Archeologia del commercio
23.6K views | +3 today
Follow
Archeologia del commercio
Appunti e approfondimenti sul commercio medievale.
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

LIBRERIE OPEN ACCESS

LIBRERIE OPEN ACCESS | Archeologia del commercio | Scoop.it
Archivi online dove trovare fonti storiche ad accesso libero.
Alessandro Valenzano's insight:
Qualcuno mi chiedeva dove reperisco il materiale che poi organizzo, elaboro e propongo su questo canale tematico.

Per semplificare il discorso ho creato una collezione di ‪‎librerie‬ digitali dove puoi trovare tantissime ‪‎fonti‬ storiche ad accesso libero.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

IL DUCATO DI FILIPPO MARIA VI (1412-1447): ECONOMIA, SOCIETA' E CULTURA

IL DUCATO DI FILIPPO MARIA VI (1412-1447): ECONOMIA, SOCIETA' E CULTURA | Archeologia del commercio | Scoop.it
Cengarle, Federica and Covini, Maria Nadia, eds. (2015) Il ducato di Filippo Maria Visconti, 1412-1447. Economia, politica, cultura. E-Book, 24 . Firenze University Press, Firenze.
Alessandro Valenzano's insight:
La dominazione di Filippo Maria Visconti in Lombardia (1412-1447) fu il risultato di un tentativo, solo parzialmente riuscito, di ricomporre i vasti territori già dominati dal primo duca, Giangaleazzo Visconti. 

Per trentacinque anni, il terzo duca di Milano governò uno stato ampio, ricco e prospero, ne rafforzò le istituzioni, coltivò alte ambizioni monarchiche e proclamò idee di pace, di concordia e di giustizia. 

L’uso delle armi e della diplomazia e il serrato confronto con gli attori politici, sociali ed economici del dominio furono gli strumenti adottati per rafforzare e consolidare il dominio ducale. 

Gli autori di questo volume illustrano i modelli politici sottostanti all’esercizio dell’autorità del duca, i modi di relazione che si stabilirono tra autorità e sudditi, la costruzione dell’apparato simbolico e ideologico, la committenza artistica del principe, la politica ecclesiastica e le vicende religiose del ducato sullo sfondo dei concili di Costanza e Basilea. 

Sono inoltre analizzati alcuni specifici momenti della politica ducale: gli atti di dedizione del 1412, l’assetto geopolitico fissato nel 1435 dopo la vittoria di Ponza, la crisi degli ultimi anni del ducato caratterizzata dalla spietata esecutività delle pratiche di governo. 

Il libro, in definitiva, vuole offrire una visione più approfondita e problematica della dominazione del terzo duca di Milano, che nei suoi chiaroscuri risulta essere un momento importante della stabilizzazione degli assetti dello stato regionale lombardo.

Indice interno:
 - Marco Gentile, La Lombardia complessa. Note sulla ricomposizione del ducato di Milano da parte di Filippo Maria Visconti (1412-1421) 

 - Federico Del Tredici, Il partito dello stato. Crisi e ricostruzione del ducato visconteo nelle vicende di Milano e del suo contado (1402-1417) 

 - Maria Nadia Covini, Le difficoltà politiche e finanziarie degli ultimi anni di dominio 

 - Francesco Somaini, Filippo Maria e la svolta del 1435 

 - Patrizia Mainoni, La politica economica di Filippo Maria Visconti: i traffici, l’Universitas mercatorum, le manifatture tessili e la moneta 

 - Beatrice Del Bo, Le concessioni di cittadinanza nel quadro dei provvedimenti di politica economica di Filippo Maria 

 - Federica Cengarle, Il Sole ducale (1430): a proposito di una divisa viscontea 

 - Stefania Buganza, Note su Filippo Maria Visconti committente d’arte 

 - Elisabetta Canobbio, Christianissimus princeps: note sulla politica ecclesiastica di Filippo Maria Visconti 

 - Cristina Belloni, La politica ecclesiastica di Filippo Maria Visconti e il concilio di Basilea 


more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

L'ECONOMIA DEL REGNO DI NAPOLI NEL TARDO MEDIOEVO

L'ECONOMIA DEL REGNO DI NAPOLI NEL TARDO MEDIOEVO | Archeologia del commercio | Scoop.it
Tognetti S. 2012, L’economia del Regno di Napoli tra Quattro e Cinquecento. Riflessioni su una recente rilettura.
Alessandro Valenzano's insight:
"L’evoluzione demografica, istituzionale ed economica del Regno di Napoli, nel periodo compreso tra l’epoca di Alfonso il Magnanimo e quella dei primi viceré spagnoli, è analizzata con il medesimo bagaglio teorico-interpretativo utilizzato da Epstein per spiegare come e perché la Sicilia aragonese non fu mai terra di conquista di mercanti stranieri, né avviluppata in legami di dipendenza commerciale con le maggiori potenze economiche dell’Italia centro-settentrionale, né contrassegnata da forme di agricoltura estensiva secondo logiche eterodirette, nocive allo sviluppo delle potenzialità interne e sostanzialmente approvate dalle élite baronali e latifondistiche locali; ma fu anzi un regno felice e prospero, con un’agricoltura specializzata e importanti manifatture che trovavano il loro naturale sbocco nel florido mercato interno isolano, per altro organizzato in fiere e mercati periodici promossi e regolamentati dalla mano pubblica."

Sergio Tognetti, professore di Storia Medievale a Cagliari, nel suo articolo, pubblicato nel 2012, "L’economia del Regno di Napoli tra Quattro e Cinquecento. Riflessioni su una recente rilettura" presenta i risultati della ricerca condotta dalla storica greca Eleni Sakellariou sull'economia tardo medievale del Regno di Napoli, a venti anni esatti dalla pubblicazione della rivoluzionaria e discussa ricerca di S. R. Epstein, sulle strutture economiche e politiche della Sicilia tardo medievale.

Vai all'articolo >> http://www.rmoa.unina.it/3407/1/Tognetti-Regno_di_Napoli.pdf
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

CANALE DELLA MANICA: LINEA DI CONFINE O ROTTA COMMERCIALE? 

CANALE DELLA MANICA: LINEA DI CONFINE O ROTTA COMMERCIALE?  | Archeologia del commercio | Scoop.it
By Mathieu Arnoux in Economic History and Medieval History.
Alessandro Valenzano's insight:
Articolo davvero molto interessante di Mathieu Arnoux (Università di Parigi) sul ruolo geopolitico ed economico rappresentato dal Canale della Manica tra XII e XV secolo.

Uno spaccato di storia economica medievale che racconta l'antagonismo tra Francia e Inghilterra per il dominio della Manica e dei territori costieri, in particolare della Normandia.

Titoli interni dell'articolo:
 - Due regni sulle sponde di una frontiera economica;
 - Capitali e aree metropolitane;
 - Vino, lana e tasse;
 - Guardando i litorali;
 - Porti e rifugi: una geografia marittima del commercio. 

Il contributo (in inglese) è liberamente scaricabile dalla piattaforma Academia.edu. Cliccando sul titolo accederai direttamente all'articolo.

Credits image: umap.openstreetmap.fr/it
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

IL SISTEMA ECONOMICO DI COMACCHIO ALL'ALBA DEL MEDIOEVO

IL SISTEMA ECONOMICO DI COMACCHIO ALL'ALBA DEL MEDIOEVO | Archeologia del commercio | Scoop.it
Un delta in movimento. Il caso di Comacchio tra tarda antichità e alto medioevo di Elena Grandi.
Alessandro Valenzano's insight:
Le principali tappe dei processi insediativi e degli sviluppi economici a Comacchio tra V e X secolo.

L' articolo scientifico di Elena Grandi (UniVe) si inserisce nell'ambito del progetto "Archeologia Medievale a Comacchio", avviato nel 2005 dall'Università Ca' Foscari di Venezia. 

I documenti scritti e le cronache ci informano di una competitività tra Comacchio e Venezia e di ripetuti attacchi da parte della Serenissima nel IX secolo.

Certamente lo sviluppo e il declino di Comacchio, tra VII e IX secolo, sono strettamente collegati alla storia di altri importanti centri nodali dell’arco Adriatico: da un lato a quello di Classe, il porto di Ravenna caduto progressivamente in disuso nel VII secolo e di cui sostanzialmente Comacchio ereditò la funzionalità, e, dall’altro, a quello di Venezia, proiettata ad acquisire la supremazia dei traffici commerciali mediterranei.

Nel X secolo la partita della competitività tra Comacchio e Venezia si era risolta, e suggestiva è la data del 932 come attacco finale veneziano e conseguente deportazione di gruppi di Comacchiesi.

L’intero sistema economico di Comacchio entrò in crisi e tutto il territorio subì un ridimensionamento. 

Comacchio come centro abitato sopravvisse sostanzialmente in virtù del fatto che vi risiedeva il vescovo, ma a partire dal X secolo il destino dell’episcopio e della comunità comacchiese era ormai orientato verso una irreversibile marginalità geografica, politica ed economica.

Per leggere tutto l'articolo, segui questo link >> http://www.rmoa.unina.it/3169/1/471-1644-1-PB.pdf
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

LE MUDE DI VENEZIA

LE MUDE DI VENEZIA | Archeologia del commercio | Scoop.it
Basso Medioevo. La rete commerciale e le colonie di Venezia nel Mediterraneo Orientale.
Alessandro Valenzano's insight:
Muda è il termine con il quale venivano designate nel Medioevo le carovane navali periodicamente organizzate dalle cosiddette Repubbliche Marinare e dirette verso le colonie.

Nel Basso Medioevo le mete del commercio veneziano si concentravano essenzialmente nel Mediterraneo orientale, dove i privilegi ottenuti nel corso dei secoli dall'Impero Bizantino (in primis la Crisobolla del 1082) e i buoni rapporti con il mondo arabo avevano fatto di Venezia il fulcro dell'economia mediterranea tra Occidente ed Oriente. 

Centralità che aveva poi subito un'impressionante accelerazione all'inizio del Duecento con la formazione di un vero e proprio impero coloniale.

Tuttavia Venezia non si limitava al commercio orientale: era presente in tutto il Mediterraneo e sui litorali della Manica e del Mare del Nord.

Intorno alla metà del Quattrocento il sistema coloniale e il traffico di mude veneziane erano all'apice della loro importanza.

Per approfondire, leggi qui >> https://it.m.wikipedia.org/wiki/Muda
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

LA QUERINA - STORIE DI MERCANTI

LA QUERINA - STORIE DI MERCANTI | Archeologia del commercio | Scoop.it
Querina, nave mercantile veneziana del XV secolo.
Alessandro Valenzano's insight:
Una storia di mercanti veneziani e di un maledetto naufragio. Contributo di Alessandro Naifilm. 

La Querina fu la nave mercantile veneziana che partì nel 1431 da Creta con al comando Pietro Querini e un equipaggio di sessantotto uomini. Era diretta nelle Fiandre, ma non arrivò mai a destinazione. Doppiato Capo Finisterre, venne spinta a nord dai venti contrari. Poi la tempesta cominciò la sua opera di distruzione. Spezzò il timone, strappò le vele. La nave si frantumava sotto gli attacchi del mare. Finché si cominciò a morire a bordo. Pochi sopravvissero e approdarono, nove mesi dopo la partenza, su un isolotto delle Lofoten, in Norvegia. Qui restarono per un mese, fin quando, ridotti a undici, vennero miracolosamente salvati da alcuni pescatori locali. Al ritorno a Venezia, Pietro Querini, Nicolò de Michiele e Cristofalo Fioravante consegnarono ai posteri il racconto della loro avventura e la scoperta dello stoccafisso, una specialità che fu proprio Querini, così vuole la tradizione, a consegnare alla gastronomia veneta.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

Bill Warner, PhD: Jihad vs Crusades

Bill Warner, PhD:  Jihad vs Crusades | Archeologia del commercio | Scoop.it
Empty description
Alessandro Valenzano's insight:
Un video (in inglese) che spiega l'incontro/scontro tra Islam e Cristianità dal ‪Medioevo‬ fino al XX secolo, con un focus preciso sulle Crociate. Per comprendere le dinamiche economiche e commerciali è fondamentale conoscere l'evoluzione geopolitica dei territori interessati.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

LUBECCA, LA REGINA DELL'HANSA

LUBECCA, LA REGINA DELL'HANSA | Archeologia del commercio | Scoop.it
Alessandro Valenzano's insight:
Un approfondimento molto interessante di Carlo Moggia sulla nascita e lo sviluppo della Lega Anseatica, la più potente gilda mercantile del Nord Europa bassomedievale.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

CATALOGO DI STRUMENTI GIS

CATALOGO DI STRUMENTI GIS | Archeologia del commercio | Scoop.it
Le migliori risorse per comunicare online con le mappe geografiche.
Alessandro Valenzano's insight:
Sei alla ricerca del giusto strumento online per creare un ‪‎GIS‬ o una semplice ‪‎mappa‬ geografica interattiva con all'interno tutti i dati che vuoi comunicare?

Dai un'occhiata a questo catalogo. Ho collezionato tutte le migliori risorse ed esempi per comunicare online con le ‪mappe‬ geografiche.

Fammi sapere che ne pensi e se vuoi aggiungi nuovi strumenti. La condivisione è la migliore soluzione per crescere insieme.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

#3 FIERA - GLOSSARIO

#3 FIERA - GLOSSARIO | Archeologia del commercio | Scoop.it
Empty description
Alessandro Valenzano's insight:
"Dal latino feria, giorno festivo, vacanza: nel Medioevo, mercato periodico tenuto inizialmente sui sagrati delle chiese, poi, divenuto troppo esteso, fuori dalle mura delle città, per lo più in occasione di feste religiose, in modo da favorire l'afflusso degli acquirenti e lo scambio. Le fiere diedero origine alle prime operazioni bancarie di cambio e credito e contribuirono allo sviluppo di numerosi centri cittadini. Durante il tempo della fiera si avevano tregue, liberazioni di arrestati per debito, esenzione da numerosi dazi, svolgimento di giochi altrimenti proibiti. Le fiere più famose erano nel Duecento e primo Trecento quelle di Champagne in Francia; in seguito la stessa funzione di tramite fra traffici del mondo mediterraneo e dell'Europa settentrionale passò alle fiere di Lione e Ginevra."  

Diz. del Medioevo  

Per approfondire ti consiglio di leggere Fiere E Mercati Nell'Europa Occidentale, che trovi seguendo questo link >> http://amzn.to/1XsqfLK
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

#1 CARAVANSERRAGLIO - GLOSSARIO

#1 CARAVANSERRAGLIO - GLOSSARIO | Archeologia del commercio | Scoop.it
Credits: Richard Dadd, 1845, Caravanserai at Mylasa in Asia Minor, Yale Cantre for British Art. Source: Wikipedia.
Alessandro Valenzano's insight:
"In Oriente, recinto con caratteristiche di albergo primitivo in cui si ricoverano le carovane, formato da un vasto cortile e da quattro edifici posti intorno ad esso, collegati due a due ad angolo retto."

Diz. Treccani
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

IL MONETIERE DI OTTAVIO SIMONESCHI

IL MONETIERE DI OTTAVIO SIMONESCHI | Archeologia del commercio | Scoop.it
Alessandro Valenzano's insight:

Nel Palazzo Blu di Pisa è stata inaugurata da poco tempo un'esposizione permanente, chiamata il Monetiere, dedicata alla collezionista numismatica di Ottavio Simoneschi.

 

Lo studio, che ha portato alla musealizzazione delle 3.351 monete, è finalizzato a percorrere le principali tappe della monetazione italiana e del Mediterraneo, dall'Età Antica e all'Ottocento. Se ti interessa la numismatica medievale, sicuramente è un'esposizione che non puoi perdere!

Ma se non puoi recarti a Pisa, ho pensato che potesse esserti utile sapere dove trovare il catalogo con alcune delle monete riproposte in forma digitale.  


Per i secoli del Medioevo trovi:

 - monete e medaglioni Tardo Antichi>> http://vcg.isti.cnr.it/PalazzoBlu/


 - monete dell'Italia bassomedievale (tra cui Fiorino, Testone e Ducato)>> http://vcg.isti.cnr.it/PalazzoBlu/


 - un'intera sezione dedicata alle monete della Serenissima>> http://vcg.isti.cnr.it/PalazzoBlu/

 

Oltre all'esposizione permanente ne esiste una temporanea, che riguarda le raffigurazioni degli animali reali e fantastici sulle monete. 

Nel Medioevo compaiono immagini simboliche e araldiche, come il leone alato di Venezia, che caratterizzano la provenienza delle monete e ci rivelano curiosi aspetti delle società che le hanno prodotte.

 

Il bestiario lo trovi qui>> http://vcg.isti.cnr.it/PalazzoBlu/

 

Grazie al Monetiere di Pisa è possibile approfondire ulteriormente la nostra conoscenza su alcuni aspetti economici, politici e artistici degli stati bassomedievali dell'Italia centro-settentrionale.

 

more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

SEGNI DELLO ZODIACO PER LA NAVIGAZIONE

SEGNI DELLO ZODIACO PER LA NAVIGAZIONE | Archeologia del commercio | Scoop.it
Diagramma dello Zodiaco, XIII secolo, Inghilterra, The Walters Art Museum.
Alessandro Valenzano's insight:
I marinai e i mercanti del Vicino Oriente antico per orientarsi in mare impararono a conoscere l'orientamento delle stelle e il loro allineamento nei diversi periodi dell'anno. La posizione delle stelle indicava la giusta rotta da intraprendere.

I segni dello zodiaco erano di grande aiuto durante la navigazione in mare aperto e, nei secoli, l'arte di osservare le stelle fu appresa anche da Greci e Romani.

L' orientamento dei naviganti dipendeva quindi dalle condizioni del cielo. Il naufragio di San Paolo (Atti degli Apostoli, 27, 9, 44), che condusse la nave fuori rotta sull'Isola di Malta, è uno degli esempi di perdita di orientamento dovuta al mal tempo.

Nonostante la precarietà del sistema, prima della comparsa della bussola e della pixidis nautica (XII-XIII secolo), la più importante guida per la navigazione d'altura era l'osservazione dei corpi celesti.

Nell'immagine in alto puoi osservare un Diagramma dello Zodiaco proveniente dall'Inghilterra e datato al XIII secolo. Le raffigurazioni prendono spunto dai modelli dell'arte classica e alcune di esse le ritroviamo anche nell'araldica medievale.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

IL FALLIMENTO DEI FRESCOBALDI IN INGHILTERRA

IL FALLIMENTO DEI FRESCOBALDI IN INGHILTERRA | Archeologia del commercio | Scoop.it
Tognetti S. 2014, Nuovi documenti sul fallimento della compagnia Frescobaldi in Inghilterra, in Città e campagne del Basso Medioevo. Studi sulla società italiana offerti dagli allievi a Giuliano Pinto, Biblioteca dell'Archivio storico italiano (37), Olschki, Firenze, pp. 135-158.
Alessandro Valenzano's insight:
Tra le famiglie fiorentine forse quelle dei Bardi e dei Peruzzi sono le più note per il grande tracollo finanziario del 1345.

Oggi ti suggerisco di leggere la storia di un'altra importante famiglia di Firenze: i Frescobaldi.

La penetrazione commerciale e gli interessi finanziari dei Frescobaldi in Inghilterra, Galles, Scozia, Irlanda e nei domini continentali della monarchia inglese (ducato di Aquitania) costituiscono una tra le parabole meglio conosciute di rapido radicamento, eccezionale fortuna e rovinosa bancarotta degli uomini d’affari toscani nel regno anglosassone (e più in generale nell’Europa nord-occidentale) tra XIII e XIV secolo.

Sergio Tognetti, professore all'Università di Cagliari, nell'estratto "Nuovi documenti sul fallimento della compagnia Frescobaldi in Inghilterra" racconta, attraverso l'analisi delle fonti scritte, le vicende sociali, politiche ed economiche che condussero i Frescobaldi al fallimento.

Leggi l'articolo >> http://www.rmoa.unina.it/3288/1/Tognetti-Frescobaldi.pdf
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

RECUPERATA LETTERA DI CRISTOFORO COLOMBO

RECUPERATA LETTERA DI CRISTOFORO COLOMBO | Archeologia del commercio | Scoop.it
Empty description
Alessandro Valenzano's insight:
È stata rubata a Firenze e poi rivenduta negli Stati Uniti. Ora è stata recuperata dai Carabinieri dei beni culturali. Si tratta della lettera con la quale Cristoforo Colombo annunciava la scoperta del 'Nuovo Mondo'. La missiva, stampata nel 1493, viene ritenuta di eccezionale pregio storico-archivistico.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

CARAVANSERRAGLI - COLLEZIONE IMMAGINI

CARAVANSERRAGLI - COLLEZIONE IMMAGINI | Archeologia del commercio | Scoop.it
Piante, foto, dettagli. | Visualizza ulteriori informazioni su Via Della Seta, Iran e Deserti.
Alessandro Valenzano's insight:
Nuova bacheca ‪Pinterest‬! Per tutti gli amanti dei Caravanserragli, una collezione di foto, dettagli e piante in continuo aggiornamento. I Caravanserragli erano luoghi di sosta e di commercio, tipici del paesaggio asiatico e del Nord Africa.
Buon divertimento!
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

IL COMMERCIO PRIMA DEL MILLE

IL COMMERCIO PRIMA DEL MILLE | Archeologia del commercio | Scoop.it
Il commercio prima del Mille.
Alessandro Valenzano's insight:
"Un riparo d’inverno, quando le intemperie rendono pressoché impraticabili le vie di comunicazione, un posto dove fari conti dell’annata e depositare le merci. Per questi aspetti, la crescente attività mercantile avrebbe esercitato un’influenza determinante sul destino delle città. 

Non tutti i posti andavano bene ai mercanti per passare l’inverno e mettere al riparo le proprie merci. Avevano bisogno di città situate in centri importanti di comunicazione, per esempio di approdi adatti a ricevere le loro imbarcazioni, anche se di modesto tonnellaggio: Bruges, Rouen, Bordeaux, Amburgo li attiravano; come pure li attiravano le città fluviali di Parigi, Colonia, Worms, Amiens, Avignone o, quelle su affluenti di grandi fiumi, quali Gand, Liegi, Lione, Magonza. Perlomeno uno dei guadi principali, Francoforte –Frankfurt, il “guado dei franchi” – sembrava rispondere alle loro esigenze.  

Non c’è da sorprendersi, del resto, se questi luoghi particolarmente adatti all’interporto e all’inoltro delle merci si trovavano a coincidere quasi completamente con importanti città romane: l’Antichità li aveva visti sorgere per le medesime ragioni. Religiosa, agricola e militare la società dell’anno mille è assai poco mercantile, tutto ciò che serve per la vita di ogni giorno – alimenti, vestiario, oggetti d’uso, nonché materiali da costruzione si produce o s raccoglie in loco. Anche per le armi a volte c’è un fabbro che è tenuto a produrle in cambio della concessione di terra. Il feudo nutre, veste, ripara e attrezza il signore, laico o ecclesiastico che sia, insieme a tutti coloro che vi vivono. Gli scambi commerciali secondari avvenivano settimanalmente al mercatino del villaggio (prodotti dell’orto e dell’aia). 

Scambi di maggiore ampiezza per la verità, possono concludersi a seconda delle circostanze. Un Signore le cui terre abbiano prodotto un raccolto deludente cercherà di acquistare grano da vicini più fortunati, siccome, però, il più delle volte non disporrà del danaro sufficiente, ricorrerà al prestito di una ricca abbazia dei dintorni: oppure manderà l’argenteria al laboratorio monetario più vicino, per esempio quello di un’abbazia – i Carolingi avevano concesso a parecchia gente il diritto di coniare moneta – o a quella di un signore più importante di cui magari è vassallo, gli antenati del quale avevano usurpato insieme a tanti altri il diritto di battere appunto moneta. 

È l’occasione buona per far notare che, se è riuscito ad accumulare un certo patrimonio, non ha però avuto la propensione ad accumulare denaro, dal momento che normalmente non gliene serve molto: meglio un tesoro fatto di bei pezzi di oreficeria, di cui può godere e sentirsi fiero quando si siede a tavola, sempre pronto a disfarsene all’occorrenza. Una prova, questa, della modestia del ruolo svolto dalla moneta prima del Mille." 

Contributo di Bruno Di Biccari, bibliotecario.

Fonte: 
- Pognon E. 1947, La vita quotidiana nell'anno mille, Parigi >> http://amzn.to/23l6R4V  

Per approfondire:
- Latouche R. (a cura di) 1930-37, Les classiques de l’Histoire de France au Moyen Age, 12, voll I-II, Parigi.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

BRESLAVIA IN 3 GIORNI

BRESLAVIA IN 3 GIORNI | Archeologia del commercio | Scoop.it
Empty description
Alessandro Valenzano's insight:
Breslavia (Polonia). Fondata nel X secolo nei territori della Slesia e da subito riconosciuta per il suo ruolo cardine nei traffici commerciali di legname, carbone e cereali.

La favorevole posizione geografica, a presidiare il fiume Oder, le consentiva di tassare il passaggio fluviale delle merci verso i territori del Sacro Romano Impero, a ovest, e del Regno di Polonia, a est.

Nel XV secolo Breslavia era considerata uno dei principali centri finanziari e commerciali d'Europa e ospitava un'importante fiera.

Per tutto il 2016 sarà la Capitale Europea della Cultura, un'ottima occasione per visitarla entro la fine dell'anno e ammirare i suoi splendori. Ti segnalo una guida per vederla in 3 giorni.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

#5 COG - GLOSSARIO

Cog (ship)

A cog (or cog-built vessels) is a type of ship that first appeared in the 10th century, and was widely used from around the 12th century on. Cogs were generally built of oak, which was an abundant timber in the Baltic region of Prussia.

Alessandro Valenzano's insight:
La Cog è un tipo di nave tonda citata per la prima volta nel X secolo, ma ampiamente utilizzata nei traffici commerciali tra il XII e il XIV secolo in tutto il Nord Europa. Queste navi sono state per lo più associate ai commerci della Lega Anseatica.

Era costruita con legno di quercia, ampiamente reperibile nelle regioni del Baltico. Dotata di un solo albero e una vela quadra. Spesso disponeva di due castelli (a poppa e a prua), per permettere agli arcieri di difendere la nave in caso di attacco nemico (pirata). 

Lunghezza tra 15-25 metri (49-82 piedi) e larghezza 5-8 metri (16-26 piedi). Capacità massime di carico fino a 200 tonnellate.

Per vedere una riproduzione segui questo link >> https://www.youtube.com/watch?v=JLT3cwVJn0Y
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

Navi Medievali

Navi Medievali | Archeologia del commercio | Scoop.it
Iconografie, mappe e illustrazioni delle navi medievali (VI - XV secolo).
Alessandro Valenzano's insight:
Bacheca Pinterest, in continuo aggiornamento, interamente dedicata alle ‪‎navi‬ medievali (VI-XV secolo).
 Utile per ricerche, ricostruzioni e svago.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

NUOVI STUDI SULLA TABULA DE AMALPHA di ALFONSO MIGNONE

NUOVI STUDI SULLA TABULA DE AMALPHA di ALFONSO MIGNONE | Archeologia del commercio | Scoop.it
edizioni il Frangente -
Alessandro Valenzano's insight:
Le Tavole amalfitane (note anche come Tabula Amalphitana o Tabula de Amalpha), il cui titolo originario latino era Capitula et ordinationes Curiae Maritimae nobilis civitatis Amalphe, erano un codice marittimo, redatto ad Amalfi intorno all'XI secolo. 

Si tratta del più antico statuto marittimo italico, adoperato in tutta l'area del mar Mediterraneo fino al XVI secolo. 

Le Tavole amalfitane contenevano diverse norme che regolamentavano i traffici, i commerci ed il comportamento in mare dei membri di un equipaggio, attribuendo a ciascuno di loro specifici diritti e doveri.

La Tabula de Amalpha rappresentò senza alcun dubbio una pietra miliare nella storia del diritto marittimo e un’autorevole guida per la regolamentazione dei traffici nel bacino del Mediterraneo, per l’apposizione di clausole applicate ai contratti, nonché per la risoluzione delle controversie marittime nei secoli a venire. 

La sua importanza storica è da attribuirsi al contributo che essa diede alla formazione di una legislazione marittima uniforme in tutti gli Stati rivieraschi, compresi quelli arabi.

Il corpo di capitoli della Tabula sembra trovare punti in comune con il diritto marittimo di Common Law in quanto non si stabiliscono principi generali o concetti astratti, ma si offrono risposte concrete alla casistica del tempo per soddisfare le immediate esigenze della societas maris, in cui commenda e colonna risultavano gli istituti cardine attraverso i quali veniva organizzata l’impresa di navigazione.

Quello della Tabula, che influenzò anche la redazione di altri statuti marittimi medievali come quello pisano, genovese e catalano, divenne “diritto vivente”, applicato nei tribunali e nelle curie durante la successiva dominazione normanna e successivamente anche nel Regno di Napoli.
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

#4 TELONEO - GLOSSARIO

#4 TELONEO - GLOSSARIO | Archeologia del commercio | Scoop.it

Credits: William Henry Bartlett, from Syria, the Holy Land, Asia Minor, &c. vol. 2, by John Carne, London, Paris, New York, circa 1836.

Alessandro Valenzano's insight:
"Dal latino tardo teloneum, dal greco, esattore delle imposte: l'imposta indiretta in denaro o in natura che colpiva le merci in transito destinate al consumo; in particolare i dazi da pagare ai confini delle Alpi (clausae), chiamati decima e portorium, e il ripaticum da pagarsi ai porti di transito e di scalo."

Diz. del Medioevo

Cos'è il Dizionario del Medioevo? Leggi qui >> http://amzn.to/1T5F85s
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

#2 FONDACO - GLOSSARIO

#2 FONDACO - GLOSSARIO | Archeologia del commercio | Scoop.it
Credits: Apollonio Domenichini (1715-1770), Venezia.
Alessandro Valenzano's insight:
"Edificio o complesso di edifici dove, nel Medioevo e nei secoli successivi, i mercanti forestieri, per concessione dell’autorità del luogo, depositavano le loro merci, esercitavano i loro traffici e spesso anche dimoravano. Il traffico commerciale si svolgeva per libera iniziativa dei mercanti, ma la madre patria tutelava queste piccole comunità di connazionali all’estero nominandone i capi, o consoli, e cercando di ottenere dagli Stati, entro il cui territorio si trovavano, franchigie e immunità di vario genere."

Enc. Treccani
more...
No comment yet.
Scooped by Alessandro Valenzano
Scoop.it!

CONVEGNO - L'EUROPA ADRIATICA TRA II E IX SECOLO

CONVEGNO - L'EUROPA ADRIATICA TRA II E IX SECOLO | Archeologia del commercio | Scoop.it
Alessandro Valenzano's insight:

Trasformazioni dell’Europa adriatica tra II e IX secolo

11 – 13 febbraio 2016, University of Zadar Department of Archaeology.

 

Tra i temi del convegno ci sarà anche quello dedicato alle rotte commerciali.

 

Link al programma definitivo (pdf)>> http://www.archeologiamedievale.it/wp-content/uploads/2016/02/Trade-Zadar-2016_Programme-def.pdf

more...
No comment yet.