Carrelli abbandonati, capiamo il perchè
35 views | +0 today
Follow
Carrelli abbandonati, capiamo il perchè
Circa 3 persone su 4 abbandonano il carrello prima di concludere l’acquisto. Le ragioni per cui lo fanno sono molteplici, ed è bene tenerne conto nella progettazione di un e-commerce. In alcuni casi, semplicemente non sono ancora pronti e stanno salvando gli articoli per tornare in un secondo momento a rivedere la selezione e concludere l’acquisto. Deterrenti molto forti sono legati alle spedizioni: Costi di spedizione alti oppure non specificati o non calcolabili prima di arrivare al checkout, spedizioni troppo lente o senza stima della data di consegna. Altri alla privacy, alla sicurezza, all’usabilità del sito: Molte persone rinunciano se c’è obbligo di registrarsi o eccessiva richiesta di informazioni, se non vi sono garanzie sui prodotti o sull’affidabilità del rivenditore, se il processo d’acquisto è troppo complesso, il sito troppo lento o pieno di errori, non vi abbastanza opzioni per il pagamento disponibili o compaiono tasse extra inaspettate. Per limitare il numero dei carrelli abbandonati, il processo d’acquisto deve essere più breve e semplice possibile. Alcuni suggerimenti: Non costringere alla registrazione, consentendo il checkout da ospite. Inserire un chiaro indicatore del progresso, il cliente preferisce sapere quanti passaggi in totale ci sono, e a che punto si trova. Non nascondere mai i costi di spedizione anzi offrire strumenti per la stima in tempo reale oppure spedizioni gratuite o a costo fisso. (La spedizione gratuita è l’incentivo più convincente per i clienti) Prevedere sempre un’opzione per salvare il carrello. Inserire miniature delle immagini dei prodotti in modo che non ci sia bisogno di tornare indietro a controllare se i prodotti selezionati sono giusti, con il rischio di cancellare i dati già inseriti. Permettere modifiche ad es. della quantità senza dover abbandonare la pagina. Offrire diverse opzioni per il pagamento. Mostrare sempre il numero dell’assistenza o una chat di aiuto. Includere testimonial e feedback sul negozio e nelle schede prodotto. Prevenire, testare e controllare anche il più piccolo errore durante il checkout. Segnalare errori nella compilazione o campi mancanti immediatamente, ad esempio facendo comparire una crocetta rossa. Informare in anticipo e per tempo della quantità di articoli rimasti, già nella scheda prodotto. Fornire garanzie di sicurezza, come magari dei bollini di certificazione bene in vista. Offrire spedizioni rapide: più sono veloci minore è il tasso di abbandono. Ancora, poiché il 75% di chi abbandona un carrello non abbandona però l’intento di acquistare, va inviata sempre un’e-mail di promemoria, includendo il contenuto del carrello e offrendo assistenza per completare l’ordine, avere maggiori informazioni sui prodotti, chiarimenti sulle condizioni di vendita, e altro che può essere utile a recuperare il cliente.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Electra Nadalini
Scoop.it!

Internet: in Toscana e-commerce e social marketing crescono in ... - Viniesapori.net

Internet: in Toscana e-commerce e social marketing crescono in ... - Viniesapori.net | Carrelli abbandonati, capiamo il perchè | Scoop.it
Impronta Unika
Internet: in Toscana e-commerce e social marketing crescono in ...
Viniesapori.net
Internet: in Toscana e-commerce e social marketing crescono in campagna, raddoppiate aziende informatizzate.
Electra Nadalini's insight:

social marketing

more...
No comment yet.
Scooped by Electra Nadalini
Scoop.it!

Seo per eCommerce, la scheda prodotto | Ecommerce 4 You

Seo per eCommerce, la scheda prodotto | Ecommerce 4 You | Carrelli abbandonati, capiamo il perchè | Scoop.it
Solitamente per il SEO onsite si considerano molti aspetti, tra cui la scheda prodotto, ed è proprio sulla scheda prodotto che ci soffermeremo per delineare quali sono le caratteristiche principali che portano a sensibili ...
more...
No comment yet.
Scooped by Electra Nadalini
Scoop.it!

Pinterest ed e-commerce, il punto della situazione | Isayweb

Pinterest ed e-commerce, il punto della situazione | Isayweb | Carrelli abbandonati, capiamo il perchè | Scoop.it
Dal suo lancio sino ad oggi Pinterest è stato soggetto ad innumerevoli ed interessanti cambiamenti che lo hanno portato ad entrare a pieno titolo nella rosa dei social network per eccellenza. Tra le tante novità introdotte ...
more...
No comment yet.
Scooped by Electra Nadalini
Scoop.it!

Opportunità e-commerce: vediamola da un altro punto di vista: il tuo ...

Opportunità e-commerce: vediamola da un altro punto di vista: il tuo ... | Carrelli abbandonati, capiamo il perchè | Scoop.it
Un progetto di commercio elettronico richiede budget, attenzione da parte tua e dei tuoi più stretti collaboratori sia durante la fase di progettazione iniziale che al collaudo finale, e impone lavoro organizzativo e di gestione ...
more...
No comment yet.
Scooped by Electra Nadalini
Scoop.it!

La crescita dei siti ecommerce anche all'estero - Freeonline

La crescita dei siti ecommerce anche all'estero - Freeonline | Carrelli abbandonati, capiamo il perchè | Scoop.it
La crescita dei siti ecommerce anche all'estero. Nel 2012 il settore dell'ecommerce ha riscontrato un incremento del 12%, arrivando ad una somma pari a 21,1 miliardi di Euro. .
more...
No comment yet.
Scooped by Electra Nadalini
Scoop.it!

As Roma, con Arshad vola l'e-commerce giallorossa - Giallorossi.net

As Roma, con Arshad vola l'e-commerce giallorossa - Giallorossi.net | Carrelli abbandonati, capiamo il perchè | Scoop.it
AS ROMA NEWS (Leadersindigitalsport.com)- "Prima che arrivassero gli americani, non c'era l'e-commerce qui a Roma, era visto come uno strumento esclusivamente di comunicazione e necessità", ha dichiarato l'Head of ...
more...
No comment yet.