Catchstaff - La tua idea. Il tuo team
170 views | +0 today
Follow
Catchstaff - La tua idea. Il tuo team
CatchStaff è lo strumento che ti aiuta a promuovere la tua idea e a creare il tuo team.
Curated by Catchstaff
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Web designer freelance: 6 consigli per lavorare in team

Web designer freelance: 6 consigli per lavorare in team | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it
Consigli su come lavorare in maniera efficiente in un team di web designer freelance
Catchstaff's insight:

Come organizzare il lavoro in un #team di #web #designer #feelance?

 

Per approfondire leggi: http://www.catchstaff.com/it/esercizio-costruire-consenso-nel-team.html

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

 

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Imprenditività: 6 step per lavorare in team

Imprenditività: 6 step per lavorare in team | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Sul numero di gennaio di Millionaire, in edicola, abbiamo visto tutte le caratteristiche di chi vuole diventare imprenditivo e migliorare la propria vita, lavorativa e non.

Tra gli altri, c’è il punto “Focalizzati sul team”. Parola che, in inglese, significa gruppo, ma potrebbe anche indicare l’espressione: Together Everyone Achieves More, “insieme ognuno può ottenere di più”. Non è un obiettivo semplice, ma possibile.

Il lavoro di squadra in ufficio può crearti qualche problema: devi confrontarti con diverse opinioni, metodi e livelli d’esperienza. Come membro di un team, potresti trovarti in disaccordo con i colleghi o semplicemente a lottare per far sentire la tua voce.

Per evitare questi ostacoli, cerca il compromesso e comunica efficacemente con gli altri membri: questo ti aiuterà a lavorare produttivamente in direzione dell’obiettivo comune. Ecco alcuni consigli pratici su come riuscirci.

Passo 1

Identifica l’obiettivo del progetto al quale stai lavorando. Visualizza nella tua mente il successo finale del team.

Sulla visualizzazione dei risultati positivi che vuoi raggiungere, puoi leggere il primo punto di “Le ragioni del fallimento… e i modi per evitarlo”.

Passo 2

Prima di cominciare, fai una lista di tutti i potenziali ostacoli a un efficace lavoro in team. Fai un brainstorming, anche con i tuoi colleghi, per trovare modi per evitare o superare questi problemi.

Ad esempio, se il leader del gruppo di lavoro non riesce a comunicare bene, mentre tu hai le caratteristiche giuste per farlo, offriti di essere il legame comunicativo del gruppo. Tieni tutti i membri del team aggiornati con comunicazioni regolari.

Passo 3

Definisci il tuo ruolo all’interno del gruppo. Se non sei tu il leader, richiedi che la persona in comando stabilisca i compiti specifici di ogni membro, così riuscirai a capire cosa si aspetta da te.

Catchstaff's insight:

6 step per #lavorare bene all'interno di un #team #di #progetto

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

La strategia social per le Startup inizia da Twitter

La strategia social per le Startup inizia da Twitter | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Una delle difficoltà maggiori per un'azienda appena nata è farsi conoscere, trovare clienti. I Social Media sono sicuramente il primo canale comunicativo da prendere in considerazione, perchè possono diffondere qualsiasi brand con un impegno economico più basso rispetto ai media tradizionali, non sempre adatti a pubblicizzare una Startup. Seguendo questa guida, potrai iniziare a comunicare subito la tua nuova Startup o il tuo nuovo progetto, senza dover consultare (pagare) un professionista. La Startup vince se riesce a mantenere i costi iniziali il più ridotti possibile.Diffondi il tuo brand, fa capire in maniera chiara e sintetica di cosa ti occupi, quali sono le caratteristiche innovative della tua Startup. Il tuo obiettivo deve essere inizialmente uno solo: far conoscere la tua azienda ad un target definito. Anche se avrai pochi click verso il tuo sito web (conversioni), saranno comunque di potenziali clienti già interessati ad approfondire i tuoi prodotti o servizi. 

Twitter è il primo social da cui partire, perchè permette di far conoscere la tua Startup sia in Italia che all'estero; tramite le hashtag puoi convogliare la comunicazione sul target che hai definito (leggi anche questo articolo). La mole di dati messa a disposizione da questo Social Media, ti permetterà di analizzare attentamente i tuoi follower, i loro interessi, e i risultati delle tue attività.

Profila il tuo account con cura: sono sufficienti un avatar, una immagine per la copertina, e una descrizione creativa; mantieni la stessa linea grafica del tuo sito. Tutte le guide sui Social Media hanno una regola in comune: non puoi parlare solo ed esclusivamente della tua azienda; è noioso, ripetitivo, e fa in modo che i tuoi follower si disinteressino subito a ciò che hai da dire. Alcuni propongono un rapporto 1:10, cioè su ogni 10 tweet che mandi, 1 solo può parlare della tua azienda. Guy Kawasaki addirittura propone un rapporto di 1:20. 

 

Catchstaff's insight:

L'importanza di #twitter per #strategie #social delle #start #up

 

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

 
more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Sei aspetti necessari per gestire i team a distanza

Sei aspetti necessari per gestire i team a distanza | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

 

Abbiamo analizzato cento forze lavoro distribuite nel mondo ed abbiamo scoperto che i manager più di successo affrontano la sfida del dover dirigere a distanza (il cambio di un messaggio dovuto a barriere linguistiche, fuso orario, diverse culture, differenti tipi di tecnologia) concentrandosi su quattro aspetti:

Connessione: i rapporti che costruiamo con i dipendenti.

Allineamento: far si che i dipendenti siano sempre concentrati e che stiano avanzando nella direzione giusta.

Responsabilità: come riusciamo a far sì che la gente possa eseguire ciò che vogliamo.

Comunicazione: attraverso tutti i mezzi possibili.

Quindi, poter mettere le giuste personalità in lavori lontani è importante. E non sono ( nonostante il credo comune) i più silenziosi, o persone super organizzate che lavorano meglio. Devi scegliere persone estroverse per questo lavoro; persone che si connettono in maniera naturale e che costruiscono legami che attraversano la solitudine di una località remota. Dipendenti che ti chiederanno aiuto e che ti diranno quando le cose stanno andando male.

Abbiamo anche identificato sei caratteristiche della personalità della maggior parte dei manager che dirigono a distanza. La buona notizia è che tutte queste caratteristiche si possono sempre migliorare.

Quando leggerai le seguenti caratteristiche, cerca di considerare il modo in cui dirigi i tuoi dipendenti che lavorano a distanza, e pensa ad una cosa che potresti far meglio per sviluppare questi aspetti:

Caratteristica #1: Instancabile: dirigere dipendenti che si trovano in località con diverse ore locali può significare dover fare una conference call alle 23 o gestire una sessione di coaching  alle 6 della mattina. Se lavori sempre dalle 9 alle 17, e le tue energie ti abbandonano dopo un “giorno lavorativo normale”, cerca di adattarti ad una agenda più flessibile con più pause dopo i diversi “sprint” che affronterai, in modo che la tua performance sia più duratura.

Caratteristica #2: Evangelista dell’azienda: si richiede una persona con un alto profilo a favore dell’azienda, per poter trasmettere la cultura aziendale a mille miglia di lontananza ( tecnologia permettendo) in base a dove si trovano i vari dipendenti.

Caratteristica #3: Incoraggiante: gli atteggiamenti negativi o di disfatta si trasmettono anche attraverso le mail, le teleconferenze e le videoconferenze. Dai il benvenuto alle sfide che se fossero delle nuove opportunità; opportunità per cercare di raggiungere qualcosa di buono, positivo ed innovativo.

Caratteristica #4: Accessibile: senza un rapporto faccia a faccia, è facile perdere i segni visibili dei problemi che si stanno avvicinando. Con la domanda “ come va?” difficilmente si avrà una risposta sincera ( quindi meglio non chiedere). Fai sì  che i dipendenti a distanza si sentano a loro agio quando si approcciano a te con diverse sfide, domandando cose come “ Chi ti sta ostacolando?” Che ostacoli stai affrontando ora? Cosa ti sta fermando? Cosa ti sta facendo tardare? Cosa ti sta dando fastidio?”

Catchstaff's insight:

Un articolo molto interessante che descrive quali le caratteristiche che deve possedere un #team che lavora #a #distanza

 

Sei un #creativo e hai un'#idea e stai cercando #cofondatori? Hai un #progetto collegato ad un bando e stai cercando un #team di persone per svilupparla?

Hai bisogno di #consulenti esperti o #freelance per creare il tuo team ad hoc?

 

Contattaci su www.catchstaff.com

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Le tendenze del social media marketing nel 2014

Le tendenze del social media marketing nel 2014 | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it


Social media marketing? Niente di più “volatile” a livello di strategie di lungo termine. I social network aggiungono o modificano funzioni? Ecco che tutto quello che stavi facendo su quel canale deve essere fatto in maniera differente.
Ecco quindi qualche previsione e anticipo di tendenze sul 2014 che emergono “spiluccando” su web (lasciando stare chi si azzarda a prevedere che Google comprerà Twitter…che resterebbe una gran mossa. 

SEO e social media sono sempre più compenetranti, non trattateli come compartimenti stagniLa social influence (quella misurata da Klout, per capirsi) verrà monetizzata. Probabilmente qualcuno troverà un modello di business facilmente applicabile, o forse si continuerà a cercarlo. Declino – speriamo precoce – per quelle celebrità che utilizzano i loro account per fare “inserzioni a pagamento”. Vedasi Alessia Marcuzzi, in Italia.Pagare per ottenere un minimo di visibilità su Facebook è la regola (a meno che la vostra non sia una pagina di cazzeggio). Sempre di più per i brand la visibilità su Facebook costa.Aumentare i fan su Facebook è importante per aumentare l’esposizione al pubblico del proprio brand non per una pubblicità gratis ai propri contenuti. Sono passati i tempi in cui internet era il terreno del “mostro gratis quello che faccio e quello che dico a tanta gente”. L’esposizione del brand, la presenza e la continuità di questa oggi sono i plus a cui aspirareIl termine marketing contenutistico parla della diffusione di qualche genere di contenuto. Nel 2014 bisognerà approfondire ed affinare ancora di più queste tecniche di creazione e gestione di contenuti, continuare nella strategia di trasformare il proprio brand in un editore, selezionando i giusti argomenti e il giusto modo di presentarliSempre più vincenti grandi contenuti sporadici piuttosto di contenuti mediocri spesso: premia sempre meno la bassa qualità e coinvolge invece il contenuto interessante e ben studiato.Condividete contenuti foto e video: le persone sono coinvolte maggiormente da contenuti visivi che da quelli testuali. Continueranno quindi a crescere Instagram, Vine, SnapChat…i “social visuali”.Non dimenticateli.Alcuni ricerche che le aziende che hanno un blog riesco a generare anche il 67% di contatti in più ogni mese, rispetto alle aziende che non ce l’hanno: contenuti educativi, d’informazione, di approfondimento sono – e restano – uno dei migliori modi per farsi trovare dai clienti e farsi riconoscere una certa autorità in materia.Facebook è un gigante e continuerà a far parte di qualsiasi strategia di comunicazione sul web. Ma è sempre più difficile per i brand trovare spazio e visibilità in un canale tanto affollato. Sempre più brand si guarderanno attorno su altri canali di nicchia per raggiungere pubblici differenti. Sperimentate.

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Lavoro del Web Marketing Manager | GeMa

Lavoro del Web Marketing Manager | GeMa | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Il lavoro del Web Marketing Manager dipende molto dalla complessità della struttura nella quale il suo ruolo si svolge.

Nel caso delle grandi aziende, il Web Marketing Manager fa capo al Direttore Marketing e il suo lavoro è parte integrante di una strategia di marketing complessiva orientata dalla direzione. Nei casi in cui l’azienda sia meno strutturata, il suo ruolo comprende la gestione completa di tale strategia: dalla definizione di un piano d’azione, all’attuazione.

Ad ogni modo, il lavoro del Web Marketing Manager richiede una competenza approfondita in tutti gli ambiti della comunicazione e della visibilità online: dal Search Engine Marketing (paid e non-paid) al Search Engine Optimization, dalle campagne pubblicitarie display al Marketing Blogging, dall’e-commerce al Link Building.

Il ruolo del Web Marketing Manager, così come accade nel lavoro di qualsiasi altro manager del marketing offline, prevede, oltre l’eventuale ideazione e gestione diretta delle iniziative di marketing, anche la gestione di un team di specialisti dei vari ambiti online e del budget allocato nella promozione online.

Catchstaff's insight:

Con l'avvento delle #nuove #tecnologie, la rete, ha fatto nascere anche nuove professioni: scopriamo insieme di cosa si occupa il #web #marketing #manager.

 

condividi on line la tua #idea su www.cathstaff.com

 

#team #idea #network

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Non solo Web: le startup del Sociale

Non solo Web: le startup del Sociale | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it
L'altra faccia delle imprese innovative: i servizi alla comunità e alla persona FEDERICO GUERRINI

È noto che ormai la parola "startup" è una buzzword, un tormentone che va bene per tutto, tanto da essere quasi svuotata di significato. In effetti,  fin dei conti - benché il termine sia spesso applicato a società che creano o distribuiscono prodotti via Internet - "startup" non vuol dire altro che "impresa". Un'impresa che deve ancora consolidarsi, in fase di avviamento. Negli ultimi tempi, accanto a quello per le startup tecnologiche, si è acceso l'interesse anche per un altro tipo di imprese: quelle del Welfare. 
 

Ci sono fondi che si sono specializzati nell'investimento in startup a sfondo sociale. " Le imprese a finalità sociale ed ambientale - ha dichiarato di recente Luciano Balbo, ideatore di Oltre Venture, fondo da dieci milioni di euro - sono in fortissimo sviluppo a livello internazionale: solo in Europa sono presenti circa 2 milioni di imprese sociali (il 10% di tutte le imprese) che offrono oltre 11 milioni di posti di lavoro. Uno sviluppo dell’economia sociale nel nostro Paese potrebbe rappresentare una risposta positiva, spontanea, e dal basso, all’attuale crisi economica, con ricadute positive, oltre che sul PIL, sulla stabilità e coesione sociale". Ci sono incubatori, come il milanese Make a Cube, che agevolano la crescita di imprese attive nell'assistenza, nella sanità, nell'istruzione. Ci sono concorsi ad hoc. Due esempi: " Fellowship for longer lives", un premio del valore di 60mila euro per la migliore startup nel campo della longevità e dell’invecchiamento attivo, e " Make a Change - Il più bel lavoro del mondo", che mette in palio per il vincitore 40.000 euro, tra avviamento finanziario e 6 mesi di incubazione professionale e tutorship manageriale presso Make a Cube. Entrambe queste opportunità sono ancora accessibili, nell'edizione 2013-2014, a chi volesse candidarsi, anche se mancano ormai pochi giorni alla scadenza.

 

Leggi l'intero articolo: http://www.lastampa.it/2013/12/26/blogs/start-me-up/non-solo-web-le-startup-del-sociale-kWAtyAGBa7AMf1FyjbeQYJ/pagina.html

Catchstaff's insight:

Un nteressante descrizione che spiega la differenza tra le imprese tecnologiche e quelle con finalità sociale .


Sei un #creativo e hai un'#idea e stai cercando #cofondatori? Hai un #progetto collegato ad un bando e stai cercando un #team di persone per svilupparla?

Hai bisogno di #consulenti esperti o #freelance per creare il tuo team ad hoc?


Contattaci su www.catchstaff.com

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Start up: 15 consigli dai CEO di Musixmatch ed Instagram

Start up: 15 consigli dai CEO di Musixmatch ed Instagram | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

C’è chi vuole partire con l’idea del secolo qui in Italia sognando di andare a vivere a San Francisco e chi la sua Silicon Valley se la sta già costruendo nel nostro paese giorno dopo giorno.

Penso sia utile mettere insieme 2 video che parlano di start up e ne svelano trucchi e consigli. Il primo è stato realizzato da Marco Montemagno ed è un’intervista a Max Ciociola, 32enne proveniente da Dada con un’esperienza nel business mobile a livello internazionale. In pochi mesi ha già 10mln di download e diversi accordi con la sua MusiXmatch a livello mondiale ed è stata candidata da TechCrunch come una delle migliori start-up europee nel campo della musica.

1) Non ci avrebbe cambiato nulla stare in Silicon Valley, l’opportunità in Italia è sempre più grande perché mancano opportunità.
2) Se in Italia non si investe è perché mancano progetti interessanti, in realtà si investono tantissimi soldi ma su start up strutturate che guistificano l’investimento.
3) Gli investitori stranieri non investono in Italia, ma per attrarli bisogna cominciare a fare start up in inglese ed internazionalizzarsi.
4) Il falso mito della burocrazia italiana, ci sono meno barriere rispetto al passato. Non utilizziamo questi argomenti come una scusa.
5) Trovare l’idea che risolve un problema e crederci.
6) Isolarsi, non distrarsi, realizzare il prodotto, sbagliare, e cominciare a fare numeri.
7) Fare networking per capire come funzionano i finanziamenti, con eventi e pr.

Ora che avete sentito il punto di vista di un italiano è il turno di Mike Kreiger, fondatore di Instagram, che in una lezione lunga 54 minuti ci elenca gli 8 falsi miti di una start up. Dopo il video i punti sintetizzati daInternetpr.

Catchstaff's insight:

Consigli per le start-up dai CEO di Instagram e Musixmatch.

 

Ritieni di avere un’idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?

Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Le 9 regole per avere successo con una startup

Le 9 regole per avere successo con una startup | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Intervistato da Forbes Kurt Theobald ha spiegato le 9 regole per avere successo con una startup. Quali sono?

approccio opportunistico o strategico? Facendo un’autocritica, Kurt Theobald ha spiegato come il suo errore più grande, che ha portato a tanti fallimenti, è stato quello di non agire strategico, non comprendere le sue reali competenze ed inseguire ogni occasione, tutto ciò che sembrava "oro che luccica", piuttosto che soffermarsi sull’"opportunità di discernimento";fallire va bene, ma non subito. Le startup sono destinate a fallire presto? Certamente no, piuttosto l’impazienza è una debolezza per un leader. Prima di pensare che un progetto sia fallito occorre fare un bilancio e valutare da diverse angolazioni. Bisogna usare tenacia e determinazione per evitare di ritrovarsi come un minatore che smette di scavare a 6 cm dalla vena d’oro;trovare la propria formula. Il segreto del successo sta soprattutto nel trovare la formula, l’idea giusta, e rilanciarla. Non si può scalare la vetta e fare business senza avere nessuna base di partenza o una base labile;conoscersi e capirsi. Sono un imprenditore oppure no? Questa è la prima domanda da porsi, non c’è una via di mezzo. Kurt Theobald ha sottolineato che dopo ogni fallimento si è rimesso sempre in gioco per un motivo: perchè credeva di essere un imprenditore;avere una motivazione. Un motivo profondo, uno scopo più profondo di ciò che appare e di fare soldi. Questa è un’altra regola fondamentale che distingue gli imprenditori che hanno un successo eccezionale da coloro che hanno un successo marginale e Theobald ha citato Steve Jobs come modello di riferimento, perchè ciò che voleva davvero era lasciare una traccia;
Catchstaff's insight:

Come avere successo con una #startup? Kurt Theobald spiega le sue 9 regole, quelle che gli hanno consentito di raggiungere il successo con Classy Llama, un’impresa da 3 milioni di dollari, dopo 10 fallimenti negli ultimi 5 anni.


Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff


more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Quale università, il sogno dei giovani è fare impresa

Quale università, il sogno dei giovani è fare impresa | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Il sogno degli studenti delle superiori è di fare gli imprenditori nonostante il periodo di difficoltà economica. Ma a guai a parlare di università: sono pochi quelli che vogliono continuare gli studi dopo la maturità e prendere una laurea. Se fosse un’indagine su scala nazionale, il sondaggio fatto tra i ragazzi di due istituti tecnici di Padova sarebbe un’efficace fotografia dell’Italia della Grande Crisi. La rilevazione, realizzata tra settembre e ottobre dal centro studi di Confapi Padova con il contributo della Camera di commercio, è stata condotta su unpanel di 79 giovani tra i 17 e i 19 anni che frequentano le quarte e le quinte dell’Itis “G. Marconi” e dell’Istituto commerciale e per il turismo “Einaudi – Gramsci” della città veneta. Obiettivo: conoscere le aspettative sul futuro degli adolescenti.

Catchstaff's insight:

 Il sogno degli studenti delle superiori? Fare gli imprenditori nonostante il periodo di difficoltà economica. E voi che sogni avevate ai tempi della scuola? Siete riusciti a realizzare i vostri progetti? 

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Motivazione? 13 regole per Motivare il Tuo Team

Motivazione? 13 regole per Motivare il Tuo Team | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Uno dei temi più trattati dalla psicologia è la motivazione. Questo tema sta assumendo, oggi, un peso sempre più rilevante nella formazione e nella gestione delle risorse umane, e la sua importanza cresce sempre più in funzione dell’accelerarsi del processo di terziarizzazione dell’economia italiana. Premetto che di solito evito di parlare di trucchi, segreti o regolette, quando si parla di tematiche legate alla personalità ma, in questa occasione mi sembrava utile stabilire dei punti chiave sui quali focalizzare la tua attenzione . Per questo ho deciso di pubblicare queste riflessioni sotto forma di 20 segreti. È bene imparare a limitare il consumo eccessivo di informazioni. - See more at: http://www.professioneformatore.it/motivazione-13-regole-per-motivare-%E2%80%A8il-tuo-team-parte-prima-2/#sthash.jrSHGLVi.dpuf

Catchstaff's insight:

La motivazione è ciò che spinge ogni essere umano a compiere e realizzare i gesti della vita quotidiana, da quelli più semplici a quelli più complessi. Cosa fare, allora, per motivare un gruppo? 


Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff


more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Ecco come ci si licenzia ai tempi del web
Marina dice basta con una danza-denuncia

Ecco come ci si licenzia ai tempi del web   <br/>Marina dice basta con una danza-denuncia | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Ore e ore passate a monitorare il traffico su Internet; notti insonne trascorse davanti al pc, l’'incapacità di spiegare ai propri cari perché è diventato vitale essere collegati a Twitter per 17 ore al giorno. Coloro che lavorano col Web, con le news online, col marketing virale, lo sanno fin troppo bene: la vita sociale non esiste più. Ecco perché Marina Shifrin ha detto basta. La ragazza americana, che lavora a Taipei per il noto canale taiwanese Next Media Animation (Nma Tv) - quello che ricostruisce coi cartoni animati 3d le notizie più discusse del momento - ha deciso di lasciare il suo posto di lavoro. E lo ha fatto realizzando anche lei un video. Che è diventato un caso.

Catchstaff's insight:

In un video la ragazza americana balla nell'ufficio vuoto alle 4.30 di mattino. E dice basta a un lavoro che annienta la vita

 

E voi siete soddisfatti del vostro lavoro?

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Management e Leadership

Management e Leadership | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

In questi mesi sto lavorando con un gruppo di area manager (di un azienda che si occupa di vendita b2b) con l’obiettivo di trasformare la loro identità da super venditori (visto il loro passato che ha determinato la posizione attuale) in manager di uomini(viste le ovvie necessità che richiede il nuovo ruolo).Quali sono quindi le aree di azione principali di un buon manager e come si incastra la leadership in questo processo?

 

 

Partiamo facendo un’ovvia ma doverosa distinzione. Spesso si confondono i concetti di leadership e management.

Una definizione di management che mi piace molto è “lavorare con e mediante individui e gruppi per conseguire obiettivi organizzativi”.

 

 

 

Catchstaff's insight:

Come si possono coniugare leadership e management in maniera funzionale?

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Storytelling aziendale: cos'è e come può migliorare il tuo brand

Storytelling aziendale: cos'è e come può migliorare il tuo brand | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it
In questo articolo imparerai cos'è lo storytelling aziendale e come questo possa migliorare l'immagine del tuo brand e la sua diffusione tra i consumatori
Catchstaff's insight:

Cosa è lo #storytelling #aziendale? Come migliorare il proprio #brand?

Per approfondire leggi: La teoria dei giochi applicata a start-up, aziende e le relazioni win-win http://www.catchstaff.com/it/teoria-dei-giochi-startup-win-win.html

 

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

 

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Cacciatori di teste 2.0, spulciando nei social tra conferme o piccole bugie

Cacciatori di teste 2.0, spulciando nei social tra conferme o piccole bugie | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

CACCIATORI di teste come Sherlock Holmes. Stritolati dalle richieste sempre più mirate delle aziende, si trasformano in Grandi Fratelli e "spiano" i candidati 2.0. Così se una volta selezionare manager, avvocati o ingegneri era una percorso lineare, smistamento dei curriculum seguiti da un paio di colloqui, oggi le referenze s'incrociano come nel Sudoku. La giornata del cacciatore di teste si apre confrontando profili tradizionali, curriculum 2.0, ritratti dei social network e blog professionali. Le aziende vogliono sapere. Tutto. C'è chi richiede la verifica della situazione bancaria. Chi la market reputation. 

La scelta di un lavoratore, ripercorrendo le attività su Twitter, Linkedin e Facebook, si chiama Social media recruting ma si traduce come "caccia all'errore". Se un candidato dichiara di amare il lavoro di squadra, ma Facebook rivela che è un misantropo l'assunzione vacilla. Qualche volta la bugia aiuta. "Una candidata ha taciuto il suo blog di cucina e poi è stata assunta perché il capo del personale lo ha valutato un elemento creativo", racconta l'amministratore delegato di Value Search Giovanna Brambilla. E aggiunge: "I primi a usare il web sono stati i paesi anglosassoni, da noi il fenomeno del credential chek è esploso in modo assoluto dall'inizio di quest'anno. Il 100% delle aziende ci chiedono la ricostruzione del profilo digitale e di tutte le tracce lasciate in rete". La nuova parola d'ordine dei cacciatori di teste è prudenza. "I social network sono diventati l'equivalente delle pagine gialle ma manca l'attestazione  -  aggiunge Brambilla  -  i capi del personale vogliono continue rassicurazioni su quello che troviamo mentre i profili sono forme di autocertificazioni spesso forvianti".

Spiega Francesco De Mojana di Arethusa: "L'uso della rete riguarda più i giovani che i manager, chi ha più di 50 anni è diffidente verso i social network anche se la forbice si è allargata e sono utili per valutare la personalità del candidato, per esempio in base ai suoi hobby". Come orientarsi in questo mix di virtuale e reale? "Ad Arethusa usiamo l'escamotage di avere come senior solo degli ex direttori del personale che possono intuire subito le competenze. Se ci sono dubbi sulle referenze informiamo subito il candidato". 

La ridondanza d'informazioni esaspera però anche i più esperti. Per Fabio Ciarapica di Praxi: "Siamo sommersi dal materiale digitale e lo spanning di info non aiuta nessuno. La sovraesposizione mediatica rende più facile rintracciare le notizie ma più difficile verificare la veridicità dell'informazione". Per i Grandi Fratelli delle assunzioni ci si muove su piani paralleli e con le informazioni che si rintracciano su Facebook ci si può fare un'idea delle caratteristiche personali e non professionali. 

Mentre per i super top c'è più possibilità di rintracciare le info in modo istituzionale. "In questo il mondo anglosassone nonostante sia "politicaly correct" ha dato esempi negativi di commistione  -  spiega Ciarapica  -  mentre noi teniamo a separare vita privata e professionale però dobbiamo fare un confronto tra le affermazioni di oggi e di ieri, tra quello detto nel colloquio e quanto emerge dalla rete". 

Catchstaff's insight:

Sono sempre di più le agenzie di selezione del personale che si affidano al #social #media #recruting. Ecco perchè è  importante costruirsi un profilo social professionale.

 

Per approfondimenti leggi: Dimmi che socila network usi e ti dirò chi sei http://www.catchstaff.com/it/dimmi-che-social-network-usi-e-ti-diro-chi-sei.html

 

Iscriviti su www.catchstaff.com

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Test: valuta la tua capacità di leadership

Test: valuta la tua capacità di leadership | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Un leader è una persona che ispira altre persone a intraprendere un viaggio verso una destinazione. Il manager tradizionale, quello che mantiene lo status quo lasciando lasciando le cose come le ha trovate, non potrà essere efficace nel mondo del business odierno. Nel business di oggi le sfide che i mercati lanciano alle imprese richiedono la capacità di cambiare, di innovare, passione e creatività. Io ho sviluppato il test "Auto-Valutazione della propria Leadership" come strumento di auto-valutazione per chi vuole sapere quali competenze portano al successo nel mondo del business, ora e in futuro. Come i tempi cambiano, anche le competenze di leadership devono cambiare. Quello che è successo nel passato è ancora importante oggi, ma non può essere tutto quello di cui abbiamo bisogno per il futuro. 

Assegna un punteggio da 1 a 5 alle varie competenze che trovi di seguito elencate. 

• Competenza di Process Management. Progetta e gestisce processi che sono efficienti ed efficaci. Questi sono processi di sostegno alla fornitura di servizi all'organizzazione o alla produzione di prodotti dell'organizzazione. Questi processi permettono di spostare orizzontalmente i confini organizzativi. Assegna un punteggio alto se ritiene di possedere questa competenza e assegna un punteggio basso se ritieni di non possederla.
• Competenza di Customer Driven. Uno delle più alte priorità di leadership è la capacità di concentrarsi sulle esigenze e le aspettative dei clienti. Vuoi creare e mantenere relazioni positive con i clienti? Utilizzate strumenti per misurare la soddisfazione e fedeltà del cliente? (I clienti possono anche essere i dipendenti). Assegna un punteggio alto se si conoscono le esigenze, le aspettative e i desideri dei vostri clienti. assegna un punteggio basso se ci sono solo alcune selezionate parti dell'organizzazione in possesso di queste informazioni. 
• Information Management. L'impresa innovativa vive di informazione. I mezzi e i canali sono molteplici per comunicare gli obiettivi, i piani, e lo status dei l'organizzazione a tutti i lavoratori all'interno dell'impresa. Quali sono i mezzi disponibili a disposizione per migliorare la comunicazione? Per esempio, le riunioni, le bacheche, le E-mail, ecc. Assegnati un punteggio basso se nella tua azienda non c'è un sistema organizzato in atto per diffondere l'informazione. 
• Change Management. Chi è capo di un'organizzazione deve conoscere e gestire il cambiamento in modo appropriato. A tal fine è necessario attivare programmi di formazione e gestire il cambiamento pianificandolo strategicamente. Da tutto ciò puoi dedurre che assegnerai un punteggio basso se l'ultimo cambiamento che hai creato nella tua azienda ha generato risentimento e frustrazione. 
• Innovation. Concentra gli sforzi per avviare nuove idee e suggerimenti. Il leader è costantemente alla ricerca delle tendenze di mercato, cercando di vedere al di là del proprio orizzonte per trovare nuovi modi di fare le cose. Il leader efficace non mantiene lo status quo. Aggiungi un punteggio alto se il tasso di innovazione nella tua azienda è alto ovvero aggiungi un punteggio basso se il tasso di innovazione è scarso. 
• Miglioramento continuo. Migliorare tutto ciò che l'impresa fa. I processi e le procedure sono costantemente in via di miglioramento. Assegnati un punteggio alto se disponi di un programma di miglioramento continuo. Mentre nella tua azienda è presente solo una "Cassetta dei suggerimenti" dovrai assegnarti un solo punto. 
• Rimuovere gli ostacoli. Il leader innovativo passa il tempo a individuare e a rimuovere le barriere e gli ostacoli che impediscono il raggiungimento degli obiettivi o rallentano il flusso lavoro. I dipendenti devono sentirsi liberi di andare da chiunque all'interno dell'organizzazione per ottenere consulenza e assistenza. 
• Visione. Avere una Visione fornisce ai dipendenti una chiara direzione verso il futuro. State entusiasmando e ispirando i vostri collaboratori a intraprendere un viaggio verso una destinazione particolare? Se non vi è una chiara direzione o visione, l'impegno dei collaboratori sarà più basso e i risultati raggiunti più scarsi. Datevi un punteggio alto se le persone che voi gestite sono coinvolte nel raggiungimento di una meta. 

Catchstaff's insight:

#test per #valutare la #leadership

 

Sei un #creativo con un’#idea e stai cercando #cofondatori?

Hai un #progetto collegato ad un bando e stai cercando un #team di persone per svilupparla?

Hai bisogno di #consulenti esperti o #freelance per creare il tuo team ad hoc?

Contattaci su www.catchstaff.com

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Più collaborazione, meno gerarchie: così si lavorerà nelle aziende del futuro

Più collaborazione, meno gerarchie: così si lavorerà nelle aziende del futuro | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

In una società  digitale, le nostre azioni sono influenzate dalle reti sociali alle quali apparteniamo. 

 Al di là delle importanti implicazioni individuali, da qualche tempo questo patrimonio di relazioni che caratterizzano chi siamo si è riversato con forza all’interno delle organizzazioni, rivoluzionando in maniera significativa il nostro modo di comunicare, lavorare e generare valore per l’impresa. E’ quello che di cui abbiamo discusso allaSocial Collaboration Survey 2013.

Le organizzazioni – oggi più che in passato – si trovano di fronte a nuove sfide, a nuove incertezze che derivano dalla difficoltà di comprendere i cambiamenti imposti dalle tecnologie digitali e al crollo, sempre più evidente, dei modelli di management tradizionale.

Le gerarchie si mostrano inefficaci, l’accelerazione tecnologica impone un continuo aggiornarsi, i consumatori e i clienti hanno maggiore consapevolezza e “potere” rispetto al passato e le politiche organizzative sono inadatte a far fronte al mutato scenario.

In questo nuovo ecosistema alcuni strumenti e alcuni approcci possono risultare vincenti se ben applicati e se realizzati partendo ai bisogni delle persone e dando una risposta concreta alle esigenze dell’organizzazione.

E’ con la volontà di definire nuovi modelli organizzativi e mappare lo stato dell’arte della collaborazione nel nostro paese che abbiamo lanciato, nel Luglio del 2013, la Social Collaboration Survey 2013, un’indagine che in soli 3 mesi ha coinvolto oltre 300 aziende italiane nel tentativo di definire gli scenari del prossimo immediato futuro.

Catchstaff's insight:

Quali sono i cambiamenti a cui vanno incontro le #aziende al giorno d'oggi? Esiste un #nuovo #modo di concepire il #lavoro che si basa molto meno sulle gerarchie e più sulle #collaborazioni, a testimonianza, dell'importanza sempre più cruciale dei #team.

 

Condividi on line la tua #idea e trova il #team vincente su www.cathstaff.com

 

#team #idea #network

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Creativita E Strategie Di Sviluppo Un Nuovo Approccio Per Il Marketing Dimpresa

Creativita E Strategie Di Sviluppo Un Nuovo Approccio Per Il Marketing Dimpresa | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

La creatività è un parametro innovativo e originale e pur facente parte delle decisioni d'impresa dei poli industriali italiani, a volte incapaci di ottenere un'adeguata visibilità a livello di identità e di brand, non viene considerata ancor oggi nell'analisi di bilancio aziendale.

di Enrico Molinari

Il bilancio d'esercizio rappresenta l'insieme della documentazione che gli amministratori devono redigere allo scopo di rappresentare in modo veritiero, chiaro e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria, nonché il risultato economico della gestione d'impresa.

Un documento che da un lato deve avere carattere di rigore - compilato secondo le norme previste dal codice civile e le regole del testo unico delle imposte sui redditi (TUIR) - ma che dall'altro dovrebbe essere redatto tenendo conto di variabili intangibili, quale appunto la creatività, elemento che contribuisce a fare dell'impresa un incubatore di innovazione e di sviluppo.

Detto in altri termini, gli obiettivi finali dell'impresa sono il profitto, la crescita e la creazione di valore  sotto il vincolo positivo dell'equilibrio economico (raggiunto quando i ricavi coprono i costi) e dell'idonea copertura finanziaria per supportare gli investimenti industriali.

Catchstaff's insight:

La #creatività alla base delle nuove #strategie di #marketing

 

Hai un'idea e cerchi un #team per realizzarla? Vai su www.catchstaff.com 

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

3 utili strumenti di Project Management per startup

3 utili strumenti di Project Management per startup | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

In ogni nuova iniziativa progettuale, così come in ogni startup d’impresa, è richiesta una buona dose di disciplina per assicurare la corretta impostazione e in seguito la corretta esecuzione del progetto.
I modelli da utilizzare e le competenze su cui fare affidamento posso cambiare a seconda della natura del progetto, esistono però degli strumenti che possono facilitare il lavoro e che permettono di mantenere sempre sotto controllo l’andamento dei lavori.

Il mondo informatico ha poi delle caratteristiche peculiari tipiche dei progetti di sviluppo software e infatti nel tempo sono nate metodologie di project management specifiche quali l’agile e lo scrum.
Ci limiteremo a una overview sintetica dei principali strumenti che un team non dovrebbe mai farsi mancare quando affronta un progetto.

Catchstaff's insight:

3 utili strumenti che agevolano il compito di Project Management che è fondamentale per la gestione di un progetto.

 

Sei un #creativo con un’#idea e stai cercando #cofondatori?

Hai un #progetto collegato ad un bando e stai cercando un #team di persone per svilupparla?

Hai bisogno di #consulenti esperti o #freelance per creare il tuo team ad hoc?

Contattaci su www.catchstaff.com

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Le 10 migliori startup internazionali del 2013

Le 10 migliori startup internazionali del 2013 | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Il 2013 sta per volgere al termine e noi di Ninja Marketing abbiamo voluto selezionare lemigliori 10 startup del panorama internazionale di questi ultimi 12 mesi, scelte in base alnumero di utenti/clienti che sono riuscite ad attrarre e in base all’entità dei round di finanziamento ricevuti.

Partiamo subito quindi con il tour delle 10 startup da noi selezionate ed elencate in ordine per finanziamenti ricevuti.

1) Uber offre la possibilità, a chiunque sia dotato di uno smartphone ed una carta di credito, dinoleggiare auto con conducente in qualsiasi momento ad un prezzo leggermente superiore a quello di una corsa in taxi. Recentemente l’azienda americana ha annunciato di aver ricevuto un impressionante round da 258 milioni di dollari che le permetterà di espandersi in nuovi mercati.


2) Famosa per aver rifiutato un’offerta di acquisizione di 3 miliardi di dollari da parte di Facebook, Snapchat è un’applicazione di messaggistica istantanea che introduce un concetto nuovo, la temporaneità della informazioni scambiate tra gli utenti. Infatti il servizio permette di inviare foto e messaggi che saranno visibili solo per un determinato ammontare di secondi prima di essere eliminate per sempre. Snapchat sta spopolando, ha raggiunto recentemente l’impressionante cifra di 400 milioni di messaggi scambiati ogni giorno ed ha ricevuto nel 2013 oltre 100 milioni di dollari di finanziamenti.


3) Nest produce accessori di domotica all’avanguardia che permettono di migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza della propria casa. La startup ha ricevuto all’inizio di quest’anno un round di finanziamento di circa 80 milioni di dollari che le permetterà di supportare la propria crescita. A gennaio del 2013 Nest ha raggiunto il traguardo di oltre40.000 prodotti spediti in un mese.

Catchstaff's insight:

La top 10 delle migliori startup emerse sul piano internazionale nel 2013, selezionate in base al numero di utenti raggiunto e dei finanziamenti ricevuti.

 


sei un #creativo, hai un'#dea e cerchi un #team per realizzarla?Iscriviti su #catchstaff e pubblica la tua #idea!www.catchstaff.com

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Come non scrivere un annuncio di lavoro per startup

Come non scrivere un annuncio di lavoro per startup | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Elenchi infiniti di linguaggi di programmazione, tecnologie front-end e back-end a volontà, conoscenze di diversi database, il tutto senza scrivere due righe informative sul progetto o sul tipo di collaborazione.

Nel migliore dei casi questi annunci hanno dei confusi riferimenti alla possibilità che il ninja in questione creda nel progetto e diventi cofounder.

 

Ecco alcuni punti da tenere:

Evitate elenchi infiniti di skill. Prima di pubblicare l’annuncio chiedetevi se è veramente necessario che la figura cercata debba conoscere 13 linguaggi di programmazione diversi.Chiedetevi quante persone vi servono. Se avete bisogno di un programmatore PHP che sappia anche usare Photoshop e Illustrator è probabile che siate alla ricerca di due figure diverse. Pubblicate due annunci.Scrivete due righe sul progetto. Lo fanno in pochi ma è importante. Scrivete di che startup si tratta, se è avviata oppure no, quanto è grande il team e in che città lavorate. Avrete in automatico un primo filtro sul tipo di risposte.Siate chiari sul tipo di collaborazione. Non c’è bisogno di linkare il contratto in PDF ma può essere utile sapere se si propone un contratto a progetto, uno stage, un collaboratore saltuario, ecc.Evitate supercazzole. Molti di questi annunci sembrano presi da spot tv. Siate chiari e semplici. Più il vostro annuncio è complesso e contorto e più sarete guardati con sospetto.
Catchstaff's insight:

TIPS per scrivere un #annuncio di ricerca #cofounder che risulti efficace.

Grazie a Raffaele Gaito

 

Ritieni di avere un’idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  

 

Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

I 10 errori nelle relazioni pubbliche che le startup devono evitare

I 10 errori nelle relazioni pubbliche che le startup devono evitare | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Non è facile essere una startup.

Senza un enorme budget da investire in campo pubblicitario, diventa molto complicato ottenere visibilità sui media.
Se questa operazione risulta difficile anche per attività o brand affermati, per le nuove imprese create o ancora in fase embrionale, può essere davvero scoraggiante, soprattutto se nessuno dei fondatori ha esperienza con la stampa.

Fortunatamente però, la maggior parte degli gravi errori a cui si può andare incontro causa inesperienza, si possono aggirare; ecco qui dieci disastri di relazioni pubbliche che le startup devono assolutamente evitare:

Un lancio troppo in grande stile

Il mondo delle startup è pieno di storie di grandi party celebrativi di aziende che ormai non sono più sul mercato.
Una presentazione esagerata può far nascere dei dubbi su quanto rimanga dell’investimento a seguito di una festa faraonica con champagne e caviale. Se non hai un buon prodotto, nessun trampoliere coreografico e nessun invitante cocktail con ombrellini variopinti potrà renderlo migliore. Gli invitati devono lasciare l’evento col tuo prodotto fissato in mente, non con l’immagine di una contorsionista.

 

Eccedere nel follow-up della startup

Questa è una fase temuta e delicata. Per un giornalista non c’è nulla di più noioso che ricevere quotidianamente la stessa mail, più e più volte. Questa strategia rischia di raggiungere l’effetto opposto: scoraggiare chi sarebbe stato interessato a parlare del vostro prodotto con una serie di mail degne di uno stalker.
Non puoi importunare qualcuno mascherando questo comportamento come persistenza. La morale: non esagerare.

Fare uno di questi errori tipici da posta elettronica

1. Scrivere una email sgrammaticata, piena di errori.
2. Inviare una email con una forma sgradevole, costruita con copia/incolla da testi diversi, ognuno con una formattazione differente.
3. Scrivere con eccessiva confidenza: iniziare la comunicazione con “Caro [nome]..”. Succede più spesso di quanto si possa pensare.
4. Inviare comunicazioni con troppi allegati o troppo pesanti. Oltre al serio rischio di venire filtrati da procedure anti-spam, intasare la posta di un giornalista può essere davvero controproducente.

Catchstaff's insight:

Stai per lanciare una start-up? Ecco un articolo molto utile che indica i 10 errori nelle relazioni pubbliche che le start up dovrebbero evitare.

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

(Video) Guerrilla Marketing: l’Incredibile Idea di Fastweb | Smartweek

(Video) Guerrilla Marketing: l’Incredibile Idea di Fastweb | Smartweek | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Sei in Metropolitana a Milano, ti appresti a scendere a Moscova e invece scendi a…ecco la trovata geniale di Fastweb, che, per pubblicizzare la sua linea internet ad alta velocità, sfrutta il parallelismo con la velocità di spostamento in Metropolitana. Certo, Fastweb sarà pur velocissimo, ma un viaggio Italia-Giappone così rapido è più che mai surreale. Il successo di questa campagna di Ambient Marketing è stato incredibile e i passeggeri della Metro, inizialmente storditi, sono rimasti entusiasti di questa trovata pubblicitaria.

Catchstaff's insight:

Quando marketing e creatività si incontrano! La nuova campagna pubblicitaria organizzata da una nota compagnia telefonica.

 

E voi come avreste reagito?

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Come scegliere il nome per la tua prossima startup

Come scegliere il nome per la tua prossima startup | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

La scelta del nome è uno dei primi passi da seguire per creare una startup. Vediamo come scegliere un nome creativo e comunicativo per il tuo progetto. Dimmi il tuo nome e di dirò chi sei.

La prima domanda che ti devi porre è cosa deve comunicare la tua startup. Avrai sicuramente notato come molti progetti contengano già informazioni utili a capire di cosa trattano, pensiamo ad esempio a pinterest (pin+interest) ci fa già capire che si basa sulla condivisione di interessi.

La prima cosa da fare è capire le roots key ovvero le parole radici da cui partire. Queste parole devono comunicare quello che è lo spirito del vostro progetto. Ad esempio il brainstorming ideale per una webapp dedicata alla famiglia potrebbe essere:

Catchstaff's insight:

Dimmi il tuo nome e ti dirò chi sei! Questa affermazione, oltre che per i nomi di persona, è valida anche quando ci si ritrova a scegliere il nome di un'impresa, una start-up o un progetto.  

Come giungere ad una scelta vincente? Meglio farsi guidare dall'istinto o studiare tutto "a tavolino"?

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.
Scooped by Catchstaff
Scoop.it!

Il cambiamento in azienda: change management nelle risorse umane

Il cambiamento in azienda: change management nelle risorse umane | Catchstaff - La tua idea. Il tuo team | Scoop.it

Il mercato in continua espansione richiedeevoluzioni e novità per poter competere con successo, eppure si sa, non c’è niente che spaventi di più l’uomo del cambiamento. Con il termine inglesechange management si intende l’insieme deiprocessi, strumenti e tecniche per gestire proprio il lato umano dei processi di cambiamento per raggiungere i risultati richiesti e realizzare effettivamente il cambiamento all’interno diattitudini individuali, dei team interni e del sistema allargato. Ogni cambiamento in azienda, anche solo esclusivamente tecnico, ha infatti sempre un impatto a livello individuale ed organizzativo. Senza cambiamento l’azienda rischia di affondare, ma perché questo processo avvenga in manieraefficace ed efficiente è necessaria un’adeguataprogettazione di intervento soprattutto per gestire e ridurre la naturale resistenza al cambiamento che caratterizza il comportamento delle persone e che frena i processi di crescita e di innovazione. 

Catchstaff's insight:

Come gestire e accogliere il cambiamento in azienda?

 

Ritieni di avere un'idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com 

 

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

more...
No comment yet.