Archive and Library Go Digital
171 views | +0 today
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

Simplicissimus moltiplica i negozi online

Simplicissimus moltiplica i negozi online | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
StreetLib Store, il «negozio» di libri di Simplicissimus Book Farm, si moltiplica e diventa StreetLib Stores. Il gruppo fondato da Antonio Tombolini lancia
Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

Kobo Partners with Blooks to Sell eBooks in Brazil | The Digital Reader

Kobo Partners with Blooks to Sell eBooks in Brazil | The Digital Reader | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
It hasn't gotten much attention outside of the country, but Kobo added a second retail partner last week. The indie media retailer Blooks Livraria announced on Friday that it had partnered with Kobo - but not to sell ereaders, or for that mater most ebooks. Instead, Blooks will sell a curated selection of ebooks which is intended to compliment the books carried in its three stores. What you will find in the Blooks / Kobo partnership is new. We do not want to duplicate in ebooks our physical collection of books; we want new things, different, which digitally complement the concept of Blooks as a bookstore. This includes titles not yet published in Brazil, those still awaiting translation, and also books by authors out of the loop or had never made the lists of best-sellers , but that need to be read and discussed. The first curated collection will focus on gender. You can read more on the Blooks blog. Kobo opened a local ebookstore in Brazil in partnership with Livraria Cultura in 2012. Blooks is only the second retailer to ink a deal with Kobo, and apparently it has no plans of maintaining a more traditional partnership. Blooks founder Elisa Ventura [...]

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from Social Media News
Scoop.it!

L’ora migliore per pubblicare contenuti sui social network

L’ora migliore per pubblicare contenuti sui social network | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Stay hungry, stay foolish

Via Social Media Easy
more...
Social Media Easy's curator insight, September 12, 2016 3:42 AM

In realtà non esiste l'ora migliore per tutti dipende dalla propria audience e bisognerebbe quindi analizzare i dati analitici di ogni piattaforma per i propri profili social. 

Può comunque essere utile consultare gli studi in merito condotti dai principali social networks.

In questo articolo trovate i dati dei principali studi disponibili consolidati e riassunti.

Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

The majority of Americans read print and not digital

The majority of Americans read print and not digital | Archive and Library Go Digital | Scoop.it

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...eReader!
Scoop.it!

Barnes & Noble Education is Opening College Bookstores Right and Left | The Digital Reader

Barnes & Noble Education is Opening College Bookstores Right and Left | The Digital Reader | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
When B&N Education was spun off from Barnes & Noble last year, it said it was going to expand its presence in the college bookstore industry by signing new contracts with colleges and universities to run their bookstores. While at that time that sounded like the usual optimistic hype found in a prospectus, as we have seen over the past month there is a fair amount of truth to the hype. I haven't been writing about it, but a number of schools, including Collin College in Texas, Monroe College in New York, Georgetown University, Youngstown State U in Ohio, Northern Michigan U., Rhode Island College, other schools have recently signed contracts with B&N. Barnes & Noble has signed more deals with colleges and universities in the past couple years than Amazon. The latter has announced or opened a total of 18 pickup locations on or near colleges in the past couple years, including unstores at UW-Madison and the University of Illinois Chicago. In fact, B&N announced last week that they had signed 18 new contracts this fiscal year, and close to a couple dozen contracts in the last one. A full list of contracts awarded for stores to open in FY2017 includes: [...]
Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

Amazon vuole un nuovo negozio di libri a New York

Amazon vuole un nuovo negozio di libri a New York | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Amazon starebbe pianificando l'apertura di un nuovo negozio di libri a New York; nel negozio saranno venduti anche gli eReader Kindle.
Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from Généal'italie
Scoop.it!

Digitalizzazione Pa : l'Italia ha già trent'anni di ritardo

Digitalizzazione Pa : l'Italia ha già trent'anni di ritardo | Archive and Library Go Digital | Scoop.it

Una discussione sulle linee generali della proposta per l’istituzione di una Commissione parlamentare d’inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione delle Pubbliche amministrazioni, è stata affrontata in Aula alla Camera. Il deputato del Partito democratico e relatore del documento (Coppola – DOC. XXII, n.42), Paolo Coppola, ha insistito sulla responsabilità di innovare e digitalizzare il Paese e, quindi, sulla necessità della creazione di una Commissione d’inchiesta.


Via venarbol
more...
venarbol's curator insight, June 17, 2016 9:13 AM
Selon un rapport parlementaire, l'Italie a 30 années de retard au sujet de la numérisation des archives publiques. Il est proposé la création d'une commission d'enquête italienne à ce sujet.

According to a parliamentary report, Italy is 30 years behind other countries according to the digitalization of the public archives. The creation of an Italian commission of inquiry on this matter is proposed.
Rescooped by memoriadigitale from Social Media News
Scoop.it!

Telegram nasconde i segreti, ma apre anche le porte del tuo comune

Telegram nasconde i segreti, ma apre anche le porte del tuo comune | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Matrimoni inverosimili, binomi improponibili, accostamenti azzardati: mondo digitale e partecipazione, tecnologia e relazioni, innovazione e valori sociali, sembrano mondi apparentemente divergenti, persino intoccabili, e invece sono molto più...

Via Social Media Easy
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

Amazon removes thousands of self-published e-books

Amazon removes thousands of self-published e-books | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Amazon has just removed thousands of self-published e-books from the Kindle Store for violating the companies terms of service. Any book that had the three

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from Parliamo di psicologia
Scoop.it!

Viaggio nella mente di un super memorizzatore

Viaggio nella mente di un super memorizzatore | Archive and Library Go Digital | Scoop.it

La maggior parte delle persone conoscono solo poche cose a memoria: testi di alcune canzoni e qualche formula matematica, come l'area del cerchio.

Tuttavia, esistono persone che spingono il loro cervello al massimo per trattenere un numero incredibile di informazioni, come lunghe serie di numeri o interi poemi epici. Sono i “super memorizzatori”.

Sembra che queste persone non nascano con una memoria illimitata, ma si allenino continuamente per averla tale.

Johannes Mallow, per esempio, cinque volte vincitore del campionato tedesco di memoria, ha affermato di aver cominciato ad allenare il suo cervello 11 anni fa, all’età di 23 anni. “Ho una memoria normale, come quella di tutti gli altri.. anch'io spesso dimentico dove ho lasciato le chiavi della macchina..” ha raccontato. “Tuttavia se voglio memorizzare qualcosa utilizzo delle tecniche specifiche. Mi sono allenato per molti anni per diventare un super memorizzatore.”

Per raggiungere queste straordinarie abilità di memoria, i super memorizzatori insegnano al loro cervello ad usare differenti strategie, una di queste impiega i punti di riferimento spaziali e visivi.

In un recente studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Systems Neuroscience, un team di ricercatori, tra cui lo stesso Mallow, hanno registrato l’attività cerebrale dei super memorizzatori quando apprendono e richiamano alle memoria le informazioni, per scoprire cosa succede all’interno della loro testa.

 

Il palazzo della memoria

 

La tecnica usata da Mallow e dalla maggior parte dei super memorizzatori è chiamata “metodo dei loci”, anche conosciuta come “Palazzo della memoria”, un metodo conosciuto già al tempo dei greci e diventato recentemente popolare grazie al testo di Joshua Foer “Moonwalking with Einstein: The Art and Science of Remembering Everything“

 

Ecco come costruire e utilizzare un palazzo della memoria per ricordare una lunga lista di informazioni:

1. Progetta il tuo palazzo: nonostante il palazzo della memoria sia un luogo immaginario, è più semplice usare all'inizio un luogo esistente, ad esempio una stanza della tua casa, il tuo appartamento o un percorso che fai abitualmente.

2. Decidi il percorso e identifica gli spazi specifici per conservare le informazioni: se hai bisogno di ricordare delle cose in un certo ordine, è essenziale stabilire un percorso specifico, nella realtà o nella tua mente. Metti dunque le informazioni che necessiti ricordare (numeri, parole, parti di discorso) in luoghi specifici. Se il tuo palazzo è un luogo reale, come il percorso fino al lavoro, i luoghi possono essere la casa del vicino, un incrocio, un negozio, una rotonda etc. Se invece è il tuo appartamento, puoi mettere informazioni sullo zerbino, nella toppa, su un armadio etc.

3. Memorizza il tuo palazzo della memoria: Affinchè il tuo palazzo sia efficace, devi conoscerlo bene. Immagina il palazzo quando non lo vedi fisicamente e ripercorri il percorso mentalmente rispettando l'ordine dei luoghi.

4. Metti nel palazzo le informazioni da ricordare: Metti una piccola quantità di informazioni in ogni luogo, posizionandoli nell'ordine in cui li devi ricordare.

5. Sfrutta i simboli: non devi necessariamente mettere una riga di testo, ma semplicemnte qualcosa che accenna a ciò che devi ricordare. Ad esempio, se stai cercando di ricordare una nave, metti un ancora sul tuo divano. Se la nave è quella di Colombo, immagina un uovo infilato nell'ancora.

6. Esplora il tuo palazzo: Quando hai riempito il palazzo di immagini evocative, passaci del tempo e osservalo, in modo che sia più facile ricordarne i contenuti.

7. Usa il tuo palazzo. Quando hai memorizzato i contenuti del tuo palazzo, puoi richiamare il tuo discorso o le informazioni che desideri semplicemente camminandoci all'interno o osservandolo.

 

Lo stesso palazzo della memoria può essere usato molte. Sostituisci i contenuti con quelli nuovi, e ricorderai i più recenti. Se hai bisogno di ricordare i contenuti del palazzo per lungo tempo, lascia intatto quel palazzo e creane uno nuovo dove immagazzinare altre informazioni.

 

Grazie a questa tecnica, diviene molto semplice ricordare informazioni che altrimenti sarebbe impossibile tenere a mente. Con il tempo, è possibile passare da un palazzo “fisico” (ad esempio il tuo appartamento) ad uno interamente immaginato. “Può sembrare ridicolo e divertente, ma è proprio questo che che permette al cervello di ricordare con più facilità”. Ha commentato Mallow.

 

Dentro il cervello

 

Nello studio (Mallow et al., 2015), i ricercatori hanno voluto confrontare le regioni del cervello deputate alla memoria dei super memorizzatori con quelle delle persone con memoria normale.

Mallow, che lavora alla Otto-von-Guericke University come dottorando in biometria e informatica medica, ha reclutato gli 11 super memorizzatori che hanno gareggiato contro di lui al campionato di memoria, e altrettanti controlli.

I partecipanti sono stati valutati con risonanza magnetica funzionale (fMRI). Il compito richiesto consisteva nel memorizzare una serie di 40 numeri in 60 secondi. “Per i super memorizzatori questo compito può essere fatto facilmente in un minuto, ma per la maggior parte delle persone è impossibile”. Dopo 20 secondi di distrazione, i soggetti dovevano rievocare quanti più numeri possibili. Non sorprendentemente i super memorizzatori ottenevano performance migliori, ricordando in media 35 numeri, facilmente e anche velocemente. I controlli invece ricordavano solo 11 numeri in media.

 

I ricercatori, però, erano soprattutto interessati ad osservare che cosa succedeva all'interno del cervello dei partecipanti. Quando imparavano i numeri, i super memorizzatori attivavano molte parti differenti del cervello, incluse le aree responsabili della vista e del linguaggio, così come regioni che sono importanti per la navigazione mentale e la memoria, come il giro angolare, la corteccia retrospleniale e la corteccia parietale superiore. Tali aree sono quelle che controllano le funzioni utilizzate nel “Palazzo della memoria”. Inoltre, i ricercatori si aspettavano di vedere una maggior attivazione dell’area deputata alla memoria a breve termine, ma sono stati sorpresi di scoprire che i super memorizzatori accedevano anche alle memorie a lungo termine in quanto, utilizzando la tecnica “Palazzo della memoria”, connettevano nuove informazioni con immagini già immagazzinate precedentemente. Infine, quando ai super memorizzatori era chiesto di ricordare i numeri, il loro cervello era molto meno attivato rispetto al gruppo di controllo, suggerendo una loro abilità di ricordare le informazioni con molto meno sforzo. Durante la rievocazione in fMRI solo il lobo anteriore temporale (essenziale per il richiamare) e la corteccia motoria (dato che i partecipanti ripetevano i numeri a voce alta) si accendevano. In studi futuri i ricercatori chiederanno ai super memorizzatori di ricordarsi in numeri silenziosamente per vedere se la corteccia motoria si attiva ancora.

 

Anche Martin Dresler, un professore di neuroscienze cognitive alla università Radbound in Olanda, sta studiando i super memorizzatori e ritiene che il lavoro condotto da Mallow e colleghi sia un buon contributo. “La memoria probabilmente è il fenomeno più ampio e studiato nelle scienze cognitive. Ci sono mille e più studi a riguardo, e molti di questi riguardano le memorie eccezionali” ha spiegato “ma è ancora troppo presto per generalizzare le nuove scoperte; la numerosità campionaria è abbastanza contenuta essendo i super memorizzatori un campione raro e altamente selezionato”.

 

In studi futuri Mallow e i suoi colleghi sperano di riuscire a separare tutti gli step di memoria dei super memorizzatori, dalla codifica al processo di richiamo, per meglio conoscere come queste tecniche funzionano rispetto ai metodi classici di memorizzazione. “La memorizzazione è un processo complesso che usa molte aree del cervello per compiti diversi, così spesso è difficile separare i diversi step” ha aggiunto Mallow.

Dresler ha un numero di altre domande sul cervello dei super memorizzatori che intende esplorare, per esempio se il loro cervello sia naturalmente strutturato in maniera differente, quale sia l’effetto del sonno sulla abilità di consolidare le memorie e se l’allenamento possa rallentare il declino che arriva con l’età.

 

Anche se questo studio non è stato il primo a farlo, Mallow sostiene che la ricerca fornisce prove concrete che le tecniche di memoria funzionano veramente. "La parte di memorizzazione necessita un po' di sforzo, ma dopo un pò di allenamento, il processo di richiamo diviene molto più facile", ha detto Mallow. “Esso potrebbe rappresentare un utile strumento per gli studenti che cercano di memorizzare le informazioni, ad esempio mentre si preparano per gli esami, a condizione che abbiano fatto un training per diventare memorizzatori eccellenti”.

Dresler è d'accordo e aggiunge che anche le persone che non sono addestrate ad essere super memorizzatori ma hanno una migliore memoria rispetto alla media, probabilmente adottano tecniche mnemonici implicitamente. "Le tecniche di memorizzazione rappresentano un espediente che la maggior parte delle persone possono imparare a padroneggiare” ha aggiunto Dresler. "Non tutti coloro che iniziano ad utilizzare queste tecniche diventano dei campioni, ma la stra grande maggioranza possono facilmente aumentare le loro capacità mnemoniche."

 

 

Vai alla fonte in lingua originale:  https://www.braindecoder.com/inside-the-brain-of-a-super-memorizer-1359825364.html


Via Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it
more...
Luca Mazzucchelli - www.psicologo-milano.it's curator insight, October 16, 2015 5:38 PM

Johannes Mallow è un 34enne tedesco pluri vincitore di campionati nazionali e mondiale di memoria.

Tra i suoi record: memorizzazione di una serie di 501 numeri casuali in 5 minuti, e di una serie di 937 in 15!!


Mallow ha raccontato di non essere nato con una memoria illimitata, ma di avere appreso tecniche specifiche, tra cui la tecnica dei loci (o “palazzo della memoria”), e di allenarsi quotidianamente.

 

Nell'articolo di oggi, scopriamo di più su questa tecnica di memorizzazione nota dall'antichità, e cerchiamo di comprendere grazie all'aiuto delle neuroscienze che cosa succede nella mente di Mallow e di altri super memorizzatori.

 

Sul tema della memoria, potrebbero interessarti altri miei articoli:

- Memoria: 7 affascinanti stranezze che tutti dovrebbero conoscere (http://www.psicologo-milano.it/newblog/caratteristiche-memoria-strane/)

- 10 esercizi sorprendenti e (per la maggior parte) semplici per potenziare la memoria (http://www.psicologo-milano.it/newblog/esercizi-potenziare-memoria/)

- SAI RICONOSCERE IL LOGO APPLE? Gli “scherzi” della memoria (http://www.psicologo-milano.it/newblog/scherzi-memoria-logo-apple/)

Rescooped by memoriadigitale from MioBook...eReader!
Scoop.it!

B&N Leaks the Name of the Next Nook - the GlowLight Plus | The Digital Reader

B&N Leaks the Name of the Next Nook - the GlowLight Plus | The Digital Reader | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Barnes & Noble's next ereader, the Nook GlowLight Plus, will be arriving shortly. A reader has tipped me to news that B&N has leaked the name of GlowLight Plus on its own website. If you head over there right now and select the Nook dropdown menu, you will see a reference to a new Nook model: "Nook Glowlight Plus" is very likely a reference to the B&N device that went through the FCC last month. That device was tested for Wifi and had an estimated 6" screen, but unfortunately I am unable to conf

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News Italia
Scoop.it!

Messico, la biblioteca a cupola per immergersi nella lettura

Messico, la biblioteca a cupola per immergersi nella lettura | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Legno, luci chiare e comode sedute: a Monterrey leggere acquista un fascino unico

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News Italia
Scoop.it!

Perché gli eReader faranno la fine degli iPod: i libri li leggeremo sul telefono

Perché gli eReader faranno la fine degli iPod: i libri li leggeremo sul telefono | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Sempre più persone lo fanno: è un mezzo semplice, comodo e sempre a portata di mano. E così si fa inarrestabile il declino di una tecnologia già superata

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from Généal'italie
Scoop.it!

Recuperati documenti Archivio Venezia

Recuperati documenti Archivio Venezia | Archive and Library Go Digital | Scoop.it

I carabinieri hanno recuperato sei importanti documenti archivistici, trafugati in tempi e
circostanze diverse dalla Sala Diplomatica "Regina Margherita" dell'Archivio di Stato di Venezia. Sottratti in più tempi, valgono oltre 500 mila euro


Via venarbol
more...
venarbol's curator insight, December 23, 2016 5:57 AM
La police italienne a retrouvé des documents d'archive des XIVe et XVIe siècles, d'une valeur supérieure à 500.000 euros, qui avaient été volés à l'Archivio di Stato de Venise.

The Italian police found archive documents of the XIVth and XVIth centuries, value superior to 500.000 euros which had been stolen from the Archivio di Stato of Venice.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

Infographic: Are Tablets Killing E-Readers?

Infographic: Are Tablets Killing E-Readers? | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
This chart shows global tablet and e-reader shipments in 2010 and 2011 and a forecast for 2012 and 2013.

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from Public Relations & Social Marketing Insight
Scoop.it!

The Future is More Content: Jeff Bezos, Robots and High Volume Publishing

The Future is More Content: Jeff Bezos, Robots and High Volume Publishing | Archive and Library Go Digital | Scoop.it

Which of these sums up your view on content production?

“Content is about quality, not quantity. We should be producing high value, authoritative content regularly, not publishing lots of short posts. Less is more.” 

“Winning in digital media now boils down to a simple equation: figure out a way to produce the most content at as low a cost as possible.” (Digiday 2013)

Do you agree with first statement? Me too, until recently. But now I think we could be wrong.

The Washington Post now publishes around 1,200 posts a day. That is an incredible amount of content. My initial reaction when I read the statistic was ‘surely that is too much, the quality will suffer, why produce so much content?’ The answer seems to be that it works. The Post’s web visitors have grown 28% over the last year and they passed the New York Times for a few months at the end of 2015....


Via Jeff Domansky
more...
Jeff Domansky's curator insight, September 7, 2016 9:36 PM

Will quantity overtake quality content as strategy? Here's a very interesting exploration of the issue in this post from BuzzSumo. Recommended reading  9/10

Sunita Negi's curator insight, September 8, 2016 5:19 AM
Share your insight
Rescooped by memoriadigitale from Généal'italie
Scoop.it!

Archivio di Stato di Milano, sei funzionari per 45 chilometri di documenti

Archivio di Stato di Milano, sei funzionari  per 45 chilometri di documenti | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Fino a due anni fa i funzionari archivisti erano 12 a Milano, "Con i pensionamenti - dice il direttore Benedetto Luigi Compagnoni, 58 anni - siamo rimasti in sei, e da gennaio saremo cinque. Guardando a un orizzonte temporale più ampio il rischio è addirittura quello di rimanere in tre. Anche tra noi dirigenti degli archivi italiani - spiega Compagnoni - su 23 omologhi ho solo tre colleghe più giovani di me. Purtroppo l’elevata età media (58 anni, ndr) è prerogativa di tutte le attività del ministero del beni culturali". Uno dei problemi che questa situazione presenta  è proprio la trasmissione del know how, cioè delle conoscenze, ai nuovi arrivati.

Via venarbol
more...
venarbol's curator insight, August 29, 2016 2:11 PM
Italie : de moins en moins de personnel dans les services d'archives d'état, du fait des départs à la retraite non remplacés. Analyse du cas de Milan.

Italy: less and less staff at the State archives, because of the not replaced retirements. Analysis of the case of Milano.

Rescooped by memoriadigitale from Public Relations & Social Marketing Insight
Scoop.it!

How an Archive of the Internet Could Change History

How an Archive of the Internet Could Change History | Archive and Library Go Digital | Scoop.it

I left with an urgent curiosity about what sort of artifacts we would display a few decades from now, for future generations to discover. Our contemporary analogues to the personal notebook now live on the web — communal, crowdsourced and shared online in real time. Some of the most interesting and vital work I come across exists only in pixels. Tumblr, for example, contains endless warrens of critical theory about trans identity politics and expression, one of the few havens on the web where that sort of discourse exists. Many of the short videos on Vine feel as though they belong to an ever-­evolving, completely new genre of modern folk art. Some of the most clever commentary on pop culture and politics is thriving deep in hashtags on Twitter. Social media is as essential to understanding the preoccupations and temperature of our time as Haring’s notebooks were for his. But preserving materials from the internet is much harder than sealing them under glass.

Building an archive has always required asking a couple of simple but thorny questions: What will we save and how? Whose stories are the most important and why? In theory, the internet already functions as a kind of archive: Any document, video or photo can in principle remain there indefinitely, available to be viewed by anyone with a connection. But in reality, things disappear constantly. Search engines like Google continually trawl for pages to organize and index for retrieval, but they can’t catch everything. And as the web evolves, it becomes harder to preserve. It is estimated that 75 percent of all websites are inactive, and domains are abandoned every day. Links can rot when sites disappear, images vanish when servers go offline and fluctuations in economic tides and social trends can wipe out entire ecosystems. (Look up a blog post from a decade ago and see how many of the images, media or links still work.) Tumblr and even Twitter may eventually end up ancient internet history because of their financial instability....


Via Jeff Domansky
more...
Jeff Domansky's curator insight, August 7, 2016 8:43 PM

Very thoughtful article on what and how to preserve an archive of the Internet and its potential impact in the future.

Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

Salone del Libro: gli editori dicono no a Torino, faranno il loro salone a Milano

Salone del Libro: gli editori dicono no a Torino, faranno il loro salone a Milano | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Al Lingotto si terrà comunque la trentesima edizione, ma l’Aie si spacca: su 32 solo 17 dicono sì al progetto lombardo

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News Italia
Scoop.it!

Anobii mobile, la nuova app di Anobii - Anobii Blog

Anobii mobile, la nuova app di Anobii - Anobii Blog | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Ora è possibile scaricare dall’App Store e da Google Play la nuova app di Anobii, che manda in pensione la valorosa, vecchia scan App. La nuova, nuovissima app è molto più ricca di funzionalità rispetto a quella che viene a sostituire, e finalmente rende appieno fruibile Anobii dall’universo mobile.

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

How to Store Your eBook Library Online On the Cheap

How to Store Your eBook Library Online On the Cheap | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
After stripping the DRM from their ebooks, the biggest concern for any ebook lover is how to store an ebook library so it is safe, secure, and easily accessible. For many that means storing their library online so it can be accessed from anywhere.

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News!
Scoop.it!

Amazon is opening its first physical bookstore tomorrow

Amazon is opening its first physical bookstore tomorrow | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Amazon got its start as an online bookseller, and now — over 20 years later — it's decided to sell books the old fashioned way. On Tuesday, Amazon will open a store in Seattle called Amazon Books....

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...eReader!
Scoop.it!

What Went Wrong with the Barnes and Noble Nook?

What Went Wrong with the Barnes and Noble Nook? | Archive and Library Go Digital | Scoop.it
Barnes and Noble has been designing e-readers since 2009 and the bookseller has released over 7 different devices with two more on the way shortly.

Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News Italia
Scoop.it!

Case Study Vodafone The Digital Library by McCann Bucharest - YouTube


Via MioBook.
more...
No comment yet.
Rescooped by memoriadigitale from MioBook...News Italia
Scoop.it!

L’integrazione di e-book nelle collezioni librarie: l’esperienza di una biblioteca universitaria (BAS)

Alessandra Zorzi condivide le Sue esperienze.


Via MioBook.
more...
No comment yet.