Anti-Exploitation
Follow
Find
559 views | +0 today
Anti-Exploitation
Change the daily habits unsustainable for our planet
Curated by mcc43
Your new post is loading...
Your new post is loading...
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Quand l' #Europe inventait l'usage massif de l'arme chimique ( #iprite 1915 )

Quand l' #Europe inventait l'usage massif de l'arme chimique ( #iprite 1915 ) | Anti-Exploitation | Scoop.it
Le 22 avril 1915, pendant la Première guerre mondiale, dans le secteur…
mcc43's insight:

Le 22 avril 1915, pendant la Première guerre mondiale, dans le secteur d'Ypres, sur le front des Flandres, les Allemands emploient pour la première fois des obus au gaz asphyxiant contre les tranchées ennemies.  

 

  

 

Cette première attaque chimique massive utilisera 6 000 bouteilles d'acier ouvertes sur place (30 000 selon d'autres auteurs) qui libèrent 180 tonnes de chlore sous forme de nuage dérivant sur les lignes alliées. L'attaque fit environ 10 000 victimes (morts ou hors de combat). À base de chlore, le gaz utilisé sera appelé l'ypérite, d'après le lieu de son premier emploi, ou gaz moutarde d'après son odeur.

 

 

 

  

Le 31 mai 1915, des attaques plus meurtrières se font avec des mélanges chlore-oxyde de carbone ou phosgène (12 000 bouteilles de gaz) sur le front russe, causant environ 9 000 victimes, dont 6 000 morts. Cette même année 1915, la plupart des pays riches lancent une production industrielle de gaz de combat et d'armes chimiques. Par exemple en France, la « Société du Chlore Liquide » construit une usine qui produira industriellement du chlore et ses dérivés afin de fabriquer des armes chimiques.

 

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Terrorism with a "Human Face": The History of America's Death Squads

Terrorism with a "Human Face": The History of America's Death Squads | Anti-Exploitation | Scoop.it
What are the historical roots of US-NATO's Covert War on Syria? The recruitment of death squads is part of a well established US military-intelligence agenda. There is a long and gruesome history o...
mcc43's insight:

Washington and its allies replicated in Syria the essential features of the “Iraq Salvador Option”, leading to the creation of the Free Syrian Army (FSA) and its various terrorist factions including the Al Qaeda affiliated Al Nusra brigades.

While the creation of the Free Syrian Army (FSA) was announced in June 2011, the recruitment and training of foreign mercenaries was initiated at a much an earlier period.

In many regards, the Free Syrian Army is a smokescreen. It is upheld by the Western media as abona fide military entity established as a result of mass defections from government forces.  The number of defectors, however, was neither significant nor sufficient to establish a coherent military structure  with command and control functions.

The FSA  is not a professional  military entity, rather it is a loose network of separate terrorist brigades, which in turn are made up of numerous paramilitary cells operating in different parts of the country.

Each of these terrorist organizations operates independently. The FSA does not effectively exercise command and control functions including liaison with these diverse paramilitary entities. The latter are controlled by US-NATO sponsored special forces and intelligence operatives which are embedded within the ranks of selected terrorist formations.

These (highly trained) Special forces on the ground (many of whom are employees of private security companies) are routinely in contact with US-NATO and allied military/intelligence command units (including Turkey). These embedded Special Forces are, no doubt, also involved in the carefully planned bomb attacks directed against government buildings, military compounds, etc.

The death squads are mercenaries trained and recruited by the US, NATO, its Persian Gulf GCC allies as well as Turkey.  They are overseen by allied special forces (including British SAS and French Parachutistes), and private security companies on contract to NATO and the Pentagon. In this regard, reports confirm the arrest by the Syrian government of some 200-300 private security company employees who had integrated rebel ranks.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Anti-black racism in the Arab world || Gaddafi was the first to apologize

Anti-black racism in the Arab world || Gaddafi was the first to apologize | Anti-Exploitation | Scoop.it
The Arab slave trade is a fact of history, and anti-black racism in the region is something that must be addressed.
mcc43's insight:



Muhammar Gaddafi was the first Arab leader to apologise on behalf of Arab peoples to our African brothers and sisters for the Arab slave trade and the Arab role in the European slave trade.
 

The late Colonel Muammar Gaddafi understood this and he used his power and wealth to try to redeem our shared history. He was the first Arab leader to apologise on behalf of Arab peoples to our African brothers and sisters for the Arab slave trade and the Arab role in the European slave trade.

He funnelled money into the African Union and used Libya's wealth to empower the African continent and promote pan-Africanism. He was a force of reconciliation, socialism, and empowerment for both African and Arab peoples. Gaddafi's actions threatened to renew African-Arab reconciliation and alliances similar to that which occurred at the height of the Non-Aligned Movement during the presidencies of Jamal Abdel Nasser of Egypt and Kwame Nkrumah of Ghana.  

Thus, NATO's urgency to prevent "massacres" and "slaughter" in Libya was manufactured and sold wholesale. The fear of African-Arab solidarity can be seen in the way the US-backed Libyan insurgency spread rumours that "black African" mercenaries were committing atrocities against Libyans. Gaddafi became an even bigger threat when an agreement was reached with the great anti-imperialist force in South America, Hugo Chavez, to mediate a solution to the uprising in Libya.

Now both of these champions of their people are gone, and the so-called Libyan revolutionaries are executing "black Africans" throughout the country. Gone, too, is NATO's worry about slaughter in Libya, and another high-functioning Arab nation lies in ruin, waste and civil strife - primed for rampant corporate looting.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Guerre moderne, danni a lungo termine: neonati con malformazioni e tumori - Paola Manduca di New Weapons

Guerre moderne, danni a lungo termine: neonati con malformazioni e tumori - Paola Manduca di New Weapons | Anti-Exploitation | Scoop.it
In Iraq e Palestina grazie agli studi di un gruppo di ricerca indipendente, tra cui la dott.sa Manduca, genetista dell'universita di Genova, sono stati...
mcc43's insight:

«Le nostre ricerche devono dar luogo ad un profondo discorso sulla responsabilità che coinvolga tutti gli stati moderni, ben consapevoli delle conseguenze a lungo termine delle guerre moderne giustificate come umanitarie», spiega Paola Manduca, genetista dell’Università di Genova, membro del gruppo di ricerca New Weapons, commissione indipendente di scienziati che studia l’impiego delle armi non convenzionali ed i loro effetti di medio–lungo periodo sui residenti delle zone di guerra.

I loro recenti studi, condotti in particolare in Iraq nella zona di Falluja, hanno dimostrato inequivocabilmente che con il trascorrere del tempo si è manifestato un aumento del tasso di difetti alla nascita e di aborti spontanei a Falluhja, a partire dal 2003 e che la nascita di bambini con difetti congeniti è aumentata di circa 10 volte dal 2002 e non è in calo nel 2010.

«A Falluja centinaia di bambini nascono con difetti al cuore, allo scheletro, al sistema nervoso – sostiene uno studio scientifico pubblicato nel 2011 dall’International Journal of Environmental Research and Public Health – Il tasso di malformazioni nei neonati è di undici volte superiore alla norma e negli ultimi 7 anni ha fatto registrare un incremento spaventoso. Un fenomeno che non è interpretabile se non come dovuto a cause ambientali e che pertanto si riconduce alla persistenza nell’ambiente di contaminanti associati con l’uso di armi durante la guerra».

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Are Most Diseases Caused By The Medical System? : Veracity Voice

Are Most Diseases Caused By The Medical System? : Veracity Voice | Anti-Exploitation | Scoop.it
Independent Media for the Independent Mind
mcc43's insight:

 

 

[...]The Antibiotic Syndrome

 

example:

 Antibiotics are also a major contributing cause of asthma. Children who received broad-spectrum antibiotics were about 9 times more likely to suffer from asthma (6). A recent research paper confirmed dysbiosis as a main cause of asthma (7)

example : 

In addition to asthma, I also see the combination of pasteurized cow’s milk with antibiotic-induced dysbiosis in babies and infants as the main cause of their frequent infections, glue ear and greatly contributing to cot or crib death. Because health authorities insist on pasteurizing milk, and doctors prescribe antibiotics without the most basic precautions, I regard asthma and most childhood infections as predominantly iatrogenic diseases.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Our man in Moscow by Pepe Escobar on Snowden - Obama

Our man in Moscow by Pepe Escobar on Snowden - Obama | Anti-Exploitation | Scoop.it
Our man in Moscow. So what is the "extremely disappointed" Obama administration, the Orwellian/Panopticon complex and the discredited
mcc43's insight:

The Edward Snowden saga has turned the Pentagon’s Full Spectrum Dominance doctrine on its Hydra-head. Not only because of the humbling of the whole US security state apparatus, but also for exploding the myth of Full Spectrum Dominance by POTUS.

Obama revealed himself once again as a mediocre politician and an incompetent negotiator. Putin devoured him as a succulent serving of eggs benedict. Glenn Greenwald will be inflicting death by a thousand leaks – because he is in charge of Snowden’s digital treasure chest. And Snowden took a taxi and left the airport – on his own terms.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Cosa c’è dietro Angelina Jolie?

Cosa c’è dietro Angelina Jolie? | Anti-Exploitation | Scoop.it
- di Roberto Dal Bosco - Il 14 maggio passato il New York Times, ossia il giornale più importante d’America, quindi – verrebbe da dire – del mondo, pubblica a sorpresa un particolare editoriale. Si intitola My Medical Choice, «La mia scelta medica».
mcc43's insight:

"""""Allo stesso tempo, non è stata messa in luce l’aspetto più agghiacciante, omicida, dell’«Effetto-Jolie»: quanti genitori, che oramai dispongono l’aborto del proprio figlio per un labbro leporino o una deformazione del pollice, decideranno di continuare la gravidanza di una bambina portatrice di questa mutazione del gene BRCA?

Il gene BRCA, della cui mutazione ipoteticamente “cancerogena” la Jolie sarebbe portatrice, era sotto il brevetto della multinazione biotech Myriad Genetics, per cui il test genetico era venduto a caro prezzo (circa 3.000 dollari). Avendo stabilito la Corte Suprema USA lo scorso 13 giugno che un gene non è brevettabile, il prezzo del test crollerà, garantendo il feticidio di milioni di simili della Jolie, la cui unica sfortuna è nascere con la possibilità di contrarre il cancro.

Molti segni portano a considerare che il possibile genocidio dei feti affetti dalla mutazione del gene sia un effetto calcolato dalla Jolie: tutto nella sua biografia lo lascia pensare: dall’idea mutante che ha della famiglia, al suo spregiudicato uso di modificazioni chirurgiche, all’affiliazione all’ente filoabortista chiamato Alto Comissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L’ente dove lavorava anche il Presidente della Camera Laura Boldrini, che distribuiva nei campi profughi i kit abortivi per assicurare alle rifugiate la «salute riproduttiva»
- See more at: http://www.losai.eu/cosa-ce-dietro-angelina-jolie/#sthash.9veWI5hw.dpuf

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Kgb, storia di spie contro l’Italia che protesse i nazisti

Kgb, storia di spie contro l’Italia che protesse i nazisti | Anti-Exploitation | Scoop.it
La storia dell’inchiesta del Kgb sui crimini contro prigionieri di guerra ital
mcc43's insight:

La storia dell’inchiesta del Kgb sui crimini contro prigionieri di guerra italiani deportati nei lager nazisti della Bielorussia. In esclusiva con questo articolo il video con il documento originale del Kgb da noi scoperto

 

Spie! L’Italia, il paese dove si spia di più, spiata dall’alleato americano, ora smascherato. Le spie non sono più quelle di una volta. Come quando il Kgb bielorusso spiò l’Italia per colpirla. Era il 1964. In Italia gli anni del boom economico e dei crimini nazisti da nascondere sotto il tappeto per amore del governo amico di Bonn. Una macchina ben oliata sin dagli anni Cinquanta, complici ministri, Parlamento, partiti politici, istituzioni.

 

Fra il 1964 e il 1965 il Kgb bielorusso, stimolato dalla caccia agli ex nazisti a opera dei servizi segreti d’oltrecortina e della Germania Est, avviò un’inchiesta sui crimini nazisti, vittime prigionieri di guerra italiani deportati in Bielorussia prima e dopo l’8 settembre 1943. Erano gli anni in cui in Italia non s’era ancora spenta l’eco delle vicende dei militari italiani caduti in mano sovietica durante la campagna di Russia, ciò che aveva rinfocolato le campagne antisovietiche, senza che l’indignazione, nell’ottica del Kgb, investisse la Germania Ovest, dove chi s’era reso colpevole di crimini contro prigionieri di guerra italiani, viveva indisturbato rivestendo posizioni di prestigio. 

Continua leggere cliccando su titolo

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Political Prisoners: America's Most Wanted

Political Prisoners: America's Most Wanted | Anti-Exploitation | Scoop.it
  Asante sana to komrade huedflower 4 bringing this to my attention. Check out her blog Hued Flower By Eric Ture Muhammad -Contributing Writer- | Last updated: Jun 25, 2013 - 10:08:40 AM &nbsp...
mcc43's insight:

“We need a revolutionary liberation movement in America that can assess our situation, because it is not just political prisoners,” said Ms. Brown. “Unless we decide collectively or some young person decides that there are going to be some changes and we’re going to create a movement—this will continue to be one incident after another. … Today it is Assata Shakur. Clearly, she does not individually pose any threat to the United States government. But, what did the Negro FBI spokesperson say when he announced this? He said, ‘Assata Shakur is a danger to the American government.’ Never was the Mafia called that or the Aryan Brotherhood. These kinds of allegations against Black leaders, icons and organizations are not new to us,” said Ms. Brown. “But what is new to us is that there is no protest. There is no outcry against Obama. We didn’t even protest the murder of (Muammar) Gadhafi. ”

Though the United States refuses to recognize its p

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Le ambiguità di Brzezinski sui social network

Le ambiguità di Brzezinski sui social network | Anti-Exploitation | Scoop.it
"La presa di consapevolezza collettiva e i social network sono una minaccia per lo sviluppo dell’agenda globale." Durante un recente discorso in Polonia, l’ex Consigliere per la Sicurezza Nazionale...
mcc43's insight:

nche se Brzezinski ha commentato in tono neutro, il contesto in cui ha parlato, unitamente alle sue precedenti dichiarazioni, indicherebbe che questa non è una celebrazione della “resistenza populista”, ma una perplessità per l’impatto che questo sta avendo sul tipo di “controllo esterno” che Brzezinski ha sostenuto più volte.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Cosa lega Gezi Parkı, Goldman Sachs e le sanzioni all’Iran? | geopolitica-rivista.org

Cosa lega Gezi Parkı, Goldman Sachs e le sanzioni all’Iran? | geopolitica-rivista.org | Anti-Exploitation | Scoop.it
Che Recep Tayyip Erdogan e il suo modello di Turchia fossero inclusi nell’elenco dei silurabili se n’era avuto sentore l’anno scorso, quando sul Middle
mcc43's insight:

Stando così le cose, ci vuole poco a capire perché gli spasmi di protagonismo di Erdogan abbiano cominciato ad irritare anche gli Stati Uniti. Persino lo sventolio della bandiera del secondo (per potenza) esercito della Nato pare li abbia infastiditi. E’ successo da quando qualcuno ha rinverdito la leggenda secondo la quale l’insegna sullo stendardo turco evoca il «riflesso della luna che occulta una stella», che apparve «nelle pozze di sangue dei cristiani sconfitti dopo la battaglia di Kosovo nel 1448». E’ la battaglia durante la quale gli Ottomani sconfissero le forze cristiane e stabilirono l’Impero ottomano con l’adozione della bandiera turca nell’Europa orientale fino alla fine del XIX secolo. La riscoperta della leggenda sarà pure una provocazione, ma di certo ha contribuito a raffreddare i rapporti con l’Occidente. Ne è una testimonianza l’incontro di Washington del 16 maggio scorso durante il quale Erdogan aveva chiesto a Obama che la Turchia non restasse fuori dalla Translatlantic Trade and Investment Partnership, il progetto di zona di libero scambio tra Europa e Stati Uniti. Ma il Presidente americano oggi più di quel giorno di maggio continua ad esitare, sebbene la sua esclusione potrebbe portare a una contrazione del 2,5% del Pil turco. Se ciò accadesse si confermerebbe il catastrofico scenario evocato da David Goldman.

Dopodiché il 27 maggio, undici giorni dopo l’incontro con Obama a Washington, sono cominciate le manifestazioni nel cuore di Istanbul con il prestesto di impedire l’abbattimento dei seicento alberi di Gezi Parkı per permettere l’ammodernamento di piazza Taksim pianificato da Governo. Con il passare dei giorni le proteste si sono allargate anche in altre città, in particolare nella capitale Ankara e a Smirne. L’escalation si è avuta il 31 maggio con la diffusione planetaria delle immagini delle cariche della polizia contro i manifestanti, con il massiccio uso dei lacrimogeni e dei cannoni ad acqua. Tra i tanti messaggi di condanna c’è anche quello del Parlamento Ue nel quale si esprime preoccupazione per «l’uso sproporzionato ed eccessivo della forza» da parte della polizia turca e si deplorano «le reazioni del governo turco e del primo ministro Erdogan». Nel comunicato infatti si accusa, come mai era accaduto prima, lo stesso premier di acuire la polarizzazione della situazione. Per completare il quadro sarebbe interessante conoscere le intenzioni di Mark Patterson, il lobbista della Goldman Sachs che è alla testa dello staff del segretario del Tesoro Jacob Joseph Lew.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Chi è eroe in Afghanistan? di Massimo Fini

Chi è eroe in Afghanistan? di  Massimo Fini | Anti-Exploitation | Scoop.it
Chi è eroe in Afghanistan?, Massimo Fini
mcc43's insight:

""Tutti, in Occidente, dicono, anche se sottovoce, che la questione afgana è 'irredimibile', «una guerra che non si puo' vincere». E perchè mai il più potente, tecnologico, robotico esercito del mondo, in dodici anni non è riuscito a sconfiggere «un gruppo di criminali e terroristi» come li definisce Battisti? Perchè non sono un pugno di criminali nè di terroristi, ma insorti per la liberazione del proprio Paese che hanno, con tutta evidenza, l'appoggio, sempre crescente, della maggioranza della popolazione. E quel Military Advisor Team, a cui Giuseppe La Rosa era aggregato, che ha il compito di addestrare i soldati e i poliziotti dell'esercito 'regolare' afgano, non fa che preparare il terreno per una guerra civile: fra gli insorti e coloro che, attorno al corrottissimo governo del Quisling Karzai, si sono venduti alle potenze straniere. La sola speranza è che l'imbelle, improvvisato, demotivato esercito di Karzai si squagli nel giro di poche settimane. In caso contrario l'occupazione degli occidentali avrà ottenuto il formidabile risultato di far tornare indietro di tre lustri l'orologio della storia afgana. Al 1996 quando i Talebani l'avevano finalmente pacificato.""" 

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Tutte le forze in campo in Siria - Corsera, Guido Olimpio

Tutte le forze in campo in Siria - Corsera, Guido Olimpio | Anti-Exploitation | Scoop.it
mcc43's insight:

WASHINGTON - In Siria si combattono molte guerre. I ribelli contro regime. I musulmani sunniti contro sciiti. Le potenze regionali in lotta tra loro. Lo scontro tra componenti etniche diverse, dalla caccia ai cristiani che hanno a cuore Assad ai curdi che sognano la loro entità autonoma.
Un conflitto complesso dove sono rappresentate decine di nazionalità. Vicine e lontane. L’aspetto più evidente è quello dei "volontari". Al fianco degli insorti sono arrivati militanti da quasi tutti i paesi dell’Unione Europea. Gli ultimi rapporti sostengono che sarebbero circa 800, con un buon numero di francesi. Ci sono poi jihadisti kosovari, bosniaci, canadesi, scandinavi e ceceni. Il grosso è però rappresentato dai nord africani. I tunisini, come raccontano le decine di storie dedicate ai martiri. I libici che ricambiano il favore, i salafiti egiziani. Poi quelli libanesi che identificano la Siria come il nemico storico. Una lista piuttosto lunga, che viene enfatizzata da quanti temono, un giorno, il rientro in patria di tanti islamisti. Paure alimentate dalla presenza delle formazioni estremiste (come Al Nusra) e dall’azione nell’Est dello Stato Islamico dell’Iraq, sigla usata da Al Qaeda.
Molti membri della "legione straniera" raggiungono la Siria usando le linee di rifornimento create dai governi arabi alleati della ribellione. Qatar - che pompa denaro alle brigate vicine ai Fratelli musulmani -, l’Arabia Saudita che finanzia i suoi gruppi, così come la Turchia e, in misura minore, la Giordania. Stati usati dagli occidentali per aiutare gli insorti. Gli Usa, preoccupati di scottarsi, si servono dei regimi amici, stessa cosa fanno Francia e Gran Bretagna, più decise nel chiedere spedizioni massicce di armi. Frenano tutti gli altri partner europei.
Sulla barricata opposta non stanno a guardare. Russia, Iran e Iraq mandano munizioni, mezzi, petrolio e consiglieri per puntellare Assad. Una presenza defilata quanto attiva. Il lavoro sporco lo lasciano agli Hezbollah libanesi e ai loro "fratelli" iracheni. Diverse migliaia di miliziani sciiti hanno permesso ad Assad di riconquistare posizioni. E’ storia di queste ore. Bagdad, che è a sua volta è impegnata contro i qaedisti, ha trovato risorse per favorire il passaggio dei pellegrini-guerrieri che dovrebbero difendere i santuari sciiti in Siria.
Nel mezzo c’è Israele. Colpisce l’Hezbollah, considerato l’avversario più organizzato, vede con favore un Assad indebolito, ma è preoccupato dal peso della componente più radicale della ribellione. Aspettano anche i curdi siriani del Pyd. Ora sparano sui soldati, ora si scontrano con gli insorti, ora stanno a guardare. Sperando alla fine di guadagnarci. Prova di come le tante guerre di Siria aprano opportunità, ma anche sviluppi non sempre prevedibili. Nulla di strano, questa è la regola in Medio Oriente.
Guido Olimpio

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Gens du voyage: le droit d'exister.

Gens du voyage: le droit d'exister. | Anti-Exploitation | Scoop.it
mcc43's insight:

""""" Dans une perspective plus large, il est peut-être bon de rappeler que sur plus de 3,5 millions d'années d'existence de l'homme, le nomadisme a été généralement la règle. La révolution néolithique, se traduisant par la maîtrise de l'agriculture et ne datant que d'à peine plus de 10'000 ans dans les régions les plus avancées d'Asie mineure (beaucoup plus récemment en Europe occidentale), semble être à l'origine des civilisations sédentaires. Ainsi, au lieu de se déplacer au gré de ce que la terre offre, l'être humain à un moment donné de son évolution a entrepris de dominer son environnement ; la concentration des ressources dans le temps (récoltes au lieu de cueillette) et son stockage a été très tôt vecteur de puissance et de domination sur les autres hommes, ce pourquoi les premières civilisations sédentaires sont de type « palatial » et fortement hiérarchisées.""""

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Has Washington, D.C., Become A Criminal Entity?

Has Washington, D.C., Become A Criminal Entity? | Anti-Exploitation | Scoop.it
Independent Media for the Independent Mind
mcc43's insight:

Paul Craig Roberts recently wrote a column entitled, “Humanity Is Drowning In Washington’s Criminality.” I realize it is difficult for most Americans to conceive the idea that their federal government could actually be criminal, but the case Roberts makes in his column cannot be tossed aside as the ranting of some right-wing nut (as if there are no left-wing nuts).

Roberts writes, “Americans will soon be locked into an unaccountable police state unless US Representatives and Senators find the courage to ask questions and to sanction the executive branch officials who break the law, violate the Constitution, withhold information from Congress, and give false information about their crimes against law, the Constitution, the American people and those in Afghanistan, Pakistan, Yemen, Iraq, Libya, Syria, Somalia, Guantanamo, and elsewhere. Congress needs to use the impeachment power that the Constitution provides and cease being subservient to the lawless executive branch. The US faces no threat that justifies the lawlessness and abuse of police powers that characterize the executive branch in the 21st century.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Understanding Somali Piracy on Land and Sea

Understanding Somali Piracy on Land and Sea | Anti-Exploitation | Scoop.it
The root causes of piracy must be understood and addressed if progress is to be lasting. By Awet Weldemichael and Abdisalam Hassan
mcc43's insight:

Root Causes and Defensive Piracy

The root cause of Somali piracy lies in the threat that illegal fishing posed to the livelihoods of subsistence and commercial fishermen along the coastline. During the early 1990s, Somali subsistence fishing and the fishing industry coexisted with illegally placed foreign fishermen in the vast Somali waters. The former used traditional, less advanced fishing methods while the latter tended to fish on an industrial scale. Some of the illegally acquired catch of the industrial fishers was packaged in the Middle East and sold overseas for large profits, none of which were seen by Somalis. As the overall decline in Indian Ocean fish stocks set in around this time, however, increasing numbers of Somali fishermen started to sail further offshore while foreign trawlers came deeper into the inshore waters. This set the scene for the violent clashes that ensued.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Warning over summer forced marriages

Warning over summer forced marriages | Anti-Exploitation | Scoop.it
Teachers, doctors and airport staff need to be alert to the problem of forced marriages over the school holidays, the government warns.
mcc43's insight:

Teachers, doctors and airport staff need to be alert to the problem of forced marriages over the school holidays, the government has warned.

Ministers said there were concerns about teenagers being taken abroad thinking they were going on holiday but being forced into marriage instead.

Figures suggest cases are particularly common during the summer break.

The government's Forced Marriage Unit received 400 reports between June and August last year.

Recent estimates suggest more than 5,000 people from the UK are forced into marriage every year.

More than a third of those affected are aged under 16.

The government is calling for increased awareness, and is promoting an advice line and information cards aimed at potential victims to explain how they can get help.

more ....

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Siracusa, arrivati i migranti soccorsi dalla Salamis - Rifiutati da Malta

Siracusa, arrivati i migranti soccorsi dalla Salamis - Rifiutati da Malta | Anti-Exploitation | Scoop.it
Siracusa, arrivati i migranti soccorsi dalla Salamis - I medici assicurano: «Stanno tutti bene».
mcc43's insight:
Siracusa, arrivati i migranti soccorsi dalla SalamisI medici assicurano: «Stanno tutti bene».

È arrivato nel primo pomeriggio del 7 agosto, nel porto grande di Siracusa, il pattugliatore della guardia di Finanza con a bordo una cinquantina dei 102 migranti tratti in salvo dalla nave cisterna Salamis che Malta aveva rifiutato di accogliere. Poco dopo sono arrivate anche le altre motovedette con a bordo i rimanenti migranti.
CONTROLLO MEDICO. In tutto si tratta di 81 uomini, 20 donne, quattro delle quali in stato di gravidanza, di cui una quasi giunta al termine della gestazione, ed un neonato di cinque mesi.
Sul posto ci sono i volontari della Croce rossa italiana che hanno allestito una tenda dove i migranti hanno ricevuto la prima assistenza.
INVESTIGATORI SULLA SALAMIS. La nave cisterna Salamis aveva gettato l'ancora a circa un miglio e mezzo dall'imboccatura del porto di Siracusa. Prima che avvenisse il trasbordo dei migranti sulle motovedette italiane i medici degli uffici di sanità marittima hanno eseguito i primi accertamenti sulle loro condizioni di salute. A bordo sono arrivati anche gli investigatori.
«STANNO TUTTI BENE». «Abbiamo riscontrato un quadro generale più che rassicurante», ha spiegato la dottoressa Giuseppina Di Giacomo. «Tutti stanno bene e sono stati rifocillati. Diciamo che il comandante greco della nave cisterna che li ha presi a bordo ha saputo garantire loro la miglior assistenza» ha spiegato il medico.

Mercoledì, 07 Agosto 2013

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

"Can Muslims write about Christianity?" answer by Dan Murphy

"Can Muslims write about Christianity?" answer by Dan Murphy | Anti-Exploitation | Scoop.it

American public discourse about Islam is filled with essentialist paranoia... 

mcc43's insight:

[...]And Green, a Christian, doesn't seem to think there's anything wrong about expressing her own opinions about Islam.

She wrote in 2011: "My area is religion, not politics. So my queries about Islamic terrorism tend to break the question down theologically and ask the question:"

Is there something in Islam itself that makes believers more susceptible to radicalization?... I believe essentially there are three things that may make Islam more prone to radicalization. One is the Koran itself. The fact that it's not a narrative makes it easier to pick and choose verses to fit your interpretation. Two, the Prophet Mohammed's own words and deeds. In Islam's early days, Mohammed spread the faith with the sword. Three, Islam was introduced into a world rife with tribalism; a shame and honor culture which revered and respected power. Much of what's going in Libya and what went on under Saddam Hussein, are extensions of that tribalism. 

Green has a right to her opinions, of course. But they are ill-informed.

On her first point, while it's true that elements of the Quran have been emphasized at the expense of others by various Muslim schools and sects, that's also happened with Christianity. Elements of the Bible about slavery, the role of women, giving of alms, sexuality, and even snake handling and speaking in tongues have been seized upon by various Christians down the centuries.

To say that Islam was spread by the sword is a gross oversimplification. While Mohamed and his followers conquered Mecca by force in 630, the earliest years of the faith were focused on peaceful proselytizing. While Islamist conquests spread Islam throughout the Arab world after his death, Islam spread largely through trade and cultural contacts in strongholds of the faith like India, Pakistan, and Indonesia.

Her third point is particularly incoherent. While it's true that Islam, founded in the 7th century AD, "was introduced into a world rife with tribalism" the same is true for the advent of Christianity six hundred years earlier.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

CHI E' GEORGE SOROS?

CHI E' GEORGE SOROS? | Anti-Exploitation | Scoop.it
"Sì ho una politica estera: il mio obiettivo è divenire la coscienza del Mondo."(1).Non si tratta per nulla di un caso di narcisismo acuto
mcc43's insight:

"Sì ho una politica estera: il mio obiettivo è divenire la coscienza del Mondo."(1)
Non si tratta per nulla di un caso di narcisismo acuto della personalità; ecco infatti, come George Soros applica oggi il potere dell'egemonia degli USA nel mondo.
Le istituzioni di Soros e le sue macchinazioni finanziarie sono in parte responsabili della distruzione del socialismo in Europa dell'Est e nell'ex URSS. Ha gettato la sua attenzione anche sulla Cina. Ha preso anche parte a tutte le operazioni che sono sboccate nello smantellamento della Jugoslavia. Mentre si da arie da filantropo, il ruolo del miliardario George Soros consiste nel rinserrare la presa ideologica della globalizzazione e del Nuovo ordine mondiale assicurando la promozione del proprio profitto finanziario. Le operazioni commerciali e "filantropiche" di Soros sono clandestine, contraddittorie e coattive. E, per ciò che riguarda la sue attività economiche, egli stesso ammette che non ha coscienza, in quanto capitalista è assolutamente amorale. "" Continua a leggere cliccando sul titolo

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

FreedumbAndDemocrazy By Sharmine Narwani

FreedumbAndDemocrazy By Sharmine Narwani | Anti-Exploitation | Scoop.it
Freedom and democracy. How I have come to loathe this phrase. Two-lofty-words-and-a-conjunction bandied around by handmaidens of Empire: verbal grenades that can gut entire nations. When I hear “free
mcc43's insight:

[...]The first words uttered by you as you rose up against your US-backed dictators were “honor and dignity” – not “freedom and democracy.” How did that fact get lost in the mayhem to follow?

And why on earth would this distinction make any difference?

For one, ‘freedom and democracy’ has always suggested western-style standards for governance and social liberties alien to the Mideast. We’re just not there yet – not on those terms anyway - and we’re not likely to be. Many regional states are just entering the nascent phase of what will undoubtedly be a rocky political evolutionary process – with each nation creating wholly indigenous models of governance, as unique as their individual cultures and histories. What if some towns would like their political process determined by an old-fashioned cockfight? What if a strongman is the only way to prevent the disintegration of a nation-state or the outbreak of ethnic and sectarian carnage? What if people genuinely don’t give a toss about gay and lesbian rights, preferring – imagine that – to find employment and feed their kids first? Women’s suffrage? Gender-integrated football stadiums? Childcare in the workplace? Worker’s rights? Important stuff, but... Feed. Child. First.

And then there’s that other unfortunate association: freedom and democracy brings with it a cornucopia of weapons, military bases, bombs hailing from skies heaving with US-made drones, financial assistance tied to all shades of silliness.

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Frammenti di Realtà: Il profeta del Nuovo Ordine Mondiale, Soros, premiato dalla Sinistra Italiana

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Ipotesi di complotto per la morte del giornalista Hastings - Rainews24.it

Ipotesi di complotto per la morte del giornalista Hastings - Rainews24.it | Anti-Exploitation | Scoop.it
Il sito di Rainews24 canale all news della Rai
mcc43's insight:

All'epoca Hastings dell'intervista con il generale, Michael Hastings collaborava con Rolling Stone. Ed e' su quella rivista che pubblico' l'intervista a McChrystal, in cui l'alto militare attacco' frontalmente Barack Obama. Per quelle critiche il generale fu poi costretto a dimettersi. Di recente Hastings era passato a BuzzFeed, il popolare sito fondato da Jonah Peretti e John Johnson e  diretto da Ben Smith, ex capo di Politico.com, per cui aveva seguito le elezioni presidenziali del 2012. E oggi in tanti piangono un giornalista di indubbio valore. Tantissimi gli attestati di affetto su twitter da parte dei suoi tanti colleghi. ,,,,, 

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

Revealed – the capitalist network that runs the world - physics-math - 19 October 2011 - New Scientist

Revealed – the capitalist network that runs the world - physics-math - 19 October 2011 - New Scientist | Anti-Exploitation | Scoop.it
As anti-capitalist protesters take to the streets, mathematics has teased apart the global economic network to show who's really pulling the strings
mcc43's insight:

"""So, the super-entity may not result from conspiracy. The real question, says the Zurich team, is whether it can exert concerted political power.


Driffill feels 147 is too many to sustain collusion.

Braha suspects they will compete in the market but act together on common interests.

Resisting changes to the network structure may be one such common interest."""

more...
No comment yet.
Scooped by mcc43
Scoop.it!

I genocidi di un secolo di G.G. - Spaziodi Magazine - LENTE DI INGRADIMENTO

mcc43's insight:

No comment!
I genocidi di un secolo 
Ricerca in internet sulla parola Genocidio
Di G.G.

Genocidio una parola che dice tutto. La mente va subito ai campi di concentramento tedeschi, ad Anna Frank, ma non c’è solo un genocidio, nel XX secolo è stato un genocidio continuo e diffuso in tutti i continenti. Basta in una semplice ricerca in un motore di ricerca che ne risulta un elenco infinito. 
È inutile scrivere di più, su interntet c’è gia tutto.
Il primo sito che cito è http://www.bibliotecasalaborsa.it/content/percorsi/genocidi.htmlda cui ho tratto lo schema di base e alcune indicazioni. Gli altri siti sono indicati di volta in volta. 

more...
No comment yet.