Michael Pawlyn prende spunto dalla natura per fare nuove, ambienti architettonici sostenibili.

Il video inizia con due esempi.

Le ghiandole filiere sull'addome di un ragno,  producono sei diversi tipi di seta, che vengono intrecciati per creare una fibra, più robusta di qualsiasi fibra creata dall'uomo. Quella che più si avvicina è la fibra aramidica. Per produrla occorrono altissime temperature e un'enorme pressione, ma si inquina moltissimo. Eppure il ragno ci riesce a temperatura e pressione ambiente con materia prima fatta di mosche morte ed acqua. Ciò suggerisce che abbiamo ancora molto da imparare.

Lo scarafaggio percepisce un incendio nella foresta a 80 km di distanza. Una sensibilità di circa 10.000 volte maggiore dei sensori fabbricati dall'uomo. Inoltre questo animaletto non ha bisogno di cavi collegati a una centrale elettrica che brucia combustibili fossili.....


Via F|Mattiuzzo