AulaMagazine Scuo...
Follow
Find
6.5K views | +11 today
Scooped by GIANFRANCO MARINI
onto AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche
Scoop.it!

Edynco: ambiente per la creazione di mappe di apprendimento

Edynco: ambiente per la creazione di mappe di apprendimento | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
Edynco is an online tool for creating Learning Maps and engaging your students with them.
GIANFRANCO MARINI's insight:

Edynco è una web app che consente di realizzare mappe di apprendimento o learning map e che offre molte funzionalità al punto da costituire un vero e proprio ambiente di apprendimento.

 

Edynco si propone di fornire:

- brevi spiegazioni;

- risorse multimediali;

- percorsi di apprendimento;

a sostegno e integrazione del processo di insegnamento/apprendimento

 

Edynco consente di realizzare in pochi e semplici passaggi una mappa e di linkare nei suoi nodi elementi multimediali quali: siti e pagine web, immagini, mappe, video, audio, ecc.  

 

Peculiarità di Edynco è quella di poter realizzare e includere nelle sue mappe di apprendimento quiz di vari formati (vero/falso, scelte multiple, scelta singola, completamenti ). Questi possono essere realizzati con un editor semplice ma molto completo che consente:

- di inserire nella domanda immagini, video, ecc. e 

- di formattare il testo

- di inserire una introduzione al test  

- di inserire commenti per ogni risposta corretta o sbagliata

- di indicare la durata del test e la modalità casuale di visualizzazione delle domande

 

E' anche possibile inserire nella mappa delle micro lezioni che possono essere registrate e quindi incorporate come file audio nei suoi nodi. E' prevista la possibilità di utilizzare immagini che accompagnano la spiegazione audio e di creare un vero e proprio slide show.

 

Edynco permette inoltre di incorporare la mappa in un blog o sito web, di inviare il link via mail, di esportare la mappa per utilizzarla in una lim . Naturalmente è anche possibvile condividerla nei principali social network ed esportarla verso i principali LMS come Moodle.

 

Molto interessante la possibilità di creare gruppi di studenti che possono realizzare collaborativamente una mappa e possono avviare discussione online su di essa e sui singoli nodi

 

E' anche possibile creare corsi completi su un argomento formati da mappe di apprendimento, video, documenti, immagini, PDF, Quiz, lezioni in formato audio e video,

 

La registrazione ad Edynco è gratuita e l'uso è libero. La versione gratuita di uso pubblico e libero offre 1000 MB di spazio e consente di realizzare 5 mappe.

 

Le versioni a pagamento consentono di avere più spazio, realizzare un numero illimitato di mappe,. e, soprattutto, di poter ceare gruppi di studenti e aggiungere più educatori (isnegnanti. tutor, ecc.)

Queste le varie forumule e i costi relativi: 

http://www.edynco.com/en/pricing/educational-pricing/

 

I prezzi sono abbordabili anche per una scuola "morta di fame" e con "le pezze al culo" come quella italiana, infatti la versione completa ha un costo di 84 euro all'anno.

 

LINK UTILI

Demo su come usare una learning Map: 

http://support.edynco.com/player/learningmap/523#start

come costruire una learning map con Edynco

http://youtu.be/UPPZN-fj5ls

come creare quiz con Edynco

http://support.edynco.com/player/learningmap/523#/open/5289f12c6ad166193e000000/content

differenze tra mappa di apprendimento e mappa concettuale

http://support.edynco.com/player/learningmap/523#/open/5289f12c6ad166193e000000

come realizzare micro lezioni con Edynco

http://www.youtube.com/watch?v=cJcXz10m25o

more...
Isabella's comment, February 11, 4:00 AM
Grazie della segnalazione e del commento preciso e completo.
GIANFRANCO MARINI's comment, February 11, 5:38 AM
figurati :) frugo sempre nei tuoi post. Mi puoi trovare su Facebook come gianfranco marini, su scoop non si possono mandare messaggi
AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche
Didattica & risorse web per la Didattica
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

ThingLink - Make Your Videos Interactive

ThingLink - Make Your Videos Interactive | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

ThingLink for Video: servizio web che consente di rendere interattivi i video

GIANFRANCO MARINI's insight:

IL SERVIZIO: THINGLINK

Thinglink può ora essere utilizzato per realizzare video interattivo inserendo, all'interno dei video, link a testi, immagini, audio, insomma a tutto ciò che è linkabile. 

 

CARATTERISTICHE

per ora la registrazione può avvenire dietro invito, basta cliccare sul pulsante rosso Get Early Access e inserire la propria mail per ricevere un invito.

Per le caratteristiche e per capire come funziona il servizio e quali utilizzi, anche in ambito didattico, possano esserne fatti, consiglio la visione di questo breve e intuitivo video: http://youtu.be/13Mn3XMfDPk ;

 

COMMENTO

Si tratta di una interessante applicazione cloud che mostra come ormai il processo di trasformazione della "scrittura" sia sempre più evoluto. Ormai la capacità di scrivere non può più limitarsi alla scrittura testuale, grazie a questi strumenti la scrittura si sta fondendo con altri media e altri codici.

 

LINK UTILI

http://video.thinglink.com/

recensione a thinglink immagini: http://gianfrancomarini.blogspot.it/2013/10/thinglink-tra-infografica-content.html ;

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Massimo Recalcati, Insegnare significa parlare ai muri

Massimo Recalcati, Insegnare significa parlare ai muri | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
Perché la parola «che si indirizza ai muri ha la proprietà di ripercuotersi» e perché in ogni vero insegnamento non è il maestro che parla, ma qualcosa [ça parle] e tuttavia è la sua voce che ricor...
GIANFRANCO MARINI's insight:

Il Post

Un bellissimo articolo di Massimo Recalcati ripreso da Repubblica del 2 giugno e pubblicato sul blog di Gabriella Giudici in cui l'autore prende spunto da Lacan per riflettere sull'insegnamento e l'insegnare.

 

Commento

Certo la concezione dell'insegnare che traspare dalla riflessione di Lacan e dall'interpretazione che ne offre Recalcati appare molto lontana dalle odierne pedagogie indirizzate alla efficacia comunicativa e alla trasmissione delle competenze, conoscenze e abilità

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

5 nuove alternative per creare e pubblicare presentazioni - Five new(ish) presentation and publishing alternatives

5 nuove alternative per creare e pubblicare presentazioni - Five new(ish) presentation and publishing alternatives | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

Brevi recensioni di 5 webware per creare e pubblicare presentazioni

GIANFRANCO MARINI's insight:

Contenuto del post

Post tratto dal School Library Journal di Joyce Valenza in cui vengono presentati 5 webware o servizi online che consentono di creare e pubblicare con un design innovativo presentazioni. In inglese di semplice lettura

 

Strumenti recensiti

1. Canva: https://www.canva.com/

2. Lucidpress: https://www.lucidpress.com/

3. Emaze: http://www.emaze.com/

4. Haiku Deck: per iPad https://www.haikudeck.com/

5. Powton Slides: http://www.powtoon.com/slides/ (video animazioni)

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

6 strumenti online per il lavoro collaborativo a distanza - 6 Online Tools for Teams Working Remotely

6 strumenti online per il lavoro collaborativo a distanza - 6 Online Tools for Teams Working Remotely | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

"Sempre più numerose le soluzioni che offrono webware e web service per la collaborazione online sul web e che sono utilizzabili in ambito lavorativo ma nell'istruzione"

"With the advancement of the Web, it is easier now to work remotely than before. Here are 6 online collaboration tools for teams working remotely."

GIANFRANCO MARINI's insight:

Telelavoro e servizi di collaborazione

Un post dove viene brevemente fatto il punto sulla diffusione del mobile e del remote working o telelavoro. I servizi web per comunicare e collaborare online sono sempre più numerosi, potenti e semplici da utilizzare.

 

Collaborazione in ambito didattico

Nel post vengono presentati 6 webware per la collaborazione a distanza, tutti di uso libero, che sono ampiamente usati nel telelavoro ma che possono essere utilizzati altrettanto efficacemente in ambito scolastico - formativo.

 

Servizi o webware free

1. Asana - https://asana.com/:  piattaforma per la gestione collaborativa di compiti e progetti semplice e pratica da usare

2. Google Hangouts - http://www.google.com/+/learnmore/hangouts/: videoconferenza, condivisione dello schermo, chat, per comunicare online (fino a 10 persone)

3. Dropbox - https://www.dropbox.com/home ; servizio molto utilizzato per condividere file

4. Fremebench - http://www.framebench.com/: consente di condividere file e avviare discussione sincrone e asincrone su di essi. 

5. Harvest - http://www.getharvest.com/: pianificazione e monitoraggio delle attività 

6. Hipchat - https://www.hipchat.com/: servizio di chat di gruppo e videochat

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Orttimizzare i post nelle piattaforme sociali - PerfectPost-V5

GIANFRANCO MARINI's insight:

versione 5 dell'infografica che illustra sinteticamente come ottimizzare i post e la scrittura in alcune tra le principali piattaforme sociali del web.

 

La trasformazione della scrittura dovuta ai media digitali e alle piattaforme sociali richiede che vecchi strumenti e tecniche vengano riadattati alle nuove esigenze ma anche che vengano approntati nuovi strumenti e trovato il loro uso migliore.

 

Se quindi per titoli, descrizione ecc. non ci troviamo di fronte a niente di realmente nuovo, per i link i commenti, la condivisione, i tag siamo di fronte a nuove tecniche della scrittura e della comunicazione che saranno sempre più parte integrante della competenza alfabetica digitale.

 

L'infografica raccoglie utili consigli sulla scrittura dei post in molti social network come: linkedin, blog, Youtube, Facebook, Twitter, Pinterest, ecc.

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Curation:filtrare i contenuti in modo creativo - Creatively Filtering Content

Curation:filtrare i contenuti in modo creativo -  Creatively Filtering Content | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

"Nell'epoca dell'overload informativo, curare i contenuti è la più importante strategia per valorizzare le informazioni e sottrarle all'insignificanza".  We are living in an era of information overload.  So much content is shared online that curation is needed as a way to get value out of the information flood. Content curation is the process of shi...

GIANFRANCO MARINI's insight:

Un post che documenta in modo preciso e completo cosa sia la content curation, quale sia la sua importanza, quali le principali strategia con cui esercitarla e quali gli strumenti che si possono utilizzare.

 

Il post riporta in sintesi i contributi dell'Edutech National Congress & Expo http://www.edutech.net.au/ ; riguardanti la "content curation". Scopo del post è mostrare tutte le differenti strade attraverso cui la curation può essere esercitata in ambito educativo. Il post è in inglese ma facile da leggere.

 

Le sezioni in cui si articola il post sono:

 

1. Perché la curation è importante: in cui è contenuta un'interessante intervista di Robin Good a Rheingold

 

2. Il processo della curation: che definisce il modello della curation e individua le due principali tipologia di strumenti che lo caratterizzano: strumenti di scoperta e di curation

 

3. Curation tools e strumenti popolari di curation: regole per utilizzare gli strumenti di curation e classifica dei più popolari strumenti di curation

 

3.1. Blog: uso blog per la curation: perché i blog possono servire alla curation, approcci alla curation attraverso i blog, esempi ;

 

3.2. Strumenti di Brain storming: Popplet e Mindmeister

 

3.3. Flipboard: perché flipboard è uno strumento di curation, esempi, guida ll'uso di flipboard https://flipboard.com/section/edutech-national-congress-%26-expo-bJBYKh ;

 

3.4. Infografiche: esempi, http://www.schrockguide.net/infographics-as-an-assessment.html ;

 

3.5. Scoop.it: motivi per cui scoop.it può essere usato in ambito educativo, esempi

 

3.6. Slideshare: condivisione informazioni - presentazioni

 

3.7. Storify: storie multimediali, esempi;

 

3.8. Visula notes: per prendere appunti sul tablet e condividerli

 

3.9. Video Hosting: youtube, 

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Come creare con Google un corso online/blended - How to Create an Open Online/Blended Course Using Google

Come creare con Google un corso online/blended - How to Create an Open Online/Blended Course Using Google | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

creare con i servizi offerti da google un sistema di online/blended learning completo senza utilizzare Google Apps for education

GIANFRANCO MARINI's insight:

Nel post vengono illustrati i passaggi necessari per creare con i servizi offerti da google un sistema online che consente di integrare la formazione in presenza con strumenti web.

 

1. Creazione di un sito con Google site che svolga la funzione di piattaforma del corso, home di riferimento per docente e studenti in cui sia possibile trovare tutte le informazioni e i servizi. Il sito può ospitare google calendar per la calendarizzazione dei tempi

 

2. tramite google community è possibile creare e gestire facilmente le interazioni comunicative del gruppo classe

 

3. Google spreedsheets può essere utilizzato per ridisegnare le competenze e gli obiettivi del corso e per realizzare questionari

 

4. google site può essere utilizzato per creare dei portfolio digitali http://youtu.be/CQbW_0i29Vk

 

5. Google Hangouts: per realizzare videoconferenze, lezioni online attraverso la condivisione dello schermo e l'interazione comunicativa

(webcam e microfono)

 

6. Google Drive: per la collaborazione e condivisione dei documenti

more...
No comment yet.
Rescooped by GIANFRANCO MARINI from Digital Delights for Learners
Scoop.it!

Un generatore di certificati - Certificate Magic - Free certificate generator

Un generatore di certificati - Certificate Magic - Free certificate generator | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
With Certificate Magic you can create your own printable personalized certificates for free, in seconds.

Via Ana Cristina Pratas
GIANFRANCO MARINI's insight:

molto semplice da utilizzare, non richiede registrazione, utile in ambito didattico se si utilizza un approccio stile gamification basato su premi, riconoscimenti, badge

more...
Maryalice Leister's curator insight, June 17, 7:32 AM

Online teachers, remember to create it, do the pdf conversion, and email it....even with all our modern innovations, nothing motivates like one-to-one recognition. Five minutes spent yields weeks of on-task excitement.

Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Che cosa occorre per essere un insegnante? infografica; What Does It Take To Be A Teacher? Infographic, e-Learning Infographics

Che cosa occorre per essere un insegnante? infografica; What Does It Take To Be A Teacher? Infographic, e-Learning Infographics | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

"L'infografica mostra come il lavoro di insegnamento stia diventando sempre più difficile e complesso sia quantitativamente che qualitativamente"

"he What Does It Take To Be A Teacher? Infographic shows that teachers’ realities are growing increasingly complex"

GIANFRANCO MARINI's insight:

L'infografica, pubblicata su  elearninginfographics.com/, mostra la crescente difficoltà cui vanno incontro gli insegnanti nella loro attività dovuta sia al ruolo centrale che la conoscenza possiede nelle nostre società, sia alla sottovalutazione dell'importanza dell'insegnamento istituzionale, sia alle nuove sfide derivanti dalle nuove tecnologie, dal consumismo, dalla complessità dei saperi, ecc.

 

Il titolo "Cosa occorre per essere insegnanti - l'insegnamento richiede capacità, educazione, competenze e una grande quantità di tempo".

 

Nella prima sezione le settimane e ore di insegnamento in alcuni paesi campione

 

Nella seconda sezione il tempo che le attività di insegnamento richiedono in diversi paesi secondo stime Ocse

 

Nella terza sezione "come vengono impiegate queste ore" (attività extracurricolari, preparazione delle lezioni, insegnamento in aula, ricevimento famiglie, ecc.)

 

Nella terza i fattori che rendono l'insegnamento una sfida sempre più dura nelle società odierne (crescita numerica classi; eterogeneità studenti; crescita del numero di parametri, regolamenti, standard che il docente deve rispettare; cultura popolare non valorizza l'istruzione )

 

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Sprites: creare infografiche in pochi e semplici passaggi

Sprites: creare infografiche in pochi e semplici passaggi | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

Web app free per la creazione di infografiche animate

Sprites is a free tool for creating beautiful animated infographics for the Web.

GIANFRANCO MARINI's insight:

Sprites è un webware o webapp che consente a chiunque di creare in poco tempo e con passaggi molto semplici infografiche animate. Infatti Sprites permette di raffigurare i dati ordinandoli in diverse slides.

 

La principale qualità di sprites è la facilità con cui si possono ottenere risultati accettabili, questo ne consente l'utilizzo in ambito didattico sia da parte dei docenti che degli studenti.

 

Il funzionamento prevede la composizione di una o più slides in cui è possibile inserire vari elementi (tabelle, testo, immagini, collout, barre, ecc.) posizionandoli nello spazio della slides dove si vuole. 

 

Si tratta di una applicazione web free, interessante il fatto che, per il momento, è possibile utilizzare anche la versione pro senza pagare.

 

LINK UTILI

esempi: https://spritesapp.com/examples

prezzo: https://spritesapp.com/pricing

 

mio giudizio: 8/10

per il buon compromesso tra risultati e semplicità di utilizzo

more...
No comment yet.
Rescooped by GIANFRANCO MARINI from Digital Delights for Learners
Scoop.it!

Comment Bubble - React to Video

Comment Bubble - React to Video | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

Inserire commenti in un video


Via Ana Cristina Pratas
GIANFRANCO MARINI's insight:

Comment Bubble è un interessante webware che consente di inserire commenti in un video. E' infatti possibile scorrere il video, fermarlo al secondo che ci interessa e inserire in corrispondenza di esso un commento. 

 

Gli utenti con cui abbiamo condiviso tale video possono, a loro volta inserire commenti e rispondere ai nostri commenti.

 

In questo modo è possibile monitorare il clima della classe e l'andamento di una attività, fornire supporto personalizzato agli studenti, favorire la discussione tra gli studenti, ecc.

 

LINK UTILI

Demo: http://commentbubble.com/#/video/Rkok2DaITJWSFiWaX1gd6A

esempio di utilizzo  didattico: 

http://commentbubble.com/#/video/5koDog8eT-a8LVLyxEhJrw

more...
Marisol Araya Fonseca's curator insight, May 24, 7:28 PM

Useful to give feedback to student´s video projects.

Dovid's curator insight, May 28, 11:58 AM

Live graphs for videos... useful tool...

BI Media Specialists's curator insight, May 29, 9:15 PM

I have a feeling that there will be many more video projects next year with the implementation of iPads. This is a great tool to use when commenting on a video. 

Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

AulaBlog: La società dell'ignoranza: l'analfabetismo in Italia

AulaBlog: La società dell'ignoranza: l'analfabetismo in Italia | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

Sconvolgenti dati dell'ultima ricerca dell'Ocse, PIAAC del 2013 (Programme for the International Assessment of Adult Competence). Italia ultimo tra i paesi esaminati come competenze in ambito linguistico e matematico

GIANFRANCO MARINI's insight:

Nel post i risultati dell'l'indagine OCSE - PIAAC del 2013 (programma per la valutazione internazionale delle competenze degli adulti) sulle competenze in campo linguistico e matematico della popolazione (Literacy e numeracy).

 

L'Italia è la società dell'ignoranza, il 70% della popolazione è analfabeta funzionale, non possiede le competenze minime per poter affrontare le normali situazioni della vita quotidiana.

 

Nel post i risultati e i link ai vari capitoli dell'indagine in italiano

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

L'ignoranza, il principale fattore della crisi italiana. Senza sapere. Il costo dell'ignoranza in Italia

«All'indomani dell'unificazione nazionale - racconta Giovanni Solimine, autore di "Senza sapere" http://goo.gl/dS3h7F - il meridionalista Pasquale Villari af...
GIANFRANCO MARINI's insight:

Video di presentazione del libro di Giovanni Solimine "Senza sapere. Il costo dell'ignoranza in Italia".

 

L'Italia è ultima in Europa per le competenze alfabetiche (Literacy) e penultima per quelle matematiche. Il 70% degli italiani si trova in una situazione di analfabetismo funzionale. Questi i risultati condotta dall'Isfol nell'ambito dell'indagine Piacc (Programm for the International Assessment of Adult Competencies).

 

La videorecensione presenta sinteticamente temi e problemi che, nel suo saggio, Solimine esamina a proposito del tema dell'alfabetizzazione e della conoscenza a partire dall'unità d'Italia fino a oggi.

 

Testo da comprare per chi si occupa di formazione in Italia

 

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Mappa teorie dell'apprendimento - Learning Theory v5 - What are the established learning theories?

Mappa teorie dell'apprendimento - Learning Theory v5 - What are the established learning theories? | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

La mappa raccoglie, ordinandole sistematicamente, le principali teorie sull'apprendimento

GIANFRANCO MARINI's insight:

HoTEL è un acronimo che indica l'approccio olistico all'apprendimento supportato dalla tecnologie. La mappa, realizzata con Cmap, rappresenta le principali prospettive esistenti nel campo delle discipline che si occupano di apprendimento.

 

Sono indicati gli autori, le teorie sull'apprendimento, le discipline scientifiche coinvolte e i concetti chiave. Ogni termine presente sulla mappa è accompagnato da un link che riconduce, generalmente, all'edizione inglese di  Wikipedia .

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Rapporto Talis dell'Ocse sugli insegnanti

Rapporto Talis dell'Ocse sugli insegnanti | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
Con una età media di 49 anni siamo nettamente in testa, ma abbiamo anche la maggior pattuglia femminile. E il calcolo è che il loro impegno
GIANFRANCO MARINI's insight:

I più vecchi, mal pagati, poco riconosciuti ma ancora motivati, questa, secondo il rapporto Talis su insegnamento e apprendimento, la condizione degli insegnanti in Italia.

 

Link Utili

1. Rapporto Talis: in che modo gli insegnanti percepiscono la propria condizione http://www.uil.it/uilscuola/sites/default/files/sintesi_talis.pdf ;

2. Dal sito del Miur alcuni dati presentati nel rapporto talis http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/talis

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Digital Storytelling: Che cos'è, perché utilizzarlo e come realizzarlo - The What, Why and How of it All!

Digital Storytelling: Che cos'è, perché utilizzarlo e come realizzarlo - The What, Why and How of it All! | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

cos'è il digitale storytelling, perché utilizzarlo nella didattica e come realizzare le storie

GIANFRANCO MARINI's insight:

Il Post

Un post pubblicato su http://blog.authorstream.com/ il giugno del 2014 in cui vengono sinteticamente spiegati i concetti fondamentali del digital storytelling e viene indicata una soluzione semplice per realizzare e condividere online storie digitali

 

Cos'è?

fusione dell'antica arte di raccontare oralmente (dagli aedi ai cantastorie) con gli attuali strumenti digitali che consentono di disporre del potere comunicativo derivante dalla possibilità di realizzare storie che combinano insieme testo, suoni, immagini, video, musica, ecc. per una esperienza narrativa multisensoriale

 

Perché utilizzarlo nella didattica?

Perché incoraggia la ricerca, promuove l'acquisizione delle abilità relative al pensiero critico, potenzia l'apprendimento e la creatività negli studenti, stimola e motiva lì'apprendimento.

 

Come realizzare storie digitali?

Esistono vari strumenti online anche gratuiti, ma è sufficiente utilizzare power point, per mettere insieme immagini, suoni, testi, video, ecc. e condividere il risultato con qualche social network. In questo post viene segnalato http://www.authorstream.com/tour/ ;

 

Molto utile la presentazione contenuta nel post che, in un inglese facilmente leggibile, spiega i concetti di base del digital storytelling

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Il fallimento della scuola 2.0

Il fallimento della scuola 2.0 | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
Fondi stanziati che arrivano con il contagocce, docenti a corto di preparazione e infrastrutture inadeguate. La fine dell'anno scolastico traccia ancora una volta un bilancio amaro: malgrado i tanti proclami, la sfida per digitalizzare l'insegnamento arranca e l'ambizione di avere elementari, medie e superiori al passo con i tempi resta un miraggio. Con un paradosso a monte: in Italia, secondo lo stesso governo, il 44% della popolazione è ancora incapace di accendere un computer di ALICE GUSSONI e SALVO INTRAVAIA
GIANFRANCO MARINI's insight:

Una inchiesta pubblicata su http://inchieste.repubblica.it/ il 4 giugno del 2014 di Alice Gussoni e Salvo Intravaia denuncia il fallimento di tutti i piani di digitalizzazione e adozione di nuove tecnologie portati avanti dal Ministero dell'istruzione.

 

Fallimento dei progetti

Classi 2.0, scuola 2.0, registro elettronico, libri digitali, tablet, Lim, banda larga nelle scuole, nessuno dei progetti di implemtentazione delle nuove tecnologie nella vita scolastica è stato portato a termine e ha dato i risultati previsti.

Il ministero dell'istruzione dimostra la propria sistemica incapacità di condurre a termine anche il più semplice dei progetti digitali

 

Le cause del fallimento

Mancanza di fondi che sono stati falcidiati dai tagli dovuti alla spending review, disorganizzazione e incapacità gestionale, impreparazione dei docenti, confusione normativa e amministrativa. 

 

I numeri del fallimento e dell'analfabetismo digitale

7,8 è il numero di studenti per computer nella scuola italiana, 25% le scuole secondarie di secondo grado dotate di collegamento internet ad alta velocità. Il 40% delle famiglie non possiede un collegamento internet, il 74% della popolazione è analfabeta digitale (Istat, Agenzia digitale italiana)

 

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Disoccupazione, i numeri fanno paura
Quella verità nascosta nelle statistiche

Disoccupazione, i numeri fanno paura<br/>Quella verità nascosta nelle statistiche | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

"diploma e laurea non sono pezzi di carta che non servono a niente come comunemente si sostiene, si tratta di un luogo comune tanto banale quanto falso"

GIANFRANCO MARINI's insight:

Articolo di Davide Mancino a commento di 3 interessanti grafici interattivi ricavati dai dati Istat e Eurostat sulla disoccupazione.

 

Interessante notare come il titolo di studio garantisca molte più possibilità di occupazione.

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

CristinaSkyBox: gamification suggerimenti e link utili - CristinaSkyBox: Pulp an Image and Explore Gamification

CristinaSkyBox: gamification suggerimenti e link utili - CristinaSkyBox: Pulp an Image and Explore Gamification | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

dal blog CristinaSkyBox un post dedicato alla gamification con indicazioni, video, suggerimenti e link utili per l'approfondimento

GIANFRANCO MARINI's insight:

Qualche indicazione generale sulla gamification da utilizzare come punto di partenza per ulteriori approfondimenti.

 

In questo post tratto da CristinSkyBox, vengono forniti:

 

- alcuni link a servizi web 2.0 o webwere Kahoot, Socrative, FlipQuiz, Arthr, 

 

- videogame didattici come classcraft di cui è visibile un tutorial

 

- un video sulla gamification che ne spiega gli aspetti

 

Il tutto è in inglese ma si capisce abbastanza facilmente (magari con l'aiuto di un dizionario online)

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

CristinaSkyBox: Awarding Achievements

CristinaSkyBox: Awarding Achievements | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
GIANFRANCO MARINI's insight:

Una delle attuali tendenze nell'ambito dell'e-learning è la creazione di un sistema di premi, certificazioni, badges , che rappresentino il conseguimento di determinati risultati nell'ambito del percorso formativo.


L'idea, mediata dal mondo dei videogiochi, è che  un simile sistema possa avere un effetto positivo nel rafforzare la motivazione degli studenti e nell'orientare il loro percorso formativo introducendo elementi tratti dalla strategia della gamification.


In questo post, tratto dal blog di Ana Cristina http://cristinaskybox.blogspot.ae/ sono presenti alcuni suggerimenti come:

- servizi per la realizzazione di certificati

- siti in cui viene affrontato il tema dell'utilizzo dei badges nelal didattica

- una interessante presentazione (inglese) che spiega l'uso dei badges come certificazione del conseguimento di abilità e le modalità con cui creare un sistema di badge

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

La rivoluzione del libro e i rischi per la libertà

La rivoluzione del libro e i rischi per la libertà | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
Editori, scrittori, lettori;nulla è più come prima né mai più lo sarà.  Gli autori si autopubblicano, gli ebook si affermano sul mercato, avanza la fan fiction e Amazon domina su gran parte del digitale. In pochi anni il mondo dell’editoria e d
GIANFRANCO MARINI's insight:

Una recensione di SIlvana Mazzocchi al libro di Alessandro Gazoia "Come finisce il libro". Conseguenze, problemi e metamorfosi del libro, dell'editoria, della scrittura con l'evoluzione del testo digitale, l'ebook.

 

Il sottotitolo recita: contro la falsa democrazia dell'editoria digitale. Infatti l'affermazione dell'ebook si presta al solito gioco tra apocalittici e integrati che ne esaltano o condannano radicalmente l'esistenza, vedendo in esso il principio di tutti i mali e della decadenza o la soluzione di tutti i problemi.

 

In realtà la situazione è molto più complessa e non si presta a facili classificazioni e interpretazioni, l'affermazione degli ebook sta determinando una metamorfosi della lettura e della scrittura, delle modalità di pubblicazione e distribuzione della cultura, dell'editoria e del libro stesso.

 

Il saggio di Gazoia aiuta a comprendere nella sua complessità e nelle sue sfaccettature questa realtà in divenire e aiuta ad evitare facili generalizzazioni e schematizzazioni.

 

Chi fosse interessato a queste tematiche può seguire il blog di Alessando Gazoia a questo indirizzo  http://jumpinshark.blogspot.it/

 

 

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Edutopia: elementi basilari del blended learning -The Basics of Blended Learning

Edutopia: elementi basilari del blended learning -The Basics of Blended Learning | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it

Blended learning o Hybrid learning: definizione, videografia e sitografia.

The dictionary definition of blended learning (sometimes called hybrid learning) is so broad, it sometimes feels like nearly every modern classroom could fit under that umbrella. 

GIANFRANCO MARINI's insight:

Un interessante post da Edutopia sul concetto, la definizione e la funzione del blended o hybrid learning. L'articolo è in inglese ma è piuttosto semplice da leggere.

 

Si tratta di una raccolta di 9 video di pochi minuti ciascuno sul blended learning. Segue una serie di 7 articoli, sempre in inglese, che 

contengono approfondimenti, risorse metodi di instructional design incentrati sul blended learning

 

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Platone nella rete: competenze digitali e apprendimento con il Web - Mind Map

Platone nella rete: competenze digitali e apprendimento con il Web - Mind Map | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
lettura e scrittura digitale, servizi di blended learning. Content curation, storytelling e gamification - Mind Map
GIANFRANCO MARINI's insight:

Un complesso percorso realizzato con mindmap sulle problematiche attuali relative al rapporto tra nuove tecnologie e insegnamento.

 

Qual è oggi il ruolo dell'insegnate come mediatore tra il sapere e gli studenti?  Quali novità comporta il web sia sul piano dei contenuti che delle competenze richieste per leggere, scrivere, comunicare? COsa è l'analfabetismo oggi?

 

Coma si configurano il web learning e il blended learning? Che rapporto tra le attività da svolgere in presenza e quelle da svolgere nella rete?

 

tendenze e problematiche attuali del web learning: information overload e content curation, storytelling, gamification.

 

numerosi esempi di utilizzo di risorse web 2.0 per la didattica: kahoot, sprite, scribd, scoop.it, mindomo, storify, Symbaloo, Huzzaz, Pearltrees, ecc. 

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

AulaBlog: Gamification e game based learning

GIANFRANCO MARINI's insight:

gamification e game based learning, una delle ultime tendenze in ambito didattico la "gamification". Nel post definizione e caratteristiche di tali strategie.

 

L'applicazione dei meccanismi e dell'architettura dei videogiochi al processo di insegnamento e apprendimento: il problema, quando conviene attuarla, in cosa consiste, esempi, comportamento ludico e apprendimento, differenze tra gamification e game based learning

 

I gesuiti e la "gamificazione" del processo formativo nel XVII secolo.

more...
No comment yet.
Scooped by GIANFRANCO MARINI
Scoop.it!

Anna Angelucci, La valutazione negli Stati Uniti: storia di un fallimento

Anna Angelucci, La valutazione negli Stati Uniti: storia di un fallimento | AulaMagazine Scuola e Tecnologie didattiche | Scoop.it
L'intervento di Anna Angelucci al Convegno “Educare alla critica: quale valutazione?”. Liceo Classico Mamiani, Roma, 26 novembre 2013. Economisti che sui problemi della scuola si costruiscono carri...
GIANFRANCO MARINI's insight:

Gabriella Giudici pubblica nel suo blog l'intervento tenuto da Anna Angelucci il 26 novembre del 2013 presso il Liceo Mamiani di Roma nel corso del convegno "Educare alla critica: quale valutazione?

 

Angelucci esamina il sistema di valutazione nel sistema scolastico Usa ricostruendone la storia e individuando la strategia ha orientato la politica governativa in tale ambito.

 

In sintesi si è imposto un governo tecnocratico alla scuola fondato su individualismo e competizione sfrenata che hanno ridotto l'istruzione a prodotto del mercato.

 

A partire dal 1982 e dal lavoro della commissione sull'eccellenza nell'educazione istituita da Ronald Reagan si è affermata la "cultura della valutazione" con cui all'istruzione è stato applicato il modello neo-liberista incentrato sull'analisi costi - benefici.

 

Il profitto è stato ridotto a entità misurabile e lo strumento della misurazione è stato identificato nel test a risposta multipla (bubble test)

 

Nel suo intervento Angelucci esamina la posizioni critica che recentemente molti autori hanno espresso nei confronti della "cultura della valutazione" denunciandone limiti ed effetti perversi.

 

Tra questi autori vengono analizzate le posizioni di Diane Ravitch Autrice di The death and the life of the great americana school system (2010) e di Andy Hargraves e Henry Braun autori di un documento dal titolo Data - Driven Improvement and Accountabily.

 

La conclusione che si intravede è semplice la distruzione del sistema scolastico come lo conosciamo e l'omologazione ad un pensiero unico (obbedire, consumare, ) delle persone. SI vedano le dichiarazioni folli di Michel Barber, responsabile della Pearson, "voglio che ogni bambino in ogni parte del mondo impari le stesse cose nello stesso momento".

 

Da leggere assolutamente, l'articolo propone il punto di vista di coloro che si oppongono al sistema del testing e offre una lettura politica molto interessante del problema della valutazione e del tentativo di imporre la cultura della valutazione oggettiva.

more...
No comment yet.