AulaWeb Storia
6.0K views | +5 today
Follow
AulaWeb Storia
articoli, approfondimenti, risorse per l'insegnamento e lo studio della storia
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Progetto Lebensborn: documentario Atlantide sul progetto eugenetico voluto da Himmler

Il Progetto Lebensborn (Sorgente di Vita) fu un programma avviato dal gerarca nazista Heinrich Himmler per compiere le teorie eugenetiche del Terzo Reic
Gianfranco Marini's insight:
Puntata di Atlandide dedicata al progetto Lebensborn (Sorgente di vita), per la regia di Francesca Zen, condotto in studio da Francesca Mazzalai. 

IL PROGETTO LEBENSBORN
Fu un progetto voluto e avviato da Heinrich Himmler che intendeva applicare sistematicamente le teorie eugenetiche per rifondare la razza ariana e creare una razza di dominatori, preservando il sangue germanico per le future generazioni. 
I Bambini nati secondo il programma Lebensborn, dovevano rappresentare il prototipo del perfetto bambino ariano - germanico. 
# Purezza razza inquinata dal mescolamento delle razze, necessità di ritornare alla pura razza nordica. 
# Programma eugenetico: selezione dei migliori e sterilizzazione degli individui "difettosi" nel corpo o nella moralità o intelligenza. 

Il capo delle SS, Himmler concepiva tale corpo come centro di diffusione della razza ariana pura. Il progetto Lebensborn prese avvio nel 1935 attraverso la creazione di una rete di cliniche. Nelle cliniche le ragazze madri che erano state fatte accoppiare con le SS, partorivano e i loro figli venivano allevati ed educati secondo i principi del nazionalsocialismo.
Durante i suoi 10 anni di esistenza il progetto Lebensborn porterà alla nascita di 7.500 bambini in Germania e altri 10.000 nelle zone occupate.

LINK UTILI
Per altre informazioni sul progetto Lebensborn:
1. Wikipedia: 
2. InStoria

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Politiche di razza in Africa orientale Italiana - Il caso di renzo Meregazzi e "La politica di Razza" | www.psychiatryonline.it

Politiche di razza in Africa orientale Italiana - Il caso di renzo Meregazzi e "La politica di Razza" | www.psychiatryonline.it | AulaWeb Storia | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

Pubblicato su psychiatryonline l'1 maggio 2015 questo post prende spunto da vari lavori sulla politica razziale italiana in Africa orientale, come quello di Angelo Del Boca, per presentare una figura emblematica della politica indigena italiana.

 

Il post è incentrato sulla politica razziale italiana e sulla figura di Renzo Meregazzi, alto funzionario del MAI (ministero Africa italiana), che scrisse "La politica di razza", che voleva essere fondamento della politica razziale fascista e che è incentrato sul principio fondamentale di "tutela della purezza della razza dominatrice (quella italiana)"

 

Nel post sono contenute numerose citazione tratte da questo testo di Meregazzi che sono utilissime a capire quale fu la posizione del fascismo sulla questione della razza e a sfatare definitivamente il mito di un fascismo non razzista o in cui il razzismo assume il significato di un elemento secondario e di scarso rilievo.

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Razzismo: la storia dimenticata degli Zoo Umani - Deep Racism: The Forgotten History Of Human Zoos

Razzismo: la storia dimenticata degli Zoo Umani - Deep Racism: The Forgotten History Of Human Zoos | AulaWeb Storia | Scoop.it
Racism is deeply embedded in our culture. Slavery of African people, ethnic cleansing of Native Americans and colonialist imperialism are seeds that intertwine to create racism that still has impa...
Gianfranco Marini's insight:

Lungo post ricco di documentazione fotografica che testimonia come il razzismo sia profondamente radicato nella cultura occidentale e nella sua storia.

 

Il post è stato pubblicato su https://www.popularresistance.org/ il 18/02/2014 dallo staff di Popular Resistance ed è formato da una lunga serie di fotografie, ne ho contato 65, tutte accompagnatye da didascalie che indicano evento, data, e breve descrizione del fatto illustrato dall'immagine. Le fotografie accompagnano e integrano un lungo testo che è formato dal montaggio di vari articoli. Le fotografie testimoniano la "normalità" del razzismo occidentale dal secolo XIX ad oggi.

 

Si tratta di un documento sconvolgente e necessario. Sconvolgente perché mostra la profondità della concezione e visione razzista del mondo che è incorporata da secoli nella nostra cultura, al punto che si può parlare di una "banalità del razzismo" nel senso che la sua presenza non viene nemmeno percepita come aberrazione. Necessario perché occorre portare alla luce quello che è stato, non tanto e non solo perché lo si debba "ricordare", ma perché soltanto riportando alla luce le radici presenti nell'inconscio storico dell'occidente si può evitare che ciò che è stato e non vogliamo che sia ancora, continui ad essere.

 

Questo gli articoli che sono proposti nel post:

 

1. "Fino agli '50 del XX secolo i nativi africani e americani venivano chiusi in appositi Zooo Umani ed esibiti", di M.B. David, 13/02/2013

 

2. Scoperte: l'inquietante zoo umano di Parigi, Messy Nessy Chic, 02/03/2012

 

3. La storia di Sara: un pezzo da esposizione coloniale

 

4. Di altre razze negli Zoo Umani e sulla fallacia della supremazia mentale del bianco caucasico, di Trip Down Memory Lane, 01/10/2012

 

5. Fondamentali da leggere, per comprendere che gli Zoo Umani esistono ancora i seguenti paragrafi del post che si trovano alla fine:

# Modern Human Zoo

# "Human Zoo" consentito ai turisti buttare banane agli isolani. I nativi danzano per i turisti ricevendo in cambio cibo

 

MIO GIUDIZIO

Indispensabile documentazione su cui si può intavolare una unità didattica, una discussione in classe, un lavoro di gruppo, ma qualcosa la si deve fare perché il mostro variopinto e multiforme, dalle tante teste, di cui parlala repubblica platonica è sempre in agguato.

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Le Leggi razziali e le immagini della propaganda

Le Leggi razziali e le immagini della propaganda | AulaWeb Storia | Scoop.it

"Le Leggi antisemite nelle immagini della Difesa della Razza" - Percorso didattico iconografico e testuale

Gianfranco Marini's insight:

Un percorso didattico iconografico sulle Leggi razziali dedicato agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori e basato su brevi testi e sull'analisi di alcune immagini chiave.

 

Curato  da Vittorio Caporella, l'articolo è comparso sul n° 4 del 2008 della rivista Storicamente http://www.storicamente.org/

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Gabrielal Giudici: La storia dei cagots, gli "intoccabili" europei

Gabrielal Giudici: La storia dei cagots, gli "intoccabili" europei | AulaWeb Storia | Scoop.it

E' uscito, per le edizioni Età dell'Acquario, un testo sulla storia dei cagots, sottocasta di reietti noti già alle fonti medievali, che condivisero con ebrei, eretici e streghe, una storia secolar...

Gianfranco Marini's insight:

Post pubblicato nel blog di Gabriella Giudici in cui viene presentata l'introduzione al saggio di Enrica Perucchetti e Paolo Battistel "I figli di Lucifero", Età dell'Aquario, in cui si ripercorre la storia dei misteriosi "Cagots" popolazione create dagli stereotipi e dai pregiudizi popolari, in realtà un gruppo sociale oggetto di persecuzione e razzismo nell'Europa del XIII - XIV secolo. Vissuti tra Spagna e Francia e sopravvissuti fino al XVII secolo, la loro vicenda costituisce una delle pagine più esemplari e drammatica della storia del razzismo in Europa.

 

L'introduzione, riproposta interamente nel post, traccia un quadro generale di quel poco che, da documenti e testimonianze, sappiamo dei "Cagots" e descrive le discriminazioni odioso cui furono per secoli sottoposti. Nati dalla paura e dalla necessità di un "capro espiatorio" che fungesse da valvola di sfogo di ogni frustrazione, agenti manipolatori guidati da forze oscure, come e più degli ebrei  e delle streghe, contro cui esplose più volte la rabbia popolare.

 

I Cagots sono una tipica "razza maledetta", ma a differenza degli ebrei, la cui esistenza come popolo è un fatto storico oggettivo, essi non erano un popolo, ma un gruppo sociale che presentava tutte le caratteristiche del perfetto "capro espiatorio" e che venne pensato e creduto un popolo dalla superstizione e ignoranza popolare. 

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Sergio Bontempelli intervista Luca Bravi: Porrajmos, genocidio dimenticato - Corriere delle Migrazioni

Sergio Bontempelli intervista Luca Bravi: Porrajmos, genocidio dimenticato - Corriere delle Migrazioni | AulaWeb Storia | Scoop.it
Luca Bravi sullo sterminio dei rom: «gli scienziati hitleriani non furono processati, e nel dopoguerra diventarono “esperti di zingari”»
Gianfranco Marini's insight:

Una intervista di Sergio Bontempelli a Luca Bravi sul Porrajmos, il genocidio nazista dimenticato di "Rom" e "Sinti"". Il post è molto interessante, anche per li recente revival nella propaganda politica degli stereotipi e pregiudizi sugli "zingari".

 

Interessante anche il percorso storico - teorico che Bravi delinea:

# Genocidio degli "zingari nei lager per motivi razziali non riconosciuto

# sviluppo di una "pedagogia" e "psicologia" basata su stereotipi (zingari = primitivi, nomadi, arretrati, asociali, ecc.)

# strategie politico - sociali di integrazione degli "Zingari" che perpetuavano i comportamenti discriminatori e di emarginazione, di fatto impedendo una reale integrazione

# politica del "campo nomadi" di tipo segregazionista

 

Assolutamente da leggere !!!!!

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Memoria di un viaggio per non dimenticare - Cracovia, Birkenau, Auschwitz

Memoria di un viaggio per non dimenticare - Cracovia, Birkenau, Auschwitz | AulaWeb Storia | Scoop.it
Il programma nasce da un’ iniziativa del MIUR – Ministero Istruzione, Università  e Ricerca – che ha bandito un concorso nelle scuole per rappresentare con diverse forme artistiche la Shoah. A ques [...]
Gianfranco Marini's insight:

Programma realizzato da Rai Educational sulla base dell'esperienza condotta da 5 studenti italiani per ogni regione che hanno visitato i lager di Auschwitz e Birkenau.  

 

Il programma raccoglie testimonianze, impressioni, esperienze di questo viaggio.

 

Tre le tappe e tre i video pubblicati su http://www.scuola.rai.it/

prima tappa: Cracovia e ghetto ebraico

seconda tappa: Birkenau http://www.raiscuola.rai.it/articoli/memoria-di-un-viaggio-per-non-dimenticare-birkenau/13608/default.aspx

terza tappa: Auschwitz http://www.raiscuola.rai.it/articoli/memoria-di-un-viaggio-per-non-dimenticare-auschwitz/13609/default.aspx

 

interessante e fondamentale documento dalle notevoli valenze didattiche per, come dice il titolo della trasmissione, non dimenticare.

more...
No comment yet.