AulaMagazine Scuo...
Follow
Find tag "Lim"
35.4K views | +240 today
AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche
e-learning, blended learning, web learning, didattica, risorse web, webware, web app, applicazioni web per l'insegnamento e l'apprendimento scolastico
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

AulaBlog: La LIM e il Web: scambiare un device per l'ambiente di apprendimento, il caso di "Scuola digitale in Sardegna"

Gianfranco Marini's insight:

Una recensione all'articolo di Gabbari, Gagliardi e Gaetano Dalla LIM alla LIM 2.0 e una riflessione su LIM e Personal Knowledge Environment e sul caso del progetto "Scuola digitale in Sardegna"

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Lim: 1 su 2 non le usa. Renzi le rottama

Lim: 1 su 2 non le usa. Renzi le rottama | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

La parabola delle Lim in questo articolo pubblicato su La Stampa il 4 settembre 2014, da strumento per la soluzione dei problemi dell'apprendimento e che avrebbe realizzato un miracolo tecnologico a spazzatura tecnologica da rottamare: da un eccesso all'altro.

 

Nel Piano della scuola di renzi vengono definite tecnologie pesanti, e costrittive.

 

Non ho mai condiviso l'entusiasmo per le LIM e i Tablet in ogni auma penso che, visto che in molte scuole le LIM installate, sia il caso di utilizzarle al meglio, anche per non apparire perseveranti nella stupidità

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Dalla LIM alla LIM 2.0: apprendimento come capacità di creare e percorrere reti di conoscenze

Dalla LIM alla LIM 2.0: apprendimento come capacità di creare e percorrere reti di conoscenze | AulaMagazine Scuola e Tecnologie Didattiche | Scoop.it
Gianfranco Marini's insight:

Articolo di Mario Gabbari, Roberto Gagliardi, Antonio Gaetano pubblicato il 2 febbraio del 2012 su http://bricks.maieutiche.economia.unitn.it/ .

 

Al centro dell'articolo la rivoluzione comunicativa e paradigmatica e le conseguenze che questa rivoluzione determina nell'ambito dell'apprendimento che comportano l'adozione di un prospettiva educativa vicina al connessionismo.

 

L'articolo non solo è molto interessante e capace di offrire una analisi delle dinamiche scatenate dall'affermarsi del web in tutti i campi (estetica, educazione, conoscenza, comunicazione, ecc.), ma suggerisce anche le linee teoriche di un approccio diverso alle tematiche formative.

 

Apprendere significa avere la capacità di percorrere e creare reti informative di natura sociale in cui si attua una costruzione collettiva della conoscenza che si presente come un sistema distribuito e reticolare.

 

Interessante anche il tentativo di definire il nuovo soggetto umano che si viene affermando in questa trasformazione generale, il "nuovo barbaro", secondo l'espressione di Baricco che sviluppa la sua umanità più in senso orizzontale, il surfing tra i dati e le informazioni, che verticale, la profondità della ricerca.

 

MIO GIUDIZIO

A mio giudizio vi è però una incongruenza e contraddittorietà tra questa stimolante analisi della situazione è la proposta della LIM come "strumento privilegiato" per "sviluppare e perseguire" nuove forme di social learning, cooperative learning e costruzione e connessione di conoscenze sociali e distribuite.

E' evidente dallos tesso discorso degli autori che questo strumento è il web e la LIM, nella migliore delle ipotesi, solo uno strumento per agire nel web, utile e che si deve avere in aula, ma non certo privilegiato, a meno di non voler confondere la porta con l'ambiente cui questa ci fa accedere.

 

E' vero che si parla di una LIM 2.0, non, quindi di ridursi a studiare l'uso dei software proprietari delle LIM, come accade nel corso di formazione degli insegnanti all'interno del progetto Semidas, "Scuola digitale in Sardegna", corso incentrato sulla folle e inutile impresa di ridurre allo stato di ebetudine 1.000 docenti sottoponendoli per 75 ore allo studio "matto e disperatissimo" dei software delle LIM, cosa questa che dimostra come nel caso della scuola non si sia ancora riusciti a toccare il fondo, anche se la renziana buona scuola promette bene al riguardo.


Qual è dunque lo strumento principale che gli autori indicano, mostrano, ma non dicono? e' il web stesso, il cloud, lo spazio di interazione comunicativa del quale dobbiamo imparare la sintassi; il web inteso come luogo dell'agire collettivo, luogo nel quale dobbiamo imparare a muoverci e orientarci.

more...
No comment yet.
Scooped by Gianfranco Marini
Scoop.it!

Lavoce.info - DOSSIER - L'informatica a scuola

Sito ufficiale di Lavoce.info
Gianfranco Marini's insight:

Un dossier sull'utilizzo dell'informatica a scuola ralizzato dalla redazione di lavoce.info per conto dell'Agenzia per la diffusione delle tecnologie pr l'innovazione. Il dossier è suddiviso in una serie di studi su: lavagne multimediali, e-book, software didattici, apprendimento a distanza, pc in classe.

 

I vari contributi sono scaricabili in formato PDF, questi titoli e autori:

- Introduzione: l'informatizzazione nelle scuole di Daniele Checchi e Tullio Jappelli 
- La LIM e la scuola di Patrizia Cocchi ed Emiliana Murgia 
- Un Pc in ogni classe di Patrizia Cocchi
- Tecnologie informatiche e didattica: una sfida aperta di Michela Braga 
- L’uso degli eBook a scuola di Francesco Scervini
- E-learning e formazione degli adulti di Daniele Checchi

more...
No comment yet.