La Regione del Veneto disciplina i nuovi impianti a biomasse | Energy & cleantech | Scoop.it
Approvate dalla Giunta a larghissima maggioranza le regole per costruire centrali a biogas tutelando le risorse ambientali

Non rallentare la costruzione degli impianti che impiegano fonti rinnovabili, ma fornire un quadro chiaro di norme per scegliere i siti più idonei, preservando il paesaggio e tutelando il patrimonio ambientale, storico e artistico. Queste le linee guida del provvedimento approvato a larghissima maggioranza (40 favorevoli e tre astenuti) dal Consiglio regionale del Veneto sulle agroenergie. L'obiettivo è regolare l'installazione degli impianti che utilizzano le biomasse (scarti agricoli e forestali) per produrre energia elettrica e termica. Per esempio le centrali a biogas, che appunto sfruttano i materiali organici, “digeriti” dai batteri nei silos di stoccaggio, ricavando così il gas con cui alimentare le turbine. Il provvedimento della Giunta veneta ha vietato questo tipo d'impianti in diverse aree: innanzi tutto, i siti inseriti nella lista mondiale dell'Unesco, tra cui la laguna di Venezia e le città di Vicenza e Verona. Poi le aree di notevole interesse culturale, i luoghi inclusi nella Rete Natura 2000, le aree naturali protette e quelle a rischio idrogeologico, oltre alle superfici agricole destinate ai prodotti biologici e di marchi tutelati (Dop, Igp e così via).

...


Via F|Mattiuzzo