedofili, sono decine i ragazzi che si presentano in procura o dai carabinieri guidati dal capitano Manzi. Raccontano violenze e abusi, parlano degli adescamenti e dei rapporti che avevano con il gruppo guidato da Marino. Molti fanno riferimento al medico. «Da lui - dicono - ci portava Salvatucci, che noi conoscevamo con il soprannome di Andreina. Il dottore è un uomo ricco e potente». La linea della procura è quella di sollecitare gli arresti soltanto in presenza di prove inattaccabili. «Mai come in questa indagine - hanno detto più volte i magistrati - abbiamo avuto tanti riscontri». Di fronte a verbali così precisi, il publico ministero Maria Monteleone decide di firmare una richiesta di custodia cautelare anche per Sperone. Lunedì arriva il via libera del gip Fabrizio Gentili. «L' indagato - si legge nell' ordinanza - ha una spiccata capacità criminale e la sua allarmante pericolosità sociale si può desumere dalla natura dei fatti contestati. Sperone è un uomo dalla totale mancanza di scrupoli e di senso morale che non ha esitato a costringere giovanissimi al consumo di stupefacenti per soddisfare i propri desideri sessuali». Gentili si sofferma anche sul pericolo di fuga, ma soprattutto sul rischio di inquinamento delle prove. «E' presumibile - scrive - che, visti gli sviluppi dell' indagine, Sperone non esiti a intimidire le vittime per convincerle a rendere versioni compiacenti». In questa inchiesta è già successo. Il figlio di C.R., l' uomo arrestato con l' accusa di aver violentato i suoi due ragazzi e di averli costretti a prostituirsi, si è presentato spontaneamente in procura per difendere suo padre. «Avete sbagliato tutto - ha detto - lui non c' entra niente. Non ha mai fatto nulla di male né a me né a mio fratello più piccolo». Sono cinquecento i Cd rom pieni di immagini e filmini sequestrati dai carabinieri. Migliaia le istantanee dei ragazzini in pose hard archiviate da Marino nel suo computer. Molte sono state sequestrate anche a casa di Andrea Salvatucci, il segretario di Sperone. In una si vede l' uomo che sniffa cocaina insieme ad alcuni ragazzini. La famiglia del medico aveva capito da tempo che qualcosa non andava. Più volte avevano cercato di farlo ricoverare, ma senza successo. L' uomo proseguiva la sua vita sregolata, continuava a organizzare festini e vacanze con minorenni. Ma la scorsa settimana, dopo gli arresti degli altri pedofili, si è precipitato dal suo avvocato Mariano Buratti e poi ha chiesto ai magistrati di essere interrogato. «Ho appreso da notizie di stampa di essere indagato. Sono a disposizione per illustrare ogni circostanza atta a chiarire la mia assoluta estraneità a reati così gravi e infamanti». Nessuno l' ha chiamato. Quando la richiesta è arrivata in procura, per lui era già stata firmata l' ordinanza che ne disponeva il trasferimento a Regina Coeli. Fiorenza Sarzanini

http://archiviostorico.corriere.it/2001/maggio/30/Banda_pedofili_cella_anche_medico_co_0_0105306391.shtml
Pedofilia, coinvolti anche 5 sottufficialiNell'inchiesta che ha p ortato all'emissione di 32 ordi...
Pedofilia, coinvolti anche 5 sottufficialiNell'inchiesta che ha p ortato all'emissione di 32 ordinanze di custodia cautelare implic ati anche professionisti

di Dora Marchi

L'INCHIESTA sul giro di pedofilia a Roma che ha portato all'emissione di 32 ordinanze di custodia cautelare, coinvolge anche cinque militari. Secondo quanto si è appreso, non si tratterebbe di militari di leva ma di sottufficiali. In particolare tre apparterrebbero all'Aeronautica Militare e due all'Esercito Italiano, uno dei quali sarebbe in servizio alla Cecchignola, la cittadella militare a Sud della capitale. L'inchiesta, denominata «Fiori nel fango 2», condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Roma, diretta da Alberto Intini, e in particolare dalla IV Sezione, diretta da Dania Manti, è stata coordinata dal procuratore aggiunto Maria Cordova e dal pm Mirella Cervadoro della Procura di Roma. Investigatori e inquirenti mantengono il riserbo sui nomi e sulle professioni, si è tuttavia appreso che tra gli arrestati ci sarebbero due sacerdoti, e almeno un medico, un avvocato, un farmacista, un'insegnante. Oggi cominceranno gli interrogatori di garanzia delle persone chiuse in carcere, sei in un penitenziario romano, uno in quello di Agrigento. Delle 32 ordinanze di custodia ne sono state eseguite 31: una persona, destinataria di un provvedimento di custodia cautelare in carcere, è riuscita a sfuggire alla cattura e viene cercata attivamente. Le 24 persone agli arresti domiciliari saranno invece interrogate nei prossimi giorni. E intanto si apprende che una volta diventate «troppo vecchie» per i loro aguzzini, le giovani vittime di abusi avrebbero dovuto adoperarsi all'interno della comunità, per avvicinare i più piccoli ed avviarli alla prostituzione. Questo uno degli elementi emersi dalle intercettazioni svolte nell'ambito dell'inchiesta. Sempre dalle intercettazioni è venuto alla luce che i minori erano chiamati dai loro sfruttatori «fiori», in quanto «freschi», come «fiori di campo» che venivano scelti nel corso della «conta» che gli indagati avrebbero effettuato andando ad osservarli alla fontanella vicino alle loro abitazioni nel capo di via di Tor Fiscale, diventato, questo, secondo gli inquirenti, luogo di facile «approvvigionamento», a Porta Portese, a via Sannio, ai semafori, oppure da Mac Donald's, luogo di ritrovo dei minori che volevano così omologarsi ai loro coetani più fortunati. Secondo quanto riferito dai minori vittime di abusi, i piccoli venivano adescati anche all'uscita di supermercati dove chiedevano l'elemosina. In un caso un bambino incontrava i clienti nei pressi di un semaforo sul lungotevere all'altezza del ministero della Marina dove apparentemente stazionava per lavare i vetri delle vetture in transito. Qui i clienti lo contattavano per andare poco lontano a consumare rapporti sessuali in auto per poi riaccompagnarlo sul posto dove lo avevano prelevato.

 

8 November http://archiviostorico.unita.it/cgi-bin/highlightPdf.cgi?t=ebook&file=/golpdf/uni_2006_11.pdf/08RIIA.PDF&query=LUCIANA%20CIMINO

Marra: Ecco perché stanno per uccidere il PM Paolo Ferraro (ascolta l'audio dell'udienza di ieri ...

Ecco perché stanno per uccidere il PM Paolo Ferraro (ascolta l'audio dell'udienza di ieri 16.5.2013 per nominargli un amministratore di sostengo pur essendo egli sanissimo di mente)----- 

http://www.signoraggio.it/marra-ecco-perche-stanno-per-uccidere-il-pm-paolo-ferraro-ascolta-laudio-delludienza-di-ieri-16-5-2013-per-nominargli-un-amministratore-di-sostengo-pur-essendo-egli-sanissimo-di-mente/

 

 

È vero infatti che se venisse riconosciuta la sua d’altra parte palese sanità e venisse ripristinato nel suo ruolo di PM causerebbe un maxi processo in seguito al quale moltissimi magistrati e uomini di punta delle istituzioni italiane ed europee, del Governo, dell’esercito, dei media eccetera sarebbero travolti, e che i fatti, una volta sfondati i muri del silenzio della cosca mediatica, trasformerebbero la collettività in un’univoca moltitudine ruggente che li spazzerebbe via tutti.

Ma è vero anche che ormai non c’è più niente da fare: le cose sono state dette e troppi sono intenzionati a portarle avanti, a partite da me, e non possono ucciderci tutti.

Un troll pentito svela come la Ka$ta paga i provocatori online
Un troll pentito svela come la Ka$ta paga i provocatori online
Manifestazione a sostegno dell'ex Magistrato che ha denunciato massoneria e sette sataniche - Lo Sai

, per un uomo nel pieno possesso delle sue capacità di intendere e di volere, per un uomo capace di gestirsi e gestire, è un atto giuridico ridicolo, scandaloso e osceno. Tutto ciò per annichilire, distruggere e togliere la capacità di agire ad un magistrato onesto e devoto alla sua professione, rispettoso delle istituzioni ma scomodo agli apparati di potere deviati. Sostenere l’ex magistrato Paolo Ferraro significa difendere la democrazia e la legalità. La vostra presenza e partecipazione è importantissima

http://www.losai.eu/manifestazione-a-sostegno-dellex-magistrato-che-ha-denunciato-massoneria-e-sette-sataniche/

Volandocontrovento - il blog di Massimo Prati -: Melania Rea vittima di un esperimento militare. ...

A questo punto il magistrato si rivolge alla sua istituzione, alla magistratura, ma ciò che ottiene è un incendio intimidatorio appiccato al terrazzo di casa sua. Va in ufficio e parla ai colleghi ed ai superiori di quanto accaduto, vuole agire in fretta perché non c'è più tempo per aspettare, e nel giro di 20 ore ...

http://albatros-volandocontrovento.blogspot.it/2011/11/melania-rea-vittima-di-un-esperimento.html

LA MAGISTRATURA E IL CAVALLO DI TROIA.

Qualcuno avrebbe mai osato immaginare , da persona sana serena ed equilibrata , solo qualche decennio fà, che le nostre società occidentali ed in particolare l’”Italia” democratica, sarebbero state fatte slittare, lentamente, verso un finale modulo di Stato autoritario a dominio di ”casta” , usando anche la stessa piattaforma di espansione sociale dello Stato e la trama di diritti e doveri, per un dominio e controllo diffuso ?!?!

E anche solo tre anni fa, chi avrebbe potuto ipotizzare che l’iper-liberismo dell’era della crisi strutturale dell’occidente, una sicura pratica smascherata del potere economico finanziario puro, avrebbe potuto costituire, al contempo, lo specchietto che distrae persino i critici più impegnati dall’analizzare movimenti più profondi e una sotterranea eversione, articolata da tempo con altri strumenti ?!?!

Controllando la funzione giudiziaria dal suo interno (1) , e la stessa possibilità di prospettazione dei fatti e gli uomini nei luoghi sociali e di vita e segnatamente nelle famiglie ( 2 e 3), si sarebbe potuto realizzare e “conchiudere” il potere totalitario perfetto, sotto l’involucro democratico, apparente .

http://paoloferraro.wordpress.com/2013/05/08/la-magistratura-e-il-cavallo-di-troia/

Paolo Ferraro: Grande Discovery [Post1/12] Memoriale allegato alla denuncia del 7 Marzo 2011 depo...

Questo è il primo dei dodici post della grande discovery : una storia e vicenda che arriva a scardinare poteri forti e indicare metodologie attività e coperture e ruoli .. in progressione . Un contributo essenziale alla conoscenza collettiva nato tra il dicembre 2010 e marzo 2011 che si estenderà a sessanta anni di storia celata.

N. B. I FILE DELLA GRANDEDISCOVERY In FORMATI PDF E DOC ORDINATI CON NUMERO PROGESSIVO SONO ORA DISPONIBILI  IN RETE ALL’INDIRIZZO APPRESSO INDICATO :

 https://drive.google.com/folderview?id=0B7srLT3vW5caV1dJTkRZM0pQMTg&usp=sharing

MEMORIALE   CON ALLEGATI A CORREDO DENUNCIA, DEPOSITATO IL 7 MARZO 2011 presso la Procura Tribunale di Perugia ed integrato con annotazioni relative all’avvio della procedura in danno del dott. Ferraro Paolo per “dispensa dal servizio ”  .

  

Il memoriale è integrato con elementi, di storia, personali ( in note in calce .. nel blog ) , ma sempre riferiti alle consapevolezze dell’epoca ( 2008 2011) . Sino al marzo 2011 non sapevo che poco o nulla di massonerie, di esperimenti e pratiche militari, di progetto MK ULTRA e MONARCH, di svolta esoterica di uomini di apparato di sinistra ex comunista e di infiltrazioni massoniche sistematiche nell’esercito , nella magistratura, psichiatria , avvocatura e caste politiche etc . Non avevo molti ulteriori elementi concreti, addirittura “telefonicamente “ acquisti  di
recente , e acquisiti attraverso  approfondimento “tignosamente ” perseguito: tali elementi  per un verso portano all’ordine militare dei Cavalieri di Malta    e molto oltre sù sù per le caste ed entro la storia non resa nota,  mentre non sapevo che si potesse invadere la storia individuale di un “attenzionato “ con tecniche e strumenti a dir poco “sorprendenti” ma facilmente accertabili, solo attingendo le informazioni e cognizioni di secondo livello, nascoste alla opinione pubblica.  

CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: SIAMO AD UNA GRANDE SVOLTA EPOCALE . COPI...

Il grande capitalismo produttivo, ormai senza profitto nell'anziano mondo occidentale, e il grande capitalismo finanziario, che controlla il primo, scienza , politica e politici, esercito e classi borghesi dominanti, e poteri dello Stato, moneta e profitti finanziari superfetati, sono al punto di arrivo o di svolta di un percorso gestito per oltre 50 anni .

http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2011/12/utili-ed-inutili-idioti-analisi.html

MEMORIAE TRADERE. MASSONERIA, IL SERPENTE CHE STRISCIA NELLA CHIESA. VESCOVI E CARDINALI NELLE LI...
MEMORIAE TRADERE. MASSONERIA, IL SERPENTE CHE STRISCIA NELLA CHIESA. VESCOVI E CARDINALI NELLE LISTE DI MASSONI PUBBLICATE DAL GIORNALISTA MINO PECORELLI - di Pucci Cipriani

http://www.riscossacristiana.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2239%3Amemoriae-tradere-il-cancro-della-massoneria-nella-chiesa-di-pucci-cipriani&catid=53%3Astoria&Itemid=123 ;

Grecia, disastro umanitario: via dall’euro, o interviene l’Onu | Imola Oggi
Grecia, disastro umanitario: via dall’euro, o interviene l’Onu

http://www.imolaoggi.it/?p=43193&nbsp;

58 Paolo Ferraro Sovranità e cultura oltre le caste Padova 29 gennaio 2013

IL CANALE DEL CDD UNIONE PAOLO FERRARO su VIMEO http://vimeo.com/channels/481376  (http://t.co/867jHVCW1h IL CANALE DEL CDD UNIONE PAOLO FERRARO su VIMEO http://t.co/hG5epX3Gf9)...

Martinsicuro. Nuovo attentato incendiario ai danni dell’investigatore “scomodo” - PrimaDaNoi.it

Nuovo attentato incendiario ai danni dell’investigatore “scomodo” Spartaco Di Cicco. MARTINSICURO. 

Siamo al bis .. il chè potrebbe voler dire che stanno ancora indagando sul contesto ed anche alla luce delle mie deposizioni .. almeno in via di ipotesi .... ( e ovviamente quanto emerso dalle indagini della procura militare le ha nel frattempo suffragate, in parte cospicua, le mie deposizioni a Teramo, mentre la "pista camorristica " è con esse più che pienamente compatible ... ma persino con il fisic du rule dell'accompagnatore di Melania nel palazzo della Procura a Roma il 23 marzo 2011,  e vi è altro,  messo in mano agli inquirenti e  al nostro vero e stimato ufficiale di pg.

A novembre 2011 la sua auto venne data alle fiamme insieme a quella del giudice di Teramo, Marina Tommolini (il magistrato che a settembre ha condannato all'ergastolo Salvatore Parolisi). Dell'autore di quei roghi dolosi ancora oggi non c'e' traccia. Qualche giorno fa si e' ripetuta la stessa scena ma l'attentato incendiario non e' andato a buon fine, fortunatamente. Ad essere preso di mira e' stato, questa volta, solo il luogotenente Spartaco De Cicco, il sottufficiale del reparto operativo dei carabinieri di Teramo  - PrimaDaNoi.it | @scoopit http://t.co/Z2lLJUBA

 

LA ESISTENZA DI UN PROGETTO PIU' CONCRETO E DI UNA SPECIFICA ORGANIZZAZIONE SEGRETA CHE VENGONO DA LONTANO SONO STATE INDICATE COME LA RAGIONE PRIMA E ULTIMA DI TUTTA LA GRANDE DISCOVERY IN UN BLOG IN RETE . UN FATTO CHE MI HA COLTO DI SORPRESA . 

http://paoloferraro2.blogspot.com/2012/11/la-esistenza-di-un-progetto-piu.html ;

7. LA CORDATA “PAPE' … ALEPPE “ E IL CONTROLLO DI LEGALITA' INVERTITO DELLA ECONOMIA, DELLA INFORMAZIONE , DELLA SOCIETA' E DELLA FAMIGLIA.

http://paoloferraro2.blogspot.com/2012/11/8-la-cordata-pape-aleppe-e-il-controllo.html

La kafkiana vicenda del giudice Ferraro | Attualità | Rinascita.eu - Quotidiano di Sinistra N...
C’E’ UN GIUDICE A ROMA.La “oscura” vicenda del giudice Paolo Ferraro, “illuminata “ . UNA ORGANIZZAZIONE DI CASTA DEVIATA E SEGRETA :" UN GLADIO NEL VENTRE DELLA DEMOCRAZIA ". Forse calerà il sipario in maniera ridicola e tragica su una vicenda che ha dell’incredibile e che per certi versi sembra Kafkiana. Forse nò.Gli elementi di un feuilleton fin siecle ci sono tutti e il mix che ne deriva è davvero esplosivo. Cerchiamo di ripercorrere a grandi linee questa intricata quanto assurda vicenda iniziando dal principio.Tutto comincia quando negli anni settanta ci si deve schierare, si deve prendere una posizione netta, precisa, senza mezzi termini se si è in buona fede e se si crede che sia un dovere dare il proprio contributo grande o modesto che sia, per cambiare il mondo, combattere l’ingiustizia, lottare per la libertà e la dignità dell’uomo che in quanto tale è necessariamente soggetto di rispetto e di dignità.E Paolo Ferraro si schiera, sì come tanti seguendo quelle teorie che più sembravano voler poter dare all’umanità giustizia, uguaglianza libertà. Si identifica con la sinistra, con quella più radicale, più estremacon Lotta Continua, poi con il Manifesto, Partecipa alle manifestazioni, lotta, s’impegna scrive articoli infuocati ma mai banali, intelligenti cosa che lo pone sotto una certa luce più vivida e diversa. Ma ll nostro unisce lo spirito guerriero anche ad una profonda coscienza ed un alto senso del dovere: studia, con impegno, non va a rimorchio del “sei politico” non lo vuole, lo aborrisce, lo fugge vuole quello “che merita”, quello che la sua intelligenza viva e corposa può ottenere e rivendicare con orgoglio. Rivendica una formazione cristiano sociale e “marxiana” ed il senso di militanza culturale ed intellettuale : conoscere tutto ciò che l'opinione ufficiale e la conoscenza tecnica richiedono, a menadito, e sovrapporre ricerca libertà di pensiero approfondimenti e punti di vista alternativi con il metodo ed il rigore appresi sin dal liceo, grazie al suo professore Marcello Vigli, uno dei fondatori della rivista cattolica COM Nuovi Tempi.Si laurea in Giurisprudenza con media anche a pieni voti, lavora dall'età di 20 come impiegato pubblico, fà esperienze di sindacato, politiche, scrive su giornali, passa per gli uffici legislativi o legali di una parte dello Stato , continua a fare l'assistente in facoltà, poi fa il concorso in Magistratura, lo supera brillantemente senza spintarelle, raccomandazioni, raggiri o meriti di combattente e resistente ad oltranza.E qui, presa coscienza che il Magistrato è super partes e che deve applicare quanto la Costituzione di questa disgraziata, parolaia, smidollata ed anche insanguinata, Repubblica, e le sue leggi impongono : fù una scelta dicotomica e per lui anche dolorosa: fare il Magistrato e non fare più politica. Cioè mantenere sì le proprie posizioni ideologiche, ma svolgere in modo imparziale il proprio lavoro di rendere giustizia, anzi con una imparzialità fondata sui valori della costituzione, ancor più determinata e motivata .Nonostante la sua ”cristallina” militanza a sinistra che certamente non mette in discussione la sua fede politica, all’interno di Magistratura Democratica i suoi ex compagni non sono poi così solidali con lui e le sue prese di posizione non sempre sono seguite ed apprezzate, quasi vi fosse una differenza impalpabile ed a lui incomprensibile .Nel 1991 e 1992 Paolo Ferraro schierato accanto a Falcone eBorsellino , in uno scontro interno alla corrente dei magistrati, a lui allora parzialmente incomprensibile nelle sue ragioni profonde . Poi capirà e divulgherà in questo anno dal maggio in poi, la chiave di lettura “appresa” .Adesso immaginate quello che deve aver provato una persona di questa fatta quando, esperto in vari settori, anima riconosciuta per doti organizzative e di informatizzatore delle attività giudiziarie, da anni in conflitto con una area tanto lontana e avversa quanto apparentemente vicina, a cinquantatre anni , all’improvviso, scopre un nuovo mondo di nefandezze, di raggiri, di violenza e quel che peggio di applicazione di mezzi e sistemi di condizionamento e di riduzione di persone in uno stato di servaggio e schiavitù anche psichica. Come una voragine gli si aprono davanti chiavi di lettura e scenari grotteschi impensati, mentre da sempre criticava consapevolmente andazzi coperti e trasversalità , senza averne però colto il profondo ed occulto humus, ma per assenza di informazioni e conoscenze ( nascoste queste a tutti, esotericamente anche , ma in nome del segreto militare di Stato anche ).La sua ultima compagna di allora , che viveva in una palazzina all’interno della Cittadella della Cecchignola la sede di diversi e importanti Comandi militari dell’esercito italiano ma anche di civili abitazioni destinate ad ufficiali e sottoufficiali militari, era stata oggetto di una serie di trattamenti di condizionamento mentale esercitati attraverso alcuni programmi speciali studiati prima nei lager tedeschi e poi ulteriormente sviluppato e perfezionato dai servizi americani che di quei programmi si erano impossessati. Il giudice Ferraro, insospettito da strani movimenti che avvenivano nel condominio in cui era l'appartamento che condivideva con la compagna, e dopo aver sommato decine e decine di dubbi e rilevazioni di fatti e circostanza poco chiare ( che chiama ironicamente i cento indizi zero ) decise di procedere ad una serie di controlli attraverso la registrazione compiute con un computer portatile lasciato apposta acceso all'interno della abitazione in cui viveva nella Cecchignola con la compagna ed il figlio dodicenne di lei. Il risultato fu devastante: a precisi comandi vocali impartiti da alcune persone il soggetto si trasformava completamente e compiva atti e poneva in essere comportamenti davvero umanamente degradanti. In queste situazioni off limits venivano coinvolti, oltre ad altre persone anche dei minori su cui si consumavano degli atti di pedofilia e di violenza morale e fisica.E’ ben vero che la procedura usata ( registrazione ambientale ) non era conforme al dettato della legge, ma per il principio giuridico dell’urgenza e dell’urgenza che la situazione richiedeva i mezzi usati diventano, de iure, leciti ed ammissibili.Da magistrato prima, ma anche da persona cosciente e consapevole della responsabilità morale che doveva essere assunta, il dottor Ferraro si rivolse subito nel novembre del 2008 alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo che venisse aperto un procedimento e svolta un’indagine approfondita sui fatti da lui denunciati. Il comportamento della Procura fu molto più sconcertante: il consiglio di riposarsi e ricorrere ad assistenza, le prove fornite erano delle mere patologiche congetture, non sufficienti e molto indiziarie1. Contemporaneamente si faceva capire al magistrato che sarebbe stato meglio lasciar perdere “ togliti fuori da questa storia “ , in quanto in ballo venivano chiamate istituzioni assolutamente intoccabili come le Forze Armate e la stessa Magistratura.A questo punto le massonerie coinvolte nell’affaire, e che avevano trovato il modo per infilare il puro magistrato in una situazione da ricatto o addirittura tentavano di fargli fare inconsapevolmente il “cursus honorum “ dei poteri forti e deviati, per indurlo a passare da una altra parte rispetto ai suoi valori ed alla legalità costituzionale, cominciarono a cercare di eliminare il pericolo Paolo Ferraro “consapevole”, che nonostante tutto continuava coerentemente per la sua strada, senza paura e senza minimamente pensare di scendere a compromessi o peggio a mercanteggiare sulla questione.Viene occultamente accerchiato da psichiatra deviato, al cui ausilio era ricorso per “tutelare e salvare la donna della Cecchignola ed il bambino “ , mentre una ridda di rapporti di mistificazione e nascosta relazione si intessono tra alcuni parenti che scoprirà vicini od avvicinati da queste aree deviate, una moglie separata e fattagli conoscere dall'ambiente della Procura, anche essa imparentata e legata a poteri forti di colleganza internazionale ( ma lui scherzosamente chiosa ancor oggi “ a me Lucio sembrava un giuggiolone professore universitario sciapito e troppo didascalico “ ), mentre le fortune sospette del ricco fratello avvocato, da sempre oggetto di suoi strali, privi di acrimonia, ed allontanamento cautelativo, gli sarebbero esplose innanzi nella loro evidente “matrice “.Dopo tutta una serie di intimidazioni implicite e non, un pomeriggio del maggio 2009, mentre analizzava nuovamente gli audio e stava giungendo a conclusioni definitive ragionate e ovviamente preoccupate, mentre la vicenda era stata letteralmente “tombata “ in sede giudiziaria, si vide comparire sulla porta di casa, tratto in un tranello dalla ex moglie separata, due vigili urbani, tre infermieri una psichiatra mai vista un medico di supporto e sotto casa appostati i due fratelli e anche un figlio anagrafico di primo letto, salito per recitare una pantomima agghiacciante e visibilmente manipolata, ed un operatore comunale, oltre a due poliziotti municipali vistosamente perplessi ed interdetti . La psichiatra dinanzi a un comportamento attonito e stupito, avvisati a voce dal dott. Ferraro i due vigili urbani della gravità di quello che stava accadendo, improvvisò contro ogni evidenza una “certificazione “ al volo, e il giudice Ferraro fu coattivamente condotto presso l'ospedale Santandrea che aveva posto disponibile , contro la sua volontà, impossibilitato a difendersi . Il giudice arrivato ivi denuncerà immediatamente fatti e contesti, ma ragionando sul da farsi con il medico di turno, palesemente non attivo e non partecipante all'agguato , di entrare nell'ospedale, consapevole che non aveva altra scelta. Lì per due giorni letteralmente a spasso fuori dalla struttura , compilando test che, fatti di recente “non emergere” e poi recuperati , dimostravano ovviamente il suo perfetto stato di piena salute , salvo il “lieve stress” da sequestro di persona, avrà un incontro con altro psichiatra richiesto all'esterno e appartenente alla struttura alla quale era destinato che stilerà una perizia falsa gravissima, dal giudice Ferraro ora documentata . Nell'imbarazzo palpabile, e tra i commenti disincantati ma carichi di simpatia del personale addetto al reparto, subirà allora un iter “controllato” , pur dichiarando di voler uscire e sotto permanente minaccia del TSO ( procedura e provvedimento mai attivati ) addirittura da lui fatta verbalizzare nella cartella clinica, a futura memoria . La somministrazione inizialmente massiccia di un prodotto dannosissimo per i sani, e che incide sulle facoltà mentali e sui collegamenti delle sinapsi ( RISPERDAL), e di altro, lo terrà annichilito , consapevolmente appiattato e stordito, ma scriverà a mano la denuncia ed il promemoria dei fatti. Una degenza coartata, alla quale, sotto la minaccia sopra indicata, non potè sottrarsi, e un controllo prolungato volto a vagliare se o meno vi fossero segnali di consapevole volontà di denunciare e proseguire nella strada coerente con la sua storia, la sua sensibilità, il suo stesso ruolo .Dimesso certificando la sua sanità di mente ed un mero episodio di “psicosi” transeunte, “senza altre indicazioni”, da “eccitazione reattiva” capirà poi che era finito nella struttura ospedaliere “sbagliata”, cioè non organica al grumo deviato e pericoloso che aveva agito, come confesserà ai suoi avvocati, a distanza di tempo, lo stesso primario della struttura intimidito e preoccupato.Al lavoro sino al giorno del suo sequestro, in ferie con domanda gestita dal suo personale che scioccato testimone della operazione lo aveva affiancato e sostenuto, tornato in servizio lo stesso giorno delle sue dimissioni , e continuando a lavorare con la fatica suppletiva comportata dalla tortura chimico farmacologica inflittagli e costantemente monitorata ( analisi del sangue ) verrà lasciato “tranquillo “ come un leone ferito nella grotta, sino al febbraio 2010 quando scoprirà che addirittura ad un primo avvio tentato di una procedura per dispensa, con richiesta subito archiviata, era succeduto un secondo avvio di dispensa da lavoro. Capirà allora quale fosse la posta in gioco, che si voleva eliminarlo dalla magistratura e che non si sarebbe fermato il coagulo che aveva agito sotterraneamente , chissà da quanto tempo . Nel luglio del 2010 si concluderà la seconda procedura con un nuovo nulla di fatto , archiviata anche questa per assenza di elementi, mentre continuava in silenzio a lavorare come sempre e dovendo anche chi si era attivatp dovuto ammettere che la situazione lavorativa del giudice Ferraro era ben più che ineccepibile.Dall'agosto del 2010 l'indomito giudice , ripartirà, scegliendo la via della verità e della legge, ricostruendo minuziosamente dati, fatti, ascendenze, rapporti , e poi , con ausilio di due avvocati coraggiosi, arriverà letteralmente ad incastrare il primario del Santandrea con sue ammissioni inequivoche .Nel frattempo tra minacce e pressioni, avvertendo come suo costume di magistrato impegnato , i colleghi di ufficio, scoprendo però che il livello di omertà o partecipazione non passiva era più esteso all'interno dei vertici della Procura, di quanto avesse potuto immaginare, arriverà sino al gennaio 2011, Lì una ennesima riapertura del procedimento per “dispensa“, per intimidirlo od eliminarne definitivamente la “ingombrante “ e “autorevole “ presenza. Ricostruirà anche le ragioni personali e antiche, antefatti da lui sottovalutati, da persona sana e serena , non in grado nemmeno di pensare a complotti orditi, allucinanti ed assurdi.Al gennaio 2011 ripartito il tentativo, pronto al confronto con una realtà da lui prima non potuta cogliere , preparerà un memoriale che rimane pubblico agli atti della storia, denuncerà il tutto con una congerie di prove e dati , il 7 marzo del 2011, e continuerà a lavorare come sempre, sorvegliando la cordata criminale che lo aveva assediato.Siccome le disgrazie o le fortune, a seconda dei punti di vista, non vengono mai sole, il Dottor Ferraro, per puro caso, non solo sventò con l'aiuto intelligente del suo personale un tentativo di infiltrazione del 14 e 15 marzo 2011( una relazione di servizio che la dice lunga su quanto e come si muovesse attorno a lui) e vide uscire dalla stanza del collega che più direttamente sorvegliava ( annotandone rapporti e frequentazioni in ufficio pomeridiane ed anomale) il 23 marzo 2011 alle ore 19 c.a , una bella donna mora che lo colpì moltissimo attesa da un ometto in gessato grigio . Lì per lì non dette particolare importanza al fatto anche se aveva annotato che la cosa avveniva con molta circospezione e molta “discrezione” da parte del collega. Solo alcune settimane più tardi, leggendo i quotidiani, si poté rendere conto che la signora bruna altri non era che Melania Rea od una donna identica a lei. Forse era andata inconsapevole dal magistrato e ivi condotta, cadendo in un trappola, per denunciare l’attività di questi gruppi segreti, di queste cellule massoniche deviate, all’interno dell’Esercito e nella fattispecie pratica, della caserma Clementi di Ascoli Piceno; all’interno della quale svolgeva la sua opera il marito Salvatore Parolisi. Costui non faceva opera di seduzione solo a fini personali, ma in quanto forse poco cosciente partecipe dei programmi MK Ultra e Monarch che l’esercito o il coagulo deviato nell'esercito sperimentava per fini segreti all’interno delle caserme, per preparare e condizionare mentalmente individui e soprattutto belle ragazze da destinarsi a compiti speciali d’impiego.Continuando nella sua crociata Paolo Ferraro poté mappare con sicurezza tutta la rete di connivenze e di interessi innominabili ed impensabili che sottendevano il caso. Tra le scoperte più eclatanti ci fu la scoperta di una rete di psicologi e di psichiatri deviati che svolgono un’intensa azione fuorviante e condizionante all’interno della magistratura ed in piena sintonia con vertici deviati, e che facevano capo a tutta una serie di “intoccabili” , alte teste d’uovo dei due settori, ma a loro volta erano in coordinata, necessaria sintonia con il mondo militare “omologo “ .Il MEMORIALE, la MEMORIA sui fatti che legano partecipativamente gli “alcuni parenti “ deviati ed irretiti, e l'ESPOSTO/DENUNCIA/MEMORIA AL CSM ultimo , tutti muniti di link che collegano a documenti, audio registrazioni, banche dati e prove, sono reperibili in INTERNET nei siti della “grandediscovery “http://paoloferrarocddgrandediscoverydue.blogspot.it/http://paoloferrarocddgrandediscovery.blogspot.it/http://paoloferrarocddgrandediscovery.blog.com/http://paoloferrarocddgrandediscovery.wordpress.com/Da essi tratte le notizie e gli elementi sopra brevemente riassunti .La mossa di denuncia dei vertici della Magistratura romana alla Procura della Repubblica di competenza, cioè quella di Perugia, fu un atto dovuto: la pratica è giacente e ragionevolmente in via di completo insabbiamento come da miglior copione in materia.La successiva convocazione presso la magistratura teramana, ivi sentito sulle attività deviate oggetto della sua denuncia e sulle prove , con riferimento generale alle vicende militari scoperchiate e alle cointeressenze connivenze e coperture, il suo deposito in quella sede della BANCA DATI del progetto MK-ULTRA ( da lui stesso messa a disposizione in rete ) il suo lavoro intellettuale e pubblico sono fatti notori . Come gli sviluppi di intimidazione e terroristici patiti da magistrato ed ufficiale di pg del teramano e nell'ambiente .Penso sia superfluo rimarcare la incredibile situazione psicologica che umanamente ha dovuto affrontare il magistrato, quale tipo di kafkiana realtà abbia dovuto ed ancora debba vivere una persona proba ed onesta, e quale sia la sua capacità di resistere con serenità di fondo , mostrata a tutti .Come al solito certe situazioni ti cambiano la vita: aprono orizzonti sconosciuti ed impensabili, distruggono certezze, credenze, rocciose certezze ideologiche ed aprono gli occhi mostrando che le persone per bene, oneste, probe e solidali non hanno colore, non hanno appartenenza politica od ideologica..Ma solo chi è dotato di un carattere morale a prova di bomba e, se mi consentite di una fede incrollabile, può affrontare certe situazioni che potrebbero tranquillamente portare alla follia. Si ha la possibilità di scoprire chi è veramente in buona fede, chi possa dare una mano, di chi fidarsi e di chi no e la sorpresa grande, per il Dottor Ferraro, è stata quella di scoprire che sono stati molti leali ed in buona fede avversari politici a dargli una mano tra questi i “fascisti” di Forza Nuova ed il suo capo Roberto Fiore: sembra quasi una pena del contrappasso, calmierata dalla piacevole sorpresa che valori di fondo e valori fondati sulla persona e contro devianze poteri finanziari militari e deviati statuali accomunano ideologie antiche in fase di odierno consapevole e condiviso superamento . Certe situazioni rompono gli schemi e spesso il soggetto diventa il polo di coagulo per tutti quelli che indipendentemente dal colore politico si riconoscono nella verità e nella giustizia e sono disposti a lottare e, se necessario a sacrificarsi per esse.Nel frattempo il giudice Ferraro è stato fatto oggetto di attentati e di una campagna di diffamazione sorda e sotterranea: gomme tagliate al camper, telefonate minatorie, furto del camper medesimo, ma soprattutto la reiterazione del provvedimento di sospensione dalla professione di magistrato.Ma la sua impostazione e battaglia , niente affatto individuale, ha fatto crescere la sua notorietà e la stima di lui in svariato ambienti mentre un lavoro informativo e formativo durato un anno e mezzo stà dando primi corposi frutti nel paese.Ad oggi stà preparando un ultimo DOCUMENTO di esplosiva rilevanza con prove ulteriori [ ndr Espoto/memoria poi depositato il 3 novembre 2012 ] e l'eco della sua battaglia vede attonita assistere una cospicua parte del foro di Roma , consapevole ormai.Qui di seguito allego La memoria esposto denuncia ultima presentata dal giudice “anche “ al CSM, che non ne ha potuto tener conto, depositata il 9 ed emesso il provvedimento “preconfezionato “ il 10 ottobre , quasi da locomotiva in discesa senza freni. Risulta allo stato confermato il provvedimento di sospensione dalle sue funzioni lavorative fino al mese di dicembre trascorso il quale potrebbe essere destituito in maniera definitiva. Ma gravi fatti ulteriormente scoperchiati aleggiano su un CSM sempre più messo all'angolo , per la prima volta da un magistrato “solo “ onesto e “irriducibile “ quando si parli di legalità Stato ( vero ) e criminalità in colletti bianchi o meno .Come vedete la vecchia Unione Sovietica ha fatto scuola insieme agli altri regimi totalitari violenti non legati al popolo: chi è “pericoloso” insidiando lo status quo solo perchè persona pura e capace , da fermare, viene internato in un manicomio, o fatto passare da pazzo: certo i sistemi usati oggi in una repubblica democratica e libera sono molto più sofisticati e meno appariscenti di quelli che venivano posti in essere da un regime comunista, ma anche in regimi militari di ispirazione statunitense ( il Cile di Pinochet ), ma i fini sono sempre gli stessi; tentare di schiacciare chi vuole giustizia, chi lotta per la legalità e la verità. Quello che davvero spaventa è constatare il grado di corruzione, di coinvolgimento, di omertà e di minaccia e di prostituzione a cui siano sottoposti gli organi dello stato ed in particolare la parte deviata del Potere Giudiziario e di istituzioni come l’Esercito, che dovrebbero garantire la sicurezza e l’integrità dei cittadini.Quel che rincuora è che vi “è un giudice a Roma “ … e che nel caso di specie la macchina della distruzione è stata definitivamente inceppata, non potendo più architettare falsi e capziosi argomenti , mentre la gente , di fronte ad un lavoro encomiabile di denuncia pubblica, stà prendendo le misure con il tema dell'oggi : una alternativa epocale a poteri deviati ed oligarchie, per una società a dimensione vera umana e per una politica ricostruita dal basso come il nostro giudice và predicando e mostrando . L'utopia può divenire realtà ?!?! a breve ne avremo la conferma, o meno.
LA GRANDE DISCOVERY DUE . DA ORWELL ALLA STORIA . ​C’E’ UN GIUDICE A ROMA . La “oscura” vicenda ...

C’E’ UN GIUDICE A ROMA …. La “oscura” vicenda del giudice Paolo Ferraro, “illuminata “ . UNA ORGANIZZAZIONE DI CASTA DEVIATA E SEGRETA : " UN GLADIO NEL VENTRE DELLA DEMOCRAZIA ": 
Forse calerà il sipario in maniera ridicola e tragica su una vicenda che ha dell’incredibile e che per certi versi sembra Kafkiana. Forse nò.
Gli elementi di un feuilleton fin siecle ci sono tutti e il mix che ne deriva è davvero esplosivo. Cerchiamo di ripercorrere a grandi linee questa intricat

a quanto assurda vicenda iniziando dal principio.
Tutto comincia quando negli anni settanta ci si deve schierare, si deve prendere una posizione netta, precisa, senza mezzi termini se si è in buona fede e se si crede che sia un dovere dare il proprio contributo grande o modesto che sia, per cambiare il mondo, combattere l’ingiustizia, lottare per la libertà e la dignità dell’uomo che in quanto tale è necessariamente soggetto di rispetto e di dignità.
E Paolo Ferraro si schiera, sì come tanti seguendo quelle teorie che più sembravano voler poter dare all’umanità giustizia, uguaglianza libertà. Si identifica con la sinistra, con quella più radicale, più estremacon Lotta Continua, poi con il Manifesto, Partecipa alle manifestazioni, lotta, s’impegna scrive articoli infuocati ma mai banali, intelligenti cosa che lo pone sotto una certa luce più vivida e diversa. Ma ll nostro unisce lo spirito guerriero anche ad una profonda coscienza ed un alto senso del dovere: studia, con impegno, non va a rimorchio del “sei politico” non lo vuole, lo aborrisce, lo fugge vuole quello “che merita”, quello che la sua intelligenza viva e corposa può ottenere e rivendicare con orgoglio. Rivendica una formazione cristiano sociale e “marxiana” ed il senso di militanza culturale ed intellettuale : conoscere tutto ciò che l'opinione ufficiale e la conoscenza tecnica richiedono, a menadito, e sovrapporre ricerca libertà di pensiero approfondimenti e punti di vista alternativi con il metodo ed il rigore appresi sin dal liceo, grazie al suo professore Marcello Vigli, uno dei fondatori della rivista cattolica COM Nuovi Tempi.
Si laurea in Giurisprudenza con media anche a pieni voti, lavora dall'età di 20 come impiegato pubblico, fà esperienze di sindacato, politiche, scrive su giornali, passa per gli uffici legislativi o legali di una parte dello Stato , continua a fare l'assistente in facoltà, poi fa il concorso in Magistratura, lo supera brillantemente senza spintarelle, raccomandazioni, raggiri o meriti di combattente e resistente ad oltranza.
E qui, presa coscienza che il Magistrato è super partes e che deve applicare quanto la Costituzione di questa disgraziata, parolaia, smidollata ed anche insanguinata, Repubblica, e le sue leggi impongono : fù una scelta dicotomica e per lui anche dolorosa: fare il Magistrato e non fare più politica. Cioè mantenere sì le proprie posizioni ideologiche, ma svolgere in modo imparziale il proprio lavoro di rendere giustizia, anzi con una imparzialità fondata sui valori della costituzione, ancor più determinata e motivata .
Nonostante la sua ”cristallina” militanza a sinistra che certamente non mette in discussione la sua fede politica, all’interno di Magistratura Democratica i suoi ex compagni non sono poi così solidali con lui e le sue prese di posizione non sempre sono seguite ed apprezzate, quasi vi fosse una differenza impalpabile ed a lui incomprensibile .
Nel 1991 e 1992 Paolo Ferraro schierato accanto a Falcone eBorsellino , in uno scontro interno alla corrente dei magistrati, a lui allora parzialmente incomprensibile nelle sue ragioni profonde . Poi capirà e divulgherà in questo anno dal maggio in poi, la chiave di lettura “appresa” .
Adesso immaginate quello che deve aver provato una persona di questa fatta quando, esperto in vari settori, anima riconosciuta per doti organizzative e di informatizzatore delle attività giudiziarie, da anni in conflitto con una area tanto lontana e avversa quanto apparentemente vicina, a cinquantatre anni , all’improvviso, scopre un nuovo mondo di nefandezze, di raggiri, di violenza e quel che peggio di applicazione di mezzi e sistemi di condizionamento e di riduzione di persone in uno stato di servaggio e schiavitù anche psichica. Come una voragine gli si aprono davanti chiavi di lettura e scenari grotteschi impensati, mentre da sempre criticava consapevolmente andazzi coperti e trasversalità , senza averne però colto il profondo ed occulto humus, ma per assenza di informazioni e conoscenze ( nascoste queste a tutti, esotericamente anche , ma in nome del segreto militare di Stato anche ).

La sua ultima compagna di allora , che viveva in una palazzina all’interno della Cittadella della Cecchignola la sede di diversi e importanti Comandi militari dell’esercito italiano ma anche di civili abitazioni destinate ad ufficiali e sottoufficiali militari, era stata oggetto di una serie di trattamenti di condizionamento mentale esercitati attraverso alcuni programmi speciali studiati prima nei lager tedeschi e poi ulteriormente sviluppato e perfezionato dai servizi americani che di quei programmi si erano impossessati. Il giudice Ferraro, insospettito da strani movimenti che avvenivano nell’appartamento che condivideva con la compagna, e dopo aver sommato decine e decine di dubbi e rilevazioni di fatti e circostanza poco chiare ( che chiama ironicamente i cento indizi zero ) decise di procedere ad una serie di controlli attraverso la registrazione compiute con un computer portatile lasciato apposta acceso all'interno della abitazione in cui viveva nella Cecchignola con la compagna ed il figlio dodicenne di lei. Il risultato fu devastante: a precisi comandi vocali impartiti da alcune persone il soggetto si trasformava completamente e compiva atti e poneva in essere comportamenti davvero umanamente degradanti. In queste situazioni off limits venivano coinvolti, oltre ad altre persone anche dei minori su cui si consumavano degli atti di pedofilia e di violenza morale e fisica.
E’ ben vero che la procedura usata ( registrazione ambientale ) non era conforme al dettato della legge, ma per il principio giuridico dell’urgenza e dell’urgenza che la situazione richiedeva i mezzi usati diventano, de iure, leciti ed ammissibili.
Da magistrato prima, ma anche da persona cosciente e consapevole della responsabilità morale che doveva essere assunta, il dottor Ferraro si rivolse subito nel novembre del 2008 alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo che venisse aperto un procedimento e svolta un’indagine approfondita sui fatti da lui denunciati. Il comportamento della Procura fu molto più sconcertante: il consiglio di riposarsi e ricorrere ad assistenza, le prove fornite erano delle mere patologiche congetture, non sufficienti e molto indiziarie1. Contemporaneamente si faceva capire al magistrato che sarebbe stato meglio lasciar perdere “ togliti fuori da questa storia “ , in quanto in ballo venivano chiamate istituzioni assolutamente intoccabili come le Forze Armate e la stessa Magistratura.
A questo punto le massonerie coinvolte nell’affaire, e che avevano trovato il modo per infilare il puro magistrato in una situazione da ricatto o addirittura tentavano di fargli fare inconsapevolmente il “cursus honorum “ dei poteri forti e deviati, per indurlo a passare da una altra parte rispetto ai suoi valori ed ala legalità costituzionale, cominciarono a cercare di eliminare il pericolo Paolo Ferraro “consapevole”, che nonostante tutto continuava coerentemente per la sua strada, senza paura e senza minimamente pensare di scendere a compromessi o peggio a mercanteggiare sulla questione.

Viene occultamente accerchiato da psichiatra deviato, al cui ausilio era ricorso per “tutelare e salvare la donna della Cecchignola ed il bambino , mentre una ridda di rapporti di mistificazione e nascosta relazione si intessono tra alcuni parenti che scoprirà vicini a queste aree deviate, una moglie separata e fattagli conoscere dall'ambiente della Procura, anche essa imparentata e legata a poteri forti di rilievo internazionale ( ma lui scherzosamente chiosa ancor oggi “ a me Lucio sembrava un giuggiolone professore universitario sciapito e troppo didascalico “ , mentre le fortune sospette del ricco fratello avvocato, da sempre oggetto di suoi strali, privi di acrimonia, ed allontanamento cautelativo, gli sarebbero esplose innanzi nella loro evidente “matrice “.
Dopo tutta una serie di intimidazioni implicite e non, un pomeriggio del maggio 2009, mentre analizzava nuovamente gli audio e stava giungendo a conclusioni definitive ragionate e ovviamente preoccupate, mentre la vicenda era stata letteralmente “tombata “ in sede giudiziaria, si vide comparire sulla porta di casa, tratto in un tranello dalla ex moglie separata, due vigili urbani, tre infermieri una psichiatra mai vista un medico di supporto e sotto casa appostati i due fratelli e anche un figlio anagrafico di primo letto, ed un messo comunale, oltre a due infermieri. La psichiatra dinanzi a un comportamento attonito e stupito, avvisati a voce dal dott. Ferraro i due vigili urbani della gravità di quello che stava accadendo, improvvisò contro ogni evidenza una “certificazione “ al volo, e il giudice Ferraro fu coattivamente condotto presso l'ospedale Santandrea che aveva posto disponibile , contro la sua volontà, impossibilitato a difendersi . Il giudice arrivato ivi denuncerà immediatamente fatti e contesti, ma ragionando sul da farsi con il medico di turno, palesemente non attivo e non partecipante all'agguato , di entrare nell'ospedale, consapevole che non aveva altra scelta. Lì per due giorni letteralmente a spasso fuori dalla struttura , compilando test che, fatti di recente “non emergere” e poi recuperati , dimostravano ovviamente il suo perfetto stato di piena salute , salvo il “lieve stress” da sequestro di persona, avrà un incontro con altro psichiatra richiesto all'esterno e appartenente alla struttura alla quale era destinato che stilerà una perizia falsa gravissima, dal giudice Ferraro ora documentata . Nell'imbarazzo palpabile, e tra i commenti disincantati ma carichi di simpatia del personale addetto al reparto, subirà allora un iter “controllato” , pur dichiarando di voler uscire e sotto permanente minaccia del TSO ( procedura e provvedimento mai attivati ) addirittura da lui fatta verbalizzare nella cartella clinica, a futura memoria . La somministrazione inizialmente massiccia di un prodotto dannosissimo per i sani, e che incide sulle facoltà mentali e sui collegamenti delle sinapsi ( RISPERDAL), e di altro, lo terrà annichilito , consapevolmente appiattato e stordito, ma scriverà a mano la denuncia ed il promemoria dei fatti. Una degenza coartata, alla quale, sotto la minaccia sopra indicata, non potè sottrarsi, e un controllo prolungato volto a vagliare se o meno vi fossero segnali di consapevole volontà di denunciare e proseguire nella strada coerente con la sua storia, la sua sensibilità, il suo stesso ruolo .
Dimesso certificando la sua sanità di mente ed un mero episodio di “psicosi” transeunte, “senza altre indicazioni”, da “eccitazione reattiva” capirà poi che era finito nella struttura ospedaliere “sbagliata”, cioè non organica al grumo deviato e pericoloso che aveva agito, come confesserà ai suoi avvocati, a distanza di tempo lo stesso primario della struttura intimidito e preoccupato

Al lavoro sino al giorno del suo sequestro, in ferie con domanda gestita dal suo personale che scioccato testimone della operazione lo aveva affiancato e sostenuto, tornato in servizio lo stesso giorno delle sue dimissioni , e continuando a lavorare con la fatica suppletiva comportata dalla tortura chimico farmacologica inflittagli e costantemente monitorata ( analisi del sangue ) verrà lasciato “tranquillo “ come un leone ferito nella grotta, sino al febbraio q2010 quando scoprirà che addirittura ad un primo avvio tentato di una procedura per dispensa, con richiesta subito archiviata, era succeduto un secondo avvio di dispensa da lavoro. Capirà allora quale fosse la posta in gioco, che si voleva eliminarlo dala magistratura e che non si sarebbe fermato il cagulo che aveva agito sotterraneamente , chissà da quanto tempo . Nel luglio del 2010 si concluderà la seconda procedura con un nulla di fatto , archiviata anche questa per assenza di elementi, mentre continuava in silenzio a lavorare come sempre e dovendo anche chi si era attivata dovuto ammettere che tale era la situazione lavorativa del giudice Ferraro.
Dall'agosto del 2010 l'indomito giudice , ripartirà, scegliendo la via della verità e della legge, ricostruendo minuziosamente dati, fatti, ascendenze, rapporti , e poi , con ausilio di due avvocati coraggiosi, arriverà letteralmente ad incastrare il primario del Santandrea con sue ammissioni inequivoche .
Nel frattempo tra minacce e pressioni, avvertendo come suo costume di magistrato impegnato , i colleghi di ufficio, scoprendo però che il livello di omertà o partecipazione non passiva era più esteso all'interno dei vertici della Procura, di quanto avesse potuto immaginare arriverà sino al gennaio 2011, Lì una ennesima riapertura del procedimento per “dispensa“, per intimidirlo od eliminarne definitivamente la “ingombrante “ e 2autorevole “ presenza. Ricostruirà anche le ragioni personali e antiche, antefatti da lui sottovalutati, da persona sana e serena , non in grado nemmeno di pensare a complotti orditi, allucinanti ed assurdi.

Al gennaio 2011 ripartito il tentativo, pronto al confronto con una realtà da lui prima non potuta cogliere , preparerà un memoriale che rimane pubblico agli atti della storia, denuncerà il tutto con una congerie di prove e dati , il 7 marzo del 2011, e continuerà a lavorare come sempre,s sorvegliando la cordata criminale che lo aveva assediato .
Siccome le disgrazie o le fortune, a seconda dei punti di vista, non vengono mai sole, il Dottor Ferraro, per puro caso, non solo sventò con l'aiuto intelligente del suo personale un tentativo di infiltrazione del 14 e 15 marzo 2011( una relazione di servizio che la dice lunga su quanto e come si muovesse attorno a lui) e vide uscire dalla stanza del collega che più direttamente sorvegliava ( annotandone rapporti e frequentazioni in ufficio pomeridiane ed anomale) il 27 marzo 2011 alle ore 19 c.a , collega una bella donna mora che lo colpì moltissimo. Lì per lì non dette alcuna importanza al fatto anche se aveva annotato che la cosa avveniva con molta circospezione e molta “discrezione” da parte del collega. Solo alcune settimane più tardi, leggendo i quotidiani, si poté rendere conto che la signora bruna altri non era che Melania Rea od una donna identica a lei. Forse era andata dal magistrato inconsapevole e ivi condotta, cadendo in un trappola, per denunciare l’attività di questi gruppi segreti, di queste cellule massoniche deviate, all’interno dell’Esercito e nella fattispecie pratica, della caserma Clementi di Ascoli Piceno; all’interno della quale svolgeva la sua opera il marito Salvatore Parolisi. Costui non faceva opera di seduzione solo a fini personali, ma in quanto cosciente partecipe dei programmi MK Ultra e Monarch che l’esercito sperimentava per fini segreti all’interno delle caserme per preparare e condizionare mentalmente individui e soprattutto belle ragazze da destinarsi a compiti speciali d’impiego.

Continuando nella sua crociata Paolo Ferraro poté mappare con sicurezza tutta la rete di connivenze e di interessi innominabili ed impensabili sottendevano il caso: Tra le scoperte più eclatanti ci fu la scoperta di una rete di psicologi e di psichiatri deviati che svolgono un’intensa azione fuorviante e condizionante all’interno della magistratura ed in piena sintonia con vertici deviati, e che facevano capo a tutta una serie di “intoccabili” alte teste d’uovo dei due settori, ama a loro volta erano in coordinata, necessaria sintonia con il mondo militare “omologo “ .
Il MEMORIALE, la MEMORIA sui fatti che legano partecipativamente gli “alcuni parenti “ deviati ed irretiti, e l'ESPOSTO/DENUNCIA/MEMORIA AL CSM ultimo , tutti muniti di link che collegano a documenti, audio registrazioni, banche dati e prove, sono reperibili in INTERNET nei siti della “grandediscovery “ 
http://paoloferrarocddgrandediscoverydue.blogspot.it/
http://paoloferrarocddgrandediscovery.blogspot.it/
http://paoloferrarocddgrandediscovery.blog.com/
http://paoloferrarocddgrandediscovery.wordpress.com/
Da essi tratte le notizie e gli elementi sopra brevemente riassunti .
La mossa di denuncia dei vertici della Magistratura romana alla Procura della Repubblica di competenza, cioè quella di Perugia, fu un atto dovuto: la pratica è giacente e ragionevolmente in via di completo insabbiamento come da miglior copione in materia.

La successiva convocazione presso la magistratura teramana, ivi sentito sulle attività deviate oggetto della sua denuncia e sulle prove , con riferimento generale alle vicende militari scoperchiate e alle cointeressenze connivenze e coperture, il suo deposito in quella sede della BANCA DATI del progetto MK-ULTRA ( da lui stesso messa a disposizione in rete ) il suo lavoro intellettuale e pubblico sono fatti notori .
Penso sia superfluo rimarcare la incredibile situazione psicologica che umanamente ha dovuto affrontare il magistrato, quale tipo di kafkiana realtà abbia dovuto ed ancora debba vivere una persona proba ed onesta, e quale sia la sua capacità di resistere con serenità di fondo , mostrata a tutti .
Come al solito certe situazioni ti cambiano la vita: aprono orizzonti sconosciuti ed impensabili, distruggono certezze, credenze, rocciose certezze ideologiche ed aprono gli occhi mostrando che le persone per bene, oneste, probe e solidali non hanno colore, non hanno appartenenza politica od ideologica.

· Ma solo chi è dotato di un carattere morale a prova di bomba e, se mi consentite di una fede incrollabile, può affrontare certe situazioni che potrebbero tranquillamente portare alla follia. Si ha la possibilità di scoprire chi è veramente in buona fede, chi possa dare una mano, di chi fidarsi e di chi no e la sorpresa grande, per il Dottor Ferraro, è stata quella di scoprire che sono stati molti leali ed in buona fede avversari politici a dargli una mano tra questi i “fascisti” di Forza Nuova ed il suo capo Roberto Fiore: sembra quasi una pena del contrappasso, calmierata dalla piacevole sorpresa che valori di fondo e valori fondati sulla persona e contro devianze poteri finanziari militari e deviati statuali accomunano ideologie antiche in fase di odierno consapevole e condiviso superamento . Certe situazioni rompono gli schemi e spesso il soggetto diventa il polo di coagulo per tutti quelli che indipendentemente dal colore politico si riconoscono nella verità e nella giustizia e sono disposti a lottare e, se necessario a sacrificarsi per esse.
Nel frattempo il giudice Ferraro è stato fatto oggetto di attentati e di una campagna di diffamazione sorda e sotterranea: gomme tagliate al camper, telefonate minatorie, furto del camper medesimo, ma soprattutto la reiterazione del provvedimento di sospensione dalla professione di magistrato.

Ma la sua impostazione e battaglia , niente affatto individuale,ha fatto crescere la sua notorietà e la stima di lui in svariato ambienti mentre un lavoro informativo e formativo durato un anno e mezzo stà dando primi corposi frutti nel paese.
Ad oggi stà preparando un ultimo DOCUMENTO di esplosiva rilevanza con prove ulteriori e l'eco della sua battaglia vede attonita assistere una cospicua parte del foro di Roma , consapevole ormai.
Qui di seguito allego La memoria esposto denuncia ultima presentata dal giudice “anche “ al CSM, che non ne ha potuto tener conto, depositata il 9 ed emesso il provvedimento “preconfezionato “ il 10 ottobre , quasi da locomotiva in discesa senza freni. Risulta allo stato confermato il provvedimento di sospensione dalle sue funzioni lavorative fino al mese di dicembre trascorso il quale potrebbe essere destituito in maniera definitiva. Ma gravi fatti ulteriormente scoperchiati aleggiano su un CSM sempre più messo all'angolo , per la prima volta da un magistrato “solo “ onesto e “irriducibile “ quando si parli di legalità Stato ( vero ) e criminalità in colletti bianchi o meno .
Come vedete la vecchia Unione Sovietica ha fatto scuola insieme agli altri regimi totalitari violenti non legati al popolo: chi è “pericoloso” insidiando lo status quo solo perchè persona pura e capace , da fermare, viene internato in un manicomio, o fatto passare da pazzo: certo i sistemi usati oggi in una repubblica democratica e libera sono molto più sofisticati e meno appariscenti di quelli che venivano posti in essere da un regime comunista, ma anche in regimi militari di ispirazione statunitense ( il Cile di Pinochet ), ma i fini sono sempre gli stessi; tentare di schiacciare chi vuole giustizia, chi lotta per la legalità e la verità. Quello che davvero spaventa è constatare il grado di corruzione, di coinvolgimento, di omertà e di minaccia e di prostituzione a cui siano sottoposti gli organi dello stato ed in particolare la parte deviata del Potere Giudiziario e di istituzioni come l’Esercito, che dovrebbero garantire la sicurezza e l’integrità dei cittadini.

· Quel che rincuora è che vi “è un giudice a Roma “ … e che nel caso di specie la macchina della distruzione è stata definitivamente inceppata, non potendo più architettare falsi e capziosi argomenti , mentre la gente , di fronte ad un lavoro encomiabile di denuncia pubblica, stà prendendo le misure con il tema dell'oggi : una alternativa epocale a poteri deviati ed oligarchie, per una società a dimensione vera umana e per una politica ricostruita dal basso come il nostro giudice và predicando e mostrando . L'utopia può divenire realtà ?!?! a breve ne avremo la conferma, o meno.
MEMORIA ESPOSTO FINALE DEL 3 Novembre 2012 . UN ORDITO FANTAPOLITICO ORWELLIANO SI RIVELA THRILLER NOIR. LA GRANDE DISCOVERY DUE: SVELATI TRAME COMPLOTTI METODOLOGIE E CORDATE ED INFINE LA FONDATA IPOTESI DI UNA ORGANIZZAZIONE DI CASTA DEVIATA E SEGRETA " UN GLADIO NEL VENTRE DELLA DEMOCRAZIA ". 

UN ORDITO FANTAPOLITICO ORWELLIANO SI RIVELA THRILLER NOIR

IL NOVELLIERE - Monthly magazine of int. facts La storia del Magistrato Paolo Ferraro

C’E’ UN GIUDICE A ROMA ….
La “oscura” vicenda del giudice Paolo Ferraro, “illuminata “ 

 

Forse calerà il sipario in maniera ridicola e tragica su una vicenda che ha dell’incredibile e che per certi versi sembra Kafkiana. Forse nò.

Gli elementi di un feuilleton fin siecle ci sono tutti e il mix che ne deriva è davvero esplosivo. Cerchiamo di ripercorrere a grandi linee questa intricata quanto assurda vicenda iniziando dal principio.

Tutto comincia quando negli anni settanta ci si deve schierare, si deve prendere una posizione netta, precisa, senza mezzi termini se si è in buona fede e se si crede che sia un dovere dare il proprio contributo grande o modesto che sia, per cambiare il mondo, combattere l’ingiustizia, lottare per la libertà e la dignità dell’uomo che in quanto tale è necessariamente soggetto di rispetto e di dignità.

E Paolo Ferraro si schiera, sì come tanti seguendo quelle teorie che più sembravano voler poter dare all’umanità giustizia, uguaglianza libertà. Si identifica con la sinistra, con quella più radicale, più estremacon Lotta Continua, poi con il Manifesto, Partecipa alle manifestazioni, lotta, s’impegna scrive articoli infuocati ma mai banali, intelligenti cosa che lo pone sotto una certa luce più vivida e diversa. Ma ll nostro unisce lo spirito guerriero anche ad una profonda coscienza ed un alto senso del dovere: studia, con impegno, non va a rimorchio del “sei politico” non lo vuole, lo aborrisce, lo fugge vuole quello “che merita”, quello che la sua intelligenza viva e corposa può ottenere e rivendicare con orgoglio. Rivendica una formazione cristiano sociale e “marxiana” ed il senso di militanza culturale ed intellettuale : conoscere tutto ciò che l'opinione ufficiale e la conoscenza tecnica richiedono, a menadito, e sovrapporre ricerca libertà di pensiero approfondimenti e punti di vista alternativi con il metodo ed il rigore appresi sin dal liceo, grazie al suo professore Marcello Vigli, uno dei fondatori della rivista cattolica COM Nuovi Tempi.

Si laurea in Giurisprudenza con media anche a pieni voti, lavora dall'età di 20 come impiegato pubblico, fà esperienze di sindacato, politiche, scrive su giornali, passa per gli uffici legislativi o legali di una parte dello Stato , continua a fare l'assistente in facoltà, poi fa il concorso in Magistratura, lo supera brillantemente senza spintarelle, raccomandazioni, raggiri o meriti di combattente e resistente ad oltranza.

E qui, presa coscienza che il Magistrato è super partes e che deve applicare quanto la Costituzione di questa disgraziata, parolaia, smidollata ed anche insanguinata, Repubblica, e le sue leggi impongono : fù una scelta dicotomica e per lui anche dolorosa: fare il Magistrato e non fare più politica. Cioè mantenere sì le proprie posizioni ideologiche, ma svolgere in modo imparziale il proprio lavoro di rendere giustizia, anzi con una imparzialità fondata sui valori della costituzione, ancor più determinata e motivata .

Nonostante la sua ”cristallina” militanza a sinistra che certamente non mette in discussione la sua fede politica, all’interno di Magistratura Democratica i suoi ex compagni non sono poi così solidali con lui e le sue prese di posizione non sempre sono seguite ed apprezzate, quasi vi fosse una differenza impalpabile ed a lui incomprensibile .

Nel 1991 e 1992 Paolo Ferraro schierato accanto a Falcone eBorsellino , in uno scontro interno alla corrente dei magistrati, a lui allora parzialmente incomprensibile nelle sue ragioni profonde . Poi capirà e divulgherà in questo anno dal maggio in poi, la chiave di lettura “appresa” .
Adesso immaginate quello che deve aver provato una persona di questa fatta quando, esperto in vari settori, anima riconosciuta per doti organizzative e di informatizzatore delle attività giudiziarie, da anni in conflitto con una area tanto lontana e avversa quanto apparentemente vicina, a cinquantatre anni , all’improvviso, scopre un nuovo mondo di nefandezze, di raggiri, di violenza e quel che peggio di applicazione di mezzi e sistemi di condizionamento e di riduzione di persone in uno stato di servaggio e schiavitù anche psichica. Come una voragine gli si aprono davanti chiavi di lettura e scenari grotteschi impensati, mentre da sempre criticava consapevolmente andazzi coperti e trasversalità , senza averne però colto il profondo ed occulto humus, ma per assenza di informazioni e conoscenze ( nascoste queste a tutti, esotericamente anche , ma in nome del segreto militare di Stato anche ).

La sua ultima compagna di allora , che viveva in una palazzina all’interno della Cittadella della Cecchignola la sede di diversi e importanti Comandi militari dell’esercito italiano ma anche di civili abitazioni destinate ad ufficiali e sottoufficiali militari, era stata oggetto di una serie di trattamenti di condizionamento mentale esercitati attraverso alcuni programmi speciali studiati prima nei lager tedeschi e poi ulteriormente sviluppato e perfezionato dai servizi americani che di quei programmi si erano impossessati. Il giudice Ferraro, insospettito da strani movimenti che avvenivano nell’appartamento che condivideva con la compagna, e dopo aver sommato decine e decine di dubbi e rilevazioni di fatti e circostanza poco chiare ( che chiama ironicamente i cento indizi zero ) decise di procedere ad una serie di controlli attraverso la registrazione compiute con un computer portatile lasciato apposta acceso all'interno della abitazione in cui viveva nella Cecchignola con la compagna ed il figlio dodicenne di lei. Il risultato fu devastante: a precisi comandi vocali impartiti da alcune persone il soggetto si trasformava completamente e compiva atti e poneva in essere comportamenti davvero umanamente degradanti. In queste situazioni off limits venivano coinvolti, oltre ad altre persone anche dei minori su cui si consumavano degli atti di pedofilia e di violenza morale e fisica.

E’ ben vero che la procedura usata ( registrazione ambientale ) non era conforme al dettato della legge, ma per il principio giuridico dell’urgenza e dell’urgenza che la situazione richiedeva i mezzi usati diventano, de iure, leciti ed ammissibili.
Da magistrato prima, ma anche da persona cosciente e consapevole della responsabilità morale che doveva essere assunta, il dottor Ferraro si rivolse subito nel novembre del 2008 alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo che venisse aperto un procedimento e svolta un’indagine approfondita sui fatti da lui denunciati. Il comportamento della Procura fu molto più sconcertante: il consiglio di riposarsi e ricorrere ad assistenza, le prove fornite erano delle mere patologiche congetture, non sufficienti e molto indiziarie1. Contemporaneamente si faceva capire al magistrato che sarebbe stato meglio lasciar perdere “ togliti fuori da quesat storia “ , in quanto in ballo venivano chiamate istituzioni assolutamente intoccabili come le Forze Armate e la stessa Magistratura.
A questo punto le massonerie coinvolte nell’affaire, e che avevano trovato il modo per infilare il puro magistrato in una situazione da ricatto o addirittura tentavano di fargli fare inconsapevolmente il “cursus honorum “ dei poteri forti e deviati, per indurlo a passare da una altra parte rispetto ai suoi valori ed ala legalità costituzionale, cominciarono a cercare di eliminare il pericolo Paolo Ferraro “consapevole”, che nonostante tutto continuava coerentemente per la sua strada, senza paura e senza minimamente pensare di scendere a compromessi o peggio a mercanteggiare sulla questione.

Viene occultamente accerchiato da psichiatra deviato, al cui ausilio era ricorso per “tutelare e salvare la donna della Cecchignola ed il bambino , mentre una ridda di rapporti di mistificazione e nascosta relazione si intessono tra alcuni parenti che scoprirà vicini a queste aree deviate, una moglie separata e fattagli conoscere dall'ambiente della Procura, anche essa imparentata e legata a poteri forti di rilievo internazionale ( ma lui scherzosamente chiosa ancor oggi “ a me Lucio sembrava un giuggiolone professore universitario sciapito e troppo didascalico “ , mentre le fortune sospette del ricco fratello avvocato, da sempre oggetto di suoi strali, privi di acrimonia, ed allontanamento cautelativo, gli sarebbero esplose innanzi nella loro evidente “matrice “.

Dopo tutta una seri di intimidazioni implicite e non, un pomeriggio del maggio 2009, mentre analizzava nuovamente gli audio e stava giungendo a conclusioni definitive ragionate e ovviamente preoccupate, mentre la vicenda era stata letteralmente “tombata “ in sede giudiziaria, si vide comparire sulla porta di casa, tratto in un tranello dalla ex moglie separata, due vigili urbani, tre infermieri una psichiatra mai vista un medico di supporto e sotto casa appostati i due fratelli e anche un figlio anagrafico di primo letto, ed un messo comunale, oltre a due infermieri. La psichiatra dinanzi a un comportamento attonito e stupito, avvisati a voce dal dott. Ferraro i due vigili urbani della gravità di quello che stava accadendo, improvvisò contro ogni evidenza una “certificazione “ al volo, e il giudice Ferraro fu coattivamente condotto presso l'ospedale Santandrea che aveva posto disponibile , contro la sua volontà, impossibilitato a difendersi . Il giudice arrivato ivi denuncerà immediatamente fatti e contesti, ma ragionando sul da farsi con il medico di turno, palesemente non attivo e non partecipante all'agguato , di entrare nell'ospedale, consapevole che non aveva altra scelta. Lì per due giorni letteralmente a spasso fuori dalla struttura , compilando test che, fatti di recente “non emergere” e poi recuperati , dimostravano ovviamente il suo perfetto stato di piena salute , salvo il “lieve stress” da sequestro di persona, avrà un incontro con altro psichiatra richiesto all'esterno e appartenente alla struttura alla quale era destinato che stilerà una perizia falsa gravissima, dal giudice Ferraro ora documentata . Nell'imbarazzo palpabile, e tra i commenti disincantati ma carichi di simpatia del personale addetto al reparto, subirà allora un iter “controllato” , pur dichiarando di voler uscire e sotto permanente minaccia del TSO ( procedura e provvedimento mai attivati ) addirittura da lui fatta verbalizzare nella cartella clinica, a futura memoria . La somministrazione inizialmente massiccia di un prodotto dannosissimo per i sani, e che incide sulle facoltà mentali e sui collegamenti delle sinapsi ( RISPERDAL), e di altro, lo terrà annichilito , consapevolmente appiattato e stordito, ma scriverà a mano la denuncia ed il promemoria dei fatti. Una degenza coartata, alla quale, sotto la minaccia sopra indicata, non potè sottrarsi, e un controllo prolungato volto a vagliare se o meno vi fossero segnali di consapevole volontà di denunciare e proseguire nella strada coerente con la sua storia, la sua sensibilità, il suo stesso ruolo .
Dimesso certificando la sua sanità di mente ed un mero episodio di “psicosi” transeunte, “senza altre indicazioni”, da “eccitazione reattiva” capirà poi che era finito nella struttura ospedaliere “sbagliata”, cioè non organica al grumo deviato e pericoloso che aveva agito, come confesserà ai suoi avvocati, a distanza di tempo lo stesso primario della struttura intimidito e preoccupato

Al lavoro sino al giorno del suo sequestro, in ferie con domanda gestita dal suo personale che scioccato testimone della operazione lo aveva affiancato e sostenuto, tornato in servizio lo stesso giorno delle sue dimissioni , e continuando a lavorare con la fatica suppletiva comportata dalla tortura chimico farmacologica inflittagli e costantemente monitorata ( analisi del sangue ) verrà lasciato “tranquillo “ come un leone ferito nella grotta, sino al febbraio q2010 quando scoprirà che addirittura ad un primo avvio tentato di una procedura per dispensa, con richiesta subito archiviata, era succeduto un secondo avvio di dispensa da lavoro. Capirà allora quale fosse la posta in gioco, che si voleva eliminarlo dala magistratura e che non si sarebbe fermato il cagulo che aveva agito sotterraneamente , chissà da quanto tempo . Nel luglio del 2010 si concluderà la seconda procedura con un nulla di fatto , archiviata anche questa per assenza di elementi, mentre continuava in silenzio a lavorare come sempre e dovendo anche chi si era attivata dovuto ammettere che tale era la situazione lavorativa del giudice Ferraro.
Dall'agosto del 2010 l'indomito giudice , ripartirà, scegliendo la via della verità e della legge, ricostruendo minuziosamente dati, fatti, ascendenze, rapporti , e poi , con ausilio di due avvocati coraggiosi, arriverà letteralmente ad incastrare il primario del Santandrea con sue ammissioni inequivoche .
Nel frattempo tra minacce e pressioni, avvertendo come suo costume di magistrato impegnato , i colleghi di ufficio, scoprendo però che il livello di omertà o partecipazione non passiva era più esteso all'interno dei vertici della Procura, di quanto avesse potuto immaginare arriverà sino al gennaio 2011, Lì una ennesima riapertura del procedimento per “dispensa“, per intimidirlo od eliminarne definitivamente la “ingombrante “ e 2autorevole “ presenza. Ricostruirà anche le ragioni personali e antiche, antefatti da lui sottovalutati, da persona sana e serena , non in grado nemmeno di pensare a complotti orditi, allucinanti ed assurdi.

Al gennaio 2011 ripartito il tentativo, pronto al confronto con una realtà da lui prima non potuta cogliere , preparerà un memoriale che rimane pubblico agli atti della storia, denuncerà il tutto con una congerie di prove e dati , il 7 marzo del 2011, e continuerà a lavorare come sempre,s sorvegliando la cordata criminale che lo aveva assediato .
Siccome le disgrazie o le fortune, a seconda dei punti di vista, non vengono mai sole, il Dottor Ferraro, per puro caso, non solo sventò con l'aiuto intelligente del suo personale un tentativo di infiltrazione del 14 e 15 marzo 2011( una relazione di servizio che la dice lunga su quanto e come si muovesse attorno a lui) e vide uscire dalla stanza del collega che più direttamente sorvegliava ( annotandone rapporti e frequentazioni in ufficio pomeridiane ed anomale) il 27 marzo 2011 alle ore 19 c.a , collega una bella donna mora che lo colpì moltissimo. Lì per lì non dette alcuna importanza al fatto anche se aveva annotato che la cosa avveniva con molta circospezione e molta “discrezione” da parte del collega. Solo alcune settimane più tardi, leggendo i quotidiani, si poté rendere conto che la signora bruna altri non era che Melania Rea od una donna identica a lei. Forse era andata dal magistrato inconsapevole e ivi condotta, cadendo in un trappola, per denunciare l’attività di questi gruppi segreti, di queste cellule massoniche deviate, all’interno dell’Esercito e nella fattispecie pratica, della caserma Clementi di Ascoli Piceno; all’interno della quale svolgeva la sua opera il marito Salvatore Parolisi. Costui non faceva opera di seduzione solo a fini personali, ma in quanto cosciente partecipe dei programmi MK Ultra e Monarch che l’esercito sperimentava per fini segreti all’interno delle caserme per preparare e condizionare mentalmente individui e soprattutto belle ragazze da destinarsi a compiti speciali d’impiego.

Continuando nella sua crociata Paolo Ferraro poté mappare con sicurezza tutta la rete di connivenze e di interessi innominabili ed impensabili sottendevano il caso: Tra le scoperte più eclatanti ci fu la scoperta di una rete di psicologi e di psichiatri deviati che svolgono un’intensa azione fuorviante e condizionante all’interno della magistratura ed in piena sintonia con vertici deviati, e che facevano capo a tutta una serie di “intoccabili” alte teste d’uovo dei due settori, ama a loro volta erano in coordinata, necessaria sintonia con il mondo militare “omologo “ .
Il MEMORIALE, la MEMORIA sui fatti che legano partecipativamente gli “alcuni parenti “ deviati ed irretiti, e l'ESPOSTO/DENUNCIA/MEMORIA AL CSM ultimo , tutti muniti di link che collegano a documenti, audio registrazioni, banche dati e prove, sono reperibili in INTERNET nei siti della “grandediscovery “ http://paoloferrarocddgrandediscovery.blogspot.it/
http://paoloferrarocddgrandediscovery.blog.com/
http://paoloferrarocddgrandediscovery.wordpress.com/
Da essi tratte le notizie e gli elementi sopra brevemente riassunti .
La mossa di denuncia dei vertici della Magistratura romana alla Procura della Repubblica di competenza, cioè quella di Perugia, fu un atto dovuto: la pratica è giacente e forse in via di completo insabbiamento come da miglior copione in materia.

La successiva convocazione presso la magistratura teramana, ivi sentito sulle attività deviate oggetto della sua denuncia e sulle prove , con riferimento generale alle vicende militari scoperchiate e alle cointeressenze connivenze e coperture, il suo deposito in quella sede della BANCA DATI del progetto MK-ULTRA ( da lui stesso messa a disposizione in rete ) il suo lavoro intellettuale e pubblico sono fatti notori .
Penso sia superfluo rimarcare la incredibile situazione psicologica che umanamente ha dovuto affrontare il magistrato, quale tipo di kafkiana realtà abbia dovuto ed ancora debba vivere una persona proba ed onesta, e quale sia la sua capacità di resistere con serenità di fondo , mostrata a tutti .
Come al solito certe situazioni ti cambiano la vita: aprono orizzonti sconosciuti ed impensabili, distruggono certezze, credenze, rocciose certezze ideologiche ed aprono gli occhi mostrando che le persone per bene, oneste, probe e solidali non hanno colore, non hanno appartenenza politica od ideologica.

·              Ma solo chi è dotato di un carattere morale a prova di bomba e, se mi consentite di una fede incrollabile, può affrontare certe situazioni che potrebbero tranquillamente portare alla follia. Si ha la possibilità di scoprire chi è veramente in buona fede, chi possa dare una mano, di chi fidarsi e di chi no e la sorpresa grande, per il Dottor Ferraro, è stata quella di scoprire che sono stati molti leali ed in buona fede avversari politici a dargli una mano tra questi i “fascisti” di Forza Nuova ed il suo capo Roberto Fiore: sembra quasi una pena del contrappasso, calmierata dalla piacevole sorpresa che valori di fondo e valori fondati sulla persona e contro devianze poteri finanziari militari e deviati statuali accomunano ideologie antiche in fase di odierno consapevole e condiviso superamento . Certe situazioni rompono gli schemi e spesso il soggetto diventa il polo di coagulo per tutti quelli che indipendentemente dal colore politico si riconoscono nella verità e nella giustizia e sono disposti a lottare e, se necessario a sacrificarsi per esse.
Nel frattempo il giudice Ferraro è stato fatto oggetto di attentati e di una campagna di diffamazione sorda e sotterranea: gomme tagliate al camper, telefonate minatorie, furto del camper medesimo, ma soprattutto la reiterazione del provvedimento di sospensione dalla professione di magistrato.

Ma la sua impostazione e battaglia , niente affatto individuale,ha fatto crescere la sua notorietà e la stima di lui in svariato ambienti mentre un lavoro informativo e formativo durato un anno e mezzo stà dando primi corposi frutti nel paese.

Ad oggi stà preparando un ultimo DOCUMENTO di esplosiva rilevanza con prove ulteriori e l'eco della sua battagli vede attonita assistere una cospicua parte del foro di Roma , consapevole ormai.
. Qui di seguito allego La memoria esposto denuncia ultima presentata dal giudice “anche “ al CSM, che non ne ha potuto tener conto, depositata il 9 ed emesso il provvedimento “preconfezionato “ il 10 ottobre , quasi da locomotiva in discesa senza fren. Risulta allo stato confermato il provvedimento di sospensione dalle sue funzioni lavorative fino al mese di dicembre trascorso il quale potrebbe destituito in maniera definitiva. Ma gravi fatti ulteriormente scoperchiati aleggaino su un CSM sempre più messo all'angolo , per la prima volta da un magistrato “solo “ onesto e “irriducibile “ qua do si parli di legalità Stato ( vero ) e criminalità in colletti bianchi o meno .
Come vedete la vecchia Unione Sovietica ha fatto scuola insieme agli altri regimi totalitari violenti non legati al popolo: chi è “pericoloso” insidiando lo status quo solo perchè persona pura e capace , da fermare, viene internato in un manicomio, o fatto passare da pazzo: certo i sistemi usati oggi in una repubblica democratica e libera sono molto più sofisticati e meno appariscenti di quelli che venivano posti in essere da un regime comunista, ma anche in regimi militari di ispirazione statunitense ( il Cile di Pinochet ), ma i fini sono sempre gli stessi; tentare di schiacciare chi vuole giustizia, chi lotta per la legalità e la verità. Quello che davvero spaventa è costatare il grado di corruzione, di coinvolgimento, di omertà e di minaccia e di prostituzione a cui siano sottoposti gli organi dello stato ed in particolare la parte deviata del Potere Giudiziario e di istituzioni come l’Esercito, che dovrebbero garantire la sicurezza e l’integrità dei cittadini.

·              Quel che rincuora è che vi “è un giudice a Roma “ … e che nel caso di specie la macchina della distruzione è stata definitivamente inceppata, non potendo più architettare falsi e capziosi argomenti , mentre la gente , di fronte ad un lavoro encomiabile di denuncia pubblica, stà prendendo le misure con il tema dell'oggi : una alternativa epocale a poteri deviati ed oligarchie, per una società a dimensione vera umana e per una politica ricostruita dal basso come il nostro giudice và predicando e mostrando . L'utopia può divenire realtà ?!?! a breve ne avremo la conferma, o meno.
MEMORIA ESPOSTO FINALE DEL 3 Novembre 2012 . UN ORDITO FANTAPOLITICO ORWELLIANO SI RIVELA THRILLER GIALLO POLIZIESCO. LA GRANDE DISCOVERY DUE: SVELATI TRAME COMPLOTTI METODOLOGIE E CORDATE.

UN ORDITO FANTAPOLITICO ORWELLIANO SI RIVELA THRILLER NOIR
 

 

53. SECONDA CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA 4 novembre 2012 PAOLO FERRARO metodo analisi e alternativa
Viene oggi 4 Novembre 2012 a compimento, nella CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA, [ http://youtu.be/IS77-l2AvJ0 ] la GRANDE DISCOVERY, aperta con il MEMORIALE su ..
PAOLO FERRARO'S STORY.
THE TRUMAN SHOW NUMBER TWO ED UNA SUPER ASSOCIAZIONE SEGRETA. GRANDEDISCOVERY VERSO UNA NUOVA NORIMBERGA .
http:...
CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA E CONCLUSIONE DELLA GRANDEDISCOVERY 3 e 4 novembre 2012 PAOLO FERRARO
CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA E CONCLUSIONE DELLA GRANDEDISCOVERY 3 e 4 novembre 2012 PAOLO FERRAROViene oggi 4 Novembre 2012 a compimento, nella CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA, [ http://youtu.be/IS77-l2AvJ0 ] la GRANDE DISCOVERY, aperta con MEMORIALE MEMORIA BROGLIACCI E CONCLUSA CON I DUE ESPOSTI...
53. SECONDA CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA 4 novembre 2012 PAOLO FERRARO metodo analisi e alternativa
Viene oggi 4 Novembre 2012 a compimento, nella CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA, [ http://youtu.be/IS77-l2AvJ0 ] la GRANDE DISCOVERY, aperta con il MEMORIALE Viene oggi 4 Novembre 2012 a compimento, nella CONFERENZA DI ALBA ADRIATICA, [ http://youtu.be/IS77-l2AvJ0 ] la GRANDE DISCOVERY, aperta con il...
Il potere delle massonerie: convegno ad Alba Adriatica
Alba Adriatica. Dalla grande truffa del debito pubblico agli effetti che lo stesso produce nella vita economica, imprenditoriale ma anche culturale. Paolo Ferraro, ha illustrato e documentato il ruolo dei grandi poteri oligarchici, delle massonerie deviate e non, e criminalità organizzate, nella ...
Melania, ascoltato il pm Ferraro
Parlò di satanismo nell’esercito.Nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Melania Rea, la ventinovenne trovata cadavere a Ripe di Civitella il 20 aprile scorso, è stato ascoltato il pubblico ministero Paolo Ferraro, il magistrato sospeso a giugno... http://www.teleradio-news.it/2011/11/13/mela...
MEMORIA ESPOSTO FINALE del 3 Novembre 2012. UN ORDITO FANTAPOLTICO ORWELLIANO SI RIVELA THRILLER ...
MEMORIA ESPOSTO FINALE del 3 Novembre 2012.
UN ORDITO FANTAPOLITICO ORWELLIANO SI RIVELA THRILLER NOIR
http://paoloferrarocddgrandediscovery.blogspot.it/2012/11/la-grande-discovery-due-svelati-trame.html 
https://www.evernote.com/shard/s207/sh/7db540fd-af31-4268-afde-16826be74e5c/a28cd99de7a4...
Paolo Ferraro | Facebook
UN BEL GUAZZABUGLIO: Questa è la trama di un film, peccato che è tutto al millimetro vero
http://paoloferrarocddgrandediscovery.blogspot.it/2012/11/un-bel-guazzabuglio-questa-e-la-trama.html
Nel novembre 2003 parte sotto la mia direzione la indagine OIL FOR DRUG che avrebbe svelato il mondo sotte...
50. IL PROGETTO DI DOMINIO DEVIATO E LA ALTERNATIVA DA COSTRUIRE Paolo Ferraro a Brindisi
PROGETTO DI DOMINIO DEVIATO E LA ALTERNATIVA CHE POSSIAMO COSTRUIRE . Intercettare tutta la complessità di ciò che si è mosso visibile e meno in questi ultimi sessanta anni, riuscire a fornire prove concrete, fare storia politica informazione e sperimentazione di alternative socio economiche nuov...
Paolo Ferraro, è il magistrato, la cui vicenda è pubblica e di rilievo pubblico ma altresì il cui...
Paolo Ferraro, è il magistrato, la cui vicenda è pubblica e di rilievo pubblico ma altresì il cui lavoro di analisi e denuncia , provata, è entrato nella opinione pubblica , http://www.video.mediaset.it/video/mistero/puntate/302685/le-teorie-di-adam-kadmon.html nonostante i molteplici tentativi d...
49 Intervista di Mauro Munari a PAolo Ferraro su radio CONTAINER (Enhanced)
INTERVISTA di MAURO MUNARI a PAOLO FERRARO su RADIO CONTAINER
L'informazione e la messa a disposizione collettiva di dati e conoscenze diventa fine a sè stessa se non genera crescita individuale e della coscienza collettiva in una prospettiva storica e politica nuova .
Apri gli occhi , osserva, n...
in anteprima la prima di alcune chicche .. Una relazione di servizio relativa a fatti avvenuti il...
CHICCA N. 1 Ho il piacere di informarvi che dopo la GRANDEDISCOVERY E GRANDE DISCOVERY DUE ( ” Una oscura vicenda ” ” illuminata ” ) inizia la ultima fase .. e quì immetto i..in anteprima la prima di alcune chicche .. Una relazione di servizio relativa a fatti avvenuti il 14 ed il 15 marzo 2011 h...
DA DALLAS IN POI https://vimeo.com/couchmode/user8636535/videos/sort:date/42962571 ;
DA DALLAS IN POI https://vimeo.com/couchmode/user8636535/videos/sort:date/42962571 ;
Dalle caste ai popoli. Una alternativa che vinca teste dell'Idra e poteri occulti
COPIATE ED INCOLLATE OVUNQUE L'INTERO POST ( !!! ). POST 2 VIMEO DALLE CASTE AI POPOLI. NO AL DOMINIO ED ALLE NUOVE SCHIAVITU'. https://vimeo.com/41531135
PAOLO FERRARO PROGETTO MASSONICO NERO MK ULTRA E MONARCH.flv
PER LA PRIMA VOLTA CON METODO LOGICO INDUTTIVO CONCRETO SULLA SCORTA DI DATI DA TUTTI VERIFICABILI SIAMO GIUNTI ALLA DENUNCIA DEL PROGETTO STRISCIANTE ...
https://www.youtube.com/watch?v=zL7n4qIxWdg
CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA: UNA “OSCURA VICENDA “."ILLUMINATA". IL CA...
La mia fatica strenua, affinchè la verità emerga, con questo atto termina dinanzi al CSM, investito della decisione su una “incredibile “ ma vera vicenda, non umana ma criminale, anche se i risvolti umani e la drammatica situazione delle “altre persone”, direttamente indirettamente coinvolte o pe...
Annotazione sulle attività di guerra psicologica e non ortodossa,.pdf - Google Documents
PROGETTO CHAOS E TERRORISMO NON CONVENZIONALE
Il 18 Febbraio 1969 il direttore della CIA Richard Helms avvertì il consigliere per la sicurezza nazionale Henry Kissinger che il loro studio sulla “Gioventù Infaticabile” è stato “estremamente sensibile” e “sarebbe molto imbarazzante per tutti gli in...
Controllo mentale Monarch: origini tecniche e finalità
PROGRAMMAZIONE MONARCH
Anche se non c’è mai stata alcuna ammissione ufficiale dell’esistenza della programmazione Monarch, ma a dir il vero, in un noto video Bill Clinton chiede scusa al popolo americano delle sperimentazioni segrete gestite all'insaputa degli americani e di quelle relative in pa...
World's Largest Professional Network | LinkedIn
La conferenza di ALBA ADRIATICA http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&amp;amp;v=ALy0rals5YQ#t=3882s dopo le conferenze di Roma, Gragnano, Brindisi , Torre Picena, Ascoli Piceno, Bellante, e Tortoreto ) chiude, a distanza di tre mesi, un cerchio di conoscenze e fornisce chiavi di ...
CORSERA MAGAZINE
....... In uno di questi appartamenti,avvengono incontri orgiastici,tra donne e militari.Il dossier ve ne attribuisce una paternità esoterica,ipnotica,determinata nello stato di estasi di alcune protagonista,agli effetti della ketamina,...
una sostanza anestetica dissociativa,che se utilizzata ...
Intervento d'apertura del PM Paolo Ferraro al dibattito "Dalla Grecia alla strage di Brindisi"
Intervento d'apertura del PM Paolo Ferraro al dibattito pubblico "Disperati: dalla Grecia alla strage di Brindisi" tenuto in Piazza Vittoria, a Brindisi, il 16 Giugno 2012 http://www.youtube.com/watch?v=p_-V7q4LNWs&amp;feature=plcp In che mo...