AulaMagazine Scuo...
Follow
Find
73.0K views | +36 today
 
Rescooped by Gianfranco Marini from Digital Presentations in Education
onto AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche
Scoop.it!

Meograph: Four-dimensional storytelling

Meograph: Four-dimensional storytelling | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it

Meograph is the easiest way to create multimedia stories. With no training you can quickly create stories about the news, history, travels, life events, and more by combining video, audio, pictures, text, links, maps, and timelines. Then share by embedding anywhere on the web, or through your favorite social network.


Via Baiba Svenca
Gianfranco Marini's insight:

Ancora uno strumento per creare storie dedicato al mondo educational, lo slogan di Meograph è infatti "riconduci l'apprendimento alla vita reale con le storie". Meograph può essere utilizzato liberamente, esiste un piano di abbonamenti che consente di gestire le proprie classi online e offre altri vantaggi.

 

Meograph è uno strumento di storytelling, un webware che  di realizzare in modo molto semplice delle storie utilizzando l'intero web come risorsa da cui ricavare testi,k immagini, video, mappe, links, timelines ecc.  Il risultato può essere incorporato in un sito web e/o condiviso nei principali social network.

 

Risulta molto utile per predisporre presentazioni su argomenti disciplinari e interdisciplinari da parte di docenti e/o studenti su qualsiasi tematica. 

 

Meograph è utilizzato da molte organizzazioni che si occupano di media e da migliaia di scuole e autori per la realizzazione delle loro storie in quanto è uno strumento molto semplice ma completo per creare materiali multimediali e interattivi 

 

 

LINK UTILI

link al sito: http://www.meograph.com/education

 

esempi sull'utilizzo educativo di Meograph:

- "ascesa e caduta dell'impero romano" http://www.meograph.com/educationexamples

- "diritti delle donne negli Usa": http://www.meograph.com/channel4kvwm/10/womens-rights-in-the-usa#

 

tutorial su come usare meograph

http://youtu.be/2n9HZKu5X7s

http://youtu.be/BOzclIpH-RQ

http://vimeo.com/55034577

 

 

more...
David W. Deeds's curator insight, April 1, 2013 9:41 AM

Now this is geeky-cool stuff!

Amy Pardo's curator insight, April 2, 2013 12:10 PM

I wonder how this might work for my oral history project.

 

Renee Maufroid's curator insight, April 24, 2013 5:12 AM

Super great tool!

AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche
e-learning, blended learning, web learning, didattica, risorse web, webware, web app, applicazioni web per l'insegnamento e l'apprendimento scolastico
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Practical Ed Tech Tips - YouTube

Practical Ed Tech Tips - YouTube | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Directions, tips, and tricks for using popular ed tech apps and sites.
Gianfranco Marini's insight:

Richard Byrne cura uno dei più seguiti e famosi blog dedicati alle tecnologie Educative: Free Technology For Teachers, in cui ogni anno pubblica centinaia di post dedicati a questo argomento. Il 25 giugno 2015 ha pubblicato in post che presenta una playlist

di video pubblicata sul suo canale YouTube, in cui sono raccolti 118 video realizzati con la tecnica dello screencast in cui vengono presentate risorse e applicazioni educative per la didattiche di ogni genere.

Si tratta di video molto utili per chiunque intenda seguire approcci quali il blended learning o il flipped learning, la gestione delle classi, l'uso dei giochi nella didattica, lo storytelling, l'uso dei social media in ambito educativo, etc.

 

I video sono per la maggior parte di breve durata, 2 - 5 minuti, naturalmente in inglese, sono brevi video tutorial. Per chi avesse difficoltà a seguire l'inglese parlato consiglio di attivare i sottotitoli cliccando sulla corrispondente casella del video, si trova in basso a destra tra "guarda più tardi" e "impostazioni". I sottotitoli vengono generati automaticamente e sono sempre in inglese, ma facilitano la comprensione del parlato, qualora ciò non bastasse è possibile, cliccando su "impostazioni", regolare la velocità del video facendole scorrere, per esempio, a 0.5, ciò facilita ulteriormente la consultazione del video.

 

Impossibile elencare tutte le applicazioni e i consigli contenuti nella playlist, vi sono:

# applicazioni e componenti google e google drive

# Canva

# Remind

# Blogger

# SoundCloud

# ThngLink

# QR Codes

# TagBoard

# AudioPal

# FalsCards

# Versal

# Edmodo

etc etc etc

 

 

LINK UTILI

1. Free Technology For Teachers: 

http://www.freetech4teachers.com/

2. canale YouTube di Richard Byrne: 

https://www.youtube.com/user/rbyrnetech

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

11 strumenti e applicazioni per creare e gestire rubriche di valutazione - TIC para elaborar rúbricas para evaluar a los estudiantes

11 strumenti e applicazioni per creare e gestire rubriche di valutazione -  TIC para elaborar rúbricas para evaluar a los estudiantes | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

Post pubblicato il 10/07/2015 su tics.blogspot in cui vengono presentate risorse per la creazione e gestione di e-porfolios e rubriche di valutazione da utilizzare con gli studenti delle proprie classi. Si tratta di archivi e/o applicazioni di semplici da utilizzare e prevalentemente free. Il post e' in spagnolo.

 

Cosa Servono?

Il portfolio digitale e' uno strumento che serve per documentare l'evolversi delle conoscenze e capacita' di uno studente, consente quindi di avere una traccia del suo percorso formativo e fornisce importanti informazioni su quelle che sono criticità e potenzialita' dello studente.

La rubrica di valutazione e' uno strumento per valutare la qualità di prestazioni complesse e la padronanza delle competenze, esistono differenti tipologie di rubriche di valutazione a seconda delle finalità e delle competenze che si vogliono valutare.

 

Risorse e Applicazioni

Nel post vengono segnalate alcune risorse presenti sul web che consentono di agevolare la creazione e l'uso delle rubriche di valutazione:

> archivio di link a rubriche di valutazione suddivise per discipline e tipologie

> RubricBuilder: ambiente per la creazione di rubriche di valutazione, avviabile sia su Windows che si iOS

> RubiStar: creazione di rubriche e consultazione di rubriche create da altri utenti

> Rubrics4Teachers: strumenti per la creazione di rubriche valutative e archivio di rubriche aperte alla cosultazione

> RCampus: ambiente per la gestione delle valutazioni che offre un sistema completo in grado di monitorare e valutare prestazioni e progressi degli studenti

> Teachnology: generatori di rubriche bassate sulle tematiche e gli aspetti da valutare

> RubricMaker: generatore rubriche in base all'argomento e ai livelli di istruzione

> Rubrix: permette di creare rubriche di valutazione complesse e articolate in modo abbastanza rapido

> Rubrics Engrade: gestione delle attività' giornaliere condotte in aula con gli studenti

> rubrics.kon.org: portale che include rubriche e altri strumenti di valutazione ordinati per categorie

> Roobrix: strumento che aiuto i docenti a impostare correttamente parametri e criteri delle proprie rubriche valutative

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

20 applicazioni web per insegnanti - Hidden Gems: 20 Awesome Web Tools for Teachers

20 applicazioni web per insegnanti - Hidden Gems: 20 Awesome Web Tools for Teachers | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Most teachers today use technology in the classroom. Many are eager to utilize more tools to enhance their lessons and give their students more opportunities to learn and create. Web tools can be u...
Gianfranco Marini's insight:

Post pubblicato il 10/07/2015 su edutech4teachers in cui vengono presentate 20 applicazioni utili ad integrare il web nella didattica attraverso strumenti prevalentemente free o freemium. Docenti e studenti sono alla costante ricerca di sempre nuove applicazioni da utilizzare nelle loro attività formative e l'utilizzo di applicazioni web oltre a semplificare il lavoro di entrambi, costituisce una valida base per apprendere l'uso degli strumenti di comunicazione digitale che costituiscono ormai la principale modalità comunicativa anche nella vita quotidiana.

 

Il problema della scelta

Il principale problema riguardo all'uso delle tecnologie web nella didattica è costituito dal loro enorme numero e dalla necessitò di scegliere l'applicazione che meglio si adatta alle nostre esigenze educative. Alcune di queste applicazioni sono molto note, altre sono meno note ma non per questo meno valide, si tratta di avere molto pazienza e testare quelle che potrebbero interessarci fino a trovare la migliore.

 

Il problema dell'apprendimento

A mio giudizio il problema è anche dato dal fatto che occorre avere chiaro in mente cosa si intenda per apprendimento e per insegnamento  prima di scegliere le applicazioni web per procedere nell'attività didattica. In altri termini il vero problema non è prettamente tecnologico, ma educativo e pedagogico, solo se abbiamo consapevolezza di cosa significhi apprendere e che genere di progetto educativo vogliamo portare avanti, possiamo utilizzare proficuamente le nuove tecnologie e il web, viceversa sarà solo un gran polverone.

 

Le Applicazioni

Le applicazioni web segnalate sono varie e si prestano a molteplici usi. troviamo applicazioni molto note come Popplet, Prezi, Padlet, che consentono di creare: presentazioni, diari, rubriche di apprendimento e valutazione, wall, etc. Molto note anche:

# Socrative: creazione e somministrazione di quizzes

# Bubbl.us: realizzazione di mappe concettuali

# BlendSpace: ambiente di apprendimento per realizzare moduli e unità formative online

altre meno note come:

# Smore: creazione di poster, depliant etc.

# Snap.vu: generatore di QR code

# Testmoz: creazione di sondaggi, quizzes, tests,

# Wiggio: ambiente collaborativo per attività progettuali e di gruppo

# BookWidgets: consente di creare in modo molto semplice materiali per lezioni interattive come flashcards, quizzes, giochi di parole, puzzle, esercizi di matematica, etc.

# Chatzy: cosente la creazione di un canale o spazio di comunicazione immediata tra gli studenti che possono interagire anche nel corso della lezione e durante la lezione scambiandosi commenti in tempo reale su quanto accade in aula.

# Colalborize classroom: creazione di una classe virtuale e possibilità di creare blog, assegnare compiti, dare valutazioni, coordinare progetti e altre attività

# Looseleaves: creazione di documenti con possibilità di fornire consigli, commenti, valutazioni, istruzioni, etc. possibilità di condividere tramite link i propri lavori, molto facile da usare

# Mqlicker: trasforma lo smartphone degli studenti in uno strumento per la valutazione attraverso la somministrazione collettiva di quizzes in tempo reale

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Componenti aggiuntivi per Google Drive - Enhance Your Google Drive with These Wonderful Add-ons

Componenti aggiuntivi per Google Drive - Enhance Your Google Drive with These Wonderful Add-ons | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

Post pubblicato su educatorstechnology il 12/03/2015 in cui vengono presentati alcuni componenti aggiuntivi per Google Drive, E' infatti possibile aggiungere funzionalità a Google Drive installando add-ons sviluppati da terze parti, si tratta di applicazioni grazie alle quali si possono potenziare le applicazioni di Google Drive  in modo da poter inserire nei nostri documenti contenuti di vario genere, come: mappe, commenti registrati, appunti e sottolineature, etc.

 

Installare componenti aggiuntivi

Per installare questi componenti aggiuntivi o add-ons è sufficiente aprire il documento google e selezionare "installa componenti aggiuntivi" dal menù "componenti aggiuntivi", quindi selezionare la applicazione che vogliamo installare. Nel seguente video viene mostrata l'intera procedura: https://youtu.be/lZqX6ocwHWU

 

I componenti Aggiuntivi presentati nel post

Nel post vengono segnalati i seguenti componenti aggiuntivi:

# Easy Bib: consente di creare una bibliografia in modo rapido ed efficace citando libri, giornali, siti web inserendo o il titolo o il link.. Terminata questa operazione viene automaticamente generata la bibliografia secondo vari formati e viene ordinata alfabeticamente.

# Kaizena: consente di aggiungere al testo annotazioni o commenti vocali registrati e indirizzarli a un determinato utente che può a sua volta rispondere, utilissimo per correggere testi o compiti degli studenti e assisterli nella composizione dei loro lavori.

# Texthelp study skills: strumento per selezionare e sottolineare parti del documento, le parti così individuate verranno inserite in un nuovo documento. Utile per studiare direttamente da un testo digitale.

# Lucid Chart Diagram: sviluppato in html5 questo strumento consente di realizzare diagramma in modo molto semplice, è possibile anche realizzare in collaborazione il diagramma lavorando insieme ad altre persone in tempo reale.

# Track Changes: utile per quando si realizza un documento in modalità collaborativa, permette di accettare o rifiutare i cambiamenti apportati al documento

e ancora:

# Twitter Curator, Hello Sign, e tanti altri

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

A Fabulous Visual Featuring The 6 Thinkers who Transformed Education and Pedagogy

A Fabulous Visual Featuring The 6 Thinkers who Transformed Education and Pedagogy | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it

Infografica sui 6 più influenti pedagogisti e sulle loro teorie relative all'insegnamento

Gianfranco Marini's insight:

Una infografica pubblicata nel febbraio del 2014 su educatorstechnology e creata da exit ticket, in cui vengono illustrati i principali contributi di 6 tra i più importanti pedagogisti alle escienze dell'educazione e alla pedagogia. Si tratta di:

1. Lev Vygotskij: psicologo e teorico della scuola "storico - culturale", noto per la teorizzazione della "zona di sviluppo prossimale"

2. Jean Piaget: psicologo e pedagogista strutturalista, noto per la sua concezione delle fasi di sviluppo cognitivo del bambino

3. Bruner: fondamentale per i suoi contributi alla comprensione delle abilità percettive nell'apprendimento e alla loro correlazione con la motivazione

4. Bloom: conosciuto per la sua Tassonomia che sviluppò insieme ad altri pedagogisti e che costituisce una delle più note e utilizzate tassonomie degli obiettivi educativi specie in ambito cognitivo

5. Gardner: ha proposto la teoria delle "intelligenze multiple" relativa alle differenti disposizioni mentali degli studenti e alla loro relazione con gli stili di apprendimento

6. Erickson: la sua teoria dello sviluppo psico - sociale costituisce un essenziale riferimento per una migliore comprensione dello sviluppo sociale degli individui

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Tutorial su Stormboard, SpiderScribe, Coggle - Slideshare, Luciana Cino

Tutorial su Stormboard, web app per creare mappe. Ideale per brainstorming.
Gianfranco Marini's insight:

Una presentazione realizzata da Luciana Cino e pubblicata sul suo account SlideShare il 16/07/2015. Si tratta di un tutorial in 13 slides su StormBoard, applicazione web per realizzare mappe. Sono presenti numerosi altri tutorial su applicazioni web e mobile per la creazione di mappe. Caratteristica comune a tutte queste presentazioni è quella di fornire una descrizione generale dell'applicazione e delle sue principali funzionalità e di illustrare i principali strumenti che esse mettono a disposizione, ciò rende possibile valutare potenzialità e vantaggi offerti da questi servizi per approfondirne la conoscenza ed, eventualmente, sperimentarli nella didattica.

 

Altri tutorial su applicazioni per la creazione di mappe

Segnali anche i seguenti tutorial pubblicati sul suo account da Luciana Cino e relativi ad applicazioni per la creazione di mappe:

# tutorial su SpiderScribe: pubblicato il 16/07/2015, 8 slides, SpiderScribe è una applicazione web e per iOS per la creazione di mappe http://www.slideshare.net/lucianacino/tutorial-su-spiderscribe

# Tutorial su Coggle, pubblicato il 15/97/2015, 11 slides, altra applicazione web per creare mappe

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Form@re: Instructional Design e game - based learning, Vol 14, N° 3

Form@re: Instructional Design e game - based learning, Vol 14, N° 3 | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
The journal deals with technological innovation in the school system, effective educational methods, theories and practices integration, research knowledge and good practices dissemination.
Gianfranco Marini's insight:

Segnalo questo numero di Form@re dedicato al rapporto tra progettazione educativa (instructional design) e apprendimento basato sul gioco (game - based learning) in quello che è un approccio oggi molto popolare al problema di individuare strategie che garantiscano maggiore coinvolgimento e partecipazione al dialogo educativo agendo sulla motivazione e che passa sotto il nome di "gamification" e, appunto, game -based learning. Forse non si tratterà della soluzione finale ai problemi dell'educazione, ma la prospettiva è molto interessante anche perché:

# da sempre il gioco ha una stretta e fondamentale connessione con l'apprendimento

# sin dagli anni '70 pedagogisti e studiosi di didattica si sono occupati del rapporto tra gioco e formazione (Abt, Serious Game, 1970)

 

Il numero di Form@re

1. Interessante l'introduzione - editoriale di Giovanni Buonaiuti e Filippo Bruni che fa il punto sullo stato della ricerca e su problemi e prospettive, da leggere

2. Articoli: La seconda parte del numero comprende diversi articoli che affrntano argomenti specifici:

# gioco e disabilità

# gioco  e potenziamento cognitivo

# gioco e dimensione empatica nei mondi virtuali

# prototipo di videogame didattico

3. Esperienze e Riflessioni

# gioco, tecnologia e apprendimento

# I'm a games maker

4. Recensioni: segnalazioni e recensioni su una bibliografia essenziale in merito al rapporto tra video gioco e apprendimento

 

Il problema oggi

Si tratta, in primo luogo, di vedere che tipo di evoluzione si abbia nel rapporto tra gioco e apprendimento in relazione alla rivoluzione digitale e alla digitalizzazione spinta del gioco. E' necessario inoltre appurare se e come sia possibile trasferire elementi e meccanismi del videogioco in ambito didattico per ottenere effetti simili a quelli che si hanno quando si gioca ai videogiochi (motivazione, autogratificazione, apprendimento per tentativi ed errori, etc.)

 

Conclusioni

Necessario confrontarsi con l'avanzare della gamification, già fortemente radicata in diversi ambito della comunicazione umana e digitale, per separare il grano dal loglio e verificar le potenzialità, i vantaggi e le problematiche che un approccio didattico basato sul gioco comporta.

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Come la tecnologia sta cambiando l'apprendimento - How Technology is Changing the Future of Learning

These slides were used in support of a keynote I delivered at the 2015 eACH Conference. If you're interested in bringing this talk/workshop into your event or …
Gianfranco Marini's insight:

Una presentazione pubblicata su Slideshare il 10/07/2015 da David Kelly e formata da 28 slides in cui vengono sinteticamente indicati i principali eventi e le fondamentali trasformazione che stanno determinando il rapido evolversi dei processi formativi e di apprendimento e insegnamento.

 

I Cambiamenti

La parola chiave della presentazione non è tecnologia o apprendimento, ma: Disruption, interruzione di un processo o attività. Questi gli elementi che stanno conducendo all'arresto dell'apprendimento tradizionale:

# e-learning

# instructional designe

# multi device learning

# data e analytics

# content curation  - cura dei contenuti

# wearable technology - tecnologia indossabile

# ecosistema - ambiente di apprendimento

# internet of things - internet di cose

 

Che fare?

Di fronte a questi cambiamenti la domanda è: Cosa possiamo fare?

Le parole chiave a questo proposito sono:

# plug in

# ascoltare

# discutere

# contestualizzare

# giocare

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Applicazioni per creare mappe georafiche di varie tipologie - 20 Good Map Creation Tools for Students

Applicazioni per creare mappe georafiche di varie tipologie - 20 Good Map Creation Tools for Students | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it

Mappe interattive storiche, geografiche, tour, etc. realizzabili con applicazioni free e freemium

Gianfranco Marini's insight:

Post pubblicato su freetech4teachers il 17/08/2014 in cui viene presentata una lista di 20 applicazioni per la creazione di mappe interattive. Si tratta nella maggior parte dei casi di applicazioni web free o open source, in alcuni casi sono invece servizi freemium, che consentono di realizzare mappe sul modello di Google Maps o a partire da Google Maps. Ogni applicazioni viene recensita indicandone:

# caratteristiche generali

# peculiarità

# modalità di funzionamento

Il numero di applicazioni segnalate rende troppo faticoso tradurre integralmente l'articolo, quindi mi limiterò a segnalare le caratteristiche principali di alcune di queste applicazioni. Ho anche controllato che tutte le applicazioni cui farò riferimento siano ancora attive.

 

Un percorso tra gli strumenti per la creazione di mappe

In molti casi questi strumenti si appoggiano su altri servizi o social media. Visits utilizza Google Maps e Flickr, come anche ikiMaps e Animaps, che permettono di realizzare percorsi personalizzati utilizzando i placemarks.

In altri casi è possibile caricare un'immagine dal proprio pc l'immagine di una mappa storica, geografica o di altro tipo, come nel caso di Wikia Maps o Umapper, personalizzandola con l'aggiunta di segnaposti.

Interessanti quei servizi che permettono di inserire elementi multimediali nella mappa realizzata a partire da Google Maps come, per esempio, Scribble Maps, che consente di inserire testo, forme e disegnare sulla mappa.

Quickmaps permette anche l'inserimento di icone e testo, mentre in altri casi le applicazioni si limitano a permettere l'inserimento di placemarks, come Mapfaire.

 

Tra le applicazioni più interessanti e originali segnalo

# Target Map: permette di creare mappe che visualizzano set di dati di varia natura (demografici, economici, etc.). I dati possono essere inseriti manualmente o importati dal web o da altre fonti. Sono possibili diverse visualizzazioni dei dati: per località, regione, stato, etc. Il servizio è gree tranne nel caso che si voglia mantenere privata la propria mappa.

# Odissey.is: ambiente open source per creare mappe interattive di diverse tipologie e che coniugano al modello comunicativo della mappa quello del "racconto" o storytelling. Queste mappe possono essere realizzate secondo tre modelli: presentazioni (Slide), scroll (stream di contenuti come i post di un blog), accoppiata mappa - timeline. Consente l'inserimento di testi e immagini. Anche visits permette di realizzare timeline.

 

Tour e mappe

In molti casi il modello comunicativo proposto da queste applicazioni è l'uso delle mappe per realizzare tour o percorsi - viaggi:

# Tour Builder utilizza Google Earth per creare tour. La procedura è semplice e i risultati molto accattivanti: si assegna un nome al tour, si imposta un'immagine di copertina, con il pulante "add to tour" si aggiungono località al proprio tour. Per ogni località del percorso si possono inserire test, immagini e video, fino a un massimo di 25 per ciascuna località del tour.

 # Tripline serve invece per pianificare viaggi o documentare viaggi che sono stati realizzati, si tratta di un ambiente per condividere con gli altri i propri viaggi passati e futuri. Si possono creare presentazioni con le località del viaggio e inserire immagini, video, musica.


Utilizzi Didattici

Sono pressoché illimitati anche perché molti di questi servizi non si limitano a creare mappe e inserirvi segnaposti, ma si tratta di veri e propri strumenti per organizzare le informazioni, creare presentazioni, creare e condividere contenuti. Con un po di fantasia si può fare di tutto su qualsiasi argomento:

# realizzare itinerari storici: spedizione napoleone in Russia, rappresentazione di un conflitto, esplorazioni geografiche

# diffusione di una malattia, 

# biologia: diffusione di flora e fauna in un continente o in una località specifica, specie in pericolo di estinzione

# archeologia: diffusione fossili, reperti archeologici nel proprio territorio

# demografia ed economia

# pianificazione e/o documentazione di un viaggio o uscita didattica

# monitoraggio di un qualsiasi aspetto (urbanistico, architettonico, economico, etc.) del proprio territorio

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

SeeSaw: Applicazione free per realizzare diari e portfolios digitali e comunicare con le famiglie - Seesaw, The Learning Journal

SeeSaw: Applicazione free per realizzare diari e portfolios digitali e comunicare con le famiglie - Seesaw, The Learning Journal | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

SeeSaw è un servizio web che offre al docente un ambiente per creare la propria classe e consentire agli studenti di pubblicare un proprio portfolio digitale e aggiornarlo costantemente. SeeSaw consente inoltre di comunicare alle famiglie tutte le novità e gli eventi di cui sono protagonisti gli studenti. SeeSaw è free per docenti e famiglie, mentre l'account plus per le famiglie è a pagamento, al costo di 9.99 $ all'anno.

 

Caratteristiche e funzionalità

Seesaw permette al docente di fornire ai propri studenti la possibilità di realizzare un diario digitale in cui lo studente può registrare tutte gli eventi che caratterizzano il proprio percorso di apprendimento. Lo studente può aggiungere al proprio portfolio contenuti relative alle esperienze significative di apprendimento, come: immagini, fotografie, scrivere annotazioni, caricare brevi video, etc. SeeSaw permette inoltre di aggiungere a questi contenuti commenti, in forma di registrazioni audio, per offrire chiarimenti e approfondimenti. Gli studenti possono anche creare cartelle per organizzare tematicamente i contenuti che vengono di volta in volta aggiunti. E' possibile inserire un numero illimitato di contenuti.

 

Funzionamento

Il docente deve registrarsi gratuitamente e creare la propria classe. Per unirsi alla classe gli studenti possono usufruire di un QR code o utilizzare un codice fornito loro dal docente. Anche le famiglie possono creare un proprio account per vedere i lavori dei propri figli. Il docente può inviare notifiche ai familiari.

Per avere un'idea di cosa sia e come funzioni SeeSaw consiglio la visione di questa breve demo https://youtu.be/tlw-tUKvnNc

 

App per dispositivi Mobili

SeeSaw può essere utilizzato come applicazione web oppure è possibile scaricare le app per iOS e Android.


LINK UTILI

1. recensione su free technology for teachers 

http://www.freetech4teachers.com/2015/07/a-short-interview-with-founder-of.html#.VZviJvntlBc

2. in questa pagina è possibile accedere a video tutorials, idee ed esempi relativi a SeeSaw: 

http://help.seesaw.me/hc/en-us

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Bricks, Giugno 2015, n°2, anno 5: La Flipped Classroom

Bricks, Giugno 2015, n°2, anno 5: La Flipped Classroom | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

E' disponibile il numero 2 (Giugno), anno 5, della rivista Bricks, dedicato al tema della "Flipped Classroom". Nel presentare questa tematica P. Rovatti sottolinea come una didattica "rovesciata" possa rispondere, meglio di quella tradizionale, alla necessità di sviluppare competenze. Una "didattica per competenze" mira a utilizzare conoscenze, abilità, attitudini in contesti concreti e a produrre modificazioni osservabili ne comportamenti. La didattica rovesciata, supportata dalla tecnologia, può riuscire più facilmente a conseguire questo obiettivo.

 

Tema del numero: Flipped Classroom

N. Farmeschi
Open spaces without wallsP. Aghemo
Flipped lesson nella scuola primaria tra oralità e storiaF. Muraca, A. Di Benedetto
“Flipped classroom”: un’esperienza nella scuola primariaG. Paladino
L’insegnamento delle scienze alla scuola secondaria di primo grado attraverso l’approccio della didattica capovoltaL. Giannini
Didattica Nuova: un cammino lungo un primo tratto di sperimentazioneM. Masseroni
Storytelling in modalità Flipped ClassroomT. Saponaro
La mia flipped classroomL. Cimetta
Flipped classroom in azione: documentazione di una sperimenta- zione didattica sul campoF. Aloatti, F. Viscusi
Flip Teaching e digitale, una trasformazione possibile. Progettazio- ne di un ambiente di apprendimento inclusivoM. Spinarelli
Progetto Umanet Expo: la metafora del campionato per la produzione di quiz in una flipped classroomP. Vayola
Anche flipped, quando serveM. Gabbari, R. Gagliardi, A. Gaetano, D. Sacchi
La LIM al servizio dell’apprendimento rovesciato Flipped Learning: una “nuova” didattica con le tecnologie digitali

 

Il numero può essere liberamente scaricato in formato pdf e ebook

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Top 4 Android Video Editing Apps for Teachers ~ Educational Technology and Mobile Learning

Top 4 Android Video Editing Apps for Teachers ~ Educational Technology and Mobile Learning | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

Applicaizoni educative Android per realizzare lezioni in formato video, si tratta di applicazioni free o freemium molto semplici da utilizzare e che funzionano nei dispositivi mobili con sistema operativo android. Tutte consentono l'editing video supportando almeno le seguenti funzionalità:
1. aggiunta traccia sonora

2. aggiunta immagini e fotografie 

3. inserimento effetti video e di transizione

4. assemblaggio video clips

5. tagliare parti di video

 

Le Applicazioni

# Magisto: applicazione di editing video supportata via web, su Android e su iOS, semplice da utilizzare e con diverse funzionalità

# WeVideo: video editor free online e per dispositivi mobili, facile da usare anche per i bambini, interfaccia intuitiva, aggiunta foto e imamgini

# Animoto: permette di realizzare video divertenti con aggiunta di elementi grafici, video e immagini direttamente dal tablet o da smartphone

# Vide Editor: video editor molto semplice, consente di tagliare e unire i video, aggiungere musica, creare slideshow

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Applicazioni educative ordinate secondo la tassonomia di Bloom - Blooms Taxonomy of Apps

iPad Apps separated by Bloom's Taxonomy
Gianfranco Marini's insight:

Una raccolta di applicazioni pubblicata su Issuu da Kelly Tenkely, si tratta di applicazioni web o per dispositivi mobile, prevalentemente per sistemi iOS. Il documento è di 8 pagine e in ogni pagina sono presentate circa 20/30 applicazioni rappresentate da un'icona cliccabile. Per ogni applicazione viene indicato il prezzo, qualora siano a pagamewnto e la tipologia (word processing, storytelling, presenting, mind mapping, etc. ). Le applciazioni sono ordinate secondo la tassonomia di Bloom aggiornata, in cui le competenze cognitive sono ordinate secondo la seguente gerarchia: Creazione, (Creating), Valutazione (Evaluating), Analisi (Analyzing), Applicazione (Applying), Comprensione (Understanding), Memorizzazione (Remembering)

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Paolo Scorzoni: La Rubrica di valutazione - lezione, YouTube

A cosa serve? Quanti tipi di rubrica ci sono?
Gianfranco Marini's insight:

un video di Paolo Scorzoni pubblicato su Scuola interattiva in cui si spiega cosa sia una rubrica di valutazione e a cosa serva. Il video dura 7:33 minuti ed e' stato pubblicato il 03/12/2012. Si tratta di una lezione in cui viene presentata la rubrica di valutazione, vengono definiti i suoi possibili usi, individuate le diverse tipologie (analitica e olistica) di rubrica e anche chiarito il suo utilizzo con esempi. Un ottimo punto per cominciare a familiarizzare con le rubriche di valutazione nella didattica. Consiglio inoltre a tutti l'iscrizione al canale YouTube di Paolo Scorzoni "Scuola Interattiva" disponibile al seguente indirizzo https://www.youtube.com/user/ScuolaInterattiva

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Quizalize: realizzare quizzes e somministrarli in tempo reale all'intera classe - Spot student learning gaps instantly

Quizalize: realizzare quizzes e somministrarli in tempo reale all'intera classe - Spot student learning gaps instantly | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Quizalize lets you engage your class and deliver instant assessments for personalised learning on any computer, tablet or smartphone. It helps you quickly identify the strengths, weaknesses and learning gaps of individual students and intervene in real-time to give one-on-one help in the classroom.
Gianfranco Marini's insight:

Ambiente per le verifiche online, consente di creare rapidamente quizzes e somministrarli in tempo reale all'intera classe che può risolverli in tempo reale utilizzando dispositivi mobili come tablet, smartphone, etc. Si tratta di una modalità molto coinvolgente e stimolante di realizzare verifiche e valutazioni formative facendo svolgere test e quizzes alla classe in tempo reale e con risposte immediate. La modalità è quella del gioco con una leaderboards che mostra in tempo reale i punteggi riportati dagli studenti nel corso dello svolgimento del quiz. Come impostazione generale ricorda Kahoot. L'applicazione è free ed è compatibile con ogni piattaforma.

 

Caratteristiche Generali

L'idea su cui si basa Quizalize è di trasformare una verifica in un gioco attraverso la visualizzazione dei risultati degli studenti proiettati in aula tramite una Lim o un videoproiettore. I quizzes possono essere creati in modo personalizzato dal docente o dagli studenti. I risultati degli studenti sono monitorati, archiviati. E' anche possibile fornire un aiuto in tempo reale ai singoli studenti 

Il seguente video tutorial mostra il funzionamento di Quizalize https://youtu.be/4ZmFuhSzr8s

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

20 abilità nell'uso delle tecnologie digitali che un docente dovrebbe possedere - The 20 Digital Skills Every 21st Century Teacher should Have

20 abilità nell'uso delle tecnologie digitali che un docente dovrebbe possedere - The 20 Digital Skills Every 21st Century Teacher should Have | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

Post pubblicato su educational technology and mobile learning il 02/03/2015 riguardante le abilità del docente del XXI secolo. A differenza di molti altri interventi del genere non ci si occupa qui di competenze cognitive, metacognitive, di cittadinanza o di altre conoscenze, capacità, competenze al confine tra psicologia, didattica, pedagogia, sociologia, tecnologia, etc. che delineano i contorni più di un super eroe dotato di sovrumani poteri che di un docente. Molto più modestamente si tratta di una lista, senza pretese di tassonomica sistematicità e universale validità, di abilità relative alle tecnologie che possono essere integrate nella didattica, quindi abilità va inteso nel senso di "saper utilizzare determinati strumenti per fare qualcosa". La lista comprende 20 abilità ed è derivata da una precedente lista elaborata nel 2011 dal team del sito e ora revisionata.

 

Quello che un docente del XXI secolo dovrebbe essere saper fare con le tecnologie

La particolarità di questa lista, che ne fa uno strumento molto utile, è che per ogni abilità dell'elenco viene fornito un link in cui è possibile trovare applicazioni web o per dispositivi mobili, prevalentemente free o freemium, per esercitarle concretamente nella attività didattica. Quindi chi fosse interessato a una o più abilità tra quelle segnalate, potrà trovare nel link le applicazioni web corrispondenti.

1. creazione e editing audio digitale

2. utilizzo del social bookmarking

3. uso di blog e wikis per creare ambienti di apprendimento

4. utilizzo di immagini digitali da usare con la classe

5. Impiego di contenuti video

6. Impiego di infografiche per l'insegnamento e l'apprendimeno

7. Uso di social network per comunicare con i colleghi e aggiornarsi professionalmente

8. Creazione e condivisione di presentazioni asincrone e sessioni di apprendimento

9. Compilazione di e-portfolio

10. essere in grado di scoprire casi di plagio nei lavori degli studenti

11. realizzare video tutorial e video lezioni con la tecnica dello screencasting

12. curare contenuti web per l'apprendimento degli studenti

13. utilizzare applicazioni per la gestione del tempo e per organizzare il proprio lavoro e insegnare il loro utilizzo agli studenti per gestire il proprio percorso formativo

14. impiegare applicazioni per la realizzazione di sondaggi e questionari nella attività didattica

15. comprendere le questioni riguardanti il copyright e le licenze d'uso dei contenuti

16. utilizzare applicazioni per creare quizzes

17. trovare e valutare contenuti web validi

18. usare applicazioni per la gestione del tempo

19. impiegare applicazioni per annotare contenuti e condividerli

20. usare strumenti per realizzare note in modo da condividere contenuti e idee interessanti

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

ForAllRubrics: ambiente per la valutazione formativa e la comunicazione con gli studenti - The Rubric & Badging Platform

ForAllRubrics: ambiente per la valutazione formativa e la comunicazione con gli studenti - The Rubric & Badging Platform | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

ForAllRubrics è una piattaforma educativa di uso libero per i docenti che permette di gestire rubriche e badges per l'insegnamento e l'apprendimento è inoltre possibile scaricare anche le apps per iOS e Android in modo da utilizzarla su dispositivi mobili.

 

ForAllRubrics funziona come ambiente per la valutazione formativa e sommativa basata sulle competenze, è infatti possibile:

1. Valutare e assegnare punteggi:

# creando in modo semplice rubriche, registri, liste di controllo e badges conformi agli standards dell'apprendimento

# assegnando e visualizzando punteggi sui dispositivi mobili

# pubblicare e condividere i materiali valutativi su PDF o stamparli su carta

# assegnando badges digitali

 

Visualizzare le performances della classe e comunicare con gli studenti

# accesso ai risultati delle  proprie valutazioni in sicurezza sul sito di ForAllRubrics

# verificare le condizioni della propria classe con un colpo d'occhio

# stampare le valutazioni o condividerle in PDF

# oppure condividerle  attraverso l'e-mail con studenti e famiglie

 

Account per gli studenti e auto valutazione e valutazione tra pari

# Gli studenti possono visualizzare le proprie valutazioni sul sito

# Possibilità di utilizzare lo strumento per creare e gestire e-portfolios con cui "catturare" contenuti, risorse e riflessioni del proprio percorso formativo

# valutazione auto e tra pari con checklist, rubriche  e badges

# Possibilità di utilizzare ForAllRubrics con le classi di Edmodo

 

Resoconti sulle valutazioni della classe e degli studenti

# rapporti basati sugli standard di apprendimento

# rapporti in tempo reale sugli studenti e item analysis

# stampa o condivisione delle valutazioni

# possibilità di salvare su un foglio di calcolo e sul proprio pc le valutazioni

 

Per rendersi meglio conto di funzionalità, funzionamento e caratteristiche generali di questa applicazione consiglio la visione della seguente video dimostrazione in inglese: 

https://youtu.be/-UTLwJo9Duk

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Applicazioni e Risorse per il Flipped Learning da Edshelf - Flip Your Classroom with These Teacher-tested Tools

Applicazioni e Risorse per il Flipped Learning da Edshelf - Flip Your Classroom with These Teacher-tested Tools | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

Post pubblicato su educatorstechnology il 16/07/2015 per presentare alcune raccolte di strumenti e applicazioni educative presenti su Edshelf.

 

Cos'è Edshelf

Edshelf è un archivio di utilità e applicazioni per la didattica organizzate tematicamete dagli utenti che possono creare svariate raccolte denominate shelves (scaffali). La peculiarità di Eshef è che si tratta di un ambiente per la cura e organizzazione dei contenuti espressamente dedicato ala didattica e i cui  utenti sono per la maggior parte docenti. Se si è alla ricerca di applicazioni e risorse per la propria attività didattica Edshelf è una delle risorse più attendibili e pertinenti presenti in rete.

 

Quali informazioni ci fornisce Edshelf

Ogni raccolta di Edshelf si presenta un un titolo che richiama il tema - argomento della raccolta ed è formato da un riquadro costituito dalle icone delle varie risorse collezionate. Cliccando su una icona si apre la pagina di Edshelf contenente le informazioni su quella risorsa, troveremo:

# sulla destra in alto un punteggio, fino a un massimo di 5 stelle, relativo a: efficacia pedagogica, curva di apprendimento e impegno studenti

# un pulsante che permette di ottenere il link per recarci sul sito web della applicazione o, se si tratta di una app, per scaricarla

# un pulsante per fornire il nostro voto sulla risorsa

# un pulsante per aggiungere la risorsa a una delle nostre raccolte

Di seguito poi abbiamo altre indicazioni:

# numero di recensioni dell'applicazioni

# numero di scaffali in cui essa compare

# persone che la usano

# strumenti / applicazioni collegate

Nella parte centrale della pagina abbiamo ancora:

# video di presentazione dell'applicazione (demo)

# Descrizione delle caratteristiche e funzionalità dell'applicazione o risorsa

# piattaforme (sistemi operativi o web) su cui l'applicazione gira

# età degli studenti cui è rivolta

# categorie / tags

Quindi:

# pricing o piani di acquisto se è a pagamento

# altrimenti indicazioni come "free" o "open source" se non è a pagamento

 

Il Post

Nel post sono presentate sia singole applicazioni corredate di tutte le informazioni necessarie a valutarle, sia diverse raccolte utili per supportare un approccio alle nuove tecnologie didattiche basato sul Flipped Learning e il Blended Learning.

 

Applicazioni / Risorse Singole

# Moodle: informazioni e recensioni del popolare ambiente di apprendimento

# TubeChop: applicazione che consente in modo molto semplice di tagliare una sezione di un video di youtube e condividerla

# Clarisketch: consente di caricare o selezionare un'immagine, registrare la propria voce, scrivere e disegnare, free

# LEGO Friends Story Maker: per creare storie usando a tecnica del drag and drop, registrando la propria voce, aggiungendo stickers, emoticons, immagini, etc.

 

Raccolte di Applicazioni

# Screencasting and Video Lesson Creation Tools

Si tratta di una raccolta di strumenti per la creazione di lezioni video con la tecnica dello screencasting o con altre tecniche, per un totale di 34 applicazioni, lo scaffale è curato da Tandra Ericson

# Flipping: 68 strumenti per il Flipped Learning, raccolta curata da Joyce Valenza

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

3 esempi di come si possa usare Vocaroo con gli studenti - Three Classroom Uses for the Vocaroo Audio Recorder

3 esempi di come si possa usare Vocaroo con gli studenti - Three Classroom Uses for the Vocaroo Audio Recorder | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it

Vocaroo è una applicazione web free che consente di registrare in modo rapido e semplice la propria voce

Gianfranco Marini's insight:

Cos'è Vocaroo

Vocaroo è una applicazione web free con cui è possibile effettuare registrazioni audio, i file saranno disponibili su Vocaroo e possono essere linkati, incorporati, scaricati in vari formati. Nonostante la semplicità è molto versatile e i suoi utilizzi possibili di Vocaroo nella didattica innumerevoli.

 

Il Post

In questo post pubblicato su Freetech4teachers il 15/07/2015, vengono illustrati 3 diversi modi di utilizzare Vocaroo con i propri studenti.

 

1° Caso: Feedback Formativo

Gli studenti registrano un file audio di 30 - 60 secondi su un nuovo concetto, problema, argomento, il docente raccoglie tutti i link ai vari files audio con Google Form o con un Wall realizzato su Padlet. In pochi minuti il docente è in grado di verificare il grado di comprensione degli studenti intorno ai concetti condivisi.

 

2° Caso: Tutoring

Gli studenti possono inserire in un documento google un file audio realizzato con Vocaroo per commentare i vari punti di un testo scritto da loro, tale operazione è utile particolarmente quando digitare il testo con la tastiera è un'operazione troppo lunga. Il docente può inserire nello stesso documento i propri commenti vocali per fornire un proprio giudizio, commento, avviso, raccomandazione, etc.

 

3° Caso: leggere a voce alta per trovare gli errori 

Prima di stendere e inviare la versione definitiva di un compito, saggio, relazione, etc. il docente può far leggere a voce alta e registrare con Vocaroo dagli studenti quanto hanno scritto per trovare errori e verificare il loro lavoro. In questo modo il  docente può osservare e /o intervenire nel processo di realizzazione dei contenuti operato dagli studenti. Il link alla registrazione del testo può anche essere incluso nella versione finale del documento.

 

Altri Utilizzi

Con Vocaroo è inoltre possibile:

# registrare una lezione,

# creare un archivio di riassunti vocalici realizzati dagli studenti e relativi a vari argomenti o parti del manuale

# registrare una verifica orale che lo studente può poi riascoltare per migliorare le proprie capacità espositive e argomentative imparando dai propri errori

# correggere con commenti vocali i compiti scritti degli studenti

# realizzare interviste

# registrare dialoghi

more...
No comment yet.